Fra trincee e dirupi

Fra trincee e dirupi

Stefano Udeschini, 14/08/2020

Si torna sullo Stelvio (non per l’ultima volta quest’anno) per salire a Cima Scorluzzo, visitare le postazioni militari italiane della prima guerra mondiale, e poi scendere verso Bormio fra trincee e sentieri spazzati via dalle intemperie.

YouTube video

 

La Cima Scorluzzo fa parte di una delle vette descritte in questo itinerario.

 

Commenti

  1. Grandissimi. C'è una traccia please?
    La traccia dallo Scorluzzo sembra abbastanza univoca... Xó non mi è chiaro se si arriva fino a Bormio o solo alla II cantoniera, quota 2200 mt. Grazie
  2. yura:

    L’ho fatto qualche anno fa partendo da Premadio in bici (DUE PALLEEEE) e confermo che I tratti pericolosi da fare a piedi sono proprio all’inizio della discesa più qualche altro passaggio più sotto. Io dalla Piccola Machu Picchu ero sceso più facilmente nella valle a destra (scendendo) sbucando quindi più in alto sulla strada. Avevo poi intenzione di fare un sentiero che prendi da uno dei primi tornanti scendendo dalla Val del Braulio e che traversando più o meno in quota sbuca al Crap dell’Aquila ma mi aveva informato un tipo incontrato che il sentiero era franato e ostruito da alberi: un calvario!
    Meno male l’Ho incontrato !

    grandissimi comunque, un controllo delle mezzo veramente invidiabile!
    quel trail a noi non ci ispirava (guardandolo dalle mappe) sembrava correre un pò troppo lineare. Comunque il giro bello è arrivare fino a Bormio passando dalla Machu Picchu dello Stelvio ;)