I miei passaggi preferiti del Dolomiti Paganella Bike

28

Oggi vi porto a fare i miei sentieri e passaggi preferiti del Dolomiti Paganella Bike, fermandomi anche a parlare con chi i trail li costruisce. Tanto lavoro ed esperienza per farsì che siano perfetti.
Maggiori info sul Bike Park: Dolomiti Paganella Bike.
Epic Trail School


Cosa uso


.

– Casco aperto
– Casco integrale
– Occhiali BLIZ Fusion Nordic Light
– Jersey manica lunga
– Jersey manica corta
– Giacca waterproof
– Guanti
– Pantaloni
– Ginocchiere Pro
– Ginocchiere Air
– Ginocchiere Lite
– Maglia con protezioni
– Maglia smanicata con protezioni
– Zaino CAMELBAK Chase Protector Vest
– Abbigliamento Dainese

I miei componenti sulla MTB

– Pedali Crank Brothers Mallet E
– Scarpe CB Stamp Speed Lace
– Scarpe CB Match SPD Speed Lace
– Reggisella telescopico Yep Components Uptimizer 3.0
– Inserti Effetto Mariposa Tyre Invader

La mia attrezzatura

– Multitools Crank Brothers Multi-19
– GOPRO Hero9 Black
– Drone DJI Mavic Mini 2
– Borsettina porta attrezzi Camelbak
– Pompa Crank Brothers KLIC HV
– Tappabuco
– Pinza multiuso piccola
– Effetto Mariposa Mangiacatena
– Effetto Mariposa Lubrificante Flower Power
– Effetto Mariposa Detergente Allpine Extra
– Effetto Mariposa Shelter
– Zaino Camelbak
– Garmin Fenix

Commenti

  1. gigix:

    Mi sarebbe piaciuto che fosse maggiormente approfondito l’aspetto differente settaggi nello scambio della bici e delle relative sensazioni.
    Argomento interessante, ci sarebbero molti aspetti tecnici da affrontare, magari li tratteremo in un video a se!
  2. marco:

    Mi piacciono quelli che dicono agli altri come lavorare "come si è sempre fatto". Come i tardoni che per pulire i sentieri dalle foglie pretendono che uno passi col rastrello, mentre loro fanno fatica a fermarsi a spostare un ramo caduto.
    In ospedale usate ancora le sanguisughe?
    ti ricordi male:mrgreen: io dicevo proprio che le foglie non andavano tolte

    vi saluto dai, tanto ho visto che per l'ennesima volta la discussione è stata buttata in vacca...

    io ho fatto un osservazione sul fatto che il trail building possa essere fatto in modo più naturale e sostenibile senza deturpare il bosco.. e quì tutti mi rispondono riguardo impianti di risalita e energia idroelettrica.. che non c'entrano nulla...

    buona giornata ;)
  3. Santo cielo, il quadro complessivo!

    Sanità e istruzione sono SERVIZI a sostegno della comunità.
    Se tutti facessimo i dottori o gli insegnati per vivere, da DOVE prenderemmo i fondi per sostenere il welfare e lo stato sociale?!?
    Lo stipendio del medico viene pagato dalle imposte sul lavoro del tizio sulla ruspa, eh.

    Mancano i dottori in TTA perchè NESSUNO vuol venire quassù a vivere.
    La vita costa cara, ci sono sacrifici da fare, gli ospedali sono piccoli e con pochi sbocchi professionali/possibilità di crescita e formazione.

    Quassù manca personale perchè, guardachecasostranoeh, la gente preferisce la comodità della città, col culo al caldo, in mezzo ai comfort e alle opportunità.
    Salvo poi salire nel we per ritemprarsi nella "natura" e pretendere che qui si stia con le pezze al culo, per regalare loro un mondo incontaminato.

    Col SUV.

    Sgasando per la A22.

    Con la bici ultrafiga in carbonio stampata a Taiwan.

    Ma il problema è la ruspa sul trail.
    Ma baff....
Storia precedente

Punta Tersiva (3.515 metri)

Storia successiva

Nuovo Rock Shox Vivid

Gli ultimi articoli in Epic Trail Series

New bike day!

Non è stato facile andare a prendere questa bici, perché il corriere non è stato precisissimo…