Epic Trail #1: Lago di Garda

Epic Trail #1: Lago di Garda

Stefano Udeschini, 09/01/2019
YouTube video

 

Ciao a tutti, mi presento: sono Stefano Udeschini, guida di mountain bike, trail builder e utente del forum dal lontano 2005.

Oggi parte la mia nuova rubrica dedicata ai sentieri “epici”: ripidi, esposti e spettacolari, come piacciono a me. Cominciamo con il Lago Di Garda, zona Riva (il nome del sentiero lo trovate nei commenti su Youtube, ricordatevi di iscrivervi al canale!).

Parlerò anche del materiale che uso, dalla bici alle gomme passando per i freni, state quindi sintonizzati!

Commenti

  1. nega:
    Complimenti a Stefano che ha il manico e "il pelo" .
    Con rispetto parlando (nei confronti di chi ama "il rischio"), mi piacerebbe che si "ritornasse" ad un approccio più semplice nella mtb, ovvero pedalare le salite per poi scendere divertendosi senza dover rischiare la pelle, e magari non far tentare a qualcuno imprese (perché di questo si tratta).
    Il trail epico non deve essere per forza un sentiero esposto e pericoloso; anche un sentiero da umani può essere spettacolare nei paesaggi e divertente e farci terminare il giro con soddisfazione.
    ok, se riesci a farci un video emozionante lo pubblichiamo.
    Capisco che oggi tutto deve essere "epico, sensazionale, rischioso, pericoloso, spettacolare" diversamente non se lo fila nessuno, ed io non sono certo né un biker con il manico, né ho le capacità di fare dei video decenti, penso semplicemente che forse stiamo perdendo il senso più vero del pedalare una mtb (parere personale). E' una opinione, senza pestare i piedi a nessuno, ci mancherebbe.
  2. nega:
    Capisco che oggi tutto deve essere "epico, sensazionale, rischioso, pericoloso, spettacolare" diversamente non se lo fila nessuno, ed io non sono certo né un biker con il manico, né ho le capacità di fare dei video decenti, penso semplicemente che forse stiamo perdendo il senso più vero del pedalare una mtb (parere personale). E' una opinione, senza pestare i piedi a nessuno, ci mancherebbe.
    Tu non vuoi pestare i piedi a nessuno ma contestualmente sostieni che "stiamo perdendo il senso più vero del pedalare una mtb", chiaramente in riferimento a questo video.
    Forse sarebbe meglio lasciare che ognuno viva la mtb come meglio crede, o no?
    Inoltre, mi permetto di aggiungere, che Stefano non ha parlato di sensazionale o pericoloso, ha parlato del piacere dell'esplorazione etc. Cose che sono basilari per chi ama la mtb. Cose che lui fa a quel livello perchè ha quel livello maturato in anni ed anni.
    Ma l'approccio di cui parla lui all'inizio del video lo si può avere a qualsiasi livello, e sarà sempre soddisfacente.