Torrenthorn: 2.998 metri, e la neve

Torrenthorn: 2.998 metri, e la neve


Immagino di vedermi alla TV: sono su un ripido pendio innevato, con un bicicletta sulle spalle e ai piedi un paio di Fiveten…”va’ che pirla!” mi dico.
Sul pendio erboso sotto di me ho avuto la conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, che la suola di queste scarpe va benissimo sui pin dei miei flat ma è pessima anche solo sul fango, figurarsi sulla neve. Mi rivedo nel ragazzo protagonista di Into the Wild appena arrivato in Alaska male in arnese, forse perché in auto avevo appena ascoltato la voce di Eddie Vedder.
Poco prima in un vallone una femmina di capriolo mi fa capire quanto siamo inadeguati per quei luoghi, lei sì che ha le “scarpe giuste” e vola sia d’ estate che in inverno, sia in salita che in discesa…
Già la discesa, chissà come sarà, mi chiedo ? Forse che era meglio avere un paio di sci al posto di un paio di ruote? Lo vedremo dopo.
Un paio d’ ore prima in auto da solo mi dicevo che forse oggi sarebbe stato meglio dormire e passare un sabato tranquillo ed invece eccomi qui. Il mal di testa di ieri è tenuto a bada da un paio di potenti supposte per bocca perché oggi non potevo mancare.
È da lunedì che, tra i vari casini di lavoro, seguo le previsioni meteo per il fine settimana. Happykiller punta come muflone per andare a fare un altro giro in alto: “Dai, potrebbe essere una delle ultime occasioni…” mi dice, ed io lo so benissimo.
Siamo a fine ottobre e lo scorso week-end ho avuto modo di constatare che la prima neve è già scesa fino in basso, ma mille preoccupazioni e soprattutto un mal di testa atomico mi fanno quasi sperare che possa essere brutto tempo.
Venerdì pomeriggio mi chiedo come diavolo faccio in queste condizioni ad andare il giorno successivo. Un pessimismo cosmico mi assale e quindi decido che starò a casa. A mezzogiorno aggiorno l’amico Happy sulle mie condizioni in modo che possa avere il tempo di organizzarsi con qualcun altro.
La sera riguardo le previsioni e niente, gli eredi del buon Kappenberger da Locarno Monti continuano a ribadire che domani in Vallese sarà una bellissima giornata: decido quindi che è meno doloroso il mal di testa di oggi che la masticazione testicolare di domani. Sì, perché so bene che se non andassi l’ indomani vedendo splendere il sole e pensando a ciò che mi sarei perso mi sarei mangiato le balle e così mi preparo.
Happykiller mi propone una manciata di alternative e lascia a me la scelta. Opto prudentemente per una meta che conosco, che offre diverse soluzioni di salita e che oltretutto mi consentirebbe, in caso di debacle, di aspettarlo per la discesa consentendogli comunque di arrivare in cima e scendere senza deviazioni particolari. La salita al Torrenthorn infatti può essere fatta con diverse modalità:
Grataculo mod: partenza in autobus da Leuk (ca. 600 mt. SLM) fino a Leukerbad (ca. 1400 SLM), salita in funivia alla Torrent Alp (ca. 2300 SLM) e da li ca. 700 mt di dislivello per la cima di cui la maggior parte in portage.
Middle mod: pedalare da Leuk a Leukerbad su strada per ca. 14 Km poi funivia.
Crazy mod: partenza a pedali da sotto e più o meno 2500 mt. di dislivello.
Al punto di ritrovo ci raggiunge Spirit in the Sky che, se non fosse per le giornate corte di questa stagione, sarebbe partito da Pavia in bici. Happykiller decide di salire a Leukerbad pedalando e quindi io mi avvio serenamente al pullman dei Grataculi. Arrivo a Leukerbad con abbondante anticipo e quindi mi faccio un giro in paese. La temperatura invoglia più ad andare alla  Terme piuttosto che alla funivia. Però il cielo è sereno e al sole mi dico che starò benissimo e mi convinco anche che il freddo farà sicuramente bene ai miei malesseri.
Alla funivia mi raggiunge Happykiller che, temendo di arrivare in ritardo, si è sparato i 14 km. e 800 mt. di dislivello in ca. 50 minuti!
Saliamo e in alto ci accoglie un tiepido sole autunnale. Più su vedo che la cresta che dovremo percorrere è coperta di neve, non è una sorpresa, mi auguro solo che non sia troppa.
Non abbiamo fretta, con me Kikko sa sempre essere paziente e Piero (Spirit) ha da farsi un bel po’ di strada e tanto dislivello quindi son tranquillo.
I panorami in una giornata come questa sono sempre al top. Non c’ è molto da pedalare, le pendenze non lo consentono e quindi ci si carica la bike in groppa e tra una chiacchera e qualche scatto raggiungiamo il pendio che conduce in cima. Ho tenuto la giacchetta anche in salita, siamo pure sempre a 3000 mt. e l’ aria è frizzante anche se al sole si sta proprio bene. Le cime dell’ Oberland sono vicinissime, per il resto si vedono praticamente tutte le cime principali delle Alpi
Con Kikko studiamo una possibile variante di discesa. Ci raggiunge Piero apparentemente rilassato tanto che come merendina si scofana mezzo chilo di pasta. Poi incominciano le danze!
C’ è una luce fantastica, ed il riverbero della neve se ben sfruttato funge da pannello riflettente che esalta i colori.
In alto si surfa benissimo, lo spessore di neve è ideale, non troppa, le gomme la tagliano appoggiandosi sul fondo dando una certa sicurezza.
Voliamo sul filo di cresta…
…fino ad un gradino più ripido. Qui Kikko si infila in un canale intonso, lo seguiamo. È ripido, moooolto ripido.
Raggiungiamo così la cresta dove la neve sparisce e abbiamo tutti e tre i moschini sui denti.
Non seguiamo la traccia classica già fatta un paio d’ anni fa, ma restiamo più alti. Il sentiero risale con pendenze amichevoli.
Le mie due badanti sono premurose e pazienti, tra l’ altro non parlano Moldavo ma un italiano perfetto.
Solchiamo praterie che sembrano non avere fine
Il sole basso di questo periodo dell’ anno regala al pomeriggio una luce radente bellissima
Più in basso di fianco al sentiero che percorriamo a mac2 ci sorpassa, vicinissimo, un altro capriolo! Caspita che bello, ci diciamo ma poco dopo l’abbaiare dei cani e due colpi di fucile ci fanno capire perchè avesse tutta quella fretta il povero animale. Che tristezza.
Il fondovalle è un’ esplosione di colori.
Ancora poco e questi deliziosi frutti si trasformeranno un uno dei tanti vini famosi del Vallese…notoriamente un ottimo rimedio per il mal di testa…sia il vino che il Vallese !
Yura & Happykiller & Spirit in the Sky
Fb Connect  Google Connect 

52 commenti

  1. Mamma mia che report e che foto , qui i complimenti si sprecano proprio : )
    Solo che tristezza veramente,il capriolo che scappa dai cacciatori, dovremmo solo ammirarli, gli animali, e lasciarli vivere in pace, godendo della bellezza che ci donano ogni volta che abbiamo la fortuna incrociarli

    Thumb up 2 Thumb down 1
  2. Che spettacolo.Ci sono rimasto male per il capriolo (che spero sia fuggito)…Una creatura vive tranquilla in questo paradiso ed arrivano dei dementi che lo prendono a fucilate…Roba da matti che certe “passioni” sia basate sulla violenza

    Thumb up 3 Thumb down 2
    1. Pur detestando la caccia, devo dire che in Svizzera c’è una sovrappopolazione di cervi/caprioli che devono venir uccisi ogni anno per evitare problemi al resto della natura. La soluzione naturale sono i lupi, presenti di nuovo in Svizzera, ma non in numero sufficiente per magnarsi tutti i caprioli. Poi si mangiano le pecore, e tutti protestano (monte bar sopra Lugano 11 mesi fa, 5 pecore sbranate)

      Thumb up 1 Thumb down 0
      1. 7.460 miliardi di persone con previsione ad 11 nel prossimo decennio e di danni alla natura ne facciamo sicuramente più dei caprioli però nessuno decide che siamo troppi e dobbiamo essere fucilati….Mondo di matti che a breve pagherà molto caro questo atteggiamento…

        Thumb up 2 Thumb down 2
        1. Mi sa che non hai capito: la mancanza dei predatori porta alla sovrapopolazione. Se proprio vuoi fare qualcosa di sensato, protesta affinché il lupo e l’orso siano reintrodotti e protetti. E se pensi che l’umanità sia troppa, organizza una guerra mondiale, già che ci sei.

          Thumb up 3 Thumb down 0
  3. Tutto bellissimo in questo report, come sempre..

    Tutto tranne la frecciatina sulla caccia, inutile in questo articolo e anche molto scontata, messa li forse per raccogliere qualche consenso (?). Frecciatina che infatti facili consensi ha generato e che è arrivata vedendo i commenti qui sotto.
    La caccia per prima cosa è un’attività praticata da sempre, regolamentata e regolare.
    Seconda cosa allora se siete contro la caccia non dovete assolutamente mangiare nessun tipo di carne. Nessuno di voi la mangia?
    Terzo vedi post di Marco.
    Quarto, bisogna rispettare ogni passione, non mi pare che vi faccia piacere essere giudicati male dagli escursionisti che girano a piedi per i sentieri.. O sbaglio?
    Così per dirne una….

    Per il resto, invidia

    Thumb up 1 Thumb down 5
    1. Ok, ora mi dici dove ho tirato la frecciatina, forse ti sei sentito tirare in ballo. Io ho solo scritto che MI ha rattristato pensare che quel povero animale che avevo appena visto correre di fianco a me venisse ucciso pochi secondi dopo l’ episodio, me lo vuoi vietare ? Avresti magari preferito che scrivessi che mi ha fatto godere ? In quel modo avevo il tuo di consenso però sinceramente non ci ho pensato…Ho forse fatto commenti sulla caccia nel report ? Ho forse espresso giudizi sui cacciatori nel report ? Le mie sensazioni le esprimo così come le sento se poi tu non sei d’accordo amen, io resto della mia opinione e tu della tua.
      Tra l’ altro ne parlavamo anche con Happykiller del problema dei troppi selvatici (alcune specie in particolare) e del fatto che la caccia sia un sistema inevitabile per riequilibrare l’ ecosistema.
      Ciò non toglie che a me ha dato fastidio l’ episodio in se, sarò troppo sensibile io…però non tirar fuori discorsi che non c’ entrano nulla con quanto ho scritto nel report.
      Poi mi spieghi anche cosa c’entra il fatto che la caccia sia praticata da sempre, anche lo stupro o l’ omicidio erano attività praticate già dall’ uomo di Neanderthal…così per dirne una, anzi due…

      P.s. il meno non te l’ ho messo io

      😉

      Thumb up 6 Thumb down 0
    2. Prima mi sono fermato al punto uno.
      Per la Seconda cosa, c’ è anche chi è vegetariano o magari vegano…
      Terzo: il post di Marco inizia con: “Pur detestando la caccia…” poi le motivazioni mi trovano concorde come ho scritto prima.
      Quarto: Generalizzare è sempre sbagliato…Io NON rispetto ogni passione, ho le mie passioni che vanno bene a me e NON pretendo che vengano rispettate da tutti. Potrò stare sulle balle a qualcuno, me ne faccio una ragione, però cerco di comportarmi affinché ciò non accada e cercando di rispettare le regole di comportamento e buona educazione. Nel nostro caso capisco benissimo perchè noi biker stiamo sulle balle a tanti escursionisti. Finché tanti di noi scendono per i sentieri alpini come se fossero in bike park non dobbiamo lamentarci o stupirci.
      Facendo degli altri esempi non mi sta sulle balle chi ha la passione per la caccia, ritengo che certi cacciatori abbiano anche un profondo rispetto per le loro prede e si facciano un discreto mazzo per conoscerle e poi cacciarle. Però ammetterai che ce ne sono anche altri che vanno a caccia di animali in via di estinzione, ecco quelli non li rispetto…ma proprio per nulla. Chi ha passione per le moto non fa nulla di male…finchè non gira dove non potrebbe andare, magari con quad o motoslitte. Chi ha passione per lo sci non fa nulla di male, però mi stanno tremendamente sulle balle quelli che fanno elisky…non serve che continuo, penso di essere stato spiegato !

      Ciaps

      Thumb up 3 Thumb down 0
      1. Ciao Yura, beh devo dire che si, mi hai fatto cambiare idea, in effetti non è stata scritta per raccogliere qualsiasi tipo di consenso. Ti chiedo anche scusa se in qualche modo ti sei sentito offeso da questo mio pensiero, resta il fatto che avrei preferito non ne avessi parlato, di certo non mi sarebbe piaciuto avessi scritto che ti avrebbe fatto godere.

        Certamente questo perché mi sento sentito tirato in causa è ovvio, devo dire però che sono una persona che cerca sempre di pensare che tutti debbano avere un loro spazio nel mondo, che tutti debbano essere rispettati finché rispettano i nostri spazi e non infrangono la legge.
        Quindi come dici tu se c’è uno che va in moto su strada come andrebbe in pista, allora non vuol dire che si debbano togliere tutte le moto. Idem con le macchine, hai mai sentito dire dopo un incidente che dobbiamo togliere le macchine? Allora perché dobbiamo togliere la caccia? Perché uno ci va di sfroso?
        Alla fine quindi, devo dire che mi sono molto risentito per i commenti più che per la tua affermazione, che alla fine è solo un’emozione provata durante un’uscita in mtb, che tutti penso avremmo provato, e tu l’hai riportata come tante altre.

        Mi sono risentito molto invece per i commenti banali stile quello di velocity, che da quello che leggevo sul forum sembrava uno un po’ più avanti, invece quel commento è molto indietro.

        Vabbeh, un demente in meno da calcolare.. 😉

        Ps: non dovevi nemmeno specificare per il meno, delle volte si prendono dei più, delle volte non si viene apprezzati, non è un problema, l’importante è sapersi confrontare civilmente, che alla fine si può sempre cambiare idea o scoprire di essere poi più d’accordo di quanto si pensasse in partenza.
        Buone pedalate

        Thumb up 2 Thumb down 0
            1. Pensa a proposito di rispetto che la frase “È inaccettabile che certe passioni e abitudini alimentari siano basate sulla violenza” è una citazione….Del Dalai Lama altro elemento poco intelligente e rispettoso…comunque non volevo offenderti e mi scuso ma quando sento :caccia e cacciatori quel poco cervello che ho smette di funzionare e passa all’attacco….

              Thumb up 2 Thumb down 0
            2. Beh succede, l’importante è rendersene conto..
              Non tutti lo fanno..

              Thumb up 0 Thumb down 0
        1. Ciao Kitkat, è tutto il giorno che penso a cosa scriverti in risposta…non è facile trovare qualcuno che cambi idea e sopratutto che lo dica, in qualsiasi circostanza, anche in ambiti ben più importanti di quanto possa essere la chiacchiera da bar di un forum !
          Non devi chiedermi scusa, abbiamo due opinioni differenti rispetto ad un argomento che è spesso al centro di discussioni, credo che ciascuno di noi due manterrà le proprie convinzioni ma penso anche che ci si possa rispettare pur con idee differenti.

          Amen

          :-)

          Thumb up 1 Thumb down 0
  4. Grazie Yura per aver stretto denti e chiappe ed essere venuto, nonostante il mal di crapa.
    Le sue foto sono una garanzia.
    Grazie anche per aver trovato il tempo per scrivere il report.
    Sai quanto mi piace scrivere e sai quanto mi spiace non poterlo fare. Comunque hai fatto benissimo anche questo.

    Anche grazie a Spirit ovviamente! Che a salute e forma ne ha da vendere!

    Alla prossima!

    Thumb up 1 Thumb down 0
      1. Ciau Ipsilon!
        Non ho dimenticato un’H, ma rileggendo con un altro ritmo, potrebbe sembrare.
        “A salute e forma” = “in termini di salute e forma, Spirit, ne ha da vendere”.
        Sì, in effetti non è un italiano bellissimo, ma non pedalo abbastanza per dimenticare le H. Eheh
        Il droppino dalla nonna… che antica ignoranza. Bei ricordi!

        Thumb up 0 Thumb down 0
  5. Oh ragazzi (chi più e chi meno :-) , io meno ) GRAZIE A TUTTITUTTITUTTI per gli apprezzamenti.
    Certo che, parafrasando una nota pubblicità, mi piace vincere facile!
    Basta avere una bella giornata, andare il Vallese, avere i soci giusti e una buona macchina fotografica e taaaack si fa cinquina.
    Per la tombola bisognerebbe essere anche capaci di scrivere come @Happykiller o @Ale di Pezza.

    Ma basta sapersi accontentare…:-)

    😉

    Thumb up 2 Thumb down 0
      1. Mi piacerebbe poterti dar ragione, se non altro perchè mi risparmierei 3/4 Kg di roba in spalla. Però credimi, col cellulare non si otterrebbero certi risultati. Le immagini viste sul telefono forse potrebbero essere simili ma viste a piena risoluzione sono proprio un’ altra roba.
        Grazie comunque

        😉

        Thumb up 1 Thumb down 0
    1. Per usare bene certi apparecchi ci vuole tanta esperienza, tanti errori, tante foto dimmerda, tante prove. Non ci si improvvisa. Per fare foto così belle, ci vuole talento. Per trovare in tempo record l’impostazione manuale giusta e scattare come Lucky Luke, e sempre “buona la prima”, bisogna essere ancora più fenomenali.
      Dai yura, dillo, ammettilo: hai più talento che capelli.

      Thumb up 0 Thumb down 0
      1. Ciao NONNOBANSHEE dal “me piazeria” mi par di intuire che voi siete un pò ad est rispetto alle zone che frequento di solito. Anche dalle vostre parti comunque ci son luoghi stratosferici per girare…potremmo trovarci a metà strada eventualmente !
        Grazie per i complimenti e la risposta è no…finora non ho ceduto a faccialibro ma non ho ancora capito se sia un bene o un male !

        :-)

        Thumb up 1 Thumb down 0

I più letti della settimana

Lascia una risposta

Fb Connect  Google Connect