Le strade che sanguinano

44

Conoscete sicuramente Giovanni Storti del trio Aldo Giovanni e Giacomo. Oltre ad essere un attore ed un comico, Giovanni è anche un ciclista e come tale non può non fare caso alle voragini che si trovano sulle strade. In questo caso si tratta di via Bramante nella sua Milano, ma gli esempi si sprecano in tutto lo stivale. Delle vere e proprie trappole per chi va in bici, dal professionista alla signora che va a fare al spesa al mercato.



.

Postate qua nei commenti le foto delle strade disastrate della zona in cui vivete, con il nome della via. Magari qualche amministrazione si sveglia.

Commenti

  1. lorenzom89:

    purtroppo i soldi sono sempre meno.. ma la cosa più assurda è come vengono gestiti..

    nella mia zona ci sono stradine sperdute di svariati km dove trovi 1 casa o 2 al massimo che negli ultimi anni sono state asfaltate di nuovo, lisce come un tavolo da biliardo stile autodromo.. e che non ne avevano assolutamente bisogno.. poi trovi strade ad alto scorrimento dove transitano tantissimi veicoli.. completamente devastate da anni e anni.. anche a senso unico alternato.. e che non vengono assolutamente toccate.. mah
    Fare manutenzione come si deve su un manto stradale costa...e costa tantissimo...ricoprire di bitume le strade precedentemente scartavetrate a 4-5cm è una risposta per la promessa dei voti alle elezioni comunali/provinciali, che costa relativamente poco ma sai che felicità per chi abita in quella zona (e il sindaco uscente riprenderà il voto)
  2. FOF:

    È tutta una questione di aspettative… quando vai in Finlandia ti aspetti di mangiare una buona pizza? No… quando pedali in Italia puoi aspettarti strade in buono stato? No… indi: chi vuole pedalare deve espatriare, chi vuole la pizza è nel posto giusto. Bisogna adattarsi all’ambiente per sopravvivere. Evviva la pizza!!!
    chi vuole pedalare deve fare mtb/gravel o al limite rulli.. fare bdc al giorno d'oggi in italia è veramente un impresa..
    View attachment
Storia precedente

Questo non è un sentiero, è una frana!

Storia successiva

6 bodybuilder contro 1 pistard

Gli ultimi articoli in Report e interviste