Questione di rispetto: ovvero come le Aziende considerano i propri clienti.

fede707

Biker extra
Feedback: 0 / 0 / 0
20/12/11
776
67
MILANO
Ciao, sarà capitato a tutti di trovarsi a dover comprare componenti completi perché il particolare rotto non è disponibile come ricambio. Però, se in qualche caso è comprensibile che le aziende non forniscano particolari di difficile rottura, in altri come quello che sto per esporre, sembra proprio"la mungitura della vacca", vacca nel senso del cliente.
Ho una Stumpjumper di cui sono contento, monta reggi telescopico di cui sono altrettanto felice, ma ho scoperto pochi giorni fa che il manettino in plastica del comando remoto non è disponibile come ricambio. Quindi se lo rompi, ed è ovviamente la parte che si rompe, lo devi sostituire in toto per la modifica cifra di 40,00 Euro. Quindi una leva in plastica del costo di 2/3 Euro ad essere larghi, diventa una mungitura di 40,00 Euro. Se no cambi tutto con un altro modello universale, quello che ho fatto, spendendo meno della metà.
Non mi è capitato niente di eccezionale, ma a volte se ci si pensa un po' su, ci si sente davvero presi per il c...o, perché certe incongruenze sembrano proprio pensate ad hoc.
Buone pedalate e se potete non fatevi mungere!
 

 

marcus69

Biker celestialis
Feedback: 4 / 0 / 0
5/10/09
7.360
429
Capoterra-CA
Bike
Venture SL 27.5-Fiocco 26"-Bdc mc008
Purtroppo si potrebbero fare molti esempi (vedi rottura molletta leva freno slx, devi comprare il kit che comprende leva, camma e molletta). O così o... Di stampante 3d..ahah. So che rode ma se avessero ogni singolo pezzo di ricambio... La vedo difficile
 

g.f.

Biker ultra
Feedback: 0 / 0 / 0
28/1/18
685
59
Pinerolo
Bike
Yt Jeffsy Al 2018 29"
Non ho i numeri in mano, ma credo che nel mercato ciclistico i margini delle aziende siano altissimi, con prezzi che non rispecchiano il reale valore di bici o componenti.
 

fuzzico

Biker tartarughense
Feedback: 0 / 0 / 0
9/9/18
165
68
toscana
Bike
...
Ahh beh, lo fanno anche in altri settori...
Nelle auto per esempio: magari si rompe una bobina e vendono il ricambio solo completo di tutte e 4.
O per un particolare che costa pochi centesimi vi fanno comprare roba per centinaia di euro...
E' così, c'è poco da fare... Per le auto spesso la soluzione sono i demolitori.
Per le bici invece o hai la fortuna di trovare il ricambio da qualcuno e puoi cannibalizzare o ti fai mungere...
 

Boro

Biker augustus
Feedback: 2 / 0 / 0
25/8/04
9.095
3.686
Reggio Emilia
Cordialmente,ma é la scoperta dell'acqua calda. É il mondo dei ricambi baby.
Oggigiorno ci sono macchine di un certo pregio, tanto per fare un esempio, che se ti saltano il volante e i fari led in un buccio e non sono recentissime, le butti via e non le ripari tanto costano i pezzi.
E potremmo fare mille esempi peggiori nel mondo dell'elettronica.
Chi ripara più un tv color o un pc?
 

Tc70

Entomobiker
Feedback: 0 / 0 / 0
20/4/11
18.441
4.871
49
Provincia di Bs
Bike
Picola ma carattarastica...
Tutto è fatto per il consumismo,tutto è fatto per il capitalismo...pochi ne hanno il potere e molti lo subiscono...fine della storia...per chi non gli va bene o torna all'epoca primitiva o si adegua,perchè anche se si protesta alla fine ci si deve adeguare comunque...''siamo figli delle stelle...pronipoti di sua maesta il denaroooo''...
 

fede707

Biker extra
Feedback: 0 / 0 / 0
20/12/11
776
67
MILANO
So bene che è una situazione frequente e che non ho scoperto niente di nuovo. Solo che in questo caso, come sicuramente in tanti altri, è talmente palese che si tratta di mera speculazione, visto che la leva si svita con una vite ed è praticamente l'unica cosa che si può rompere a parte il cavo, che ho deciso di condividere pubblicamente l'incazzatura e la decisione di comprare altro per risolvere il problema. #nonfartimungere
:yeah!:
 

Boro

Biker augustus
Feedback: 2 / 0 / 0
25/8/04
9.095
3.686
Reggio Emilia
Io, più che speculazione, la vedo come una scelta per ridurre i costi.
Perchè non ci piove che tenere a magazzino, pronti per chissà quando e chissà chi, N mila pezzi possibili di quello che si può rompere ha un costo, non dimentichiamolo.
Vanno prodotti, stoccati, conservati, gestiti. E magari non saranno mai venduti e finiranno dopo N anni alla discarica.
Non è così semplice.
 
  • Like
Reactions: frenzkas and kikhit

maolost

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
16/10/18
130
42
Trieste
Bike
RR 560
Ciao, sarà capitato a tutti di trovarsi a dover comprare componenti completi perché il particolare rotto non è disponibile come ricambio. Però, se in qualche caso è comprensibile che le aziende non forniscano particolari di difficile rottura, in altri come quello che sto per esporre, sembra proprio"la mungitura della vacca", vacca nel senso del cliente.
Ho una Stumpjumper di cui sono contento, monta reggi telescopico di cui sono altrettanto felice, ma ho scoperto pochi giorni fa che il manettino in plastica del comando remoto non è disponibile come ricambio. Quindi se lo rompi, ed è ovviamente la parte che si rompe, lo devi sostituire in toto per la modifica cifra di 40,00 Euro. Quindi una leva in plastica del costo di 2/3 Euro ad essere larghi, diventa una mungitura di 40,00 Euro. Se no cambi tutto con un altro modello universale, quello che ho fatto, spendendo meno della metà.
Non mi è capitato niente di eccezionale, ma a volte se ci si pensa un po' su, ci si sente davvero presi per il c...o, perché certe incongruenze sembrano proprio pensate ad hoc.
Buone pedalate e se potete non fatevi mungere!
Oppure capita che il ricambio esatto ci sia ma te lo fanno pagare a peso d'oro. Pezzetto di plastica (2x0.5 cm) per coprire lo scomparto della vite del rubinetto del lavandino di nota marca di rubinetteria: 25 (venticinque) euro. :!: Quando ho ricevuto la mail dal negoziante gli ho telefonato perchè ho pensato avesse sbagliato di scrivere...era imbarazzato pure lui dal costo, ma era il prezzo che il produttore gli impone. E' superfluo specificare che ho lasciato il rubinetto senza il tappetto e quando lo dovrò cambiare sceglierò un'altra marca (questa me la sono trovata acquistando casa, che per carità, per il resto è molto bella)
 

AlexV

Biker tremendus
Feedback: 1 / 0 / 0
22/1/16
1.207
603
Io, più che speculazione, la vedo come una scelta per ridurre i costi.
Perchè non ci piove che tenere a magazzino, pronti per chissà quando e chissà chi, N mila pezzi possibili di quello che si può rompere ha un costo, non dimentichiamolo.
Vanno prodotti, stoccati, conservati, gestiti. E magari non saranno mai venduti e finiranno dopo N anni alla discarica.
Non è così semplice.
E probabilmente in questo caso il produttore del telescopico riceve il comando già assemblato, per cui tenere a magazzino la sola leva avrebbe un costo tale che dovrebbero venderla al prezzo del comando intero.
 
  • Like
Reactions: Boro

fede707

Biker extra
Feedback: 0 / 0 / 0
20/12/11
776
67
MILANO
Come si dice "Volere è potere", dietro alle scelte c'è sempre un perché e un qualcuno che le ha prese.
Spesso il perché di chi vende è in netto contrasto con quello di chi compra.
Purtroppo spesso per pigrizia o semplice mancanza di tempo ci si adegua senza nemmeno lamentarsi.
Così un componente che fino a poco tempo fa costava 20 Euro viene portato a 40 di punto in bianco, e qualcuno fa quadrare i conti coi soldi degli altri. Tutto legittimo. Dopo tutto i prezzi sono fatti dal mercato: finché c'è un numero congruo di clienti disposto a pagare il prezzo richiesto, la scelta commercialmente sarà ritenuta valida.
Visto che non mi piace fare la parte della "vacca", quando posso preferisco spendere tempo, energie ed intelletto per evitare la mungitura. Anche questo ha un costo ma almeno mi dà soddisfazione.
:soffriba:
 
  • Like
Reactions: vittorisk and Etien

AlexV

Biker tremendus
Feedback: 1 / 0 / 0
22/1/16
1.207
603
Visto che non mi piace fare la parte della "vacca", quando posso preferisco spendere tempo, energie ed intelletto per evitare la mungitura. Anche questo ha un costo ma almeno mi dà soddisfazione.
:soffriba:
E su questo non posso che darti ragione. Purtroppo molte volte la pigrizia -nei campi in cui si ha conoscenza- o la non conoscenza di quanto si acquista fa sì che si scelga la soluzione "ufficiale" anche se il costo non è congruo.
 

Andrea321

Biker assatanatus
Feedback: 108 / 0 / 1
1/10/07
3.409
341
Cesena
Bike
Santa Cruz Hightower 29
acquistare una bici (fatta di tanti componenti) o un componente singolo (il rubinetto) basandosi sulla disponibilità degli eventuali ricambi (e sul loro costo) mi sembra un'idea quanto meno bizzarra.
 

Boro

Biker augustus
Feedback: 2 / 0 / 0
25/8/04
9.095
3.686
Reggio Emilia
Ci sono brand motociclistici, che legano il prezzo dei ricambi all'eta del modello di moto. Più la moto e' vecchia più costano. Aumentano i prezzi col passare degli anni di magazzino. Sono interessi che il cliente paga per un servizio, ossia quello di avere una rete che fornisce un pezzo che si può rompere e che se non disponibile renderebbe il bene inservibile.
Il problma vero è che obsolescenza dei prodotti e produzione globalizzata, fa si che molte volte costa più il ricambio del valore residuo del bene. Il vero punto che sfugge è che oggi, cose che poco piu' di dieci anni fa non solo erano inimmaginabili, ma anche costosissime, si trovano a prezzi molto molto ragionevoli, per non dire bassi. Se penso solo alle forke e gli ammortizzatori che si trovavano sul mercato a metà degli anni 2000 e quelle che ci sono ora e le comparo, quelle di adesso sono regalate, seppur carissime. Per non parlare di freni o altri componenti tecnologici.
Faccio un esempio, qualche anno si perforò, consumato dal diabolico dot, un coperchio pompa dei miei freni Hayes 9, freni a quel tempo già obsoleti e superati, che forse potevano valare usati 40 euro la coppia. Il ricambio era disponibile, ma costava 40 e rotti euro insieme a qualche guarnizione e alla membrana. Il solo tappino di plastica per chiudere lo spurgo veniva 10 euro.
Chiaro che mi sono comprato un paio di slx ed ho venduto gli hayes a 20 euro come ricambi.
Ma se volevo rimediare, potevo rimediare.
Sta al cliente valutare se il costo del servizio vale il valore residuo del bene.
 
  • Like
Reactions: ci-clo

maolost

Biker serius
Feedback: 0 / 0 / 0
16/10/18
130
42
Trieste
Bike
RR 560
acquistare una bici (fatta di tanti componenti) o un componente singolo (il rubinetto) basandosi sulla disponibilità degli eventuali ricambi (e sul loro costo) mi sembra un'idea quanto meno bizzarra.
Mah, secondo me sarebbe utile farlo quantomento per le parti maggiormente sottoposte a usura o rischio rottura...non dico che dev'essere il solo metro di giudizio ma da prendere in considerazione nella decisione dell'acquisto...poi è normale che non lo si faccia, non è che uno compra un frigo e prima si mette a cercare i costi per eventualmente sostituire sportello, ripiani, motore, ecc ecc...
Però faccio due esempi: mettiamo esca una bici con ruote di una taglia particolare o che necessitano di copertoni solo per quel modello, ecco in quel caso sarebbe utile capire prima costi e facilità del reperirli.
Stesso discorso anni fa per le auto giapponesi: si diceva (non so se fosse leggenda metropolitana o realtà, non avendone mai avuta una non ho approfondito) che avere i pezzi di ricambio era un casino, e in quel caso la cosa pesava eccome sulla decisione di comprarla o no...
 

avalonice

Biker tremendus
Feedback: 0 / 0 / 0
2/4/09
1.030
343
Lecco
Ovviamente si parte dal presupposto che le aziende non siano enti benefici, detto questo occorre ragionare su dove una azienda debba guadagnare.
Ritengo che una azienda debba trarre guadagno dai prodotti e non dai servizi legati ai prodotti stessi, è ovvio che questi servizi abbiano un costo che deve essere inglobato nel costo del prodotto all'atto della vendita.
Voler lucrare esageratamente sui alcuni di questi servizi non è molto sensato, specialmente quelli post-vendita dovrebbe essere offerti al costo di realizzo solo al fine di recuperare le spese sostenute.
I cliente possono facilmente optare a soluzione diverse rispetto ai servizi post vendita offerti, nell'esempio riportato da @fede707 qualcuno potrebbe optare per realizzare del manettino con la stampante 3D, attualmente questa soluzione potrebbe essere un po' complessa e forse non proprio conveniente economicamente, probabilmente tra qualche anno diventerà la norma e non solo per parti in plastica ma anche per parti in metallo di fatto uccidendo il mercato dei ricambi.
In uno scenario del genere i produttori potrebbero chiedere norme per evitare le riproduzioni ma sarebbero leggi inutili, milioni di utenti collegati in rete potrebbero in pochi anni creare un DB di mod.3D di tutti i pezzi di ricambio necessari, è facile pensare che potrebbero essere disponibili i modelli ancor prima che i nuovi prodotti siano lanciati ufficialmente.
E' già successo quindi non è fantascienza.
Questo esempio banale spiega ai produttori che non possono maralmeggiare più di tanto è facilissimo con le moderne tecnologia perdere clienti e in pochi anni trovarsi con vendite quasi a zero, devono pensare ai guadagni odierni e a quelli futuri pensando ai loro clienti preferendo avere una redditività un po' inferiore ma avere cliente soddisfatti.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: Etien

ci-clo

Biker ultra
Feedback: 29 / 0 / 0
22/10/04
665
40
Alto Adige
Bike
Ancillotti FRY, MDE Damper
Io devo dire che ultimamente acquisto i componenti con un occhio di riguardo alla manuttenzione.
Infatti preferisco spendere qualcosa in più (non troppo) se il prodotto in questione è riparabile e se i ricambi sono facilmente reperibili.
Preferisco anche acquistare una bici completa usata o un telaio nuovo anzichè acquistare una bici nuova e impiegare le mie energie nel ripararla o nel caso del frameset assemblarla da me con i componenti giusti (cioè riparabili/manutenibili).
Capisco che non tutti sono in grado di assemblarsi una bici, anche che a prima vista è più caro prendere tutti i componenti sciolti; però alla fine oltre che essere più gratificante e anche più economico. Faccio solo un esempio: i miei freni sono già passati su tre diversi telai (6 anni), un ammortizzatore post. è in uso dal 2012 circa (ok da due anni è su un muletto), anche le mie ruote hanno fatto 3 telai.
Quindi si può resistere al consumismo usa e getta, ma non è semplice...
 

Velocity

...
Feedback: 156 / 0 / 0
4/11/11
6.847
640
.
Bike
.
Pompa Specialized top di gamma (costo 150€) dovrei sostituire la parte finale quella che entra nella valvola con la levetta di chiusura che non funziona piu bene (non so il nome tecnico)....Risultato: non esistono ricambi di questo tipo, nemmeno il tubo vendono
 

ci-clo

Biker ultra
Feedback: 29 / 0 / 0
22/10/04
665
40
Alto Adige
Bike
Ancillotti FRY, MDE Damper
Pompa Specialized top di gamma (costo 150€) dovrei sostituire la parte finale quella che entra nella valvola con la levetta di chiusura che non funziona piu bene (non so il nome tecnico)....Risultato: non esistono ricambi di questo tipo, nemmeno il tubo vendono
Però qui si parla solo di Specialized....