EWS Finale Ligure: le prove speciali

35

[Comunicato stampa] La settimana di Enduro World Series di Finale è ufficialmente partita con l’annuncio dei percorsi di gara, uno dei momenti più attesi ed importanti per i concorrenti e il pubblico di appassionati che vogliono seguire la gara in loco o da casa.

Per questa edizione 2021, dopo 12 anni di gare enduro nel Finalese e ben 9 appuntamenti con la serie mondiale, la località riesce ancora una volta a stupire e innovare con nuovi sentieri che si sviluppano tra boschi di faggeta, passaggi nei borghi con fortezze e castelli e panorami mozzafiato sul mare, e un percorso gara mai così ampio sul territorio: da Finale Ligure a Pietra Ligure, passando per Finalborgo, Monte Grosso e i comuni di Orco Feglino, Calice Ligure, Borgio Verezzi e Tovo San Giacomo

Le mappe della Bluegrass EWS Finale presented by Vittoria sono principalmente 2: il tracciato della gara in mountain bike EWS e il tracciato della gara dedicata alle mountain bike a pedalata assistita EWS-E (Tutte le mappe con i dettagli delle singole speciali sono disponibili sul sito finalenduro.com).

Base logistica del paddock di entrambe le competizioni è sempre Piazza Vittorio Emanuele II sul bellissimo lungomare di Finale Ligure, area dalla quale partiranno e arriveranno gli atleti e dove verrà installato il grande palco per le premiazioni, ma sia Finalborgo che la vicina Pietra Ligure saranno snodi importanti della manifestazione.

Il percorso della EWS-E (gara Elettrica) è composto da 12 prove speciali cronometrate divise in 3 loop, alternati da 2 momenti di ricarica e assistenza tecnica nella cittadina di Pietra Ligure. Il totale gara è di 73 km e 3.042 metri di dislivello complessivo. 3 speciali sono denominate Power Stage e a differenza delle altre sono corte, super intense e quasi completamente in salita, un vero show per il pubblico.

Il giro gara parte da Finale Ligure per spostarsi subito nel pietrese attraverso la zona di Verezzi e nello specifico nella trail area di Monte Grosso dove si snodano la maggior parte dei sentieri di gara. Continua quindi anche lo sviluppo e l’investimento dell’amministrazione di Pietra Ligure verso il pubblico E-Mountain Bike e dopo averci mostrato la zona di Monte Carmo nel 2020 e Monte Grosso quest’anno Pietra Ligure Outdoor è pronta a lanciare anche la zona di Ranzi, appena ripristinata e ricca di bei sentieri tutti da scoprire, che verrà utilizzata dai concorrenti come Training Area e diventerà a tutti gli effetti parte dell’offerta E-MTB di Pietra Ligure.

Il programma della Bluegrass EWS-E Finale presented by Vittoria prevede le prove libere degli atleti il mercoledì mentre sia la gara PRO che le due gare amatori EWS-E 100 e EWS-50 si svolgeranno il giovedì. L’attesa è alle stelle e lo spettacolo assicurato con nomi importanti tra gli iscritti come il 2 volte campione olimpico di cross country Julien Absalon e il famoso pilota di MotoGp Marco Melandri, ormai grande appassionato di competizioni E-bike.

Per la gara EWS (mtb tradizionale) l’organizzazione del FinalEnduro ha pensato ad un percorso maggiormente raccolto nel finalese più “classico”, tra il mare e l’entroterra montuoso della ormai celebre Base Nato. I concorrenti si daranno battaglia lungo un percorso di 5 prove speciali cronometrate e 53 km e 2.190 metri di dislivello complessivi.

Il primo sentiero in gara, Base Nato appunto, è un percorso inedito per una EWS e questo nonostante si tratti del primo trail creato nel finalese per la discesa, un lavoro portato avanti nel lontano 2000 dal trail builder Fulvio Balbi.

Prosegue anche in questa gara il coinvolgimento di Finalborgo, che sarà teatro sia dell’ultima prova speciale della gara elettrica con la Power Stage Govup, che della Pro Stage EWS del sabato pomeriggio, che verrà poi ripetuta come quarta e conclusiva prova la domenica.

Final-borgo, è il nome della speciale spettacolo che da Castel Gavone scende al borgo passando per la Fortezza San Giovanni, il modo perfetto per concludere in bellezza una giornata di riding nell’entroterra.

Il programma della Bluegrass EWS Finale presented by Vittoria prevede le prove libere il venerdì, la Pro Stage Final-borgo e le gare amatori EWS-100 e EWS-80 il sabato e le restanti 4 prove speciali EWS la domenica.

Occhi puntati sulle sfide al vertice tra Richie Rude e Jack Moir in campo maschile e sulle donne con la sfida tutta francese tra Melanie Pugin e Isabeau Courdurier. In gara anche tutti i top rider italiani tra cui la valdostana Sophie Riva nella Under 21 femminile già a podio quest’anno e un paio di veloci local rider come i giovani Fabio Grillanda e Lorenzo Folco.

Gli ingredienti per un grande evento ci sono tutti, compreso il pubblico, che non vediamo l’ora di vedere nuovamente lungo i sentieri ad acclamare i piloti, rispettoso delle regole, ma caloroso e divertito!

 

Commenti

  1. glaucos:

    Probabilmente per evitare la calca di pubblico che quella ps di solito comporta.

    Io comunque ora sono qui a Finale, sabato mi sono rotto l'alluce :scassat: e mi faccio qui qualche giorno di mutua e poi di telelavoro; probabilmente starò qui tutto il mese e spero di riuscire a ricominciare a pedalare tra una decina di giorni... lo so, non interessa a nessuno in particolare, ma sapevatelolostesso! :-)
    Ma te lo sei rotto andando in mtb?
  2. batbuffi:

    Il servizio è dedicato ai rider che fanno la gara, e nel caso avessero un problema e non possono risolverlo per colpa di quelli che si approfittano di tale servizio.. che brutta immagine.

    Comunque di solito controllano chi ha il numero ufficiale, quindi vi consiglio di andare dal vostro meccanico e far girare un po' l'economia ;)
    Ah, ecco, è appunto come pensavo, mi sembrava strano che facessero manutenzione anche a chi non è in gara... vabbè, tanto quest'anno sono io ad aver bisogno di manutenzione, all'alluce! :scassat:
  3. JoRo:

    Il ragazzo che lo manteneva ha perso voglia quando han rischiato denuncia penale perché sistemavano una area su cui non si poteva toccare foglia
    Che tristezza...
Storia precedente

Rude e Pugin vincono l’EWS di Crans-Montana

Storia successiva

Mick Hannah dà l’addio alla DH World Cup

Gli ultimi articoli in Race Corner