MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Calendario 2015 Triveneto Enduro MTB

Calendario 2015 Triveneto Enduro MTB

Calendario 2015 Triveneto Enduro MTB

13/01/2015
Whatsapp
13/01/2015

4721713[Comunicato stampa]

Dopo il debutto nella stagione 2013 che ha contribuito alla crescita del movimento Enduro nel Nord Est del nostro paese, la riconferma del circuito nel 2014 affiancati anche da alcune tappe  di circuiti internazionali, nel 2015 e per il terzo anno, l’obiettivo del Triveneto Enduro MTB sarà ancora quello di proporvi le migliori gare distribuite tra Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Veneto. Il motto della prossima stagione sarà “qualità e non quantità”, così la decisione di proporre solo gare Enduro Nazionali aperte quindi non solo agli atleti italiani ma anche ad un sempre maggior numero di atleti stranieri, e poi per chiudere in bellezza la ciliegina sulla torta del Campionato Italiano Enduro.

Il primo appuntamento è fissato quindi ad aprile a S.Dorligo della Valle (TS) con l’Enduro 3 Camini, una gara ormai classica di inizio stagione che quest’anno si correrà in due giorni a cavallo dell’ex confine Italia-Slovenia. A maggio invece sarà la volta della new-entry di Lamòn (BL) quale rappresentante del Veneto che si preannuncia come un altra gara all’insegna del “flow”! Il mese di giugno  sarà quello decisivo per la classifica finale, la Terlago Enduro (TN) con i suoi sentieri all’imbocco della Valle dei Laghi non mancherà di stupire con due nuovissimi percorsi e il Campionato Italiano Enduro a Selva di Val Gardena (BZ) nella fantastica cornice delle Dolomiti ed inserito come evento di chiusura della settimana del Sellaronda Hero (UCI MTB MARATHON WORLD CHAMPIONSHIPS quest’anno) che vedrà protagonisti migliaia di amanti del mondo mtb internazionale.

Tutte le gare sono inserite nel Calendario FCI/UCI e sono valide ai fini di classifica del circuito Triveneto. Il Regolamento del circuito è consultabile nel sito ufficiale del circuito e segue in gran parte quanto indicato nelle Norme Attuative Enduro FCI/UCI 2015. Durante i prossimi giorni verranno comunicate maggiori informazioni, attraverso il nuovo sito internet la nostra pagina di Facebook e i relativi siti web degli organizzatori locali.

Pronti per una grande stagione 2015?

Triveneto Enduro MTB

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
solid gas
solid gas

Sembrerebbe una specie di campionato italiano di enduro. nel senso che sono tutte gare iscritte come nazionali. o sbaglio ?
Ottima la new entry in Veneto.

Varne
Varne

Non è un circuito italiano anche se tutte le tappe sono gare nazionali (una chiara volontà degli organizzatori per avere solo gare di alto profilo senza troppe noie per i rider stranieri che vogliono parteciparvi). Come dice il nome è un circuito che unisce le principali tappe del nord-est. Alcune come la 3 Camini e Terlago hanno un’organizzazione ormai rodata che poco si discosta da una vecchia SE pro. Inoltre a Trieste, visto che la 3 Camini fa parte anche del circuito sloveno, ci saranno tutti i pro d’oltreconfine che non hanno nulla da invidiare a quelli nostrani. Terlago invece vista l’ottima gara dell’anno scorso credo richiamerà nuovamente molti austriaci e tedeschi (presenti in massa nel 2014). Insomma fa sorridere che il nord-est, spesso visto come il terzo mondo dell’enduro in Italia (alle volte anche da chi ci vive in queste zone) rappresenti la maggioranza delle gare nazionali nel 2015! Spero sia un buon incentivo per chi non ha mai varcato le nostre zone per vedere posti nuovi e speciali per la mtb!

demach
demach

Dalle norme tecniche FCI:
<>

Indi non se mi faccio il trasferimento con il casco integrale appeso allo zaino non vengo squalificato???

Marco Maffioli

Scusa, cosa vuoi dire, non si capisce molto bene…

galva
galva

presente a tutte ,spero

demach
demach

E’ obbligatorio, durante le PS, l’uso del casco integrale monoscocca con mentoniera non asportabile omologato ed allacciato, specifico per la pratica del DH e 4X. Il casco dovrà essere provvisto di visiera/frontino. E’ proibito l’uso di casco che consenta il viso scoperto. E’ consentito l’uso di casco più leggero tipo XCO durante i trasferimenti.

non so perchè era sparito

Marco Maffioli

No non si viene squalificati, si può legare allo zaino ma è comunque obbligatorio indossarlo durante i trasferimenti, cosi se non vuoi usare l’integrale come unico casco puoi portarne anche uno da xc (come cita il regolamento).

demach
demach

Dove è scritto che è obbligatorio nei trasferimenti grazie.

Marco Maffioli

In effetti non è esplicitato a parole ma è dato per scontato dicendo che “E’ consentito l’uso di casco più leggero tipo XC durante i trasferimenti” a conseguenza del fatto che in PS è obbligatorio l’integrale. Se poi guardi nel “Regolamento Tecnico dell’attività Agonistica 2015 – Settore Fuoristrada”, a pagina 42 nel punto 3.11 del “PROSPETTO INFRAZIONI E SANZIONI PER FATTI DI CORSA” vedrai che senza casco in testa non sei nemmeno autorizzato a partire.
Luca

demach
demach

Be a parte che il trasferimento in salita delle gare di enduro non è proprio come una gara di xc, almeno le gare che ho fatto io. La norma per me prescrive l’obbligo solo del casco in ps non nel trasferimento. Siccome siamo in italia credo che dal regolamento non si evinca esplicitamente il contrario, da cui si lascia come al solito, ampio margine all’interpretazione.
se così fosse potrei anche pensare di parteciparvi a questo campionato, al contrario farei altre gare non fci.

Marco Maffioli

Non capisco se intendi che la tua interpretazione di un regolamento ti permette di percorrere un trasferimento senza casco.
Credo che l’interpretazione di un giudice di gara sarebbe quella di una squalifica, poi vedi te, tentar non nuoce!

lavonaaron4
lavonaaron4

Scusate, ma sempre nel regolamento citato sopra (‘Regolamento Tecnico
dell’attività Agonistica 2015 – Settore Fuoristrada’), nell’articolo 61 che riguarda TUTTE LE GARE FUORISTRADA (quindi non solo le XC, ma anche tutte le altre) c’è scritto esplicitamente: ‘L’uso del casco rigido è obbligatorio in tutte le gare a partire dal momento del ritiro del numero di gara e nelle fasi di allenamento/prova sul percorso. Il casco deve corrispondere alle norme di sicurezza e di protezione dettate dalle norme in materia vigenti.’
Direi che è chiaro che in una gara enduro FCI deve essere utilizzato il casco sia in PS che nei trasferimenti. Il regolamento enduro (sempre FCI) ti permette di utilizzare il casco aperto nei trasferimenti. Nelle PS è obbligatorio il casco integrale. That’s all.

David23
David23

Tralasciando il fatto che i trasferimenti non sono MAI al 100% in salita a passo d’uomo, motivo per cui la possibilità di sbattere la capoccia per terra c’è eccome, anche senza il cronometro sulle spalle, ma mettere ‘sto benedetto caschetto da xc è proprio una cosa brutta?? Fatemi capire perchè proprio non ci arrivo…
Siamo veramente ITALIANI quando leggo ‘ste considerazioni.

demach
demach

No vedi che non hai capito niente, siamo veramente ITALIANI!! Quando come le capre accettiamo delle regole per poi come nella fattispecie eg. Partire alla partenza di una gara d’enduro tutti fighi, con il nostro casco integrale allacciato, fare 200m girare l’angolo, dire che palle sto casco di m…, slacciarlo e porlo a 45° sopra la testa come dei veri Warriors….

Poi non è un problema mio, sia chiaro, ci sono altre manifestazioni che non prevedono ciò.
Io non farò altro che non partecipare come non ho mai partecipato a manifestazioni del
genere, alla faccia dell’incoerenza… ITALIANA!!

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

Più che altro… le parole “casco integrale monoscocca con mentoniera non asportabile omologato ed allacciato, specifico per la pratica del DH e 4X. Il casco dovrà essere provvisto di visiera/frontino. E’ proibito l’uso di casco che consenta il viso scoperto” non escludono i caschi da enduro tipo Urge archi-enduro? che ovviamente non sono specifici per DH e 4X, e a voler interpretare… lasciano il viso scoperto.

demach
demach

Più che altro il regolamento è scritto correttamente secondo me, poiché i trasferimenti sono alla stregua di una pedalata ciclo turistica, che insiste su strade aperte al pubblico in cui è cogente il ncds (non il regolamento fci) di fatti loro consigliano un casco…
(sarebbe come se un pilota di rally dovesse fare i trasferimenti con il casco su).
Che poi non so se sia più stupido aggirare il regolamento con simil caschi da dh che non ti proteggono niente, oppure schiantarsi in speciale con un casco da xc all’altezza delle scapole o pedalare in salita sotto il sole con un bel casco chiuso ed allacciato!! Che se uno a fatto delle gare li vedrà tutti belli aperti appoggiati a 45°sopra la testa…

David23
David23

Se un casco “simil-dh” è omologato significa che è stato ritenuto in grado di proteggere, con buona pace di tutti. Che poi anche tra i caschi “very-dh” alcuni siano più protettivi di altri non c’è dubbio. Come non c’è dubbio che il minimo sindacale di protezione lo garantisce l’omologazione.
Prima di preoccuparmi degli effetti di uno schianto con un caschetto da xc agganciato allo zaino, mi preoccuperei di quello che ho DENTRO lo zaino o nelle tasche delle braghe, magari le chiavi della macchina… Se poi mi faccio una bella pro in luglio, a 35° all’ombra, con l’integrale da dh…. è una scelta, come tante altre, che non giustifica un bel niente.

demach
demach

Allora le omologazioni si fanno scrivere come tutte le cose.
io ho un hairo

demach
demach

Sto cavolo di telefono.
dicevo ho un airoh sthelt, che in europa è omologato e in america no.
A rigor di logica poi se mi obblighi ad usare il paraschiena questo dovrebbe essere omologato anche con un casco posto eccentricamente sullo stesso dello spessore di 30cm..
Giuste poi le tue considerazioni sull’oggettistica presente in zaini e tasche.