MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Il fango scozzese

Il fango scozzese

Il fango scozzese

17/06/2014
Whatsapp
17/06/2014

NDR: Alex ci ha mandato questo report qualche giorno fa. Tardi per tardi, abbiamo deciso di pubblicarlo qualche giorno prima della terza tappa delle EWS, che si correrà questo weekend a Valloire in Francia.

Un po’ in ritardo ma eccoci con il racconto della EWS in Scozia… purtroppo non siamo riusciti a caricarlo prima perché non abbiamo mai trovato internet!!! 🙂

La trasferta Scozese è iniziata presto perché siamo partiti da casa il venerdì della settimana prima con il Doblò bello pieno e siamo andati a Roma…. Sabato e domenica abbiamo girato a Monte Cavo dove c’è stato il campionato italiano e il lunedì mattina abbiamo preso il volo per Edinburgo!

Abbiamo scelto di fare così perché almeno con l’aereo di rientro siamo già a Roma e ci risparmiamo 9 ore di macchina dopo una EWS e nella settimana dell’italiano!!!!

Arrivati in Scozia ad aspettarci in aeroporto c’era un tipo assai strano con il nome “ALEX LUPATO” su un cartello, sembrava un agente segreto con occhiale da sole scuro e auricolare bluetooth all’orecchio….. comunque fa il suo lavoro e ci porta in Hotel…. lunedì pomeriggio facciamo una prima passeggiata per Peebles giusto per orientarci un po’ e provare i dolci tipici per merenda!!! 😉

Il martedì invece é l’ora della prima sgambata, ovviamente senza esagerare perché dal mercoledì iniziavano le prove e sarebbe stato bello duro….

Mercoledi il primo giorno di prova, quasi tutto sotto l’acqua…

 Bildschirmfoto 2014-06-17 um 14.31.17

I sentieri sono raggiungibili solo pedalando però il trasferimento di 10 km su asfalto è fattibile con la macchina, ma noi abbiamo solo il nostro mezzo a pedali così ci spariamo 10 km di ciclabile all’andata e 10 al ritorno, oltre a tutto il giro….. stiamo in bici per più di 7 ore sotto l’acqua e in mezzo al fango ma ci divertiamo da matti!!! Ci spariamo 60 km su sentieri bellissimi con discese davvero incazzate su radici e sassi e in mezzo strappi pedalati!!! Sarà una bellissima gara, molto completa!!! Visto il lungo giro pedalato una sola discesa per ps può bastare!!! 🙂

Il giovedì si replica, andando a provare le speciali della domenica….. per fortuna non piove quasi nulla ma i sentieri sono comunque immersi nel fango anche se meno di ieri perché qui i trail sono un pelo più veloci con meno sottobosco e un ultima ps con un bel pezzo di stradone da pedalare!!!

Giovedi sera si è già abbastanza provati da due giorni così di prove, con 100 km nelle gambe!!!

Il venerdi, anche se le ps le abbiamo viste una sola volta e si possono fare abbastanza a vista anche grazie al terreno fangoso che cambia spesso, decidiamo di fare una sola pedalata sulla ps4 di domenica che era la più comoda da raggiungere dal nostro hotel. Il pomeriggio ci dedichiamo al ritiro numero e a sistemare le bici con l’aiuto di Pedro di Marzocchi e i ragazzi di Formula!

Anche il venerdì non piove e addirittura sabato, con molta sorpresa, ci svegliamo con il sole!!! Wooooow….

Il sottobosco, anche se non come nelle prove, è comunque bello impestato….. Non il massimo per le nostre caviglie che non sono ancora al 100%… bisogna stare in piedi e non prendere troppi Jolly!!!

Giorno 1:

ALEX: Parto bene facendo un ottima ps 1 con una 17 posizione e anche nella seconda speciale vado abbastanza bene; al C.O. sono in 30 posizione…

In ps3 una caduta mi fa perdere un po’ di secondi e nella ps4, che é molto discesistica, provo a difendermi come riesco ma a fine giornata ho perso ancora posizioni e sono 42 assoluto….

Bildschirmfoto 2014-06-17 um 14.30.41

Non ho nulla da dire, ho pedalato forte dove potevo e ho cercato di guidare il meglio possibile senza fare troppi errori ma il terreno era davvero insidioso e non sono stato così incisivo…..

DENNY: Le ps erano molto difficili e sapevo che sarebbero state scivolose per cui cerco di non esagerare nelle prime due ps ma commetto lo stesso qualche errore e faccio qualche lungo in un paio di curve; al C.O. dopo ps2 sono intorno ai 60…

Nella ps3 parto abbastanza bene ma poi in un pezzo molto ripido faccio una brutta caduta e perdo veramente un sacco di tempo (avevo stortato il manubrio e per raddrizzarlo ho dovuto prendere il multitool dallo zaino) mandando all’aria praticamente tutta la gara! Per fortuna non mi faccio niente e posso continuare ma l’ultima speciale di giornata, anche se la faccio abbastanza bene, non va proprio come vorrei….fatto sta che dopo il primo giorno sono 144!

A fine giornata si lavano e si ingrassano le bici per il secondo giorno e poi si va a studiare le ps del giorno successivo, ma soprattutto si va riposarsi dopo i 50 km di gara della prima giornata!

 Bildschirmfoto 2014-06-17 um 14.30.21Giorno 2:

ALEX: Voglio recuperare a tutti i costi….. in prova queste ps erano molto fangose ma dopo due giorni di bel tempo si sono asciugate parecchio diventando in molti tratti veloci e scorrevoli e quindi era molto più complicato recuperare….

ce la metto tutta, spingo fino in fondo e nonostante un ottima ps8 riesco a recuperare solo fino alla 36 posizione!!!

Il risultato non è di quelli desiderati però davanti a me ci sono parecchi “local” e la gara era bella complicata; alla fine sono comunque riuscito a tenere dietro un po’ di atleti che in Cile mi erano arrivati davanti e questo è abbastanza buono per la classifica generale!!! Ora sono 35 ma siamo tutti abbastanza vicini e i distacchi sono minimi!

DENNY: Visto che ormai la gara é compromessa cerco soltanto di non commettere errori e rischiare cadute inutili ma di raccogliere più esperienza possibile…tutte e 4 le ps vanno abbastanza bene, guido pulito senza rischiare e nel pedalato spingo anche se le gambe non rispondono molto bene; a fine giornata comunque nessuna caduta ma soltanto un paio di jolly giocati e qualche posizione recuperata…concludo 114!!!

Di sicuro mi aspettavo di fare molto meglio, anche nelle speciali in cui non ho fatto errori particolari, ma bisogna prendere tutto quello che ho imparato e metterlo da una parte per il futuro! La gara era veramente dura e le ps difficili, per cui nonostante il risultato sottotono sono fiducioso per le prossime gare, c’é ancora molto da imparare!

Di sicuro come sempre c’é molto da lavorare, specialmente sulla tecnica e su percorsi così difficili ma anche qui abbiamo imparato molto e ci siamo divertiti tantissimo su sentieri davvero molto belli!!!!

È stata veramente una bellissima gara di Enduro, organizzata alla grande, con un mega pubblico e due giorni pedalati molto intensi con circa 100km e 8 speciali diverse fra loro per una gara davvero completa!!!

Grazie alla nostra squadra per averci fatto fare questa esperienza insieme e grazie al supporto sul campo gara di Pedro di Marzocchi e dei ragazzi di Formula!

Dopo questa settimana intensa siamo volati di nuovo a Roma per cercare di riconfermarci campioni Italiani…e ci siamo riusciti!!!! a breve il resoconto!! 😉

A prestissimo, ciauuuuuu

LupatoBrothers

088-A70W6467-750x500

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Notificami