Mondiali MTB 2012, si avvicina l’ora X

Mondiali MTB 2012, si avvicina l’ora X

21/08/2012
Whatsapp
21/08/2012

Da venerdi 31 agosto a domenica 9 settembre le località salisburghesi di Leogang e Saalfelden ospiteranno i Campionati del Mondo MTB, per le discipline Downhill, 4X, Trial, XC e XC Eliminator. I percorsi, gli orari delle gare, gli atleti protagonisti.

Andati in scena per la prima volta nel 1990 a Durango (USA), i Mondiali MTB si trasferiscono quest’anno in Austria, nazione che dopo averli ospitati nel 2002 a Kaprun offrirà al grande pubblico le meraviglie del Salzburgerland, sui tecnici tracciati di Leogang (per Downhill e 4X) e Saalfelden (per Trial e XC).
Nato dieci anni fa come semplice bike-park amatoriale, Leogang è progressivamente cresciuto fino a diventare punto di riferimento per le competizioni di World Cup DH e 4X, e questi Campionati del Mondo rappresentano il coronamento degli sforzi fatti dalla comunità locale per migliorare l’intera ricettività dell’area.
La cerimonia di apertura dei Worlds avrà luogo mercoledi 29 agosto nella centralissima “Rathausplatz” di Saalfelden, dove a partire dalle ore 19 sfileranno gli oltre 750 atleti impegnati con le rispettive nazionali, cui faranno seguito spettacoli musicali e folkloristici.
I Campionati si concluderanno domenica 9 settembre alle ore 13.30 con le gare di XC Eliminator, sul percorso cittadino di Saalfelden.
In mezzo, tante competizioni ma anche numerosi entertainment collaterali. Lo “Ö3-Party” di venerdi 31 agosto, ore 21, con la banda funk & soul “The Jackson Eleven”, presso la sala eventi della funivia. Sabato 1 settembre alle ore 21, nella medesima sala eventi, si terrà la festa (V.M. 16) “Override Afterparty II”, con la partecipazione del DJ Grandheight. Sabato 8 settembre ore 21 la festa di chiusura dei Mondiali, con il “Bike Vibration Party” (V.M. 16) fetauring Buzz Clubbing, presso la sala congressi di Saalfelden.
Il biglietto di ingresso alle competizioni costa 10 euro per un giorno di gara, 15 euro per due giorni (qui le tariffe). I ragazzi fino ai 15 anni compiuti non pagano.
Parcheggi gratuiti al pubblico in tutte le zone preposte, servizio di collegamento navetta gratuito Leogang-Saalfelden-Leogang ogni 30 minuti per tutti i giorni delle gare.
Installati maxischermi e altoparlanti per seguire al meglio tutte le fasi di gara.


4X

E’ la disciplina che aprirà ufficialmente le competizioni di questi Mondiali, nonostante l’UCI l’abbia confinata in un ruolo marginale, cancellandola dalla World Cup con la banale scusa della scarsa visibilità e dei costi di allestimento elevati.
Le qualifiche avranno luogo venerdi 31 agosto alle ore 17.30, mentre le finali che assegneranno i titoli iridati (Men e Women) si disputeranno sabato 1 settembre alla medesima ora.

Il percorso è del tutto simile a quello del 2011, quando venne disputata la prova di World Cup.
Situato accanto alla funivia di Leogang, misura 450 metri lineari, e presenta numerosi salti, curve paraboliche e ostacoli artificiali.
Pur non essendo impegnata nella Coppa del Mondo, la carovana del 4X non ha perso nessuno dei suoi protagonisti. I più attesi a Leogang saranno certamente i due cechi Thomas Slavik e Michal Prokop (campione mondiale uscente), l’olandese Joost Wichman, il tedesco Johannes Fischbach, l’inglese Scott Beaumont e l’australiano Jared Graves. Attenzione anche al tedesco Guido Tschugg, che su questa pista è solito allenarsi durante l’anno. Tra le donne la favorita è sempre la graziosa olandese Anneke Beerten, campionessa in carica, cui tenteranno di strappare la maglia iridata la francese Céline Gros, l’avvenente tedesca Steffi Marth, la statunitense Melissa Buhl, l’elvetica Lucia Oetjen e la britannica Fionn Griffiths.


Downhill

Il tacciato di Leogang è considerato giustamente uno dei più tecnici e impegnativi, specialmente in condizioni meteo avverse.

Misura 2.6 km con un dislivello negativo di 524 metri. Prove cronometrate sabato 1 settembre dalle ore 11 alle ore 15. Domenica 2 settembre alle ore 10.30 prenderanno il via le gare ufficiali delle categorie Junior (Men e Women), alle ore 13 saranno impegnate le Women Elite e alle ore 14 i Men Elite.
Inutile dire che il favorito d’obbligo è lo statunitense Aaron Gwin, già vincitore qui l’anno scorso in Coppa. Con la pista fangosa potrebbe però emergere l’inglese Danny Hart, ancora con la maglia arcobaleno addosso, conquistata a Champéry 2011, oppure il suo connazionale Gee Atherton, o il consistente sudafricano Greg Minnaar. Per la corsa rosa ci sono in lizza l’inglese Rachel Atherton, le francesi Emmeline Ragot (campionessa 2011) e Myriam Nicole, l’evetica Emilie Siegenthaler e l’australiana Tracey Hannah, con la francese Floriane Pugin, da poco rientrata da un infortunio, a recitare il ruolo di mina vagante. I colori italiani saranno difesi da Lorenzo Suding, Marco Milivinti, Gianluca Vernassa e, tra le donne, da Alia Marcellini ed Elisa Canepa.

Trial

I funamboli del trial si confronteranno a Saalfelden, su un tracciato con 6 sezioni di varia difficoltà. Due le specialità – diametro ruote da 20 e 26 pollici – con gare che saranno disputate anche in notturna, per aumentare lo spettacolo e la partecipazione del pubblico.

Martedi 4 settembre dalle ore 9.30 alle ore 13.30 si terranno le semifinali Junior Men 20”. A seguire, e fino alle ore 18.15, le semifinali Elite Men 20”.
Mercoledi 5 settembre dalle ore 9.30 alle ore 13.30 si terranno le semifinali Junior Men 26”. Dalle ore 15 alle ore 19, le semifinali Elite Men 26”. L’evento clou del giorno saranno comunque i Mondiali Trial femminili, previsti dalle ore 10 alle ore 14.
Giovedi 6 settembre, in notturna, dalle ore 19 alle ore 20.45 ci sarà la finale Junior Men 20”, cui seguirà fino alle ore 22.45 quella Elite Men 20”.
Venerdi 7 settembre programma analogo, ma per bici dotate di ruote da 26”. Quindi Junior Men 26” dalle ore 19 alle ore 20.45, Elite Men 26” dalle ore 21 alle ore 22.45.
Spagnoli sempre temibili in tutte le categorie. Noi tiferemo per gli azzurri Paolo Patrizi, Alessandro Bertola, Francesco Policante, Alessio Povolo e Davide Caretta, tutti in gara sulle 20”.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=30351&s=576&uid=3694[/img]

Cross Country

Sul percorso di 4.520 metri con 180 metri di dislivello a giro, assolutamente inedito e mai pedalato prima dai rider professionisti, i primi ad aprire le ostilità saranno gli equipaggi della staffetta, il “Team Relay”, che si confronteranno giovedi 6 settembre alle ore 17.


L’anno scorso a Champéry s’imposero i francesi davanti agli svizzeri e agli italiani. La nostra pattuglia ha sempre raccolto buoni risultati in questa specialità. Con Gerhard Kerschbaumer in crescendo e Marco Aurelio Fontana in forma olimpica – o anche poco meno – non dovrebbe sfuggirci una medaglia.

Kerschbaumer impegnato sul tracciato olimpico di Londra 2012

Venerdi 7 settembre alle ore 11 si misureranno le Women Under23, mentre alle ore 14 toccherà ai Men Under23. Il nostro Gerhard Kerschbaumer sembra avere ritrovato lo smalto scintillante del 2011, quando vinse tutto tranne appunto i Worlds. Tornato in sella alla Bianchi Methanol 26” al posto della 29”, ha cambiato immediatamente il proprio rendimento agonistico. Dopo la sua buonissima prova olimpica, “Gerry” potrebbe seriamente puntare al podio iridato. Sempre che il suo avversario principale, l’austriaco Alexander Gehbauer, che qui fa gli onori di casa, sia d’accordo.
La giornata si chiuderà con la prova XC Junior Women, prevista alle ore 17.

Julie Bresset nel corso della sua prova olimpica

Sabato 8 settembre alle ore 9 partirà la prova XC Junior Men, quindi alle ore 11 le Women Elite. La francese Julie Bresset vorrà onorare al meglio l’oro olimpico, ma forse mentalmente sarà un po’ scarica. Chi vorrà invece rifarsi del modesto piazzamento londinese è la canadese Catharine Pendrel, campionessa in carica da Champéry e decisa più che mai a conservare la “rainbow jersey” nel proprio guardaroba. Ma le deluse dai Giochi olimpici in cerca di riscatto qui in Austria non sono poche. A iniziare dalla norvegese Gunn-Rita Dahle, che proprio ai Worlds austriaci di Kaprun 2002 vinse il suo primo alloro mondiale, cui ne seguirono altri tre, l’ultimo nel 2006 a Rotorua (NZ). Attenzione anche al blocco dell’Est, con la russa Irina Kalentieva e la ceca Katerina Nash in agguato. La nostra Eva Lechner, bronzo ai Mondiali di Champéry 2011, potrebbe inserirsi nella lotta per il podio. Ma pronosticare un suo risultato è quasi impossibile.

Nino Schurter e Marco Aurelio Fontana

Alle ore 14 si scontreranno i titani Elite Men. Bruciato sul traguardo olimpico dal ceco Jaroslav Kulhavy, che l’aveva battuto anche a Champéry 2011, l’elvetico Nino Schurter si presenterà a Saalfelden con il dente avvelenato, deciso a prendersi la tanto attesa rivincita e a indossare la maglia arcobaleno – già sua nel 2009 a Canberra (AUS) – sfilandola volentieri a Kulhavy. Un altro pretendente all’iride è il francese Julien Absalon, tornato a casa a mani vuote da Londra, che vorrebbe onorare la firma del suo nuovo contratto con BMC indossando i colori di Campione del Mondo, come già avvenne consecutivamente dal 2004 al 2007. Dopo il bronzo olimpico, il nostro Marco Aurelio Fontana vorrà continuare a pensare in grande, e potrebbe regalarci un’altra medaglia. Guastatori pericolosi saranno il tedesco Manuel Fumic, il sudafricano Burry Stander – che però soffre i terreni fangosi – lo spagnolo Josè Antonio Hermida e l’imperscrutabile Kulhavy, che forse dopo il colpaccio di Hadleigh Farm non nutre più obiettivi stagionali. Ma, vista la sua annata, mai dire mai.

La chiusura dei Worlds è affidata al neonato XC Eliminator, che assegnerà per la prima volta i titoli mondiali di specialità. Domenica 9 settembre alle ore 13.30 il via alle manche.

Interamente ricavato nel cuore della cittadina di Saalfelden, il tracciato misura 560 metri e verrà percorso per due tornate.
Svolgendosi dopo le gare XC, questa prova potrebbe richiamare molti più specialisti rispetto a quelli visti quest’anno nel corso delle tre prove sperimentali di World Cup. Difficile fare pronostici, tanto più che il “roster” dei partecipanti non è ancora stato diramato. Di sicuro ci sarà lo statunitense Brian Lopes, le cui spettacolari performance valgono da sole il prezzo del biglietto.

Qui il programma completo delle gare.

Sito ufficiale: www.saalfeldenleogang2012.at