MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Test] Tappeto protettivo Bikesaver e Feetsaver

[Test] Tappeto protettivo Bikesaver e Feetsaver

[Test] Tappeto protettivo Bikesaver e Feetsaver

03/11/2015
Whatsapp
03/11/2015

Autore: Francesco Mazza

Molti rider, forse la maggior parte, sono soliti caricare la propria bici all’interno dell’auto per affrontare viaggi o in alcuni casi per le risalite meccanizzate. Per una serie di fattori non a tutti piace adottare un portabici esterno. Uno dei motivi principali è che le bici all’interno dell’auto sono più sicure anche durante eventuali soste, durante le quali ci si allontana dall’auto. Ma anche caricare la bici nel bagagliaio della macchina ha degli svantaggi. Il primo indubbiamente è il rischio di danneggiare gli interni dell’auto o la bici stessa. Per proteggere le parti più delicate normalmente ci si attrezza interponendo cartoni, coperte oppure zaini, ginocchiere e guanti, nella speranza che alla prima curva o buca non si sposti tutto.

I ragazzi di Rider at Work hanno pensato a una soluzione più pratica a questo problema: il tappeto protettivo Bikesaver che, come dice il nome, salva la bici dai danni dovuti al trasporto in auto. Ideato e prodotto nella provincia di Padova da rider per rider, quindi con la piena consapevolezza di ciò che serve in tali situazioni.

IMG_0911

Il Bikesaver di Rider at Work è realizzato in PVC schiumato Memory, sagomato in una particolare forma che ricalca il logo del brand padovano e che ben si adatta alla sua destinazione d’uso. Lo spessore è di 4,5mm e misura 1.570mm in lunghezza e 1.320mm in larghezza. É disponibile in versione standard oppure lo si può ordinare con grafiche personalizzate, come per esempio questa che ci è stata fornita per il test, con il logo di MTB-MAG.

IMG_0909

La parte superiore del Bikesaver è rivestita in PVC con una texture antisdrucciolo, quindi ideale per mantenere in posizione la bici e le varie parti smontate lì dove le si ripone nel bagagliaio, senza che si muovano durante la guida. Questo rivestimento inoltre è molto robusto e resistente ed evita che si possa forare con le parti più appuntite o taglienti delle nostre bici, come i pin dei pedali oppure i dischi o qualsiasi altra sporgenza. La parte in schiuma Memory invece crea un isolamento morbido che assorbe le vibrazioni e i contraccolpi dovuti alle buche e agli scossoni durante la guida su strade con fondo irregolare.

IMG_0908

Si può disporre il Bikesaver direttamente sopra il fondo del bagagliaio o sopra i sedili ripiegati, come nella foto seguente, per proteggere gli interni dell’auto quando si trasporta una sola bici, oppure lo si può interporre tra una bici e l’altra qualora si trasportino due o più bici. Lo spessore, la robustezza e la morbidezza del materiale permettono di viaggiare in tutta sicurezza scongiurando efficacemente ogni possibile danno dovuto a sfregamenti in seguito a spostamenti o sobbalzi durante la guida. Questo senza che nemmeno si debba prestare attenzione maniacale nel collocare le parti delicate distanti dalle parti pericolose come i pin dei pedali, la corona oppure i dischi o il pacco pignoni.

La forma del Bikesaver permette di disporlo piuttosto comodamente all’interno del bagagliaio, sfruttando la sagoma per farlo combaciare con lo spazio nel vano della vettura, che spesso non è perfettamente lineare ma è interrotto dai passaruota o dalla struttura della ribalta dei sedili. Secondo le raccomandazioni dei produttori è sconsigliabile piegarlo per non rovinarne le caratteristiche, per cui è preferibile arrotolarlo per riporlo quando non lo si utilizza, cosa che purtroppo lo rende significativamente ingombrante. Altra raccomandazione dei produttori è quella di lasciare all’aria aperta il Bikesaver per 12 ore prima del primo utilizzo, per eliminare l’odore di PVC che altrimenti ristagnerebbe in auto. Il consiglio ha funzionato.

IMG_0903

Il Bikesaver offre protezione alla bici anche al di fuori del bagagliaio della vettura. Adagiandolo a terra lo si può utilizzare come superficie di appoggio per rimontare la bici o per effettuare diversi lavori di manutenzione con la bici a terra, senza rischiare di danneggiarla o anche solo di sporcarla. Sella, lock-on delle manopole, collarini dei freni o comando remoto del reggisella telescopico normalmente sono i primi a fare le spese quando si lavora sulla bici rovesciata a terra, ma grazie al Bikesaver si può scongiurare questo rischio. Inoltre la superficie è impermeabile e quindi risulta estremamente semplice pulirla da eventuali macchie di grasso, olio o lattice, così come da fango o polvere. Una passata di straccio o di carta assorbente in genere è sufficiente.

IMG_0913

Con le stesse caratteristiche del Bikesaver, stesso materiale, medesimo spessore ma, ovviamente, dimensioni differenti (600x400mm), Rider at Work offre il Feetsaver, un’idea simpatica e molto pratica, che chi è abituato a cambiarsi all’esterno dell’auto apprezzerà sicuramente.

IMG_0919

Si tratta di un semplice tappetino da posizionare a terra per potersi cambiare tranquillamente gli indumenti stando scalzi per tutto il tempo necessario, appoggiando i piedi su una superficie pulita e asciutta. Infatti le caratteristiche del materiale che compone il Feetsaver permettono di isolarsi ottimamente dal terreno a livello di temperatura e umidità, oltre a offrire un contatto morbido e piacevole al tatto. In quest’ultimo periodo lo abbiamo apprezzato particolarmente dato che il suolo, prato o asfalto che sia, è spesso bagnato anche nelle giornate soleggiate, a causa dell’umidità autunnale. Sicuramente continueremo a utilizzarlo questo inverno, non solo per la bici ma anche sulla neve, per cambiarci gli scarponi da snowboard. Tra l’altro lo si può sfruttare anche per coadiuvare il Bikesaver durante il trasporto in auto della bici.

IMG_0918

Prezzi

Bikesaver standard: €59,00
Bikesaver personalizzato: da €59,00 a €97,00 in base alle dimensioni della grafica
Feetsaver: €11,57

Rider at Work

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Heis
Heis

senza avere la pretesa di “smontare ” l’oggetto dell’articolo, io da sempre uso i materassini/pedana tipo da palestra/campeggio che risultano validi ed economicissimi.
non saranno belli ed ergonomici come quanto quelli proposti ma sono sicuramente altrettanto efficaci.

teoDH

Beh, oddio, io con mano l’ho toccato il bikesaver, costasse 15/20 euro, avrebbe un prezzo onesto, a 60 è un pelo esagerato, considerato che all’ingrosso un foglio di quello stesso materiale da 1mq non lo paghi più di 5 euro.
Oltretutto, anche la forma è tutt’altro che ben studiata, in quanto spesso (vedi bici da DH) non fornisce la necessaria protezione a steli o trasmissione, andrebbe sagomato bici per bici.
Ora, capisco l’idea e la buona volontà dei creatori, ma è un prodotto talmente replicabile (a mio parere la soluzione migliore è il tappeto di erba sintetica disponibile in qualsiasi brico a 5€ mq, in quanto fa anche da zerbino e raccogli polvere/fango, poi una volta arrivati a casa lo si sciacqua e torna come nuovo) che mi diventa davvero difficile pensare di comprarlo, vista anche la sua futilità.
Non me ne voglia chi lo testa o chi lo produce, è sicuramente un prodotto che, a parte qualche limite, fa il suo dovere, ma imho è troppo caro.

Ganfo
Ganfo

Sicuramente più valido delle varie soluzioni casalinghe, altrettanto sicuramente questo “quid pluris” non ne giustifica il prezzo. Almeno questa è l’idea che mi sono fatto leggendo l’articolo.

funsmart
funsmart

Grazie per l’idea del tappeto di erba sintetica!

gioskunk
gioskunk

È incredibile come basti cambiare il nome ad un oggetto “comune” e subito diventa o dovrebbe diventare un must irrinunciabile.. e il prezzo lievita…
Aspetta aspetta come si chiama quella roba lì!? Ah già marketing!
Lungi da me riproporre il solito è noioso discorso… ma a me (per 60€) me pare p’na str***ata!
E non mi venite a parlare degli studi che ci sono dietro…… c’è l’idea! Vero ma io non la pago 60€

gioskunk
gioskunk

Considerato anche il periodo storico mi sembra DOVEROSO elencare la “solita lista dei prodotti alternativi efficacissimi ed economicissimi” che magari abbiamo già in casa ed assolvono pienamente alla funzione… chissa che magari qualcuno eviti di buttare teli, coperte, imballi vari… e anche 60€….. anacronistico

yzani
yzani

Ho usato i materassini da campeggio………..si sono rotti dopo pochi usi

Ho usato vecchie coperte………….quando le sporchi è finita

ho usato vecchi copertoni…………..e le bici si sono graffiate

Infine ho acquistato il BIKESAVER , ho speso 59€ e da un anno ho finito lo sbattimento,
non si è obbligati alla personalizzazione, e ad oggi è ancora perfetto.

la forma smussata non si adatta a nessuna auto ma al contempo si presta ad essere adattato a tutti i bauli.

se dovessi dare un voto sarebbe sicuramente positivo, 59 € per un oggetto che rende un servizio ottimo che acquisti una sola volta…………………

Bravi

giamay
giamay

oddio….. come farne a meno?????!!!!!!!

Pietro.68
Pietro.68

Bella idea.
Ma perchè non farlo veramente con una forma che si adatti all’interno dell’auto? Tipo un rettangolo con magari la possibilità di sollevare i bordi per proteggere i fianchi dell’auto?
Stesso discorso per quello per i piedi visto che poi bisogna riporli arrotolati.

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

forse (Pietro.68) perchè ogni auto è diversa.
questa forma irregolare mi sembra una buona soluzione.

Andre02
Andre02

Pietro, lo fanno sagomato come vuoi tè, quello è lo standard, a me l’hanno fatto su misura !
e ne sono pienamente soddisfatto .

Tupi 60
Tupi 60

… peccato pero’ che spesso le ruote vanno ad impattare contro le portiere o lo schienale dei sedili…
quindi imho sul progetto se abbondavano invece di deficere forse era meglio.
come dicevano i Latini… ” Melius abundare quam deficere “

Nailos64
Nailos64

Ne compri due e sei a posto 🙂

Tornio80
Tornio80

il bagagliaio di una macchina presenta almeno 3 lati ortogonali dati dall’interno dei passaruota e dal retro del divano posteriore, andando così a formare un classico rettangolo se non addirittura un quadrato (caso raro tipo il mio -> opel astra sport tourer) il discorso cambia una volta che gli schienali vengono abbattuti… rimane cmq il fatto che la forma non è funzionale… è un mio giudizio per carità, ma avvalorato da una materia chiamata “geometria”

mixmaxmaxxx
mixmaxmaxxx

PVC di 4mm di spessore sta a 8euro al mq non all’ingrosso.
A parte le grafiche, che vi verranno a costare 4 euro il pezzo, il resto è solo lavoro di taglio.
Quindi con 20 euro me lo produco da solo, e personalizzato.
59 euro ingiustificati.
Aggiungici la spedizione e siamo a 69 euro.
E’ una critica costruttiva la mia.

Marco Toniolo

bravissimo! Perchè non apri un’azienda e lo vendi a metà del prezzo della concorrenza? Potresti diventare milionario.

emml
emml

Diritto di espressione e di critica dove sono finiti?

Un po deluso

texxio
texxio

Ma non puoi nemmero prentendere di non ricevere commenti del genere quando proponi un determinato articolo a cifre astronomiche.

Marco Toniolo

Dovrebbero chiudere ogni azienda che riguarda il ciclismo se si desse retta ai commenti. Poi, però, si scopre che di gente che compra quello che alcuni reputano “a cifre astronomiche” ce n’è a iosa, molta di più dei frignoni del prezzo.

emml
emml

Si vede che qualcuno caro direttore…non ha le tue capacità economiche!!!

Cmq, seppur genovese, la mia risposta era tutta l’altro che economica 😉

funsmart
funsmart

Anche i Marsh Guard possono essere auto prodotti con poca spesa (e qualcuno lo fa) ma sono una buona idea, abbelliscono la bici e sono proposti ad un prezzo accettabile, ergo li si compra volentieri.
Questo nuovo articolo sembra facilmente rimpiazzabile con una vecchia coperta, non granché figo da poter mostrare (chi se lo caga in fondo il bagagliaio?) né viene proposto ad un prezzo che a me sembri ragionevole.
Insomma, non sembra irrinunciabile ma in bocca al lupo, magari lo diverrà.

mixmaxmaxxx
mixmaxmaxxx

ailo! grandissimo!
relax…non credo che nemmeno te diventerai milionario con un pezzo di pvc di 1,5mq venduto a 69 euro credo ahahahah! La mia era una critica abbastanza condivisibile in ragione del prezzo di vendita. Io non conosco nessuno che spenderebbe quei soldi per quel prodotto, poi vedi te.
Non prendertela sul personale direttore, era una critica, mica un offesa.

scinto59

con personalizzazione mtb-mag e’ un oggetto cult…da comprarne a pacchi e rivenderli tra qualche anno al doppio…li voglio numerati e firmati…alto che cari !! 😉

Nailos64
Nailos64

Lo proporrei come gadget per un concorso 🙂

scinto59

ora si spiega perche’ il marrone non e’ più il colore dominante sul forum….altrimenti il tappetino sembrerebbe un merda di vacca !!! 🙂

FOF
FOF

Io lo uso con soddisfazione anche per non graffiare il secchiaio quando lavo i piatti o come scendi letto, inoltre si lava in un attimo con lo chanteclair.

arcieridelmago@email.it

Ammazza che pensata… Ci vorrebbe Galeazzi…

Romantof
Romantof

ragazzi, battute commenti e soluzioni home-made a parte, è una bella idea secondo me, nata a quanto scritto da rider come noi che si sono impegnati e speso tempo ed energie per realizzare qualcosa di concreto, costa troppo?? io lo faccio per meno e più bello ???….. io mi sento di fare i complimenti ai ragazzi “Rider at work” per l’impegno (e anche un brai tosi da Padovano !!! )

mixmaxmaxxx
mixmaxmaxxx

in presenza di un oggetto avente pari caratteristiche di quelli proposti dalla concorrenza ma il cui costo è del 200% in più, assumere un atteggiamento di apprezzamento e favore spinto dall’empatia nei confronti del produttore è quanto di più deleterio possibile.

Fabio Bozzo

più che altro secondo me è una buona idea rivolta ai marchi che vogliono vendere/regalare/pubblicizzare verso terzi… mi spiego:
più che un privata che se ne compra un pezzo
è rivolto a marchi di bici o rivenditori che lo personalizzano con il proprio marchio e lo regalano ai migliori clienti come pubblicità
o durante manifestazioni sempre a scopo pubblicitario
infatti io penso che non lo comprerei mai e farei con il tappettino per palestra
ma se me lo regalassero (il mio sivende piuttosto che la marca di bicicletta o perchè no come premio di una gara) lo accetterei volentieri e lo userei sicuramente
😉

gasate
gasate

L idea è buona e il materassino da palestra non è sicuramente make ma sono i materiali che fanno la differenza e anche il taglio. Con i materassini non lo fai e li pieghi molto male. Poi le soluzioni artigianali si trovano qui si parla di un altro livello.

Devastazione
Devastazione

Più che bike saver bisognerebbe chiamarlo ” car upolstery saver” visto che in 6 anni mi sono distrutto gli interni della macchina a caricare / scaricare la bici.

Ps : non me ne frega un caxxo,è solo una macchina

dunin
dunin

che dire…io ne ho due,e adesso finalmente viaggi e meccanizzate senza la minima preoccupazione di ciò che succede nel bagagliaio alle “nostre bambine”!!!Prima,”occhio a dove metti il pedale,occhio alla forka,attento qua attento la’”……
Uno l’ho fatto personalizzare con una foto in action in alta definizione,ed oltre ad essemi utile,è uno spettacolo!!
Bell’idea Rider at Work
Stefano da Verona

Gxp
Gxp

Normalmente io carico la bici in auto, ma un mio amico poliziotto mi ha riferito che teoricamente sarei soggetto a multa salata, qualora venissi fermato, perché la normativa di legge vieta il trasporto posteriore di oggetti pesanti e contundenti (bottiglie, damigiane, utensili e bici compresi) in quanto in caso di tamponamento gli stessi potrebbero creare gravi lesioni o morte a conducente e passeggeri. Onestamente ho sempre trascurato questo avviso e chiedo a voi se ne sapete qualcosa in più a riguardo

arcieridelmago@email.it
dott_djalemario
dott_djalemario

“in caso di tamponamento gli stessi potrebbero creare gravi lesioni o morte a conducente e passeggeri”
in caso mi tamponino, e il tamponamento arreca danno alla mia bici, io potrei usare la stessa per creare gravi lesioni o morte al conducente e /o ai passeggeri…!!!

teoDH

Se non è appropriatamente legata o comunque impossibilitata a muoversi, con bagagliaio non separato (ad es da rete metallica) si, sei passibile di multa, ma bastano due corde elastiche…

Haran
Haran

Anch’io mai sentita questa norma. Il 169 e il 164 dicono altro.

fralby
fralby

Bell’idea… mi piace.
Io l’ avrei fatto solo un pelino più grande per poterlo ripiegare e proteggere così anche gli interni della vettura.

1979gabriele1979
1979gabriele1979

Propongo alla redazione una sezione tipo Le Grandi Soluzioni Casalinghe dove raccogliere tutti i commenti e le proposte “alternative” alle industrie…..
Verrebbe fuori un catalogo on line sullo stile de Gli Imperdibili !
🙂

iaio
iaio

Thule per tutta la vita

DoubleT
DoubleT

io ho appena comprato un telo analogo su groupon, 9,90 euri

scylla
scylla

lo stavo per scrivere io….ed è fatto pure molto bene

logio
logio

Più che un bikesaver, lo definirei un killer wallet. 😉

hannibal
hannibal

Felice possessore di uno dei primi esemplari personalizzati con la photo del mio cane. Quando lo stendo nel bagagliaio, in mezzo a due bici, per terra di fianco alla macchina per fare della manutenzione (senza piu’ perdere viti, rondelle, spessori, seeger o piccoli pz.) è inevitabile non notare la photo, sorrido e leggero so cke sto’ andando a Raidare, dimenticando tutti i cazzi di ogni giorno!
il bikeSaver fa bene anche allo spirito!

Roberto ensabella
Roberto ensabella

Siam già al 1° d’aprile??? No perchè sembra…

Nailos64
Nailos64

Chi ce l’ha con foto personalizzate metta una foto!

Saleen95
Saleen95

“…oppure lo si può interporre tra una bici e l’altra qualora si trasportino due o più bici…”

Mia esperienza: i ragazzi che fanno le risalite con cui sono uscito ancora lo usavano sul furgone su cui caricavano le bici, ne avevano 5 o 6.
i bike saver erano però troppo piccoli come dimensioni e forcelle/manubri etc. spesso erano lo stesso a contatto, col risultato che molti si trovavano le bici rovinate. inoltre durante il trasporto si sfilavano verso il basso.
ora utilizzano dei normalissimi cartoni appiattiti e il problema è risolto!

poi sicuramente per altri usi (tappetino da auto/da esterni) sicuramente è comodo… ma non per 60 €!

pollonico
pollonico

ma … non è il 1° Aprile !!

Paolinotrek
Paolinotrek

Il prodotto è di ottima qualità, è molto comodo da usare sopratutto se si mettono, come spesso accade due bici in baule una sopra l’ altra, è ovvio che ha un costo…. ( del tutto accettabile se si vuole preservare sia il baule della vettura che la bici ). La coperta la potete prendere a 5 € ovunque poi quando è piena di fango provate a lavarla….. e comunque sporca in auto. Poi a chi non interessa le condizioni che può ridursi la propia auto può fare a meno anche della coperta. l’ idea è valida ed è personalizzabile ed il costo è decisamente in linea con la qualità fornita, poi se lo si paragona ad una coperta, secondo me, si parla senza mai averlo visto o provato ma semplicemente per il costo.

Tornio80
Tornio80

però “SIGNORI” così non vale… chi cancella i propri messaggi toglie valore e significato alle risposte di coloro che hanno provato ad argomentare… fosse anche attraverso una critica, postata però con spirito costruttivo… o bisogna pensare che è tutta una questione di reputazione e segni “meno” incassati in gran quantità e mal digeriti ???

 

POTRESTI ESSERTI PERSO