Cosa metto nello zaino per i giri epici

Cosa metto nello zaino per i giri epici

Stefano Udeschini, 19/04/2020
Whatsapp
Stefano Udeschini, 19/04/2020

In tanti mi chiedete cosa metto nello zaino quando vado a fare uno dei miei giri epici. Ho così impacchettato tutto e mi ero proposto di mostrarvi il contenuto in cima al Monte Zugna, ma una signora petulante mi ha urlato dal balcone dicendo che è vietato andare in bici. Per fortuna che ho filmato l’incidente, per dimostrare come noi biker siamo vessati!

Potete comprare la maglietta che vedete nel video qui.

 

Il materiale

Zaino Camelbak kudu Protector
Lampada frontale Petzl
Caricabatterie solare
Multitool Crank Brothers
Treppiede Aukey
Borraccia Camelbak
Vermicelli
Pinza multiuso
Ricetrasmittente T80
Kit di primo soccorso
Telo termico
Scaldamani tascabili
Giacca Leatt
Pantaloni impermeabili CMP
Pompa Lezyne
Drone
Hookabike
Effetto Mariposa Tappabuco

Cos’è un giro epico

Gianmarco ha chiesto: Perdonami, ma che cosa si intende per “epici” ? “Epici” nel senso dell’ epica dell’antica Grecia che mette in risalto l’ esaltazione degli eroi oppure “epici” in senso letterario cioè vigorosamente oggettivo?

La risposta: La prima, però devi aggiungere anche l’estensione della definizione quindi “Che oltrepassa di gran lunga i limiti delle comuni forze materiali e spirituali”. Ora si che ha senso! Ma per risponderti meglio “giro epico” è stato definito da un carissimo amico che porta gli occhiali (F.B.,  fanatico dei mega giri no stop, zero pause, piú ore sto in bici piú sono felice, odio il sole) il quale un giorno pensò di stilare dei parametri per poter definire quando con la combricola si andava a dare un giro realmente pazzesco, faticosissimo, che ci portasse all’estremo delle nostre forze, quindi epico.

Alcune variabili erano: il giro lo si doveva finire in giornata, il dislivello positivo doveva essere superiore ai 2000metri giornalieri ecc… Con il tempo i parametri si sono modificati parecchio, andando ad inserire per esempio “per il vero epico si deve partire pedalando da casa” , la cosa pazzesca è che lui i giri li studia realmente cosí. Insomma in memoria delle belle avventure con i miei amici ho deciso di utilizzare il nome epic.

Poi considera che un giro epico lo può essere con parametri completamente differenti tra una persona e l’altra. Per mia nonna può essere epica l’impresa di andare a fare la spesa partendo da casa a piedi e rientrando a piedi, considerando che solo per arrivare al super piú vicino ha circa 80 scalini da fare prima in discesa e poi in salita! (:

 

Commenti

  1. Prima domanda per cui ho bisogno un chiarimento. Una ricetrasmittente come la T80, è davvero così funzionale da darti la sicurezza di poter comunicare con qualcuno in caso di necessità e senza copertura cellulare?
  2. 78Mauro:

    Si lo so che non è un satellitare, forse mi sono espresso male. In caso che la copertura cellulare sia assente, la ricetrasmittente motorola è valida e funzionale per riuscire e comuinicare con qualcuno, oppure trovare un interlocutore è come fare cinquina al lotto? Oppure non hai mai avuto esperienza in tal senso?
    Considera che sono PMR 446 da 0,5 W, quindi la portata dipende da una marea di fattori, su un cucuzzolo di una montagna fai anche decine di km, in mezzo a un bosco sei fortunato se fai 500m. Comunque sempre meglio di niente, in generale poi sul canale 8 tono 114.8 delle PMR in montagna c'è un servizio che si chiama radiomontana, quindi potrebbe esserci qualcuno in ascolto. Ovviamente è un servizio gestito da volontari, però è sempre una possibilità in più in emergenza. Io quando esco nei boschi dove so che non prende il cell porto sempre una radio cinese una UV-5R, occhio che però serve la licenza radioamatoriale.
  3. Tc70:

    Monte Zegna dov'è? Conosco l'oasi di Zegna, zona Moncerchio,Bielmomte, Marca...è li?

    Nello zaino, di questi tempi, metterei anche una mascherina, più che altro per evitar i soliti petulanti, quando ci sarà da entrare in qualche rifugio e o strutture...
    Chi vuole petulare avrà sempre qualcosa di cui petulare, di certo io non andrò a modificare il mio modo di vivere/essere per evitare che qualcuno petuli.
    Ad ogni modo lo scenario che descrivi è potenzialmente reale (in realtà spero proprio che posso essere reale, altrimenti la vedo veramente veramente magra per i gestori dei rifugi!!!)