Alimentatore per biciclette fai da te

Alimentatore per biciclette fai da te

30/12/2010
Whatsapp
30/12/2010

A volte mi è capitato di ritrovarmi in bici in mezzo a un bosco sperduto ad imprecare contro satana perchè proprio nel momento in cui sto per ascoltare quella canzone di burzum che mi piace tanto, la batteria del lettore mp3 si èscaricata… e di conseguenza mi tocca pedalare senza le preziose suggestioni del black metal norvegese…
E dato che le prese elettriche non sbucano dalle piste ciclabill e i pannelli fotovoltaici non vanno senza ingenti quantita di sole (e di soldi) ho cercato il modo per auto-produrmi l’energia elettrica sfruttando la vecchia e cara dinamo della bicicletta.
Una dinamo produce energia elettrica alternata (AC), mentre gli elettrodomeslici vanno con l’energia elettrica continua (DC); per questo serve un alimentatore ( AC-DC) che possa convertire l’energia alternata e instabile della dinamo in energia continua. Grazie ad un ciclista elettricista che mi ha spiegato come fare, ho potuto costruirmi da me il mio alimentatore e scrivere questa manualetto utile sia per i fondamentalisti della bici che per i cicloturisti di tutte le sfumature che per i semplici cicloamatori.

Avvertenze

– Non c’è alcun rischio di rimanere fulminati, 5 volt sono una quantità di corrente così piccola che non si può percepire.
– L’alimentatore che state per costruire funziona solo per quegli elettrodomestici tascabili che hanno basso voltaggio e una batteria al litio (cellulari, lettori mp3 ect.)
Controllate quindi che gli elettrodomestici che volete alimentare abbiano un’alimentazione da 5 VOLT leggendo le indicazioni sulla scatola, sulle istruzioni o sull’alimentatore ufficiale.
Se si alimentano tramite cavo USB hanno sicuramente il voltaggio idoneo (tutti i cavi USB supportano lo stesso voltaggio)
– È necessario avere una dinamo sulla bicicletta, se non l’avete, procuratevela e fissatela al telaio nel modo tradizionale, (quelle vecchie della graziella della nonna vanno più che bene).
– Per collegare l’alimentatore ai vostri elettrodomestici dovrete modificare un cavo USB; si tratta di cavi omologati ed economici, li potete recuperare dai vecchi elettrodomestici rotti…
non fatevi troppi pensieri a tagliarne uno.
– Gli strumenti per assemblare l’alimentatore sono largamente utilizzati, se non li avete potete farveli prestare da un amico.
– I chip che dovrete assemblare si possono recuperare dai vecchi elettrodomestici rotti; se volete risparmiare tempo potete comprarli tutti da un rivenditore di componenti elettroniche spendendo massimo 4-5 euro.
– Le batterie al litio dei cellulari sono particolari e si ricaricano solo in presenza di un flusso costante di energia elettrica, se volete ricaricarle, dovete usare l’alimentatore durante un tragitto
che sapete in anticipo non vi costringerà a fermarvi di frequente ( sentieri in pianura o piste ciclabili).
– Smanettare coi chip può sembrare difficile, in realtà è molto semplice, basta dare un’occhiata allo schema a metà opuscolo per rendersene conto.
– Sapere che la pastasciutta del pranzo prima della biciclettata permette di ascoltare le proprie canzoni preferite procura rare e preziose soddisfazioni…

[img]http://foto.mtb-forum.it/data//500/dinamo011.png[/img]
[img]http://foto.mtb-forum.it/data//500/dinamo021.png[/img]
[img]http://foto.mtb-forum.it/data/500/medium/dinamo031.png[/img]
[img]http://foto.mtb-forum.it/data//500/dinamo041.png[/img]
[img]http://foto.mtb-forum.it/data//500/dinamo051.png[/img]
[img]http://foto.mtb-forum.it/data//500/dinamo061.png[/img]
[img]http://foto.mtb-forum.it/data//500/dinamo071.png[/img]
[img]http://foto.mtb-forum.it/data/500/medium/dinamo081.png[/img]
[img]http://foto.mtb-forum.it/data/500/medium/dinamo091.png[/img]

Testo e illustrazioni di Diego Severgnini

 

POTRESTI ESSERTI PERSO