La mia nuova Lapierre Spicy E:i Shock, subito in cima al podio

La mia nuova Lapierre Spicy E:i Shock, subito in cima al podio

30/09/2013
Whatsapp
30/09/2013

Dopo la fiera a Padova, dove mi è stata consegnata la nuova bici, io e mio fratello siamo andati una settimana a Riolo Terme in FRM dove ci siamo divertiti, ci siamo allenati e abbiamo lavorato sulle bici.

1377128_633333620030844_1540675774_n

Ua vera macchina da guerra. Nuovo telaio Lapierre Spicy all black con sistema E:i Shock, le nuove ruote FRM Venus Carbon 27.5 che sono davvero spaziali e qualche altro piccolo particolare per rendere la bici ancora più figa.

Giovedi ho fatto le prime prove con la bici giusto per provare le nuove geometrie del telaio e poi sabato per la prima volta ho provato la bici completa. Tempo due discese e mi sono trovato subito a mio agio, molto semplice con questa bici. Il suo limite è molto più in là, ti permette di essere più veloce sulle pietre, puoi piegare di più in curva e quando sbagli è più facile recuperare. Poi il sistema E:i shock è davvero fantastico: lui è perfetto, tu devi solo dargliene nel pedalato e menare in discesa e a tutto il resto ci pensa lui. Con le ruote in carbonio c’è una rigidità pazzesca e quando si apre il gas la bici è super reattiva. Sono davvero troppo carico, la bici fa pauraaaaaa!!

10001044754_2185dff57b_b-1

Grazie al Press per averci dato il pick up e a Steve che in vero stile americano ci ha portato tutto il giorno a provare e domenica che ci ha fatto da meccanico e ci informava sui tempi! Grazie Steve e Silvia. Sabato sera polenta e ragù di cinghiale con i ragazzi di Senio Bike che hanno come gli scorsi anni organizzato una gara praticamente perfetta. I sentieri sono bellissimi, ci sono tutti i servizi che servono, i ragazzi sono bravissimi e si mangia da re.

10000991016_7fbf5c6e1c_b

 

Dopo una settimana di sole la domenica acqua, quindi si prova subito la bici nuova sul fango.
PS1: al momento del via non piove ma è bello bagnato e la prima parte con le pietre è un po’ insidiosa ma il peggio è verso fine ps nel single track dove stare in piedi non è cosa semplice. Io faccio una bella speciale, zero errori e sempre più confidenza con la bici. E che traversi verso fine speciale!

Vinco la ps con circa 7 secondi di vantaggio su Nicola Casadei e Davide Sottocornola. 4°è Marco Fidalgo, 5° Fagia e 6° mio fratello che, con copertoni da asciutto, ha avuto un po di problemi a stare in piedi sul fango. È ancora un novellino…

10001133335_55cfa5211d_b-1

Ps2: qui poco dopo la partenza c’è una rampa da paura. Anche qui per me ps ottima, zero problemi e sia in salita che in discesa ne avevo davvero, questa ps è bellissimaaaa! In discesa sulle pietre si volava, che spettacolo con sta bici. Riesco a vincere la ps con 20 sec di vantaggio su mio fratello che ci ha preso un po’ la mano sul bagnato e terzo Nicola Casadei. A 4 a 30 secondi è Sottocornola.

Direi che la bici va e anche il mio stato di forma non è male nonostante le energie contate che mi sono rimaste. Purtroppo poco dopo il numero 50 in ps 2 è sceso il nubifagio e hanno dovuto prima sospendere e poi annullare la ps e di conseguenza anche ps3 annullata. Quindi la classifica della gara è stata fatta con solo ps1. Vinco la gara, ottimo debutto con la nuova bici! Bene anche Fagia che è 5° e Bob 6° e primo di categoria.

10001144215_e1a4767f40_b

Adesso siamo tornati a casa, ci si allena ancora un po’ qui finendo di sistemare la bici con i nuovi materiali e poi settimana prossima si parte direzione Costa Azzurra per andare alla Roc d’Azur, yeahhh!!!

Un in bocca al lupo per la guarigione a Lurens che si è rotto il polso in ps2 dopo che in ps 1 alla cieca ci aveva sfoderato un gran 11° assoluto e 1° di categoria.

Alle prossime ragazzi!!!

Ciauuuu

10001079773_7b6c6ea4a5_b

 

10001055913_e7099e02d7_b