Le bici pesanti scendono meglio?

188

No, non è la solita frase dell’amico sovrappeso che vi dice che lui scende più veloce di voi grazie ai 30 kg in più, guadagnati a suo di Provole e spaghettate. È piuttosto una considerazione su stabilità, comportamento delle sospensioni e sicurezza del rider e, purtroppo per alcuni, c’entrano le ebikes.

Chi ne abbia provata una sui sentieri che percorre di solito avrà notato quella sensazione da moto, data appunto dal peso. Parliamo di bici elettriche che pesano intorno ai 23-24 kg, cioé una decina di chilogrammi in più rispetto alle bici vere e proprie. Al di là dell’impossibilità di pedalarle in salita senza ricorrere al motore, la situazione diventa interessante in discesa, a patto che la ebike sia stata progettata bene e abbia i pesi il più in basso possibile.



.

Per il motore non c’è problema, visto che si trova all’altezza delle pedivelle, per la batteria invece la cosa non è scontata, anche se i tentativi di tenerla in basso hanno dato vita a dei design discutibili come la vecchia Cannondale Moterra o la Lapierre GLP2

Sarà anche brutta, ma a livello di guida ottiene esattemente quello di cui parlo in questo articolo: una bici superstabile, sul dritto scassato, le cui sospensioni sono estremamente attive grazie proprio al peso che rompe quell’inerzia iniziale che un magrolino su una bici normale sente chiaramente, in particolare sulle sospensioni ad aria. Lo chiamerei “effetto moto”, e non è sempre positivo. Nell’impostazione in curva il peso si fa sentire, così come in frenata, per non parlare quando si vogliono pompare gli ostacoli o si salta, ma non è questo il succo del discorso.

Il punto è che una bici pesante farà sentire il principiante più sicuro in fuoristrada, perché più incollata al terreno e meno nervosa. E qui arriviamo alle endurone attuali, tanto bistrattate da alcuni lettori per i loro pesi intorno ai 14/15kg. Pesi che, grazie a cinematiche efficienti e geometrie moderne, si lasciano pedalare senza problemi (e senza motori) in salita, anche se non si faranno mai i temponi. In discesa, d’altro canto, sono imbattibili a parità di tecnica di guida. Certo, non sono così piantate per terra come una Ebike, però mantengono quelle qualità da bici che tutti apprezziamo: agilità, facilità in curva, manegevolezza.

La differenza si sente anche fra una full da xc che pesa 10 kg, ma qui entrano in gioco fattori come pneumatici, sospensioni ed escursioni, ed è quindi più difficile fare i distinguo.

Cosa ne pensate? Avete avuto le stesse sensazioni?

 

Commenti

  1. a chi parla di moto, vorrei ricordare il discorso dell'incremento di peso PERCENTUALE: 110 kg o 100 di moto la differenza è circa il 10%, 24 contro 13 siamo più o meno al 90% di incremento peso.

    Dire che l'handling è uguale con il 90% di incremento peso non è sostenibile, anche dai numeri.

    Poi - senza nessuna offesa eh? molti di quelli che conosco che vanno forte in discesa arrivano dalla moto - chi arriva dalla moto ha molto spesso un atteggiamento e un'attitudine diversa, se poi usa solo l'ebike ancora di più.

    Il mondo del ciclismo pedalato è sempre stato attento all'etto, figuriamoci dieci kg!!!
  2. Io qui dove mi trovo quando fanno la gara di coppa del mondo di "granfondo) do una mano .
    Osservando i campioni(diciamo la top ten) usano bici di 7/8 kg.(non so il limite,altrimenti sarebbero pure più leggere) ed escursioni fi 100 mm
    e ci sono atleti molto alti che le pedalando.
    Bene se vedete come vanno in discesa con questi "stuzzicadenti " rimarreste impressionati!!!!
    Pazzesco,veramente.
    Quello che conta è il manico
  3. pablos:

    http://www.staccone-engineering.com/articoli-tecnici/incidenza-della-diminuzione-delle-masse-non-sospese-sullhandling-del-veicolo/

    Quell' articolo è interessante e spiega perchè una bici elettrica è più stabile.
    Soprattutto fa capire quanto nocivo sia avere sulla sospensione cassette da 6 etti e gomme da 1,2 kg e in generale ruote più pesanti, quindi comfort e tenuta di strada.Soprattutto sulle biciclette, dove le masse a terra sono tra i componenti più pesanti.
    Molto interessante.

    Quindi, correggimi se sbaglio, stessa bici con pilota più o meno pesante (90 kg. piuttosto che 60), avendo rapporti diversi tra masse appese e non, danno risultati diversi, più stabilità per il pilota pesante, meno per quello leggero.
    E potremmo anche dire, visto che si sta parlando di rapporti tra masse, che alleggerire la massa non appesa per un pilota pesante è meno influente che per un pilota leggero.
    Ovviamente una massa non appesa ma rotante più leggera, anche per un pilota pesante ha molta influenza sulla guida sopratutto in salita (=meno inerzia).

    :nunsacci: dici che mi sono incartato o il discorso torna?
Storia precedente

Bici della settimana #365: la Yeti SB165 di Tuzfil

Storia successiva

Loris Revelli è il nuovo campione italiano di enduro

Gli ultimi articoli in Report e interviste