Bosch: il sistema Performance CX

Bosch: il sistema Performance CX

27/08/2015
Whatsapp
27/08/2015

[ad3]

Ad Eurobike abbiamo anche incontrato Bosch, leader nella produzione di sistemi per le bici a pedalata assistita.

DSC05878

Questo è il 6° anno che Bosch partecipa ad Eurobike: la prima volta risale al 2010 ed al tempo solo con bici da città o da trekking. Solo nel 2013 la gamma si divide in due e nascono la linea Active, per città e trekking, e Performance per le E-MTB. In questo modo si cercava di rispondere meglio alle esigenze dei clienti: un biker infatti si aspetta dalla propria E-MTB una risposta diversa da quelle che desidererebbe una signora che va a fare la spesa con la bici da città.

DSC05872

Quest’anno invece Bosch presenta la linea Performance CX, con prestazioni migliorate rispetto alla performance. Valori come cadenza, coppia di pedalata, velocità e accelerazione vengono misurate fino a 1000 volte al secondo e passate ad un algoritmo per interpretare ciò che sta facendo il biker. Bosch parla di bio/electric hybrid: l’idea è che la bici “capisce” ciò che il biker vuole fare ed esegue.

La linea CX ha coppia aumentata da 60 a 75 Nm e livello di assistenza massimo (in modalità Turbo) aumentato dal 275% del Percormance al 300%. Il che significa che il motore triplica la spinta che imprimiamo noi sui pedali.

DSC05879

L’azienda sta facendo passi avanti anche nelle batterie. Al momento sono disponibili tre versioni, da 300Wh, 400Wh e 500Wh. Quest’ultima è l’ultima introdotta, e pesa solo 100g in più rispetto a quella da 400Wh. Il che si traduce in un aggravio di peso del 4% a fronte di un incremento di capacità del 25%. L’efficienza delle batterie è invece dell’85%. Vale a dire che se servono (ad esempio) 10000 J di energia per caricare una batteria, l’energia che si può effettivamente estrarre dalla batteria è 8500 J, il resto sono perdite termiche.

DSC05876

[ad12]