EWS#1 e viaggio in Cile

EWS#1 e viaggio in Cile

24/04/2014
Whatsapp
24/04/2014

Il mercoledí dopo la gara di Sestri Levante parto in direzione del Cile….Vado a Sanremo dove mi trovo con Manuel e Valentina (Life Cycle) che insieme a Matt Wragg saranno i miei compagni per questo viaggio! L’aereo parte da Nizza, facciamo scalo a Madrid e dopo diretti a Santiago!!! 15 ore di volo senza tv o altro….alla fine però sono passate abbastanza in fretta perché la voglia di atterrare e girare in bici era tanta visto che alcuni riders erano già là e postavano foto di posti davvero spettacolari! Appena atterrati ci aspetta il pick up noleggiato e andiamo subito a spacchettare le bici da MountainWorks dove il proprietario é l’importatore di Ibis in Cile!Finito di preparare le bici ci dirigiamo a La Parva che è a circa un ora e mezza da Santiago dove già sabato faremo un gara del circuito cileno! Per arrivarci bisogna fare una salita con circa 50 tornanti e passi da un’altitudine di 600m a 3000m circa.

image-3

Mentre saliamo vediamo dei posti bellissimi, tutto secco, rocce modellate e cactus!!! Non vedo l’ora di farmi qualche discesa!!! Piano piano che saliamo la vegetazione cambia leggermente ma rimane comunque il secco e la polvere, anche se ci avviciniamo a paesaggi di alta montagna e alla neve ( in questo periodo è autunno inoltrato in Cile ). Arriviamo a La Parva che sono quasi le 6 di sera e svuotiamo la macchina nell’appartamento; per raggiungerlo però non è cosí semplice perché bisogna fare un single track in mezzo alle pietre e soltanto per portare le valigie si va giá in affanno per colpa dell’altura, ma per sgranchirci le gambe andiamo a farci una pedalata veloce….. in solo mezz’ora di tempo le temperature scendono di brutto e rientriamo a casa completamente congelati…..Appena rientrati proviamo ad accendere la stufa ma non funziona e non va neanche la caldaia, così siamo anche senza acqua calda per la doccia e non funziona neanche il fornello…. bene… per finire in bellezza poi nel tappeto troviamo un ragno morto grande mezza mano!!!! OK, qui non si può stare!!!!!! Ricarichiamo tutte le valigie facendo lo stesso single track in salita, siamo distrutti e andiamo a cercare qualche posto in cui dormire….troviamo poco sotto un albergo!!!

image-2

Yeah, doccia veloce ( abbastanza fredda ) e cena!!!! Bene, la mia stanza è fatta cosí: due cartoni con sopra un materasso, dove senti tutte quante le molle, che fa da letto, il riscaldamento non funziona, l’unica finestra che ho da sulla riva dietro l’albergo che è pure mezza franata e quindi si vede fuori solo per metà, la doccia come detto ha l’acqua soltanto tiepida, tutte le mattine devo ammazzare ragni (per fortuna piccoli) e altri animali che salgono su dalla doccia e per finire tutte le notti sono stato svegliato dai topi che camminavano sul soffitto!!! Beh almeno il mangiare a cena non era malissimo ( c’erano però solo due piatti da scegliere) e la colazione invece era un po’ scarsa; così siamo riusciti a trovare un piccolo, ma piccolo piccolo market e abbiamo comprato qualcosa per la colazione per compensare!!! YEAH!!! Welcome to Chile! 🙂 Il giorno dopo che è il venerdì andiamo a provare i sentieri della gara, purtroppo non c’è il sole e due speciali su tre partono sopra i 3500m e nevica un pochino…. ci congeliamo letteralmente, riusciamo a fare solo un giro per ps senza godercele anche perché solo una speciale aveva la risalita con seggiovia e visto che dobbiamo ancora abituarci all’altura la giornata diventa durissima!!! Per finire in bellezza poi a pranzo non riusciamo a trovare quasi nulla e mangiamo quello che abbiamo trovato al market…. così mi ritrovo a mangiare un panino vecchio che sa anche di plastica con tonno al naturale, salsa al pomodoro, parmigiano e cereali della colazione!!!!!!

Belli infreddoliti alla sera torniamo in albergo e non riuscirò più a scaldarmi fino alla domenica praticamente, nonostante dorma con felpa, calze e cuffia e a mangiare ci vado con la giacca!!! Il sabato é il giorno di gara e ci sono già molti ragazzi che prenderanno parte anche alla EWS della settimana dopo….. io decido di prenderla proprio solo come allenamento, senza rischiare cadute o rotture visto che le ps sono molto veloci e insidiose. Faccio una gara regolare e sono 16 assoluto e nel frattempo mi abituo sempre di più all’altura! Manuel fa un po’ meglio di me ed è 15!! Vince Jerome davanti a Nicolai e Lau…. Dietro di loro Bailly-Maitre e Wildhaber! ( niente male il livello che c’era ) 😉 La domenica ci alleniamo ancora a La Parva scoprendo che un sentiero della gara continuava e si andava dai 3700m della vetta fino al tornante numero 1 che era a circa 600 metri, più di 3000m di dislivello! Purtroppo lo scopriamo troppo tardi e non riusciamo a farlo tutto ma solo meta!! Che spettacoloooooo!!!

Sabbia, velocità e gran driftate con i condor che ogni tanto ti volavano di fronte a 5 metri, il tutto mentre sei su questa cresta con attorno le Ande!! YOOOOO!!! Il lunedì pedalata veloce e poi si parte in direzione Nevados del Chile dove ci sarà la EWS!!!! Sono circa 7 ore di viaggio!!! Arriviamo alla sera facendo mille numeri per trovare la strada giusta ma alla fine raggiungiamo questa “cabanas” che avevamo prenotato. E’ una casetta di legno davvero bellissima, però…..andiamo a dormire e dopo un paio di ore veniamo svegliati da una lotta fra cani proprio nel pianerottolo di casa!!! Vanno avanti ad abbaiare tutta la notte, Manuel prova ad uscire per scacciarli ma non serve a nulla!!!! Nottata subito impegnativa quindi e al mattino per finire in bellezza in casa si gela!!! Anche qui non c’è il riscaldamento se non una stufa a legna ma che non so per quale motivo è una missione impossibile da accendere in fretta, e per di più la legna non dura nulla!!!! Io dopo colazione vado a farmi una pedalata e nel pomeriggio invece andiamo a capire un po come sia questo posto.

image-5

Il mercoledì lo prendo come giorno di riposo e preparo sia me che la bici a due giorni di prove e i successivi due giorni di gara!!! Giovedi mattina mi sveglio verso le 6 dal freddo, fuori di casa la temperatura è di circa -5 e in casa non arriva a 5 gradi….Nella notte sono arrivate altre persone nella cabanas di fianco alla nostra e a loro è andata peggio…. la vernice del cannone della stufa si è bruciata facendo un gran fumo in casa e i due figli, abbastanza piccoli, si sono pisciati addosso dal freddo!!! Va beh, il giovedì è il primo giorno di prova e dobbiamo concentrarci su questo…. ci sono 3 ps da provare che saranno poi quelle del sabato! Le prove aprono dalle 11 alle 5 di pomeriggio, anche se purtroppo dopo le 5 c’erano comunque riders che continuavano a provare… ( qui il mio parere è poi che è abbastanza assurdo essere in Cile e non avere tempo di girare in bici e vedere posti nuovi anche perché il martedì e mercoledì non potevi andare sui sentieri ). Comunque a parte questo ci facciamo fregare da chi interpreta le regole ( furbi loro ) perché molti riders alle 11 sono giá in vetta alla prima ps pronti a provare, invece noi siamo partiti da sotto alle 11!!! ( ci siamo poi fatti furbi il giorno dopo anche se per me le prove comprendono anche le risalite )… altra cosa assurda è che non tutte le ps erano già aperte, cioè ad esempio per provare la 2 e la 3 serviva la seggiovia che però apriva soltanto dalle 3 e quindi in quel periodo tutti i riders erano concentrati su quelle creando un bell’intasamento!

image-6

Riusciamo a fare 1 giro per ps ad eccezione di ps1 che la proviamo due volte! Finito di provare torniamo in appartamento e scopriamo che non funziona l’acqua calda, così riprepariamo tutte le valigie e via a cercare un altro posto dove stare!!! Per fortuna questa volta siamo fortunati e troviamo un appartamento come si deve, infatti ci restiamo fino a lunedi! Il venerdì altra giornata di prove, le altre 3 ps della domenica! Partiamo prima oggi e riusciamo a provare due volte ps4 e due volte ps6 mentre la ps5 soltanto una volta ( avendo qualcuno che guidava un furgone si sarebbe riuscito a fare un po’ di più, però va bene così ). Alcune speciali sono molto belle e divertenti, altre velocissime con pezzi di bike park con sponde e salti e altri pezzi fettucciati sulla sabbia da fare a tutta con pietre nascoste!!!

Le speciali mi piacevano molto perché divertenti però purtroppo non erano il massimo per me, visto che erano molto discesistiche e molto veloci e solo due ps avevano dei tratti pedalati! Nonostante in quest’inverno abbia lavorato bene sulla discesa e sulla tecnica non è bastato per queste speciali che avevano anche un terreno completamente nuovo per me. Comunque io ero molto carico e volevo fare bene a tutti i costi anche se sapevo che sarebbe stata dura. Sabato partenza con ordine inverso dei numeri.. Dietro di me c’è Justin Leov e partiamo a 30 sec!!! Aiuto…:-) Per ps1 abbiamo da fare mezzo trasferimento pedalato e mezzo con seggiovia.

image-1

Questa speciale ha la prima parte su sabbia fettucciata e poi si entra nel bike park con curve e sponde belle veloci…. faccio una discesa precisa senza rischiare ma mi accorgo di tirare troppo i freni in discesa, specialmente nella parte sabbiosa, ma meglio non rischiare troppe cadute alla prima ps.. sono 39 a 18 sec da Maes che vince!

Ps2: qui per arrivarci si pedala dieci minuti e poi bisogna spingere la bici nella sabbia per quasi un’ora….. davvero devastante e per molti riders assurdo visto che in teoria la bici è stata fatta per pedalare!!!! La ps comunque è molto bella e completa, oltre ad essere anche abbastanza lunga, con un tratto pedalato e curve veloci in partenza nella sabbia e dopo si entrava in un boschetto dove dovevi guidare e rilanciare sempre…. davvero una goduria in prova ma devastante in gara, e per finire del pedalato-guidato…. faccio 3/4 di ps davvero molto bene, poi una caduta su un tratto con le pietre mi fa perdere il ritmo, vengo raggiunto da Leov, mi fermo e lo faccio passare, provo a tenergli la ruota ma ha davvero una marcia in più e io con la stanchezza sbaglio qualche curva e lo perdo, sbaglio linee nel finale e perdo anche la concentrazione…peccato, stava andando davvero molto bene prima della caduta! Sono 41 a 1:10 min da Graves che vince rifilando 12 sec a Clementz su una ps di 11 min circa!

image-4

Per andare a prendere ps3 si pedala di nuovo metà trasferimento e metà con seggiovia… nel trasferimento mi inizia a far male già da subito il ginocchio che ho battuto e cerco di non fermarmi per non farlo raffreddare!! Per fortuna in ps non mi crea nessun fastidio… In ps3 so che devo difendermi…. ancora velocità assurde nel primo tratto sulla sabbia tipo motocross e dopo bike park con sponde e salti…sono 43 assoluto a 22 sec da Gracia che vince la ps…. e si capisce già da qui che tipo di ps era!!! 🙂 a fine giornata non sono molto soddisfatto del risultato perché sono 39 assoluto….. so che non sono speciali per me e comunque anche se i distacchi non erano così elevati dai primi non sono molto contento….. il livello in generale si è alzato di brutto e anche un minimo sbaglio lo paghi con molti posizioni perse….Manuel fa ancora meglio di me ed è 33 assoluto!

Alla sera si sistema la bici, il mio ginocchio si è gonfiato parecchio ma bisogna riposarsi per cercare di recuperare qualcosa il giorno dopo…..

image-8

Alla domenica si parte subito con 15 minuti di trasferimento pedalato e poi altri 45 min da spingere la bici! Per fortuna il ginocchio non mi da troppo fastidio se non nel camminare….ps4 è un’altra ps molto divertente, qui i sentieri sono un po’ più stretti e c’è un po’ più da guidare dentro dei canaloni naturali!!! Mi sembra di fare un buona ps, solo in un paio di tratti mi accorgo che si poteva osare un po’ di più ma prendo anche qualche jolly…. alla fine sono abbastanza contento della prestazione…sono 34 a 29 sec da Maes che vince ancora!

Ps5 di nuovo 5 minuti pedalati e 10 da spingere la bici…questa è la ps che mi si addice di più, abbastanza single track e qualche piccolo strappo in salita, molto corto ma insidioso perché ci sono pietre in mezzo e bisognava quindi guidare anche in salita….Anche qui sono soddisfatto della ps; mi sento bene, pedalo dove posso e guido abbastanza forte…unica sbavatura mi pianto su una pietra nell’ultima salita e perdo qualche secondo…….Sono 29 assoluto a 25 sec da Maes che vince di nuovo!!!

image

Ps6: qui la risalita è tutta in seggiovia e mentre salgo parlando con alcuni ragazzi scopro che mio fratello ha vinto la prima European Enduro Series….. Yooooo… Fantastico!!! Ed è stato anche molto bello perché già i giorni precedenti tantissimi riders mi chiedevano se c’era anche lui con me in Cile!!! Lupato brothers rulesss!!! 😉 ahahaha…Dai ora ps6…..Si parte in cima alla montagna, quindi paesaggi di alta montagna con anche piccole parti di neve, rocce, si passa alla sabbia, un sottobosco ripidissimo con molte curve tutto in single track e un’ultima parte in bike park….. Ok, è l’ultima ps e provo a tirare più che posso in discesa…. Va tutto bene ma nel ripido esagero un po’ troppo e faccio 3 lunghi….. Ci sta….. Poco prima del bike park sento che sta arrivando Leov, così mi fermo un secondo per aspettare che passi e provo a stargli di nuovo dietro ( tra l’altro grandissimo che mi ha anche ringraziato in ps 🙂 ) riesco a tenerlo abbastanza, solo nel finale che c’era un piccolo pezzo in piano su delle pietre lui con la 29 mi è andato proprio via…. Comunque nonostante i lunghi sono contento perché sono sceso bene per quel che potevo!!! Sono 33 assoluto a 45 sec da Lau che vince!!!! Che gara ragazzi, davvero difficile a causa dei terreni così particolari!!!

Alla fine riesco a recuperare qualcosa e difendermi nell’assoluta con una 32 posizione assoluta! Non era quello che mi aspettavo quando sono partito ma vista la pista mi sono difeso abbastanza…. I primi sono imprendibili e quelli invece con cui mi piacerebbe giocarmela sono appena li davanti… Nessuno è entrato nei 20 praticamente se non i più discesisti!!!!

A vincere la prima EWS del 2014 è ancora Jerome davanti a Graves e un grandissimo Nicolai!!! Quarta posizione assoluta per Maes e 5 Leov! Manuel invece è 33 a meno di un sec da me!!! 🙂 Valentina finisce 16 assoluta!

image-7

Il lunedì dopo una pedalata veloce torniamo a Santiago dove impacchettiamo le bici e andiamo in cerca di un hotel vicino all’aeroporto…. Prenotiamo online ma quando chiediamo informazioni ce lo sconsigliano perché dicono che non è in un quartiere tranquillo ma pericoloso!!!! Bene…… Purtroppo è tardi e abbiamo già prenotato così in compagnia anche della Chausson e di Bryan Regnier ci addentriamo per cercare questo Hotel…. Per fortuna va tutto bene, riusciamo ad arrivare senza problemi, il posto è buono e riusciamo alle dieci di sera a fare anche una cena normale!!! 🙂

Al mattino sveglia presto in direzione dell’aeroporto per tornare a casa da questa avventura con ancora una volta dei ricordi fantastici, e anche se spesso è stata dura ho visto posti spettacolari così come i sentieri, ho conosciuto tantissime persone ed è stato fantastico arrivare in Cile e vedere tantissimi ragazzi che facevano il tifo per me e mi venivano a chiedere autografi e foto!!!

Mi sono messo alle spalle un’altra EWS che mi servirà in futuro sicuramente e grazie a questa esperienza sono sicuro che si possa crescere ancora e molto. Un grazie al press e a tutti i miei sponsor che mi permettono di fare tutto questo, grazie anche a Manuel e Valentina per avermi aiutato e fatto compagnia in questo viaggio e a Marzocchi per il supporto sul campo gara!

Ora si torna a casa sapendo su cosa bisogna lavorare e si guarda alla superEnduro PRO #2 a Punta Ala, e poi più che altro a fine maggio alla prossima EWS in Scozia!

Grazie ancora a tutti e alle prossime!!!

Ciauuuuuu

Lupatobrothers.com

Andes Pacifico Enduro MTB 4 Stage Race.