[Video] Gamby Diary EWS#3 Les Deux Alpes

[Video] Gamby Diary EWS#3 Les Deux Alpes

09/07/2013
Whatsapp
09/07/2013

Ci ritroviamo per terza tappa delle EWS e tanto per cambiare un format diverso dalle 2 prove precedenti! Dopo la gara di Val d’Allos io e Alex ci siamo spostati qui a Les Deux Alpes. Da domenica tra allenamenti, birre e crepes abbiamo trascorso una bellissima settimana in compagnia anche di Justin Norek con cui abbiamo girato nel bike park dove con la sua Devinci da Dh ci ha fatto vedere qualche bel saltone sulla nuova pista dove si svolgerà la gara “air dh”!
Il format prevede che giovedì vengano rivelate le 4 prove speciali , venerdi visione a piedi mentre sabato finalmente si può salire in bici a provarle.
Dopo una settimana di attesa arriva il sabato! Purtoppo la pista essendo molto DH con tratti veloci e sconnessi intervallati da ripidoni non è adattissima alla mia bici all-mountain /enduro, ottima nei tratti pedalati ma con qualche svantaggio nell’enduro estremo.
[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=493097&s=576&uid=120662[/img]

Tuttavia la voglia di fare bene è tanta e sapendo che la ps 1 è quella che più si addice alla mia bike la provo bene trascurando un un po’ le altre. Inoltre la risalita della ps 1 è anche la più lunga dovendo prendere 2 seggiovie lentissime.
Domenica si parte ad ordine inverso , dal numero più alto si va a scalare, la partenza della ps1 è prevista per le 12.30!!!
Questa gara voglio arrivare in fondo senza forzare e incappare in copertoni tagliati, cadute o quant’altro.
Parto tranquillo tanto la ps è più di 15 min con un tratto a metà pedalato di circa 3- 4 min , spingo non fortissimo ma costante , è davvero faticoso pedalare in salita con casco integrale e protezioni complete ,gomitiere comprese, sotto un sole cocente alla mezza!! Finita la salita mi aspetta un tratto sotto bosco polverosissimo e molto veloce con poca visibilità, qui mi ricordo abbastanza bene le linee provate il sabato e mollo i freni, in uno dei primi tornanti vedo una fettuccia strappata con un bel taglione, io nonostante tutto continuo con la mia traccia, poco dopo anche un po’ incavolato da qualche furbo e pochi controlli mollo ancora di più e ad un certo punto mi ritrovo in un tratto che non avevo ma visto, giro la testa e avevo oltrepassato un tornate dove la fettuccia era a terra ,scendo a piedi e torno su proseguendo sulla pista che dopo un pò si ricongiunge con quella stradina da cui ero tornato indietro!
Cavolo ho trovato un mega taglione ed oltre a non averlo fatto ho pure perso un sacco di secondi. Non è ammissibile che ad una gara di questo livello ci siano situazioni del genere. Alla fine sono 50esimo nella speciale a me più adatta…

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=493098&s=576&uid=120662[/img]

La ps2 l’ho provata poco e scendo giu senza errori ma senza rischiare da come si può vedere dal video della helmet cam. Termino con un 43esimo posto.
Ps3-4 idem non sbaglio ma allo stesso tempo non esagero non ricordandomi i sentieri. Voglio solo arrivare in fondo senza buttare via un’altra gara, arrivo alla fine 47esimo nella classifica generale e 2° italiano!
[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=493099&s=576&uid=120662[/img]

Volendo aggiungere un commento alla gara , come già citato sopra , vorrei semplicemente esprimere la mia delusione per la scarsa organizzazione dell’evento ed in particolare mi riferisco ai tagli dovuti alla quasi completa assenza di controlli sul tracciato, un altro taglio si può vedere nel video della mia helmet cam al minuto 7.18 e vedere che quella traccia si ricongiunge al minuto 7.38-7.40.
Analizzando il risultato, mi rendo conto di non essere né un fenomeno né un professionista ma non condivido i commenti che dicono che noi italiani non andiamo avanti al di fuori dell’Italia perché personalmente ho corso tanto all’estero per le gare di enduro e fino a quando combattevo con i miei pari e non con atleti superpagati mi sono sempre ben difeso come dimostra il 13° all’Enduro delle Nazioni lo scorso anno a Valloire e un 2° assoluto a Belville dietro solo a un professionista vero come François Baille-Maitre!

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=493100&s=576&uid=120662[/img]

Questo risultato non mi soddisfa ma è comunque un risultato onorevole, un bel risultato sarebbe stato essere nei top 30. Sicuramente non posso competere con i super campioni che corrono per mestiere e soprattutto hanno i mezzi per competere a quei livelli! Per mezzi non intendo solo la bici, ma team che li supportano in giro per il mondo durante le gare e gli allenamenti, Io sono una ragazzo che da sempre il 110% ma evidentemente non basta.
Da parte mia continuerò a dare il massimo e ad allenarmi quando posso ma per adesso sarò sempre un amatore che prova a fare il professionista e quindi non condivido quei commenti di sdegno dei nostri risultati.
Ringrazio Alex lupato, il team frm, il team life cycle facendo i complimenti a Manuel Ducci e Valentina Macheda che sono stati primi italiani in gara!
Ora un weekend di riposo dove sarò alla presentazione GT ufficiale in compagnia di Ivan Basso a Fidenza e poi diretti a Sauze per la Super Enduro.
Infine vorrei ricordare a tutti coloro che vogliono divertirsi e imparare che sarò con mio fratello Carlo e Alle a Bardonecchia dal 20 al 22 agosto per 3 giorni di Corso Enduro-Downhill (120 euro 3 giorni di corso). Info e iscrizioni +39 3334626656 o mail a [email protected]

credit foto: RITM
A Presto
Vittorio

 

POTRESTI ESSERTI PERSO