Trek Remedy 9.9 29er: prime impressioni di riding

Trek Remedy 9.9 29er: prime impressioni di riding

03/06/2013
Whatsapp
03/06/2013

Continuano a Sedona (AZ) le nostre prove dei nuovi modelli Trek. Oggi é toccato alla novità più attesa, la Remedy 29 con 140mm di escursione. Il telaio é in alluminio, così come le ruote, per un peso totale, senza pedali, di 13.4 kg. Per quanto riguarda le geometrie e la presentazione ufficiale vi rimando a questo articolo.

Il sentiero di oggi é un classico della zona. Si chiama Hiline ed ha una discesa Black Diamond, cioé con tratti tecnici ed esposti. Terreno perfetto per la nuova Remedy, ci ha detto Trek, e così é stato. EDIT: stasera, con un piccolo gruppo di irriducibili, ci siamo fatti un altro trail che entra di prepotenza nella mia top ten personale: Hangover. Un misto fra slickrock e traversi impensabili su cenge dove immaginarsi un sentiero é difficile, con ripidoni che fanno balzare il cuore in gola. Una cosa incredibile, veramente intensa e molto tecnica, sia in salita che nei traversi. In discesa si andava relativamente agili. RIEDIT: il 2 giugno mi sono rifatto Hiline.

Su Hangover. Foto di Sterling Lorence

Ma cominciamo dall’inizio. Il setup é semplice: davanti troviamo una Fox 34 CTD, senza DRCV dato che ora la curva di compressione rispecchia quella che Trek per anni aveva ottenuto grazie al suo sistema a doppia camera, il DRCV appunto. Nell’ammo troviamo ancora il DRCV, su un Fox Float CTD dotato di un blocco competo nella posizione Climb. Non ho mai usato quet’ultimo, perché abbiamo girato sempre offroad su sentieri mai lisci.

Su Hangover. Foto di Sterling Lorence

Ho usato una taglia 17.5”, un po’ più piccola rispetto a quella di ieri (un 18.5”) e mi sono subito trovato a mio agio in sella pedalando in salita. Trattandosi di una 29 pollici, la trazione é davvero speciale, anche su quei gradoni in sequenza che qui abbondano. Prendendoli ad una buona velocità basta proprio andarci addosso perché la Remedy vi si arrampichi su, aiutata dai gommazzi Bontrager da 2.3” e dalle ottimi sospensioni, che ho lasciato in posizioe Trail per tutta la salita e nei saliscendi a fine giro.

L’eccentrico permette di cambiare l’angolo sella da 67° a 66.5°, abbassando il movimento centrale

Se ieri il peso di 12.8 kg della Fuel EX 9.8 mi aveva dato un po’ di fastidio, oggi ero già partito con il presupposto di pedalare una bici più pesante, cosa che però si é fatta sentire poco. 13.4 kg per un modello completamente in alluminio, ruote comprese, é veramente un buon valore che si é fatto notare in salita, dove mi sono semplicemente divertito. La trasmissione é affidata ad un gruppo XT con 24/36 davanti e 11/36 dietro. Anche i freni sono XT, affidabili e potenti come al solito.

Andrew Shandro su Hangover. Foto di Sterling Lorence

 

Arriviamo in cima alla classica montagna di rocce rosse, con il tipico panorama da Far West. Metto le sospensioni nella posizione Descend, e comincia la goduria. Passaggi su rocce che ricordano lo Slickrock Trail, ripidoni con tornantino esposto alla fine, pezzi in contropendenza su delle balconate di roccia. Potrei parlarvi del sentiero e basta, tanto era bello, ma la Remedy é stata anche uno dei motivi per cui questo singletrack mi é piaciuto. Le sospensioni lavorano armoniosamente, ben bilanciate e, di nuovo, i ruotoni fanno la loro parte per evitare che il rider si impunti e che la discesa rimanga bella fluida anche nei passaggi più ostici. Si può dire che uno non ha bisogno di ulteriore escursione, i 140mm sembrano essere davvero la misura giusta per la Remedy. Non si tratta di una Trailbike, il suo carattere é chiaramente da Enduro/All Mountain, visto che in discesa si può andare a manetta. Le ruote, delle Bontrager Rythm Elite, non saranno leggere (sui 1850 grammi), ma sono stabili e sufficientemente rigide per l’impiego.

Su Hiline. Foto di Sterling Lorence

Ho usato tutta l’escursione sia sulla forcella che sull’ammo, senza andare a fine corsa, malgrado un drop con atterraggio piatto in cui il cerchio posteriore ha fatto un bel “Ka-tam!”. P er fortuna le gomme erano latticizzate.

Conclusioni

La Remedy 29 é la nuova arma da All Mountain / Enduro di Trek. La casa americana lavorava da anni ad un progetto da 140mm di escursione con i ruotoni (si chiamava Roscoe), ma ha avuto l’accortezza di non portarlo mai sul mercato in quanto non soddisfaceva gli ingegneri. Con la Remedy arriva un prodotto che piacerà a tanti. I possessori di Remedy 26 (qui il nostro test) continuino tranquilli ad usare la propria bici, ma non facciano l’errore di provare la sorella da 29 pollici, altrimenti finiranno per venderla al volo per acquistare quella con i ruotoni.

Prezzo: 4.299 Euro
La gamma Remedy sul sito Trek 

Alla fine della salita del giro serale, prima di un traverso incredibile.

 

 

POTRESTI ESSERTI PERSO