Internazionali d’Italia #3: Marlene Sunshine Race, Nalles

Internazionali d’Italia #3: Marlene Sunshine Race, Nalles

11/04/2016
Whatsapp
11/04/2016

[ad3]

134A3330

Dopo la new entry della Montagnetta di Milano, Internazionali d’Italia si sposta su un evento che dopo 16 edizioni, viene a pieno titolo inserito tra le classiche del panorama XCO italiano: Nalles.

134A0158

Durante i nostri racconti non siamo abituati a trovare impegnata anche la giornata di sabato, ma come ormai accade da diversi anni, la cittadina in provincia di Bolzano, ha ospitato anche una rinomata gara XC Eliminator.

134A0246

Sul rinnovato short track cittadino sono state assegnate anche le maglie di campione italiano di specialità. Il pubblico delle grandi occasioni non si è lasciato attendere.

134A0194

Poco meno di un centinaio gli atleti iscritti, tra amatori, donne e uomini open, che alle 15 hanno iniziato i propri turni di qualifica per poter essere ammessi alle 4 finali.

134A0245

Gioele Bertolini e i ragazzi del Merida Italia Team hanno preso posto in prima fila per tifare i compagni impegnati nelle qualifiche.

1MK43732

Sin dalle prime batterie Anna Oberparleiter (Lapierre Trentino Alè)  sembra decisa a tentare il tutto per tutto per tenere la maglia tricolore  sulle proprie spalle.

1MK43734

La campionessa del mondo XCO Martina Berta ( SIXS Devinci Pro Team)  sbaraglia fin da subito le avversarie della propria batteria.

1MK43755

Greta Seiwald (Focus Xc Italy Team), si è fatta trovare pronta per l’appuntamento e fin dalle prime fasi ha cercato di mantenere le prime posizioni.

134A0470

Le tre atlete, assieme a Jessica Pellizzaro (Team Rudi Project), si sono scontrate durante la finale. L’altoatesina, approfittando di una azione di Greta Seiwald su Martina Berta, ha preso il comando, tagliando il traguardo per prima.

 

134A0539

Il podio del campionato italiano donne open:

  1. Anna Oberparleiter (Lapierre Trentino Alè)
  2. Martina Berta (SIXS Devinci Pro Team)
  3. Greta Seiwald (Focus XC Italy Team)

134A0257

In attesa dello start della categoria men ci siamo presi una breve pausa.

134A0236

Molti Juniores ed Under 23 non hanno resistito al richiamo della maglia tricolore…

134A0294

Un colpo di scena toglie istantaneamente due dei favoriti dai giochi. Maximilian Vieider detentore della maglia tricolore e Andrea Righettini, entrambi del KTM Protek Dama, mancano all’appello e le finali iniziano senza di loro.

1MK43854

Il pubblico si fa sempre più numeroso e Mirko Tabacchi (Gruppo Forestale – Olympia) passa di batteria in batteria.

134A0311

Federico Piccolo (Pila Bike Planet), lo scorso anno, aveva sfiorato il grandino più alto del podio. Anche qui a Nalles la sua grinta sembra non essere calata.

134A0398

Anche l’inossidabile e seguitissimo Martino Fruet (Lapierre Trentino Alè) sembra avere ben chiaro il suo obiettivo.

134A0490

La finale vede due Elite e due Juniores a giocarsi la maglia tricolore.

134A0499

Ha la meglio Federico Piccolo (Pila Bike Planet) che vince la finale con pochi metri di vantaggio su Tabacchi.

134A0610

Podio Men Oen:

  1. Federico Piccolo (Pila Bike Planet)
  2. Mirko Tabacchi (Forestale Cicli Olympia)
  3. Martino Fruet (Lapierre Trentino Alè)

Classifiche qui! 

134A0731

Senza storia la gara internazionale, che vede il campione del mondo di specialità Daniel Federspiel tagliare il solitaria il traguardo.

  1. Daniel Federspiel (Scott Gooix Osterreich)
  2. Jeroen Van Eck (Stappenbelt Specialized MTB Team)
  3. Guus Olde Monnikhof (Craft Ten Tusscher Off Road)

1MK44177

1MK44201

La serata di sabato è stata chiusa dalla cerimonia di consegna dei pettorali per la gara XCO, dove i top ten hanno fatto la felicità di fans e simpatizzanti, firmando autografi e concedendo numerosi selfie.

134A3332

Marco Cittadini, Marketing Manager di Shimano Italia, è al lavoro già dal primo mattino.

1MK44225

 

Gli espositori terminano gli ultimi preparativi agli stand.

134A3352

Vincenzo Jeantet, proprietario del marchio RDR, controlla minuziosamente la sua nuova full Ares, appena uscita dalla linea produttiva.

134A3364

In cielo nemmeno una nuvola, è la giornata giusta per godersi il grande spettacolo dell’XCO.

134A3468

134A3474

La gara Junior maschile è dominata da Edoardo Xillo (Oasi Zegna).

134A3587

Le atlete della categoria Open si preparano per lo start… 😀

 

134A3597

Gunn Rita Dahle (Multivan Merida Biking Team) firma gli ultimi autografi prima di entrare in griglia di partenza.

 

134A3631

Si preannuncia essere una gara piuttosto dura, la giuria ha stabilito 6 giri per la categoria donne open.

1MK44490

Per Gunn Rita Dahle (Multivan Merida Biking Team) la salita sembra non esistere. La norvegese sale fortissimo e il gap con le avversarie continuerà a crescere per tutta la durata della gara.

134A3700

Lisi Osl (Ghost Factory Racing) mantiene salda la sua seconda posizione, senza mai però riuscire ad impensierire la porta colori Merida.

1MK44994

Tanja Zakelj (Unior Tools Team) fino al quinto giro non sembrava ambire al podio. In due tornate ha saputo recuperare diverse posizioni e agguantare la terza posizione.

134A4049

Podio Donne Open:

  1. Gunn Rita Dahle (Merida Multivan Team)
  2. Lisi Osl (Ghost Factory Racing)
  3. Tanja Zakelj  (Unior Tools Team)

Leader della classifica Internazionali d’Italia: Chiara Teocchi (Bianchi Countervail)

1MK45124

Poco prima della partenza, Marco Aurelio Fontana (Cannondale Factory Team) si improvvisa conduttore e intervista l’amico Giuseppe Lamastra (Lapierre Trentino Alè).

1MK45236

Gerhard Kerschbaumer (Bianchi Countervail) si concentra prima dello start. Nell’intervista pregara Gerhard Kerschbaumer aveva confessato di aspettarsi molto da questa corsa e crediamo farà il possibile per non deludere i fans.

134A3990

Una folta schiera di pubblico ha applaudito la partenza degli atleti Open.

1MK45304

Il bello della mountainbike è che le tifoserie si fermano per fraternizzare e posano per le immagini.

134A4074

Mirco Tabacchi (Gruppo Forestale Cicli Olympia) cerca di staccare il gruppo degli inseguitori sul culmine della lunga salita. Stephane Tempier (Bianchi Countervail), Manuel Fumic e Marco Aurelio Fontana (Cannondale Factory Racing) non sembrano molto intenzionati a lasiarlo andare.

134A4141

Nel secondo giro, le posizioni di testa rimangono invariate: Manuel Fumic e Stephane Tempier passano solitari dalla zona box. Marco Aurelio Fontana è costretto ad un lungo stop a causa di una foratura.

134A4193

Nella terza tornata il francese Stephane Tempier prende il comando della corsa, seguito da Mirco Tabacchi e Manuel Fumic.

1MK45382

Marco Aurelio Fontana tenta il recupero dalle retrovie.

1MK45485

Il quarto giro vede un cambio repentino nel terzetto di testa con Johnnatan Botero (KTM Protek Dama) che transita in seconda posizione, seguito da Luca Braidot (Gruppo Forestale Cicli Olympia).

134A4247

Tempier ormai è irraggiungibile per gli inseguitori, alle sue spalle sono continui i cambi. Gioele Bertolini (NOB Team) si assesta in quinta posizione.

134A4314

Al penultimo giro la lotta per il terzo gradino del podio è ancora aperta. Gerhard Kerschbaumer (Bianchi Countervail) sembra voler essere di parola.

1MK45556

Stephane Tempier (Bianchi Countervail) taglia il traguardo in solitaria dopo 7 giri.

1MK45597

Luca Braidot (Gruppo Forestale Cicli Olympia) guadagna il secondo gradino del podio.

1MK45644

1MK45718

1MK45740

1MK45746

1MK45772

134A4368

Il podio Open maschile

  1. Stephane Tempier (Bianchi Countervail)
  2. Luca Braidot (Gruppo Forestale Cicli Olympia)
  3. Manuel Fumic (Cannondale Factory)
  4. Gerhard Kerschbaumer (Bianchi Countervail)
  5. Johnnatan Botero (KTM Protek Dama)

Stephane Tempier diventa il nuovo leader degli Internazionali d’Italia Series.

Classifiche Qui!

[ad12]

 

POTRESTI ESSERTI PERSO