Le 8 scuse del biker finto lento

Le 8 scuse del biker finto lento

04/12/2015
Whatsapp
04/12/2015

[ad3]

La scorsa settimana, nei commenti alle “10 scuse del mountain biker lento“, qualcuno faceva notare che le scuse dei lenti non sono niente in confronto alle balle che raccontano i finti modesti, ovvero i biker che tentano di passare per lenti, quando invece l’unico loro intento è quello di farvi sentire una cacchetta durante il malaugurato giro in compagnia, perché loro, in realtà, sono in forma come un atleta olimpico.

Sono i personaggi che, all’incontro nel parcheggio del cimitero (quello con la fontana e il chiosco dell’egiziano), li noti subito perché non hanno mai uno zaino in spalla, e nemmeno una camera d’aria di ricambio. A loro basta una bomboletta legata al reggisella, rigorosamente in carbonio (il reggisella). Tanto, quando si accorgeranno che quella bomboletta non serve a niente, ci saranno gli amici, quelli lenti, a cui chiedere aiuto.

Ovviamente i tipi così sono predestinati a stare sui maroni al pubblico “rilassato” della mountain bike, infatti tendono a girare ai loro simili in quello che poi, in fondo, è ciclismo da strade bianche, dove la difficoltà maggiore è data dalle canalette dell’acqua. Nel dubbio spingono.ischgl_1154

Non ho mai tempo per allenarmi
È la stessa scusa dei biker lenti, solo che questa è subdola, perché è una bugia. Voi credete di avere a che fare con un fermone, in realtà il tipo si spara 1.000 metri di dislivello ogni santo giorno che Dio manda sulla terra. Se proprio non riesce ad uscire di casa, si autotortura in casa con i rulli, rompendo le palle a moglie e vicini per il rumoraccio di questi. Quando la moglie lo caccia via, si consola partecipando a terrificanti maratone di spinning.

pazzi

Oggi recupero
Già il fatto che questo venga a farsi il giro che voi considerate “epico” per riposarsi dall’allenamento dei giorni precedenti dovrebbe far risuonare un campanello di allarme nel vostro subconscio. In realtà è qui per misurarsi con biker ancora ignari dell’umiliazione che dovranno subire da lì a poco. Un classico: mentre voi arrancate in salita, lui è già arrivato in cima e torna giù per farvi compagnia (e farvi vedere quanto sia maschio).

dick

Ho preso la bici da freeride per divertirmi

Vi vuole comunicare che si è autozavorrato per andare più piano in salita. In verità la “bici da freeride” è una full suspended da 100mm di escursione davanti e dietro, con tuning fino alle viti in ergal. Infatti pesa 8.1 kg, pedali compresi, ed ha la sella più leggera e scomoda del pianeta.

142589_910895

Esco da 2 mesi di infortunio

Voi pensate a questo:

full-body-cast

Ma tutto quello che il finto lento ha avuto è stata un’unghia incarnita, nel 1995.

Non faccio mai gare

Boom! L’unico motivo per cui si trova con voi, questa domenica, è che è stato squalificato dalla “98 Cime Epic dei Carpati” perché i suoi amici si erano sbarazzati di un suo concorrente in questo modo durante l’edizione precedente:

Ho voglia di parlare

Questa è particolarmente satanica. In pratica vi porta al suo limite aerobico, che è molto più alto del vostro, continuando a farvi domande, finché voi stramazzerete al suolo nel mezzo di una frase, dato che vi manca completamente l’ossigeno, che avete speso conversando con lui.

Devo tornare a casa per l’ora di pranzo

Il coprifuoco cala alle 12 della domenica. Di ogni domenica. Se il malcapitato non è già tornato, lavato pettinato e vestito da Festa Grande, può dire addio alla bella vita. Solo che il finto lento non è sposato, non ha una famiglia da cui tornare, e nemmeno un pranzo che lo attende. Lui però sa che tanti, nella compagnia, hanno limiti d’orario. Allora dice che deve essere a casa un’ora prima degli altri, e comincia a tirare come un matto. Poi arriva al parcheggio del cimitero, scappa via prima degli altri e li smerda senza speranza, alla domenica pomeriggio, con continui messaggini di Whatsapp che linkano ai suoi tempi sui segmenti Strava.

25888

Non ho più l’età

Occhio, perché qui c’è la doppia mazzata: non solo vi starà davanti durante tutta l’uscita, rischiando l’infarto, ma vi rinfaccerà di essere più vecchio di voi, in maniera sottile, ma inequivocabile. In realtà si dopa come un cavallo per arrivare primo al giro con gli amici. O ha una bici elettrica, con motorino invisibile.

fantic_fat

Quali altre scuse avete sentito?

Foto di copertina di Grammy

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
vickiekepler0
vickiekepler0

una volta ho cominciato anche io con le scuse da finto lento aspettando con ansia la discesa… ma sono cmq arrivato ultimo… erano tutti dei draghi

jumpizem54
jumpizem54

un caso tipico è ( cavoli non me ne sono accorto ma avevo il padellone d’avanti, mi sono dimenticato di mettere il rampichino) mentre io il rapportino lo metto già alle prime rampe.

markxxx79
markxxx79

C’e’ pure quello dà discesa , non solo da’ salita :”ho trovato una bella discesa su Internet , si trova a XXXX… domenica andiamo a farla ? deve essere bella dai commenti che ho letto ”

In realta’ è una settimana che si reca sul posto quotidianamente a girare ed ha una pianta topografica del territorio , e conosce la perfetta posizione di ogni singola radice e roccia esistente ,oltre che tutte le linee migliori , sa’ pure i sentieri e le abitudini usati la notte dai cinghiali che potrebbero lasciare solchi o spostare pietre alterando le linee …

…si presenta corazzato come un Unno su di un nomad dà 12 kg e a volte ha ancora il numero attaccato al manubrio dell’ ultima superenduro a cui ha partecipato !

E dopo aver detto : scendiamo tranquilli che c’ e’ un po’ di fango , si fionda giù tipo Hart ai mondiali 2011 e tu non lo vedi più dopo 30 metri , lo ritrovi a fine tra il seduto su una roccia a fare la siesta dato che ha già mangiato 2 panini…

tlmk
tlmk

Sono 30 anni che ho a che fare coi finti lenti… quello che mi ha umiliato per primo, un amico di mio padre: premesso che il tizio in questione tirava di boxe e faceva apnea, la prima volta che combiniamo un giro in bici (da corsa, ma è lo stesso) mi fa: eh, sono poco allenato, non esco mai, non ho tempo; io ero ragazzino e ho abboccato come una carpa. Morale della favola, saliamo a Superga (da Sassi) e quando arrivo su, con la lingua sotto i tubolari, lo trovo che si stava sparando una sessione di corda che sembrava Cassius Clay.
Da quel giorno, al primo commento da “finto lento”, scatta il vaffa

Boro
Boro

Disamina molto divertente e completa, bravo Marco.
Fra le innumerevoli frasi da aggiungere, una potrebbe essere, “facciamo un giro semplice ci sono solo un paio di strappetti”. E si tratta di due inteminabili pezzi al 20% di media che sfiancherebbero un bulldozer cingolato….

MN_avatar
MN_avatar

ahaah questo post è epico!

TuriDut
TuriDut

cazzo, questo post è una radiografia anzi una tac…ti guarda dentro
fantastico, hai centrato il bersaglio come un cecchino degli swat
🙂

Prelli
Prelli

Tu le conosci bene tutte finto quarantenne hahahahaha

Funkyboyz
Funkyboyz

Premetto, io sono stato fregato ( si fa per dire, perché poi ha ceduto prima di me :-), non ha fatto il calcolo con i miei precedenti atletici…) da un collega che siccome avevo appena comprato la mtb (1992) mi dice, dai vieni con me facciamo un giro tranquillo, rifugio con 1200 mt di dislivello (OC).
Detto questo, io mi diverto a guardare le classifiche di Strava dove trovi il tipo che prova la discesa e la fa in un tempo eterno (rispetto al tuo) e poi vedi che non ha allenamenti per tre settimane, alla quarta ti svernicia, ci ha dormito lì la notte per le tre settimane in mezzo, però non ha reso pubblico il segmento per farti vedere quanto è tosto…

P.S.: ho saputo di gente che prende per fare i K.O.M…

lucal82l
lucal82l

Beh ma basta andare ad una gara di bdc: nessuno ha tempo di allenarsi, nessuno fa la dieta, tutti bevono vino e birra, tutti dormono poco.
Peccato che sono tutti tirati come Pro e si fanno i 50 di media.

rikiuan
rikiuan

A me e ad un mio amico è capitato di essere invitati per un giro super tranquillo vicono a casa mia. Sapevo che il mio ospite era in forma, ma mi aveva rassicurato che la maggior parte dei presenti non lo era. Non mentiva: solo lui si stava preparando per la Cape Epic… tutti gli altri erano con l’elettrica!
Uno di loro, poi, mentre stavo scalando una strada sostanzialmente a strapiombo, mi fa: “eh, vedi, se metti l’economy praticamente è come pedalare una bici normale”. questo salendo a venti all’ora facendo il rumore di un jet. “cosa credi, si fatica anche così!” mi disse invece il panzone senza una goccia di sudore (un elefante forse). Ed arrivati in cima? vedersi additare e sentire “oh, facciamo il giro breve, questi non ce la fanno più!”. Ma è venuto pure il momento della riscossa: il portage per gli alberi caduti e, soprattutto, la grande livella, la discesa, dove ne ho visti a gambe all’aria (non il mio ospite, ovviamente)!

markxxx79
markxxx79

Se mi dicessero così arrivato in cima…mi sale in testa l’Hannibal Lecter misto a lo zio di avetrana , Bud Spencer e Chuc Norris e le loro e-bike diventano degli smartphone con loro dentro …

Rothgar
Rothgar

@rikiuan In quei casi un Vaffa col sorriso è come un “Ego te absolvo…” : non si nega a nessuno ! 😉

dlacego

Secondo me hanno detto di fare il giro breve perchè erano senza batteria 🙂

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata

capitato anche a me di un tipo che faceva il fenomeno con l’elettrica, sono “casualmente” passato da un guado dove l’acqua arriva al mozzo. dopo qualche km l’elettrica lo ha abbandonato.

wally73
wally73

io quando esco per la prima volta con gente nuova preciso subito che non vado una mazza sia in salita che in discesa. quasi sempre mi rispondono tranquillo anche io…

poi tengo a precisare che però IO dico la verità e tanto a breve si vede!!!
altra cosa ho capito che i soprannomi vogliono dire molto… diffidate da gente chiamata Lumaca, Bradipo, Vecchio o Nonno, Fermone ecc…
spesso sono mascheramenti per evitare di essere evitati !!!

Sfaticato
Sfaticato

Io sono l’eccezione che conferma la regola 😀

ilmotta72
ilmotta72

c’è una cosa che i finti lenti non possono nascondere; il loro Garmin
Se portano i 920xt o i forerunner e/o Fenix.. sono i peggio di tutti….questi si allenano in BdC, piscina e corsa a piedi tutti i giorni
Occhioooooo!!!!

Jaco MtB
Jaco MtB

“Ma dai… io oggi ho la FAT e voi le front,è un percorso tra asfalto,argini etc… alla fine devo stare io al passo”. FATto sta che il FATtista si pianta davanti,a medie clamorose,tirando tutto il gruppo per tutto il giro,e arriva alla fine fresco come una rosa,mentre alcuni,in preda a visioni mistiche,hanno appena la forza di pensare “come azzo ha fatto?!”

pemby
pemby

Proprio ieri un mio collega biker, che dice di uscire quando la moglie gli da il permesso, mi ha inviato il seguente messaggio:
“Per domenica si organizza una pedalata in mtb tra amici, scapoli ed ammogliati, per divertirci un po: non si tratta di un raduno, dunque niente ristori, niente assistenza meccanica e sanitaria, niente servizio scopa. Sono una 40 ina di km circa: a parte un paio di tratti a difficoltà alta, il giro è fattibbilissimo”….
Vi farò sapere….

downhillark
downhillark

Mah ,non capisco dove stia il problema: vuoi tirare? Tira pure! Io vado al mio ritmo sempre e comunque, tu fai pure quel che vuoi! Anche se adoro le discese adrenaliniche esco per divertirmi e “rilassarmi”, fare gare non è per me 🙂

FabioBt
FabioBt

Ho trombato tutta la notte!

Boss Equipment
Boss Equipment

Premetto che sono allenato e se voglio vado forte, ma mi metto sempre ultimo e mi godo la giornata se trovo il “finto lento” lo lascio sfogare e poi lo pungolo alla prima salita dura facendogli sputare l’anima poi si calmano….

Alex330
Alex330

Questo articolo e stupendo.. Ma sopratutto i vostri commenti.. Non riesco a smettere di ridere

Grammy
Grammy

..te poi con quei occhiali in copertina sei il peggiore 🙂

claudio1967
claudio1967

Sai oggi non sono in forma… E intanto si spara gli ultimi 300m di salita in 100 tentativi di manual da 3m l’uno … io stremato ma rincuorato dal fatto che almeno ad impennare il mio socio è una poppa…

claudio1967
claudio1967

Pippa

MarcoM85BG
MarcoM85BG

Fantastico articolo, pure verità, hahahaha come nell’altro articolo!! Comunque volevo ricordare che c’è pure una terza categoria: cioè quelli che “MA SI, E’ UN GIRO AM PEDALABILE, TRANQUILLO INSOMMA” (=1800 metri di dislivello totali con 600 metri di portage)… Tanto poi c’è il capro espiatorio per i peggiori rancori, cioè colui che ha TRACCIATO IL GIRO utilizzando le open cycle maps per scovare l’ultimo single track rimasto sulla mappa ahhahahahah!!

mirko.trebeschi
mirko.trebeschi

Io, unico vero lento, esco in un gruppo di soli finti lenti… La mia vita – ciclistica – è di sola sofferenza e umiliazione… ???

daoxiannai5
daoxiannai5

“Un classico: mentre voi arrancate in salita, lui è già arrivato in cima e torna giù per farvi compagnia”

MADONNA SE ODIO QUESTA COSA! Tu sei li che sputi sangue e speri che colui che ti ha portato li sia ridotto ALMENO come te, ed improvvisamente riappare all’orizzonte con la scusa “dai, così chiacchieriamo”

CHIACCHIERIAMO????????? ho un enfisema in atto e i polmoni con la lava all’interno e vuoi parlare? ma vafff

gaios73
gaios73

Aspetta, io quelli che tornano a prenderti li trovo corretti.

Sono meglio quelli che ti lasciano solo in mezzo alla salita (e da solo fatichi IL DOPPIO), ti aspettano in cima a riposarsi, e appena arrivi “Ecco, siamo tutti, allora andiamo” così nemmeno hai il tempo ti tirare il fiato?

barbasma
barbasma

Devo tornare per pranzo e’ il peggio del peggio del peggio… significa che in 3 ore lui fa 70km…

Altra cosa dalla quale stare lontani…. “facciamo una passeggiata tranquilla…” poi pedalando scopri che fanno le gran fondo… e alla fine morendo (tu… loro sembra abbiano la ebike) ti fanno fare 70km per 2700dsl…

RSG
RSG

La prima mezz’ora ho sempre la gamba inchiodata

gasate
gasate

Io sono più lento di tutti e fatico come un mulo. Ultimamente però non ho voglia di fatigare e non tiro più vado al passo mio . E mi godo il panorama

rimirkus1975
rimirkus1975

Come cercascuse gli italiani sono impareggiabili , ma in fondo ti fanno divertire .
P.S. non centra nulla col mondo MTB , ma mi piacerebbe che i tizi del video fossero anche fans di un certo Valentino Rossi e riservassero le loro attenzioni anche ad antri personaggi …. !!

fake__plastic
fake__plastic

Sono probabilmente gli stessi tipi che all’università se ne uscivano con “non ho studiato un caxxo” e poi prendevano 30 e lode.

dlacego

NO quelli sono i NERD, è con gli sport non è che ci azzeccano molto

gaios73
gaios73

Bah, un nerd non direbbe mai “non ho studiato”.

Se non altro perché sarebbe un livello di interazione sociale troppo elevato.

rimirkus1975
rimirkus1975

Sbaglio ho la Giant nella foto di copertina assomiglia molto a : Bici della settimana #151: la Giant Reign di Grammy ?

Grammy
Grammy

..yes è lei 🙂

Replay72
Replay72

Di solito i finti lenti li sgami non appena si presentano all’appuntamento. I vari “per adesso sono fuori forma”, “facciamo un giretto tranquillo”, “non ho voglia di forzare”, “non ho mai tempo”, “non esco da una vita” e così via dei giorni precedenti erano finalizzati a darci l’idea di aver a che fare col classico “ciclista della domenica” che usa la mtb al 90% su asfalto e ci si aspetta di vederlo spuntare con una bici entry level o con quella del supermercato. Invece il tizio si presenta con una mtb di marca in carbonio montata XTR o XX1 e questo dovrebbe suonarci come un sinistro campanello d’allarme. Purtroppo a questo punto ormai siamo in trappola…

P.S.: mi è capitato un paio di volte di incontrare sulla mia strada dei finti lenti con degli autentici cancelli. Quelli si che ti fanno sentire una nullità mentre li vedi fare con disinvoltura su una mtb in acciaio con i v-brake passaggi che gli altri fanno con difficoltà in sella a bici molto più moderne e performanti…

Anto62
Anto62

Ebbene sì lo ammetto. L’ho fatto, nel 2005 all’isola d’elba. Il bagnino 19enne che legge una rivista mtb era la preda ideale: “vai in mtb” gli dico, “mi porti a fare un giro che non conosco il posto”… Abbocca, mi guarda come si guarda uno sfigatone, ma ai clienti mai dire no. Quindi appuntamento, lui con meravigliosa cannondale, io con la mia Gary Fisher procaliber 1991, con portapacchi e attacco seggioino bimbo. Vedo nei suoi occhi che non mi considera più uno sfigatone, ma una merdaccia. Iniziamo a pedalare e lui parte a tutta. Io chicchiero amabilmente, ma sto una spanna dietro. Poi quando inizia a incespircarsi con la lingua gli, metto lavruota avanti e ritocco il ritmo. Lui tace, trattiene il fiatone. Il fondo peggiora e costringe a quale accellerata, solo bastardamente allora gli dico: “non c’è bisogno che mi aspetti, vai pure”… si ferma rifiata e con la voce strozzata, rispinde “ma come cazzo fai ad andare così con quel cancello ?” solo allora capisce di essere caduto nella tela del finto lento….
Bei tempi… adesso invece per essere lento, di far finta, non ho più bisogno.

Checcoski
Checcoski

il mio socio va come un mulo in salita e tutte le volte ne inventa una stamani non sono in forma ho il raffreddore ,o pure ho fatto il vaccino per l influenza mi sento debole .il fatto sta che mi fa srmpre schianta per starli dietro maledetto hahahaha…..

GPA
GPA

Mi sono divertito anche io a leggere l’articolo e tutti i commenti. Io,a parte che sono sempre senza bici perchè al momento non avrei tempo per usarla,sono diventato un solitario anche per questi motivi. Della serie meglio soli che male accompagnati. L’ultima volta (tanti anni fa) che ho avuto un’esperienza di questo tipo ho incontrato uno che conoscevo a malapena,che si ferma ad inizio salita dove io ero fermo per togliere la giacca. Mi dice le solite minkiate,non sapevo che andassi in mtb,che bella bici,ma che bici è,io non vado mai,tu sicuramnte vai molto di più ecc.ecc. terminando con il solito “saliamo insieme?” . Bene,in quel frangente ero con la DaBomb Molotov di mio figlio,che volevo provare su una discesa piuttosto tortuosa e ripida che mi sembrava si adattasse alla tipologia di bici. Iniziamo la salita e il tipo,con bici trail,prende un ritmo per me impossibile. Gli dico di andare che civediamo in cima,sempre che abbia voglia di aspettare. Arrivo su e mi dice che sono 12 minuti che mi aspetta (600 m di dislivello), e che sinceramente pensava che io andassi molto di più. Mi scuso e gli indico,mentre mi metto le protezioni,la discesa che intendo fare delle 3 possibili,e lui inizia a fare discorsi strani del tipo ma lì si scassa tutto,queste bici non sono adatte ecc.ecc. Risposta: se scendo io con la front e 100 di escursione,puoi farlo tu con full da 130. Partiamo e gli dico di andar davanti,ma dopo la prima curva mi lascia passare.… Read more »

gaios73
gaios73

Se vogliamo stare tranquilli, facciamo una salita che conosco, bella, tosta sì, MA SEMPRE PEDALABILE.

(questa è di un bastardo qui del forum 😀 )

Sarà poi una mulattiera del cazzo con pietre smosse grandi come cocomeri, pendenza media mille percento, ai lati selvaggi del posto che vi bersagliano colle cerbottane avvelenate.

DoubleT
DoubleT

erano 25 anni che noi 3 non ci si vedeva
scopriamo che tutti e 3 si va in mtb
dai che facciamo un giro assieme
sì, ma guardate che con me viene anche la mia compagna
tranquillo ci si aspetta
bene!
passa un anno
e mezzo
finalmente il giro si fa…
dopo 3 mesi per mettersi d’accordo (siamo in 3)
…e finalmente una domenica mattina d’estate
partenza ore 5:30 e dopo due ore (e mezza) di macchina
e loro arrivano con mezz’ora di ritardo
e ciascuno con un amico attillato (con frontino tattico)
…uno dei 2, io alle 2 e mezza ho la moglie…
io e la mia compagna ci si guarda… mi sa che…
e loro… tranquilli ci si aspetta
bene si parte
che bello si sta insieme…
vuoi vedere che mi sbagl…
ma… dove cacchio sono…
io a lei, dai… poco male, ci aspettano in rifugio per la birra
e si arriva in rifugio, posto bellissimo!!!
ma… dove sono, mi chiede
e io vado dentro a vedere
trovati!!!
tutti e 4 davanti a un piatto di pasta e a un boccale di birra praticamente vuoti
‘f-a-n-c-u-l-o
(sconosciuti compresi)

Bindo
Bindo

bici da corsa : superi l’anziano che ti guarda e ti dice come vanno i giovani, fai 10km ed è sempre lì a ruota non si riesce a staccarlo dopo aver tirato da bestia lui ti passa e và via ti fà sentire una nullità quindi diffidate delle persone anziane vanno tutti i giorni in bici e aspettano il pollo di turno

Velotour
Velotour

Haaaa haaa haaa, che ridere.
Io ho avuto una bella esperienza nei panni del finto fermone. (fermone per davvero grazie alla mia stazza)
Ho sostituito un amico alle verifiche tecniche di una Marathon famosa. I sorrisini degl’ altri concorrenti che si sono tramutati in smorfie di sconforto scoprendo tramite internet che gli ho “appioppato” più’ di un ora di distacco negli anni precedenti.

bonzy73
bonzy73

Non sono particolarmente allenato ma in salita non vado poi malissimo, normalmente giro con i compagni e scollino sempre primo, anche se non è per umiliare nessuno ma per seguire il mio ritmo, ho bisogno di andare come voglio io. Una volta mi metto d’accordo con un ragazzo conosciuto vicino al lavoro: ” dai. anche io vado in MTB, organizziamo un giro, conosco dei bei percorsi!”. Si presenta all’appuntamento con il completino in Lycra della Sellaronda Hero ( presa con l’iscrizione, non acquistata in negozio…) e già questo mi preoccupa: mah, andrà forte in salita, ma magari in discesa non è un granchè…Salendo lui parlava, io zitto per non andare in affanno, scendiamo su un tracciato chiamato ” Valle del Diaol”, definito all’ingresso come dh e va a cannone con una full da 130 e ruote da 26″, fatico a stargli dietro. Ha sempre aspettato e questo gli fa onore, deve aver fatto fatica visto che ci ha confessato di allenarsi anche con la bdc con giri da 250kM e 5000m di dislivello. E’ stato comunque uno stimolo a migliorarsi e non sono assolutamente obbligato a stargli a ruota, se vuole può andare avanti: se fa lo sbruffone posso sempre farlo tornare a casa in bici visto che l’auto da usare per la trasferta è la mia…

DoubleT
DoubleT

sopra torbole?

rikiuan
rikiuan

Però vedì, lui è stato stra-corretto! mica uno si deve azzoppare per andare come il più lento del gruppo!

 

POTRESTI ESSERTI PERSO