Christmas Family Dinner Table Concept

Come non ingrassare durante le Feste di fine anno

29

Come non ingrassare durante le Feste di fine anno? Sopravvivere alle abbuffate delle Feste di fine anno senza accumulare qualche chilo di troppo sembra difficile. Invece, con qualche piccolo accorgimento, ci si può concedere alle tradizioni lasciando da parte i sensi di colpa. Ecco la nostra guida pratica.

Ricordate: “Non s’ingrassa tra Natale e Capodanno ma da Capodanno a Natale”

Durante le feste natalizie, gli appuntamenti festivi veri e propri sono 5: la Vigilia di Natale o S. Stefano a seconda della zona d’Italia dove vivete, Natale, l’ultimo dell’anno, Capodanno e l’Epifania. Oltre a queste 5 ricorrenze, spesso capitano anche le cene di Natale con gli amici o le cene o gli aperitivi con i colleghi: ecco, potete partecipare anche a quelle, basta che non ce ne sia una ogni giorno tra l’8 di dicembre e il 6 gennaio, altrimenti potreste ritrovarvi davvero qualche kg di troppo da dover smaltire dopo l’Epifania!

Se invece vi limitate a queste 5 ricorrenze o poco più, e gli altri giorni delle festività (e durante l’anno) mangiate in maniera sana ed equilibrata e praticate regolarmente il nostro sport preferito, allora non dovreste avere problemi.

Se proprio volete essere pignoli e stare attenti anche nei canonici giorni di festa, fate ATTENZIONE in particolar modo a:
– CONDIMENTI GRASSI: meglio preferire erbe, spezie, limone, vino e aceto e le cotture in forno o alla piastra rispetto al fritto.
– BEVANDE ZUCCHERATE (da evitare) e ALCOLICI (da limitare e se proprio scegliere vino rosso)
– ANTIPASTI: evitare quelli grassi e ricchi in salse e comunque non esagerare con le quantità, preferendo le successive portate del pasto che di solito sono più equilibrate dal punto di vista nutrizionale e più sazianti
– PANE: sarebbe meglio evitarlo del tutto, visto che di solito questo tipo di pranzi abbonda in carboidrati; al massimo una fetta a pasto;
– PORZIONI ABBONDANTI: evitate di fare il bis e di mangiare porzioni di cibo troppo abbondanti; se proprio, preferite il secondo piatto se non è eccessivamente condito, perché di solito fa “meno danni” dei primi piatti che, per essere più buoni, sono ricchi di condimenti calorici. Non saltate la porzione di verdura.
– DOLCI: mangiate panettone, pandoro e gli altri tipici dolci natalizi in porzioni umane e solo nei giorni di festa, evitando di consumarli durante gli altri giorni in particolare a colazione e a merenda. Evitate di accompagnare questi dolci con creme, cioccolata e farciture varie
– FRUTTA SECCA: in grandi quantità, è molto calorica e si somma a tutto quello che avete già mangiato prima; preferite la frutta fresca ed evitate quella candita e sciroppata.

Vi suggeriamo una strategia per i giorni di festa se volete ridurre ulteriormente i danni:

  • Evitate di fare colazione e allenatevi al mattino a digiuno, usando al massimo una bevanda ipotonica, poi non mangiate nulla fino al pranzone: così facendo, le vostre scorte di glicogeno saranno svuotate e i nutrienti del pranzone andranno prima a rimpolpare quelle anziché finire tutti in ciccia. Se, invece, stiamo parlando del cenone dell’ultimo dell’anno, mantenetevi leggeri durante tutta la giornata e, se potete, allenatevi nel pomeriggio in modo che poi il pasto successivo per reintegrare sia proprio il cenone.
  • Cosa si intende con “mantenersi leggeri”? Non che bisogna saltare la colazione e il pranzo ma che si possono prediligere le proteine, la frutta e la verdura riducendo al minimo i carboidrati. Questo vale anche per i pasti che seguono le abbuffate; quindi, ad esempio si potrebbe fare l’altro pasto principale della giornata di festa mangiando una fonte di proteine magre (ad esempio pesce magro, carne bianca o addirittura uno shake di proteine in polvere) con verdura preferibilmente cruda oppure al vapore e un frutto. Meglio, infatti, non saltare i pasti per compensare le abbuffate, perché altrimenti si rischia di danneggiare la massa muscolare e di avere poi troppa fame andando a mangiare più del dovuto il giorno successivo.
  • Per avere più stimoli, datevi degli obiettivi: scoprite nuovi percorsi, fate quella salita che non avete ancora fatto, trovatevi con gli amici per una pedalata in compagnia (COVID permettendo), però ricordate sempre di vivere questi giorni di festa senza stress perché la bici non dev’essere un lavoro ma un divertimento.

Qui trovate il sito di Gaia dove poter chiedere programmi personalizzati.
Seguiteci anche su IG.

Altri articoli sul tema.

Buone Feste!

Commenti

  1. grazie dei suggerimenti
    unico dubbio se tolgo dalla tavola di nonna alcol e fritto resta solo la tovaglia con le posate.......
  2. tunerz:

    Lo sai che meno mangi e più il tuo corpo trattiene quella poca roba che gli dai?..dovresti secondo me calcolare il tuo TDEE e da li provare a vedere cosa realmente devi mangiare per mantenere o perdere..poi è ovvio che se oggi mangi nulla e dal giorno dopo inizi a raddoppiare le kcal esplodi..i surplus/deficit devono essere fatti nell'ordine delle 100kcal al giorno per tre/quattro settimane per vedere come reagisce il tuo corpo

    Poi ovviamente @Alpinebike essendo nutrizionista sarà molto più precisa di me
    Giuste considerazioni!
  3. Deroma:

    grazie dei suggerimenti
    unico dubbio se tolgo dalla tavola di nonna alcol e fritto resta solo la tovaglia con le posate.......
    Il problema ci sarebbe solo se dovessi mangiare sempre dalla tavola di nonna, ma per una o due volte non succede niente anche mantenendo alcol e fritto ;-)
Storia precedente

Orange – 50to01

Storia successiva

Esci mai dalla tua comfort zone?

Gli ultimi articoli in Allenamento e preparazione

Bici e caffè

Se la birra è una delle bevande più amate da chi va in bici, il caffè…

Bici e alcool

Bici e alcool: quanti ciclisti riescono a resistere al fascino di una birra in compagnia appena…