MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Von Klebelsberg e Farina campioni italiani DH 2018

Von Klebelsberg e Farina campioni italiani DH 2018

Von Klebelsberg e Farina campioni italiani DH 2018

22/07/2018
Whatsapp
22/07/2018

[Comunicato stampa]  –  Dopo la giornata di ieri riservata alla manche delle qualifiche, siamo entrati oggi nella fase calda di questo Campionato Italiano Downhill 2018 in un contesto scenografico a dir poco spettacolare, circondati dalle maestose Alpi della Valle d’Aosta e da un cielo azzurro che ha accompagnato tutta la giornata di gara.

dji_0253

Il tracciato di gara parte da oltre 2300 di quota e con i suoi 2.4 km e 500 metri di dislivello si è presentato asciutto e non troppo polveroso, apprezzato da molti atleti per il grip offerto dal fondo sabbioso ma inumidito dalle piogge dei giorni precedenti.

johannes_dsc6946

Johannes Von Klebelsberg (MS Mondraker Team) è il nuovo campione italiano DH 2018, dopo il quarto posto di ieri in qualifica è riuscito a migliorare nettamente la prestazione facendo segnare il tempo record della pista, riuscendo a percorrere il tracciato di Pila senza commettere errori e aggiudicandosi un ottimo 3’48”372.

johannes_dsc01821

Al secondo posto si posiziona il campione italiano uscente Francesco Colombo (Argentina Bike), tricolore a Bormio l’anno scorso. Francesco non è riuscito a ripetere l’impresa dovendo cedere il posto di leader per soli 2” dalla testa della classifica.

colombo_dsc00742

Terzo miglior tempo Marco Milivinti (GB Rifar Mondraker) che chiude il podio sfiorando il secondo posto di soli 2 decimi.

milivintidsc00722

Tra gli Juniores Giacomo Masiero (Gb Rifar Mondraker) sale sullo scalino più alto del podio con il tempo di 3’59”541. L’atleta di Bassano del Grappa non è riuscito a ripetere la prestazione di ieri a causa di una scivolata. Chiudono il podio Stefano Introzzi (Team Scoutbike.com) e Samuele Cavina (Dueruoteforlì Rideforfun), rispettivamente secondo e terzo.

masiero_dsc0283

Riccardo Gramatica (team Garda Pro Bike) conferma la performance del giorno precedente conquistando la maglia di campione italiano downhill nella categoria Allievi, chiude la run finale con un ottimo 4’05”104. Al secondo posto Filippo Tonini (5.1 Bike Team) a 8” di distacco, mentre al terzo posto Augusto Calloni (Team Scoutbike.com).

gramatica_dsc01248

La categoria Esordienti vede vincitore Davide Cappello (Team Bicimania Garlate), già titolato l’anno scorso in quel di Bormio, fa segnare un ottimo 4’18”981. Chiudono il podio Gabriele Turelli (A.S. Primiero Bike Busters) al secondo posto e Andrea Bonanomi (Team Bicimania Garlate) terzo.

cappello_dsc01206

Tra le Donne Agoniste il miglior tempo, 4’12”115, è di Eleonora Farina (GB Rifar Mondraker Asd), il quale permette alla trentina di mantenere la maglia tricolore conquistata l’anno scorso confermandola la più veloce tra le donne nazionali. Veronika Widman (Bmx Team Alto Adige Sudtirol) si posiziona al secondo posto con 7”447 di distacco dalla leader, mentre Alia Marcellini (Team Cingolani) in terza posizione.

farina_dsc01692

Lelia Tasso (GB Rifar Mondraker) vince tra le Juniores e aggiunge questa maglia tricolore alla sua collezione, anche l’anno scorso aveva vinto nella categoria Allievi femminile. Chiudono il podio Lisa Gava (3 Stars) e Ilaria Martini (Bikegarage Speedwheel-Sv Focus), unica donna Allieva in gara, quindi accorpata alla categoria Juniores.

tasso_dsc00823

La campionessa italiana di categoria uscente Bruna Benedusi (Raptors Bike Asd), unica atleta Elite Sport Woman, conferma con un ottimo 5’12”019 la leadership tra le Donne Amatori, precede Chiara Panesi (Dottorbike.it Crew) che grazie a un ottima prestazione arriva a un soffio dallo scalino più alto del podio. Al terzo posto Federica Amelio (Alessibici), tricolore di categoria nel 2017.

benedusi_dsc01678

Enrico Rodella (T32 Squadra Corse) migliora di gran lunga il tempo fatto segnare durante le qualifiche grazie ad una run priva di sbavature. Con i suoi 4’11”903 si aggiudica il miglior tempo tra gli Uomini Amatori e di categoria Elite Sport, nonché un ottimo piazzamento anche nella virtuale classifica assoluta.

rodella_dsc00962

Luca Gambarelli (Gagabike Team) si conferma per la categoria Master1, mentre un costante Fabrizio Dragoni vince nella categoria master2. Paolo Alleva (Team Scoutbike.com) guadagna il primo posto nella categoria Master3. Oltre ad essersi aggiudicato la maglia tricolore, Paolo è anche il campione europeo in carica della sua categoria. Nella Master4 vince Marco Martello (Asd Reunion Dh Team), conferma di saper gestire molto bene la pista di Pila facendo segnare un ottimo 4’33”787, mentre nella Master5 il miglior tempo spetta a Graziano Sala (Team Morotti). Gianluca Piazzi (Team Scoutbike.com) guadagna il titolo di campione italiano della categoria Master6/7.

tricdsc01963

Una giornata di gare ad alto contenuto adrenalinico che ha coinvolto non soli gli atleti ma anche il tanto pubblico presente, offrendo spettacolo e suspense. Il prossimo appuntamento con la downhill nazionale sarà il 15 e 16 settembre a Sestola (MO) con la finale del Circuito Nazionale Gravitalia.

Classifiche
Campioni Italiani

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Alonsobike
Alonsobike

…..bravi…..bici Mondraker …e qui mi fermo!

teoDH

Toh guarda… pensare che quando dicevo che Von Klebelsberg era sprecato a fare enduro e avrebbe dovuto continuare a fare DH in quanto tra i migliori atleti italiani di specialità si erano levati grandi team manager e sostenitori del movimento pensionati a scrivere righe su righe di stronzate…
Meno male che il ragazzo si è slegato da interessi di chi deve vendere bici ed è tornato a fare quello che gli piace ,e i risultati parlano da soli. Peccato solo che abbia perso un anno di esperienza anche in ottica internazionale…

Complimenti a tutti, e VIVA LA DH!

alfa5610
alfa5610

Stopelli sempre primo, come fa?!

Paulllllll
Paulllllll

Un podio praticamente Trentino…peccato che qui non freghi un cazzo a nessuno

gipipa
gipipa

pista con finale completamente diverso da quella sinora utilizzata. avranno voluto avere un traguardo unico vista la contemporaneità di gare tra xc dh e trial.

giustino
giustino

Per fortuna la pagliacciata dell’enduro è finita