[Test] Occhiali Shimano S71X-PH

[Test] Occhiali Shimano S71X-PH

26/11/2013
Whatsapp
26/11/2013

Abbiamo avuto il piacere di testare gli S71X-PH, nuovo modello di occhiali proposto da Shimano, nella versione con lenti fotocromatiche.

Il prodotto era già stato presentato in questo articolo e ora andremo ad approfondirne la conoscenza grazie alla prova sul campo.

Estetica

Gli Shimano S71X-PH colpiscono subito per l’estetica inusuale e le linee particolari, che obiettivamente non sono il loro punto di forza, ma nascondono grandi doti tecnologiche in un peso molto contenuto.

La plastica della montatura ha un aspetto piuttosto “cheap” e soffre di qualche scricchiolio di troppo, ma in realtà si tratta di un materiale particolarmente leggero e resistente, il Grillamid TR90, che viene utilizzato nella produzione di molti occhiali sportivi di alta gamma proprio per le sue doti di resistenza dinamica e flessibilità, unite al peso specifico decisamente basso. Una volta stampato, il telaio in Grillamid TR90 viene rifinito a CNC per una maggiore precisione. L’occhiale completo ha un peso verificato di soli 33 grammi, in linea con i 34 grammi dichiarati dalla casa produttrice.

7S9C1581

Ergonomia

L’ergonomia è buona, grazie alle molteplici regolazioni celate nella montatura. La più particolare è la regolazione dell’angolo delle lenti, che offre un range di ben 16° di inclinazione. Si tratta di un piccolo snodo inserito sulle stanghette in prossimità della cerniera, provvisto di 5 posizioni ben determinate da altrettanti “click”. La posizione a 0° è segnalata da una piccola freccetta da far collimare con una tacca di riferimento. Ogni click corrisponde a 4° di inclinazione, per cui si possono impostare a 4°, 8°, -4° e -8°. Questa regolazione permette di adeguare l’inclinazione dell’occhiale alla forma del viso, consentendo di proteggere al meglio gli occhi da aria, fango o polvere.

7S9C1580

Molto comodo il nasello, provvisto di un’anima in materiale duttile che permette di modellarlo al meglio alla forma del naso e rivestito in gomma morbida e confortevole.
Lo stesso abbinamento di materiali del nasello è stato adottato per le parti terminali delle stanghette, tuttavia in questo caso la regolazione è meno intuitiva e occorre lavorarci parecchio, dato che l’anima è significativamente più dura da modellare, forse per evitare eccessive deformazioni che potrebbero compromettere la simmetria e l’efficienza stessa dell’occhiale.

7S9C1583

Anche il campo visivo è molto buono, grazie alla superficie decisamente ampia delle lenti.

In definitiva, se prima di utilizzare questi occhiali si dedica qualche minuto a regolare la montatura per adattarla al meglio al proprio viso, una volta saliti in sella ci si dimenticherà di averli indosso, grazie all’ergonomia e alla leggerezza. Sono molto stabili, non si spostano, non tendono a scivolare in avanti o a sobbalzare sul naso nemmeno percorrendo ad alta velocità le antiche e sconnesse mulattiere alpine.

Lenti

La confezione degli Shimano S71X-PH prevede, oltre ovviamente alla montatura, un kit di lenti fotocromatiche e un kit di lenti trasparenti di ricambio, un astuccio semirigido con all’interno un sottile astuccio amovibile per le lenti di ricambio e la classica bustina porta occhiali morbida, che funge anche da panno per pulire le lenti. Entrambi i kit di lenti sono provvisti di trattamento antigraffio e antiappannamento. Sinceramente non abbiamo avuto modo di verificare in modo drastico il livello di resistenza ai graffi,  ma possiamo confermare che hanno resistito senza alcun segno ai rischi di danneggiamenti più comuni, come gli impatti contro ramoscelli ad altezza viso e la pulizia degli schizzi di fango eseguita con i guanti. Le lenti di questi occhiali non si sono assolutamente mai appannate, nemmeno con l’umidità intensa di questi ultimi giorni.

7S9C1585

Il trattamento fotocromatico risponde in modo fluido e progressivo alla quantità di luce che le colpisce, anche se i tempi medi rilevati sono parecchio superiori agli 8 secondi dichiarati, che presumibilmente sono stati calcolati durante la stagione estiva, dove l’irradiazione di luce solare è nettamente maggiore. Le lenti offrono una valida protezione dai raggi UV e risultano sempre luminose e prive di riflessi anche in condizioni estreme di ombra o di luce diretta, assicurando eccellente visibilità in ogni situazione di riding. Anche al massimo della reazione fotocromatica non diventano eccessivamente scure, quindi a fronte di una protezione adeguata dal sole, non infastidiscono in quei frangenti in cui il passaggio improvviso da luce a ombra spesso crea problemi con l’utilizzo di normali lenti scure. Occorre infatti considerare che il passaggio fotocromatico inverso, ossia da scuro a chiaro, non è immediato ma graduale, arrivando a impiegare diverse decine di secondi.


7S9C1584


Conclusioni

Si tratta di occhiali molto validi con delle lenti davvero eccellenti, che purtroppo vengono penalizzati dall’estetica decisamente migliorabile, aspetto non secondario dovendoli indossare sul viso.

Prezzo

Gli Shimano S71X-PH verranno commercializzati al prezzo di listino di € 149,95

www.shimano-lifestylegear.com

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
J
Jolla870

funzioneranno anche bene e saranno pure tecnologicamente avanzati, ma non si possono guardare!!!

A
Andre27

Sembrano molto validi, bel test!
Inizialmente ho pensato “che brutti!” ma poi tutto sommato imho non sono così male. Comunque mi viene da pensare che Shimano ultimamente sappia sfornare solo prodotti azzurri: questi occhiali, le scarpe da poco testate…

M
Mauro-House

però una foto indossati prima di dare un giudizio estetico potevate metterla. Non mi sembra una forma molto diversa dai Briko anni 80/90.

K
katoz1

Integrare con foto indossati….

federicodi
federicodi

cercando Shimano S71X-PH su google immagini ho trovato due foto indossati, di colore nero, immagine però deformata dal grandangolo.

L
LucaMazzarol

Sinceramente a mè non sembrano poi così male, e pare che funzionino bene, certo il prezzo non passa inosservato, anche più degli stessi ochhiali!

F
fra78s

Ma sinceramente non mi sembra che esteticamente siano tanto diversi da oakley o similari!

A
Ale17988

A me piacciono non costano poco, ma sempre meno dei blasonati Oakley e tecnologicamente mi sembrano più avanzati!

X
xzy

Non diciamo eresie, Oakley è Arte pura

ozzap73
ozzap73

Non sono malaccio anche la regolazione dell’inclinatura di 16°

P
Pippo Biker

Niente male, abbastanza gradevoli alla vista protettivi e regolabili. Certo il prezzo è alto (anche se giustificato), io i miei li ho pagati 20 euro.

S
sunrider88

Una domanda.quanto diventano scuri arrivano a grado 4?

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Le lenti sono UV400 e Shimano dichiara un passaggio di luce dal 17% al 85%, quindi al massimo della capacità di schermo rientra per un pelo nel grado 3.

Tutte le specifiche e i dati tecnici li potete verificare visitando il link in calce all’articolo.

I
iron40

http://fthumb1.mtb-news.de/cache/670/auto/1/1/fstatic0.mtb-news.de/f/wj/w9/wjw99002ddid/large_CM0A3667.jpg
ho capito la politica di shimano.
Modello raccapricciante così da far sembrare gli occhiali decenti!

M
Marco Toniolo

È un redattore di MTB-news quello

S
stons65

Oltre l’estetica diciamo che anche il prezzo fa la sua parte…

B
biker disperato

Sinceramente belli o brutti che siano, mi interessano la qualità delle lenti (fondamentale) che si appannino il meno possibile, magari anche niente, l’ergonomia e non ultimo la qualità dei materiali. Se poi devo andare al bar a farmi un aperitivo, magari posso utilizzarne degli altri.

K
kirk76

A me non dispiacciono esteticamente, colore a parete, ma mi sono sempre chiesto del l’utilità di lenti foto cromatiche in MTB, 8 secondi e più sono un eternità per i veloci cambi di luce che ci sono nel sottobosco…

monorotula
monorotula

Non capisco i giudizi negativi sull’estetica dell’occhiale, che è evidentemente soggettiva.
Sono contrario alle montature ultralight in Grilamid, che oltre all’aspetto gracile ed economico hanno qualche difficoltà a stare al loro posto senza risultare leggermente storte. Secondo me l’occhiale, a costo di pesare qualche grammo in più, deve avere una sua struttura semi rigida, che per dire, infilato con una mano, si posizioni correttamente sul volto.
Le lenti fotocromatiche da quale categoria partono?

K
kabal

Certo, l’estetica non è da urlo, ma se il resto è ok chi se ne frega.
Piuttosto, sarebbe bello se ci fosse una versione più economica, magari senza lenti fotocromatiche.
150 euro sono tanti, se penso che per un motivo o per l’altro perdo/rompo un paio dì occhiali all’anno.
Comunque il voto 3 mi pare basso, troppo condizionato dall’estetica.

S
Sfaticato

Ma come potete dare un giudizio basso, perchè 3 è basso, per una questione estetica???
Che poi non sono tanto diversi dalla granparte degli occhiali tecnici.

Con la mtb ci andate in bosco o al bar?
Aggiungo per chi diceva che non hanno senso fotocromatici per via degli 8 secondi: di solito non è che entri ed esci dal bosco 50 volte in 100 metri, e cmq si hanno meno disagi che con un occhiale da sole normale.

Secondo me non sono niente male, solo il colore mi lascia perplesso.

Ciao

B
Bizio Cube

De gustibus non est disputandum. A me piacciono!! 🙂

D
David Roilo

Anche a me non sembrano male eseticamente, anzi è molto bello che la regolazione dell’inclinazione delle asticelle sia così ben nascosta.

E
ErnestoBaruzzi

Ho risolto il “problema” con un paio di oakley jawbone con lenti fotocromatiche acquistati con il 70% di sconto!

P
pergio50

ricordano molto i bellissimi specialized di una volta (che non capisco perchè non facciano più!)

K
Kakkola

a me piacciono un casino, SOPRATTUTTO il colore 😀 e cmq i miei Uvex (non fotocromatici, ma con set di lenti intercambiabili di diversi colori e gradazioni) li ho pagati di più… 3 anni fa, quindi non mi pare nemmeno un prezzo esagerato, considerando la qualità dell’articolo.