MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | EWS Whistler: Rude e Ravanel continuano a dominare

EWS Whistler: Rude e Ravanel continuano a dominare

EWS Whistler: Rude e Ravanel continuano a dominare

15/08/2016
Whatsapp
15/08/2016

[ad3]

Dopo la parentesi sfortunata di Aspen, in cui Rude si era infortunato ad una spalla, l’americano torna a vincere a Whistler. Solo due settimane sono trascorse dalla botta che gli ha procurato un distaccamento di primo grado alla spalla sinistra, eppure il rider Yeti sembra non aver rivali neanche quest’anno. Sul podio con lui due local canadesi.

1. Richie RUDE (USA) – Reigning World Champion
2. Jesse MELAMED (CAN) – Whistler, B.C. resident
3. Josh CARLSON (AUS) – Vancouver, B.C. resident

Sfortuna a non finire per Jared Graves, vincitore della tappa di Aspen e in sella alla nuovissima Specialized Enduro 650b con gomme da 2.6″. Due forature gli precludono ogni possibilità di vittoria. Saranno stati i gommoni la causa? Nel video qui sotto dice lui stesso di averle tagliate (“Sliced”).

Richie Rude

Anche fra le donne c’è solo un nome quest’anno: Cecile Ravanel, la dominatrice anche di questa prova EWS. Da segnalare il rientro alle gare di Anne-Caro Chausson, dopo una grave malattia.

1. Cecile RAVANEL (FRA)
2. Isabeau COURDURIER (FRA)
3. Casey BROWN (CAN)

ravanel

Non c’erano italiani al via. Prossimo appuntamento in Francia il 17–18 settembre a Valberg-Guillaumes.

[pdf-embedder url=”http://www.mtb-mag.com/wp-content/uploads/2016/08/Results_Enduro.pdf”]

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Mauro Franzi
Mauro Franzi

Bellissimo leggere del rientro in gara della Chausson! 🙂
Sarei curioso di conoscere il peso delle gomme montate da Graves e larghezza cerchi su cui erano montate.
EDIT: fermo restando che un evento non costituisce una prova scientifica e magari gli sarebbe accaduta la stessa cosa con coperture da 2.1″ x 1.5 Kg su cerchi da 19 mm di canale interno.

mcasarosa
mcasarosa

E MA….

questa ormai…è DH…fatta con lo zaino in spalla e senza pantaloni lunghi

cheyax
cheyax

Beh questa è una gara particolare, comunque l’enduro è più guidato, il dh più veloce

jack11
jack11

hai ragione poteva capitare anche con canali più piccoli, ma per me col cerchio largo si fora più facilmente…..detto ciò forare 2 volte veramente tanta sfiga…..o copertoni di cartavelina o improbabile ha sbagliato pressione, ma non credo che dobbiamo andare ad insegnare a graves la pressione nelle ruote, quindi bo….

ninjaxxx
ninjaxxx

Sinceramente ritengo assurdo che un rider come graves possa ancora compromettere una gara a causa dei copertoni..con tutti i soldi che si spendono in innovazione e con tutte le prove e il tempo passato in sella possibile che nn riescano a usare delle gomme a doppia carcassa? O dobbiamo credere che ha vinto l ews correndo con le maxxis exo da 800g..dai..

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@M.a.r.c.o Ti sei chiesto quanto peserebbe una copertura da 2.6″ con struttura a doppia carcassa che si rispetti? Pensa che reattività avrebbe la bici, considerando anche la pressione a cui andrebbe usata ed il peso delle ruote su cui andrebbe montata. Per quanto se ne dica questa non è la DH, e le bici devono mantenere un minimo di doti di reattività.

Giorgio941
Giorgio941

Basta sapere a cosa vuoi arrivare:
vuoi fare risultato, e Graves ormai il primato in EWS se lo poteva scordare comunque, e allora monti roba collaudata con margine ed equilibrio prestazioni e pesi o punti alla sperimentazione in gara dei tuoi prodotti, e credo che in EWS con atleti top sia il massimo, allora affidi al tuo atleta di punta i prototipi che vuoi testare. Non credo siano così sprovveduti in Specialized… 😉

gasate
gasate

La cosa più importante è il ritorno della chausson. Poi le gomme. …… alla fine basta che non si fa male nessuno.

fedebase1978
fedebase1978

Anche Richie è tornato.

Josh 82
Josh 82

C’erano due italiani: Marcello Pesenti e Gionata Livorti. Non hanno concluso la gara per problemi meccanici.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@mountaindoctor Io credo che per quelle sezioni lì si andrebbe abbondantemente oltre. Ovviamente penso ad un utilizzo su terreni rocciosi ad andature elevate. Con i cerchi poi siamo daccapo, allargandosi anche quelli. Anzi, qui la situazione è pure peggiore, visto che aumentando lo sbalzo la struttura diventa intrinsecamente meno robusta. Anche questa cosa la sto sperimentando con i cerchi di cui parlavo prima: la Michelin da oltre 1 kg regge, ma l’altro giorno ho bozzato il cerchio.

mountaindoctor
mountaindoctor

Su cerchio mi fido di voi, provato il 29mm Specy ma per poche ore e con le plus “vere”. Chiudo aspettando la verifica sul peso di queste nuove 2.6, intanto grazie!