Tomas Slavik vince la Mad of Lake

 

teoDH

Biker paradisiacus
ben vengano le townhill, sono divertenti, coinvolgono un pubblico estraneo alla mtb, e portano begli inodtti nelle città...

Però ste strutture stile cantiere non si possono vedere... la federazione dovrebbe investire un minimo in strutture modulari da portare a questi eventi, magari noleggiando i vari setup a chi organizza la gara, ottimizzando così i costi che sarebbero spalmati negli anni e su più location...
 

bubu1994

Biker novus
24/7/13
2
0
Io lascerei stare la federazione che per queste discipline.... beh lasciamo stare. Ci sono stato e quest’anno devo dire che i ragazzi si sono superati. Tracciato bellissimo, strutture artificiali impeccabili, organizzazione perfetta, nulla lasciato al caso ( da tanto tempo non vedevo un organizzazione simile). Sicuramente l’anno prox sarò ancora presente. Bravi, continuate così !!
 

teoDH

Biker paradisiacus
Io lascerei stare la federazione che per queste discipline.... beh lasciamo stare. Ci sono stato e quest’anno devo dire che i ragazzi si sono superati. Tracciato bellissimo, strutture artificiali impeccabili, organizzazione perfetta, nulla lasciato al caso ( da tanto tempo non vedevo un organizzazione simile). Sicuramente l’anno prox sarò ancora presente. Bravi, continuate così !!
io sono d'accordo con te, ma o si crea una direzione gara, tipo gravitalia, e si lascia alla federazione solo la parte burocratica, che sarebbe la soluzione migliore, si imposta un format di cartellonistica e strutture, e si lavora come un vero e proprio circuito, oppure nonostante gli sforzi notevoli di chi organizza (conosco bene i ragazzi di mondovì che organizzano la prossima e so quanto sbattimento si fanno) le urban italiane rimarrano in stile " gara dei poveri"... mentre due strutture rivestite e ben realizzate, e una traccia "ben vestita" in contesti cittadini avrebbe un impatto anche sul pubblico di tutt'altra portata.
Basta guardare le urban sudamericane, sono anche loro rivestite di transenne e pali da cantiere, ma ci sono quelle due o tre strutture belle da vedere e da fotografare che trasmettono un certo tipodi immagine della gara.
 

bubu1994

Biker novus
24/7/13
2
0
Io lascerei stare la federazione che per queste discipline.... beh lasciamo stare. Ci sono stato e quest’anno devo dire che i ragazzi si sono superati. Tracciato bellissimo, strutture artificiali impeccabili, organizzazione perfetta, nulla lasciato al caso ( da tanto tempo non vedevo un organizzazione simile). Sicuramente l’anno prox sarò ancora presente. Bravi, continuate così !!
io sono d'accordo con te, ma o si crea una direzione gara, tipo gravitalia, e si lascia alla federazione solo la parte burocratica, che sarebbe la soluzione migliore, si imposta un format di cartellonistica e strutture, e si lavora come un vero e proprio circuito, oppure nonostante gli sforzi notevoli di chi organizza (conosco bene i ragazzi di mondovì che organizzano la prossima e so quanto sbattimento si fanno) le urban italiane rimarrano in stile " gara dei poveri"... mentre due strutture rivestite e ben realizzate, e una traccia "ben vestita" in contesti cittadini avrebbe un impatto anche sul pubblico di tutt'altra portata.
Basta guardare le urban sudamericane, sono anche loro rivestite di transenne e pali da cantiere, ma ci sono quelle due o tre strutture belle da vedere e da fotografare che trasmettono un certo tipodi immagine della gara.
Ti posso assicurare che le strutture, in primis i due salti iniziali, non avevano nulla da invidiare, forse le foto del post non rendono giustizia in quanto , da vedere , quello era il salto esteticamente meno bello.... fatti un giro su Facebook o YouTube e guarda cosa si sì sono inventati. Fidati , tanta roba e soprattutto spettacolare