MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | 17° GAERNE TROPHY – 1# Internazionali d’Italia

17° GAERNE TROPHY – 1# Internazionali d’Italia

17° GAERNE TROPHY – 1# Internazionali d’Italia

17/03/2014
Whatsapp
17/03/2014

La pausa invernale del periodo agonistico è letterlamente volata e siamo pronti a tuffarci nella nuova stagione degli Internazionali d’Italia!
Questa prima tappa ci porta nella Marca Trevigiana, in questo territorio troviamo le sedi delle più grandi aziende italiane legate al mondo della Mtb.
Maser è una gara storica, ormai giunta alla 17^ edizione!

Nella giornata di sabato, nella frenesia dei preparativi, ci siamo lanciati alla ricerca di novità!
Durante il nostro giro nei paddock abbiamo intravisto Miguel Martinez a bordo di una bici un po’ diversa dal solito e siamo andati ad indagare!

1DS_0591

Miguel ci spiega che correrà sempre sotto i colori del team italiano, ma che userà un telaio costruito su misura da un artigiano, su cui verranno poi montati componenti FRM. La nuova squadra UCI prenderà il nome di Tropix-Frm.

1DS_0603

1DS_0594

Nei due dettagli sopra possiamo notare le nuove grafiche della forcella Marzocchi e la “modifica” Frm che ci permette di passare da un pacco pignoni da  11-36 a uno da 11-42.

1DS_0615

Nella scorsa stagione, Martinez, aveva utilizzato diversi diametri ruota. Ci confida di trovarsi meglio con la  27,5″ perchè più reattiva e adatta al suo stile di guida piuttosto aggressivo. Per questa gara ha preferito montare tubolari Challenge sia all’anteriore che al posteriore.

1DS_0572

1DS_0570

Alcuni dettagli della livrea!

 

1DS_0679

1DS_0685

Un altro big che ha ceduto alla 650B è Martino Fruet! Lo “sequestriamo” al suo ingresso in area Team e ci facciamo rivelare alcuni segreti della sua nuova cavalcatura.

1DS_0688

L’atleta trentino porta avanti il test e lo sviluppo di vari componenti per i produttori che lo sponsorizzano. Qui vediamo il monocorona FSA Megatooth che presenta denti più lunghi e spessi per evitare l’utilizzo di un guida catena.

1DS_0683

Già dalla metà della stagione scorsa sappiamo dell’esistenza di questi freni FSA, recentemente hanno subito alcune modifiche e migliorie al pompante.

_MK40579

Appena lasciato Martino, ci imbattiamo nell’iridato Marco Bui. Il simpaticissimo atleta di Mestre ci invita a fare il tifo per lui nei prossimi eventi degli internazionali!

_MK40608

Ci sarebbero state altre news da raccontare, ma la gara donne sta per iniziare. Tra le partenti, anche l’iridata Tanja Zakeli (Unior Team) e la campionessa italiana xc Under 23 Lisa Rabensteinser.

_MK40653

La slovena impone fin da subito un ritmo altissimo, creando un vuoto rispetto alle pari categoria.

_MK40671

1DS_0726

_MK40917

Tanja Zakeli taglia il traguardo solitaria con oltre 3 minuti di vantaggio.

_MK40932

L’unica atleta che per qualche giro è riuscita a tenere a vista la slovena, è stata Lisa Rabensteiner (Focus Xc Italy Team).

1DS_0774

Il podio Elite: Tanja Zakelj (Unior Team), Serena Calvetti (Corratec – Keit), Mara Fumagalli (Ktm StihlTorrevilla Mtb).

1DS_0776

Podio Under 23: Lisa Rabensteiner (Focus Xc Italy Team), Alessia Bulleri (Gruppo Sportivo forestale), Serena Tasca (Fmbike factory Team)

 

1DS_0800

Ora è la volta delle catetorie Open maschili, una schiera di pubblico è affluita tra le vie di Maser per assistere allo spettacolo.

_MK41200

A differenza della gara precedente dove le posizioni si erano già delineate durante il primo giro, in questa, durante i 6 giri,  abbiamo avuto parecchi colpi di scena e cambi alla testa del gruppo.
Gerhard Kerschbaumer (I.idrodrain Bianchi) parte subito fortissimo guidando il gruppo per l’intera salita.

1DS_0850

Al ritorno degli atleti nella sessione tecnica, le carte si sono rimescolate: in prima posizione troviamo Luca Braidot (Gruppo Forestale), seguito a ruota da Gerhard Kerschbaumer (I.idrodrain Bianchi) e da Martin Loo (Team Hard Rock Merida).

1DS_0885

1DS_0890

Dopo un’altra tornata, Martin Loo (Team Hard Rock Merida) prende il comando, seguito a breve distanza da Andrea Tiberi (Frm Factory Team) e dagli atleti della Forestale. Kerschbaumer perde qualche posizione e iniziano ad avvicinarsi Michele Casagrande (Corratec – Keit) e Nicholas Pettinà (Gruppo Forestale).

1DS_1010

_MK41358

La particolare posizione del percorso di Maser e dei relativi tratti tecnici su una collina poco distante dai Paddock ha reso possibile l’afflusso di un discreto numero di spettatori.  _MK41427

Lo scambio di posizioni cambia di giro in giro, qui vediamo inserirsi nel gruppo di testa anche Cristian Cominelli (Avion Axxevo MTB Pro Team).

_MK41514

Anche nelle retrovie la battaglia è sempre aperta.

1DS_0974

 

Martin Loo (Hard Rock Merida) prende saldamente la testa della corsa.

1DS_0987

MiniMig passa piuttosto indietro e sembra ormai fuori dai giochi.

_MK41537

 

Negli istanti precendenti il termine della gara si stava combattendo una lotta per la prima posizione. La spunta Michele Casagrande (Corratec – Keit).

_MK41539

Martin Loo (Hard Rock Merida) chiude in seconda posizione, la sua espressione è piuttosto eloquente.

_MK41587

Terza posizione per Cristian Cominelli (Avion Axxevo Mtb Pro Team).

_MK41568

_MK41739

_MK41773

 

Podio Elite: Michele Casagrande (Corratec – Keit), Martin Loo (Hard Rock Merida), Cristian Cominelli (Avion Axxevo Mtb Pro Team).

_MK41779

Podio Under 23: Stefano Valdrighi (Hard Rock Merida), Gioele Bertolini (Hard Rock Merida), Andre Righettini (Focus Xc Italy Team).

 

Qui le classifiche!

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
SSalamon
SSalamon

Grande Michele!!!!!!! La neonata squadra Corratec-Keit sta dando la polvere a tutti gli altri!!!
Super anche Braidot e Nicholas Pettinà, bravi!!

Alessio-7791
Alessio-7791

Bellissima gara..e complimenti a tutti i partecipanti che hanno onorato questa

lucal82l
lucal82l

Non vorrei scatenare nessun flame, ma la bici di Miguelito non è il solito cinese simil-Raven usato anche da Axevo e altri?

SSalamon
SSalamon

Effettivamente assomiglia, ma se si guarda bene è diverso in alcuni punti…

besil
besil

quali punti?? è un cinese riverniciato, identico al mio aggiungo!! 😀

besil
besil

si, stesso telaio cinese, altro che artigiano italiano, made in itagly, etc….

gianni1879
gianni1879

vorrei conoscere questo artigiano italiano…. 😀

besil
besil

in effetti rileggendo c’è scritto solo artigiano, non è specificato se italiano o… cinese.

questo non significa che se è di produzione cinese è una schifezza, ma non mi si venga a raccontare la solita storiella de made in italy, del fatto a mano, dell’artigiano che lo fa su misura, etc…

ozzap73
ozzap73

In cosa consiste la “modifica” FRM per passare da pignoni 11/36 a 11/42,….il solito pignone da aggiungere…?

gianni1879
gianni1879

si presumo proprio di si, il classico 42t da aggiungere

MTBLucaMTB
MTBLucaMTB

Gran bel telaio cinese riverniciato…………………………

 

POTRESTI ESSERTI PERSO