[Test] Park Tool: chiave e pinza per cassette

[Test] Park Tool: chiave e pinza per cassette


Park Tool è da decenni sinonimo di attrezzi di qualità dedicati al mondo della bicicletta. I prodotti Park Tool si rivolgono al mondo dei meccanici professionisti ma allo stesso tempo rappresentano la scelta per antonomasia di coloro che vogliono allestirsi una piccola officina personale con attrezzi precisi, funzionali e durevoli per essere autosufficienti nell’effettuare la manutenzione alla propria bici. L’azienda del Minnesota, nel corso della sua storia nata nel lontano 1963, ha spesso innovato la tradizionale attrezzatura con soluzioni semplici e pratiche che ne hanno reso più efficace e intuitivo l’utilizzo. Ne sono un esempio i due attrezzi oggetto di questo test dedicati al pacco pignoni, la chiave FR-5.2H e la pinza CP-1, novità della gamma Park Tool.

La chiave FR-5.2H è formata da una inserto a 12 tacche dedicato alla ghiera dei pacchi pignone, al quale è connessa una robusta leva in acciaio al cromo della lunghezza di 215mm, per un totale di 235mm di leva effettiva misurata dal centro della chiave. La leva è saldamente inserita nella chiave tramite filetto quindi l’inserto è facilmente sostituibile nel caso in cui, nel corso del tempo, iniziasse a usurarsi. L’inserto a 12 tacche è indicato per cassette Shimano, SRAM, Suntour, Sunrace e Chris King, nonché per altri utilizzi come per esempio la ghiera dei dischi Shimano CenterLock oppure le cartucce dell’aria di alcune forcelle RockShox. Ci sono anche costruttori di telai che utilizzano ghiere a 12 tacche in lega di alluminio per serrare i perni oversize del carro, come per esempio Canyon sulla Sender. In molti di questi casi, ancora più che per le cassette, è raccomandabile utilizzare una chiave di qualità con un’innesto preciso che salvaguardi i componenti.

Con i suoi 431 grammi la chiave FR-5.2H è decisamente robusta e massiccia. La lunghezza della leva è perfetta per imprimere la giusta forza sia quando si stringe la ghiera che quando la si deve allentare, rendendo entrambe le operazioni semplici e immediate. La praticità stessa della leva fissata all’inserto permette di lavorare con maggiore precisione rispetto alla chiave inglese o a quella a bussola che normalmente occorre utilizzare in abbinamento ai tradizionali inserti a 12 tacche con testa esagonale. Il profilo tondo della leva inoltre è particolarmente comodo da impugnare. L’inserto è realizzato con precisione e si interfaccia perfettamente con la ghiera delle cassette sulle quali l’ho utilizzata in questo periodo di test, con la minima tolleranza che consente di inserirla facilmente in sede senza avere tuttavia eccessivo gioco. Le tacche dell’inserto infatti non sono minimamente scalfite dopo questi primi mesi di utilizzo.

Tanto semplice quanto geniale, la pinza CP-1 sostituisce la tradizionale chiave a frusta che serve a tenere ferma la cassetta per svitare la ghiera quando la si deve smontare. Grazie al funzionamento a pinza la CP-1 si rivela estremamente semplice e intuitiva da usare, a differenza della chiave a frusta che risulta nettamente più macchinosa. La pinza è realizzata in robusto acciaio forgiato per un peso complessivo di 618 grammi. Un peso significativo ma la pinza è tutto sommato leggera in relazione ai materiali impiegati e alle notevoli dimensioni, con una lunghezza totale di 354mm. L’impugnatura, comoda e durevole, è realizzata in robusta gomma a doppia densità, più rigida la parte blu e più morbida e antiscivolo la parte nera, per offrire il giusto grip. Il fulcro è dotato di una molla di estensione che facilita l’utilizzo della pinza, permettendole di aprirsi quando non si fa presa sull’impugnatura. Per tenere chiusa la pinza quando la si vuole riporre è presente un gancio in metallo nella parte terminale dell’impugnatura.

La pinza CP-1 è compatibile con cassette da 5 a 12 velocità. Il becco della pinza, dal fulcro al centro dei segmenti di catena, ossia il punto dove esercita maggiore presa sulla cassetta, misura 118mm di lunghezza, quindi offre un’apertura massima piuttosto ampia, tanto da poter utilizzare agevolmente la pinza sui pignoni che vanno da 9 fino a 24 denti. Meglio comunque posizionare la pinza su un pignone a metà del range consigliato, per esempio quello da 16 o da 18 denti, abbastanza grande da offrire adeguata leva ma non così grande da dover allargare significativamente la pinza, dato che le due impugnature si allontanerebbero notevolmente, rendendo difficoltosa una salda presa. I bracci sono comunque lunghi ben 207mm dal fulcro quindi riescono a esercitare una leva molto favorevole anche senza necessità di pinzare un pignone particolarmente grande.

I due segmenti di catena agganciano facilmente i denti del pignone, basta avere cura di posizionarli ai due lati del medesimo pignone. La pinza non blocca il pignone per compressione ma grazie alla trazione che questi esercita sui segmenti di catena, quindi non occorre imprimere molta forza per ottenere una presa efficace, basta semplicemente tenere salda la pinza in posizione. In questo modo, facendo leva con la chiave, la cassetta si apre facilmente senza che la pinza si sposti o perda la presa sul pignone. La lunghezza dei bracci della pinza permette di ruotare la chiave senza interferenze tra i due attrezzi o tra le mani che li impugnano.

Prezzi

Chiave per cassette FR-5.2H40,29€
Pinza per cassette CP-166,50€

Park Tool è distribuita in Italia da RaceWare

  1. come chiave per cassette uso la chiave con la catena per svitare i filtri dell’olio della macchina , comprata dai cinesi a 3, 5 euro , per la ghiera del pacco pignoni ho comprato una chiave a bussola shimano con le scanalure sul lato interno ed un esagono da 24 mm per la presa di chiave , pagata 12,5 euro .
    fanno la stessa funzione , anche se meno eleganti

    0
  2. marcus69

    La roba buona costa…. La chiave a catena non la uso da tempo . Preferisco quella senza, presa al deca (nn per pacco xx1 se non previa modifica)

    Ottimo attrezzo, che ho cobsigliato più volte.
    Ma non adatto a cassette XD.
    Quello di cui ho scritto nel mio precedente intervento e invece ottimo anche per cassette XD.
    Prodotto da X-Tools e venduto scontato da CRC.
    Non sempre a risparmiare si compra male.
    Soprattutto quando si paga il marchio oltre alla sostanza.

    0
  3. Compro sempre attrezzi buoni perché i danni che puoi fare con degli attrezzi scadenti possono essere molto costosi…però cavolo 66 euro per una pinza è veramente un esagerazione, la classica chiave a frusta da 15 euro fa lo stesso lavoro e non mi pare sia più scomoda, basta poszionarla e posizionarsi bene…per me attrezzo inutile…

    0
  4. numerotre

    Compro sempre attrezzi buoni perché i danni che puoi fare con degli attrezzi scadenti possono essere molto costosi…però cavolo 66 euro per una pinza è veramente un esagerazione, la classica chiave a frusta da 15 euro fa lo stesso lavoro e non mi pare sia più scomoda, basta poszionarla e posizionarsi bene…per me attrezzo inutile…

    Non è inutile, è invece praticissima.
    Con 15 euro piuttosto di prendere quella arcaica a frusta però si può prendere questa: https://www.chainreactioncycles.com/it/it/pinze-per-frusta-da-catena-x-tools/rp-prod155420
    che fa lo stesso lavoro della Park Tool e costa un quarto

    0
  5. La chiave la trovo abbastanza cara ma sembra di ottima fattura,la pinza al contrariomi sembra mal progettata.Nella foto in cui viene impugnata i manici rimangono troppo larghi per un impiego eregonomicamente ottimale .

    0
  6. gancio

    La chiave la trovo abbastanza cara ma sembra di ottima fattura,la pinza al contrariomi sembra mal progettata.Nella foto in cui viene impugnata i manici rimangono troppo larghi per un impiego eregonomicamente ottimale .

    Concordo, ne ho parlato nel quinto paragrafo dell'articolo. Ho anche scritto che per un utilizzo ottimale andrebbe utilizzata su un pignone più piccolo rispetto a come ho illustrato nella foto, ma è anche vero che viene piuttosto spontaneo piazzarla circa a metà cassetta. Comunque confermo che ci vuole pochissima forza per permettere di bloccare la cassetta e in questo, insieme alla praticità della funzione a pinza, è a mio avviso parecchio più pratica della normale chiave a frusta.

    Poi, concordo che uno con poco lavoro, un pezzo di ferro e una vecchia catena possa farsi una frusta homemade praticamente gratis… personalmente sono andato avanti 15 anni con una chiave a frusta che mi sono costruito da me, però va considerato che questi attrezzi si rivolgono principalmente a professionisti o a quegli amatori che in officina ci stanno veramente spesso e in generale, ma questi due attrezzi in particolare, offrono la possibilità di lavorare in modo più preciso e nel minor tempo. Sono dettagli che sicuramente interessano poco a chi la cassetta la smonta una o due volte all'anno e che quindi non ha alcun interesse ad affrontare una spesa significativa per degli attrezzi professionali e gli basta una frusta home-made, ma sono invece caratteristiche parecchio importanti per chi in officina ci passa parecchie ore al giorno.

    4+