La Serenissima Coppa Veneto 2011 – la verità che viene accettata come ovvia

La Serenissima Coppa Veneto 2011 – la verità che viene accettata come ovvia

07/03/2011
Whatsapp
07/03/2011

500 CUMULATIVE, CHIUSURA ISCRIZIONI CON DIRITTO AL GADGET !!!

[IMG]http://www.mtb-forum.it/community/forum/picture.php?albumid=8033&pictureid=64823[/IMG]

“La verità passa per tre gradini: viene ridicolizzata, viene contrastata, viene accettata come ovvia”.

[Comunicato Stampa]

Così scriveva Arthur Schopenhauer … e la verità sono le 750 iscrizioni cumulative giunte alla segreteria del Comitato Organizzatore.
Per la precisione, 487 per La Serenissima Coppa Veneto Zerowind e 253 per I Sentieri della Grande Guerra.
Questi dati incredibili e sorprendenti, obbligano, come da regolamento, la chiusura delle iscrizioni per La Serenissima Coppa Veneto con diritto al gadget (ricordiamo un paio di Tubeless Eleven Tevesempre) al raggiungimento della 500^ cumulativa. Le iscrizione rimarranno comunque aperte fino alla scadenza del 20 marzo, ma senza dar diritto al gadget.

La Serenissima Coppa Veneto e I Sentieri della Grande Guerra sono diventati una realtà operante e riconosciuta a pieno titolo nel mondo del fuoristrada italiano e tanti sono i motivi di soddisfazione raccolti quest’anno. Ma grande è anche l’impegno che delle manifestazioni così importanti richiedono.
Un impegno a 360°, sempre abili nel mettere il meglio a disposizione dei partecipanti.
In questi anni si sono incrementati e migliorati gli standard qualitativi delle manifestazioni, in primis la sicurezza degli atleti, poi si è creata e garantita un’importante presenza istituzionale con la Regione Veneto, contestualmente si sono attivate una serie di collaborazioni e sinergie con gli sponsor, onorandone l’impegno e la costanza, dimostrazione il fatto delle conferme di anno in anno dei contratti di sponsorizzazione con anche importanti rilanci.
Infine, il grande impegno verso gli atleti partecipanti con importanti pacchi gara e ricche premiazioni. Perché per noi l’atleta sta al centro dell’attenzione e uno stratosferico montepremi non è la novità, ma la normalità.
Un impegno costante, documentato, oculato ed in grado di mantenere alto il confronto sulle cose “giuste da fare”.
Ci aspettavamo anche un coinvolgimento alla costruzione di un qualcosa di nuovo a favore del mondo delle ruote grasse, anche da parte di altri soggetti e operatori … ma mentre questi cercavano di ridicolizzare e contrastare il nostro operato, ah che brutta cosa l’invidia, noi lavoravamo per garantire un prodotto di qualità.
La sfida è stata accettata e le nostre armi per controbattere sono stati i valori messi in campo fino ad oggi, sapendo che non si può né eludere un movimento che non solo contribuisce allo sviluppo della disciplina ma garantisce un sostentamento finanziario a tutto ciò che vi gravita (giornali e media, aziende e Federazione), ma soprattutto non si può illudere un movimento, con epiteti di magnificenza o fantomatiche discese in campo.

… e la verità verrà accettata come ovvia !!!

www.coppavenetozerowind.it