Mara Fumagalli sospesa per doping

Mara Fumagalli sospesa per doping

20/09/2019
Whatsapp
20/09/2019

Alla vigilia dei campionati del mondo Marathon di Grächen, in Svizzera, Mara Fumagalli è stata sospesa in via cautelare per essere risultata positiva ad un controllo antidoping. Non si sanno altri dettagli, il comunicato sul sito della Nado (l’agenzia antidoping italiana) è molto scarno. Nel frattempo gli account social della Fumagalli, campionessa italiana marathon in carica, sono tutti offline.

La squadra, Focus Team, ha rilasciato un comunicato:

Per la cronaca, è la seconda volta in due anni ad essere coinvolta in storie di sostanze proibite.

La dichiarazione della Fumagalli
La dichiarazione di uno dei suoi sponsor

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
mcpelo68
mcpelo68

povera stellina….e questa da chi ha bevuto??

Bubba
Bubba

avra avuto male al popo e si sarà messa la pomata della nonna che non saeva che la nipote fa le gare

gian72to
gian72to

… calma con le conclusioni!
…. anche se…

pilade66
pilade66

La vidi passare come un missile ad una marathon, e rimasi impressionato dalla sua forma fisica. Spero per lei che sia innocente. Saluti sportivi.

monta
monta

penso sia la seconda volta
basta doping free
liberalizzare il doping è lunica soluzione se per vincere un panino uno aumenta le possibilita di ammalarsi cazzi suoi
i team potenti coprono gli atleti vedi amstrong e frome e altri
poi armstrong e frome hanno guadagnato milioni, bravi loro se passano le complicanze si godono i soldi ma questi mezzi atleti che si dopanomper un panino fanno schifo sono delle merde schifose.
la cosa schifosa è che se fanno esami antidoping seri a tutte le gran fondo in strada sopratutto i primi 50 non si salvano
sono persone che andrebbero radiate dalla vita e non dalla bici
schifosi

Roby80
Roby80

Come in politica anche nello sport beccano solo alcuni e molto spesso per motivi che esulano dal doping in se per se, magari per incastrare il tale atleta, o una squadra o qualcuno che ha fatto e detto qualcosa che non doveva dire, perchè è veramente incredibile che nel ciclismo in generale dove il 99% si dopa (come in altri sport), ma viene beccato solo l’1%.

giaKaa
giaKaa

Lo scrivi perché lo sai per certo e ne hai le prove. E allora tirale fuori e denuncia, oppure sei solo un quaquaraquà!

Marco Toniolo

[QUOTE=”monta, post: 8733707, member: 989″]
penso sia la seconda volta
basta doping free
liberalizzare il doping è lunica soluzione se per vincere un panino uno aumenta le possibilita di ammalarsi cazzi suoi
i team potenti coprono gli atleti vedi amstrong e frome e altri
poi armstrong e frome hanno guadagnato milioni, bravi loro se passano le complicanze si godono i soldi ma questi mezzi atleti che si dopanomper un panino fanno schifo sono delle merde schifose.
la cosa schifosa è che se fanno esami antidoping seri a tutte le gran fondo in strada sopratutto i primi 50 non si salvano
sono persone che andrebbero radiate dalla vita e non dalla bici
schifosi
[/QUOTE]

basta non foraggiarli, ovvero non partecipare alle loro gare. Fatevi un giro con gli amici che risparmiate e vi divertite di più.

ushba
ushba

Chi lo dice…….c’è molta gente che si diverte di più a fare una gara che un giro con amici…..gusti…..e poi certi personaggi come la Fumagalli fanno girare il carrozzone……….un po anche di mtb forum visto che ne stiamo parlando.
Tuttavia quando vengono presi con le mani nel sacco vuol dire che qualche controllo c’è anche se sono sempre pochi.

pistola74
pistola74

Il triancinolone, se non erro, è un corticosteroide usato di solito x via topica (una pomata) x disturbi locali della cute…so che le regole ci sono e devono essere uguali x tutti ma aspetterei prima di sputare sentenze, i fatti è meglio conoscerli bene prima di rovinare la vita delle persone…x un professionista si tratta comunque di un lavoro e non credo sia piacevole trovarsi di colpo licenziati…qui non si parla di atleti che prendono “milioni”…poi non giustifico il doping, sia chiaro, ma credo che (purtroppo) non sia tutto bianco o nero…

gibopeo
gibopeo

Ovviamente la storia della pomata sarà la scusa usata, ma il triamcinolone acetonide é un corticosteroide sintetico che viene usato anche per infiltrazioni intrarticolari

gibopeo
gibopeo

Ho letto una recente intervista in cui dichiara di non partecipare alle gare di Cross Country perché si prendono molti più scossoni rispetto ad una Marathon, il che le provoca dolore lá dove ha delle viti. Potendo ovviamente sbagliare, la mia è solo una supposizione, viene facile l’associazione con qualche trattamento intrarticolare.

pistola74
pistola74

dando sempre x assodato che questa sostanza non dovrebbe esserci e che lei è una professionista…se facessero un controllo dopo una gara a tutti probabilmente beccherebbero anche me perché in passato sta benedetta pomata l’ho usata! Se avesse fatto delle infiltrazioni articolari di cortisone x sfiammare (di solito sui giovani credo cerchino di evitare di farle ma a volte non c’è altro rimedio) accusarla di disonestà (o quant’altro) mi sembra un pò esagerato! Solito discorso, se sei uno “normale” puoi usare tutto al occorrenza, se sei un proff certi farmaci di uso comune non puoi proprio usarli o devi farne preventiva segnalazione (con credo determinate conseguenze) alle autorità competenti.

menollix
menollix

Perseverare è diabolico 😉
Ti hanno già beccata una volta con la “pomata”. Se ti ribeccano x la “pomata” le possibilità sono 3:
1) sei scema
2)chi ti da le pomate è uno/a scema
3) prendi le “pomate” apposta 😉
Per me al secondo errore sei da radiare!

dotnik
dotnik

Qualcosa però a me suona strano.
Quest’anno la Fumagalli ha vinto un numero impressionante di gare, compreso l’europeo. E’ possibile che in nessuna di queste gare sia stato effettuato un controllo?

gibopeo
gibopeo

E chi dice che non sono stati fatti? Non è che se viene trovata positiva una volta (perché magari non ha rispettato i tempi di fermo dopo aver assunto per scopi terapeutici la sostanza trovata) vuol dire che è sempre e sempre stata positiva

SilviBike
SilviBike

A chi vince di solito viene sempre fatta la prova antidoping , evidentemente aveva i valori entro la norma

ciccio79
ciccio79

Liberalizzare il doping?
Ma non diciamo cazzate dai..
La soluzione sarebbe effettuare controlli ad ogni gara e radiare a vita tutti i furbetti dopati..
Così finalmente, quelli che arrivano solitamente merdesimi, avrebbero qualche possibilità di arrivare tra i primi..

gianluca1989
gianluca1989

Tutti radiati allora perché di sano non c’è mai stato nessuno, riassumendo papale papale il problema sono sempre i soldi, chi si guarderebbe una gara di xc di 4 lentoni!

p84
p84

I controlli sono una presa per i fondelli mondiale. Pensare di risolvere con l’antidoping è come voler rincorrere una Ferrari a bordo di una Fiat Panda. Esistono oggi sostanze cosiddette ricombinanti che sono praticamente irrintracciabili. Se poi ci mettiamo anche i casi di corruzione per evitare di essere scoperti si capisce che il doping può soltanto dilagare (come in effetti avviene). Quello che conosciamo è solo la punta di un iceberg gigantesco che è impossibile fermare. Lo sport professionistico, in tutti gli ambiti, è finito da un pezzo. Ma la massa non lo sa

monta
monta

perfetto top quello che penso da anni

impeto72
impeto72

D’accordissimo in più aggiungerei che, se stai male o hai male, stai a casa! Ti curi e poi ritorni dietro controllo…se si permette di prendere delle medicine, piuttosto che altre, e contestualmente di gareggiare, esisterà sempre il doping! E a chi mi dice che ci sono contratti da rispettare, pace. È concetto duro, ma non vedo alternative serie. Amen

CANCELLONEDISUMANO
CANCELLONEDISUMANO

Commento perfetto che lascia poche conclusioni

drmale
drmale

Proprio così. La lotta tra doping e antidoping è del tutto impari. Le risorse di chi produce le sostanze sono enormi rispetto a chi deve cercare di individuarle. Il doping c’è in tutti gli sport, e non solo. Alla fine qualcuno viene beccato per darlo in pasto all’opinione pubblica e illudere che nello sport c’è qualche mela marcia, ma la maggioranza è sana. Visto che non si può combattere l’unica via è legalizzarlo. Quanto meno l’ingiustizia che colpisce qualche sportivo e solo qualche sport finirà. Ma possibile che nel calcio le cremine per le punture delle zanzare non le usi proprio nessuno…

gibopeo
gibopeo

Beh se eliminano i primi, alle marathon cui partecipo io sempre merdesimo arrivo 🙂

gibopeo
gibopeo

Ed occhio, perché non conoscendo il regolamento, la lista delle sostanze proibite, i tempi di sospensione ecc ecc, ho idea che una marea di amatori potrebbe risultare positivo ai controlli. Non perché si è fatto volontariamente e si è fatto per migliorare la prestazione da merdesimo a merdesimo -1, ma semplicemente perché magari due giorni prima ci si è veramente spalmata una pomata senza minimamente preoccuparsi di cosa contiene. Cosa che invece un pro deve fare.

Ninerjetrdo29
Ninerjetrdo29

Si comincia con l’aspirina e si finisce col nandrolone…

drmale
drmale

Direi, da bimbi cominci con lo sciroppo per la tosse e finisci, se sportivo col nandrolone, se minchionivo con qualche merda sintetica che ti fa sentire felice. All’origine di tutto c’è la pedagogia della pillolina che ci educa a curarci anche quando stiamo benone.

giorad
giorad

Qualcuno mi puó spiegare anche per sommi capi come funziona l’anti doping nelle MTB gran fndo e marathons, come pure nel circuito UCI di cross country? Mi pare vi siano pochi-leggeri controlli, o sbaglio, e solo sugli elites?

stefano86
stefano86

Prima la Nisi prima degli Italiani ora la Fumagalli guarda caso prima dei Mondiali che dire se non che mi fanno pena e tristezza. Certo ora è in via cautelare, ma se ti pinzano 2 volte in 2 anni qulcosa di vero ci sara pure no!!

hjan
hjan

La prima volta, ovvero al momento l’unica squalifica ca, è stata una decisione dell’antidoping abbastanza borderline ma entro i termini del regolamento per una questione di negligenza (avrebbe dovuto sapere che la pomata datale dal massaggiatore non poteva prenderla) e senza un riscontro di positività. La FCI e la squadra non le fecero prendere il via per possibili problemi ad un eventuale controllo. La Nado intervenne di ufficio con squalifica al massaggiatore e all’atleta.
Questa è una positività e come tale andrà trattata dagli organi preposti.

Marco Toniolo

[QUOTE=”pistola74, post: 8733803, member: 57532″]
Il triancinolone, se non erro, è un corticosteroide usato di solito x via topica (una pomata) x disturbi locali della cute…so che le regole ci sono e devono essere uguali x tutti ma aspetterei prima di sputare sentenze, i fatti è meglio conoscerli bene prima di rovinare la vita delle persone…x un professionista si tratta comunque di un lavoro e non credo sia piacevole trovarsi di colpo licenziati…qui non si parla di atleti che prendono “milioni”…poi non giustifico il doping, sia chiaro, ma credo che (purtroppo) non sia tutto bianco o nero…
[/QUOTE]

A dire il vero il suo lavoro è quello di tipografa, se non sbaglio.

Non so se hai letto la storia del cerotto per cui l’hanno beccata due anni fa, è linkata nell’articolo.

pistola74
pistola74

Non l’avevo letta, vado ora a vederla…grazie!

Denteavvelenato
Denteavvelenato

È un ormone steroideo esiste in fiale per iniezione ( kenacort) contro allergie o infiammazioni

p84
p84

Dovrebbero fare i controlli per rendere noti i nomi dei natural, farebbero molto prima

Marco Toniolo

[QUOTE=”hjan, post: 8733833, member: 73876″]
La prima volta, ovvero al momento l’unica squalifica ca, è stata una decisione dell’antidoping abbastanza borderline ma entro i termini del regolamento per una questione di negligenza (avrebbe dovuto sapere che la pomata datale dal massaggiatore non poteva prenderla) e senza un riscontro di positività. La FCI e la squadra non le fecero prendere il via per possibili problemi ad un eventuale controllo. La Nado intervenne di ufficio con squalifica al massaggiatore e all’atleta.
[/QUOTE]

Un massaggiatore della nazionale che usa un prodotto dopante senza saperlo? Ho smesso di credere a Babbo Natale tanti anni fa.

pistola74
pistola74

Ho letto poi l’articolo del link, in effetti le coincidenze sono un po’ “strane” e, come scrivi tu, un massaggiatore sportivo che segue degli atleti professionisti e che non sa che uno spray è considerato doping risulta irreale!!!

gibopeo
gibopeo

Ed occhio, perché non conoscendo il regolamento, la lista delle sostanze proibite, i tempi di sospensione ecc ecc, ho idea che una marea di amatori potrebbe risultare positivo ai controlli. Non perché si è fatto volontariamente e si è fatto per migliorare la prestazione da merdesimo a merdesimo -1, ma semplicemente perché magari due giorni prima ci si è veramente spalmata una pomata senza minimamente preoccuparsi di cosa contiene. Cosa che invece un pro deve fare.

R I E L
R I E L

bhe diciamo che il farmaco normalmente è per creme e cremine, ma si usa anche in altre maniere…
poi ovviamente potrebbe essere la positività di una semplice crema.. ma…

[URL unfurl=”false”]https://it.blastingnews.com/sport/2016/10/ciclismo-millar-rivela-mi-son-dopato-per-anni-grazie-alle-esenzioni-terapeutiche-001191427.html[/URL]

[I]L’ex ciclista britannico ha spiegato che la sua “dieta” era a base di Kenacort, un farmaco che contiene triamcinolone e che “era potentissimo – ha raccontato – Si faceva una cura sola, una volta all’anno, quando si voleva avere un picco di forma molto prolungato come in un Grande Giro, perché poi i suoi effetti erano molto impattanti sull’organismo”. [/I]

gibopeo
gibopeo

Alcuni studi americani di somministrazione sui cavalli parlano anche di 30-40 giorni di fermo, per essere certi che non vi sia più traccia

sboscio
sboscio

Sdrammatizzo un pochino la (TRISTE) situazione: hai visto il nome di chi ha scritto l’articolo?

Ninerjetrdo29
Ninerjetrdo29

Si comincia con l’aspirina e si finisce col nandrolone…

pistola74
pistola74

dando sempre x assodato che questa sostanza non dovrebbe esserci e che lei è una professionista…se facessero un controllo dopo una gara a tutti probabilmente beccherebbero anche me perché in passato sta benedetta pomata l’ho usata! Se avesse fatto delle infiltrazioni articolari di cortisone x sfiammare (di solito sui giovani credo cerchino di evitare di farle ma a volte non c’è altro rimedio) accusarla di disonestà (o quant’altro) mi sembra un pò esagerato! Solito discorso, se sei uno “normale” puoi usare tutto al occorrenza, se sei un proff certi farmaci di uso comune non puoi proprio usarli o devi farne preventiva segnalazione (con credo determinate conseguenze) alle autorità competenti.

marcus69
marcus69

Ma se sabato me la spalmo questa crema, domenica la vinco la cassa di birra?:smile::smile::smile::smile:

domi65
domi65

al di la di tutto e’ senza dubbio una grandissima atleta . ha vinto tutto e il motore ce l ha. io aspetterei prima di fare commenti.

stebrusca
stebrusca

L’errore di base, come spesso, è la legge (se non a monte il doping naturalmente).
Ti trovano dopato? Sei uno “sportivo” agonista e corri per vincere? Bene…addio alla tua carriera. Nello sport non si bara, nessuna seconda opportunità.

hjan
hjan

[QUOTE=”marco, post: 8733837, member: 1″]
Un massaggiatore della nazionale che usa un prodotto dopante senza saperlo? Ho smesso di credere a Babbo Natale tanti anni fa.
[/QUOTE]
Io ho riportato i fatti che sono citati anche negli atti della squalifica Nado.
Poi io la mia idea sulla faccenda la ho, tu magari hai la tua.

Marco Toniolo

[QUOTE=”hjan, post: 8733959, member: 73876″]
Io ho riportato i fatti che sono citati anche negli atti della squalifica Nado.
Poi io la mia idea sulla faccenda la ho, tu magari hai la tua.
[/QUOTE]

va bene. I fatti sono 2 problemi con l’antidoping in 2 anni. Lasciamo da parte le opinioni e Natale.

R I E L
R I E L

[QUOTE=”pistola74, post: 8733882, member: 57532″] dando sempre x assodato che questa sostanza non dovrebbe esserci e che lei è una professionista…se facessero un controllo dopo una gara a tutti probabilmente beccherebbero anche me perché in passato sta benedetta pomata l’ho usata! Se avesse fatto delle infiltrazioni articolari di cortisone x sfiammare (di solito sui giovani credo cerchino di evitare di farle ma a volte non c’è altro rimedio) accusarla di disonestà (o quant’altro) mi sembra un pò esagerato! Solito discorso, se sei uno “normale” puoi usare tutto al occorrenza, se sei un proff certi farmaci di uso comune non puoi proprio usarli o devi farne preventiva segnalazione (con credo determinate conseguenze) alle autorità competenti. [/QUOTE] Allora per un amatore può anche funzionare così.. perchè?! per il semplice fatto che l’amatore lo fa per divertimento e se il dottore gli dice di prendere una cosa lo fa senza neanche pensare alla bicicletta, se poi si presenta ad una gara e gli fanno il controllo a campione potrebbe risultare positivo.. ma questo non deve succedere se sei un amatore che vince (perchè i controlli prima o poi te li fanno) o ancora peggio se sei prof. credo che in tutti i farmaci della lista wada sia riportato sulla scatola il simbolo doping, in rosso cerchiato.. se sei uno sportivo di alto livello sai cosa significa in alternativa saresti veramente un “gnucco”. Senza contare che la scusa della caramellina ora è cambiata, una volta si cadeva dalle nuvole, ora invece la moda è… Read more »

impeto72
impeto72

D’accordissimo in più aggiungerei che, se stai male o hai male, stai a casa! Ti curi e poi ritorni dietro controllo…se si permette di prendere delle medicine, piuttosto che altre, e contestualmente di gareggiare, esisterà sempre il doping! E a chi mi dice che ci sono contratti da rispettare, pace. È concetto duro, ma non vedo alternative serie. Amen

pistola74
pistola74

[QUOTE=”R I E L, post: 8733992, member: 3460″] Allora per un amatore può anche funzionare così.. perchè?! per il semplice fatto che l’amatore lo fa per divertimento e se il dottore gli dice di prendere una cosa lo fa senza neanche pensare alla bicicletta, se poi si presenta ad una gara e gli fanno il controllo a campione potrebbe risultare positivo.. ma questo non deve succedere se sei un amatore che vince (perchè i controlli prima o poi te li fanno) o ancora peggio se sei prof. credo che in tutti i farmaci della lista wada sia riportato sulla scatola il simbolo doping, in rosso cerchiato.. se sei uno sportivo di alto livello sai cosa significa in alternativa saresti veramente un “gnucco”. Senza contare che la scusa della caramellina ora è cambiata, una volta si cadeva dalle nuvole, ora invece la moda è quella di dire che il farmaco assunto è stato preso su cose leggere per sviste… quando in realtà il tipo di assunzione non combacia con i valori riscontrati, come linkato prima il prodotto è sì presente anche nelle creme, ma fatto nelle modalità giuste è uno di quei farmaci che ti cambiano la prestazione (leggi il link che avevo postato) stessa cosa qualche anno fa quando prendevano qualche stradista che si giustificava asmatico… con valori impossibili da avere per via aerea (della serie siringhe e non pompatine di antiasmatici) poi come detto.. potrebbe essere la cremina per le botte.. ma potrebbe non essere… [/QUOTE] Pensandoci il concetto… Read more »

stellitex
stellitex

Poverina…..

stellitex
stellitex

… doping derivato dall’inchiostro dei tatoo, stellina poverina

RSGF
RSGF

Non per essere cattivo, ma credete veramente che in certi ambienti le cose vengano lasciate al caso?
Non occorre essere delle cime…basta vedere quali tra le potenziali sostanze che offrono dei vantaggi sono incluse in medicinali “comuni” per provarle ad utilizzarle e poi, in caso di positività, nascondersi dietro un “…ma io ho usato quella crema….non lo sapevo…” e in questo modo c’è sempre il beneficio del dubbio che porta in ogni caso a minimizzare l’accaduto…se c’è una lista di sostanze vietate che venga fatta rispettare…pene certe fin dall’inizio (positività ad una sostanza…squalifica di due anni totale”…in pratica carriera finita…vedrai che ci penseranno due volte prima di “spalmarsi” una crema qualunque…
Poi è vero, il doping è in continua evoluzione, ma lo è anche l’antidoping…quindi che vinca il migliore…e magari sarebbe il caso di investire di più in tecnologia per la rilevazione e studio di sostanze dopanti, per i controlli, insomma per tutto il settore…se veramente è questo quello che si vuole lo si deve combattere in questo modo, altrimenti non stiamo neanche a parlare…via libera a tutto e sono c…i loro poi!

Andrea Sicilia

[QUOTE=”monta, post: 8733707, member: 989″]
………..
i team potenti coprono gli atleti vedi amstrong e frome e altri
poi armstrong e frome hanno guadagnato milioni, bravi loro se passano le complicanze si godono i soldi ……..
[/QUOTE] Associare Armstrong a Froome mi sembra fuoriluogo. Il primo è il simbolo (e capro espiatorio) del doping. Il secondo uno pulito esattamente come Nibali, Dumoulin, Bernal, Thomas, Roglic, Valverde ecc.ecc.ecc.
[QUOTE=”pistola74, post: 8733803, member: 57532″]
Il triancinolone, se non erro, è un corticosteroide usato di solito x via topica (una pomata) x disturbi locali della cute…so che le regole ci sono e devono essere uguali x tutti ma aspetterei prima di sputare sentenze, i fatti è meglio conoscerli bene prima di rovinare la vita delle persone…x un professionista si tratta comunque di un lavoro e non credo sia piacevole trovarsi di colpo licenziati…qui non si parla di atleti che prendono “milioni”…poi non giustifico il doping, sia chiaro, ma credo che (purtroppo) non sia tutto bianco o nero…
[/QUOTE] Condivido. Quando c’è una positività tutti a gridare al lupo al lupo, senza approfondire un attimo la questione o quantomeno aspettare la sentenza. Trattare, soprattutto dopo solo un comunicato di sospensione, tutte le sostanze alla stessa stregua secondo me è un errore. Ci sarà un procedimento e alla luce della sentenza e delle sue motivazioni, ci sarà modo di farsi una idea un minimo più completa dei fatti.

gibopeo
gibopeo

Come già scritto, il triamcinolone acetonide non c’é solo nelle pomate. Inoltre, dato che in queste storie i dettagli non te li danno mai, c’é poco da aspettare la sentenza. Si sta solo parlando per supposizioni. Ma una cosa è certa, se c’é una lista di sostanze proibite, non esiste doping di serie A e di serie B, le sostanze vanno trattate tutte alla stessa stregua, almeno per quanto riguarda il rispetto delle regole. Alla giustizia sportiva il dovere di svolgere il proprio lavoro, ma senza sostituirsi al giudice di turno, si può dire che se trovata positiva, ha sbagliato.
Oppure visto che è quasi ovvio che sosterrà l’uso della pomata, hai già deciso tu che la cosa è trascurabile e la squalifica che ne verrà esagerata?

gibopeo
gibopeo

Come già scritto, il triamcinolone acetonide non c’é nelle pomate. Inoltre, dato che in queste storie i dettagli non te li danno mai, c’é poco da aspettare la sentenza. Si sta solo parlando per supposizioni. Ma una cosa è certa, se c’é una lista di sostanze proibite, non esiste doping di serie A e di serie B, le sostanze vanno trattate tutte alla stessa stregua, almeno per quanto riguarda il rispetto delle regole. Alla giustizia sportiva il dovere di svolgere il proprio lavoro, ma senza sostituirsi al giudice di turno, si può dire che se trovata positiva, ha sbagliato.
Oppure visto che è quasi ovvio che sosterrà l’uso della pomata, hai già deciso tu che la cosa è trascurabile e la squalifica che ne verrà esagerata?

fab82
fab82

[QUOTE=”samuelgol, post: 8734167, member: 19042″]
Associare Armstrong a Froome mi sembra fuoriluogo. Il primo è il simbolo (e capro espiatorio) del doping. Il secondo uno pulito esattamente come Nibali, Dumoulin, Bernal, Thomas, Roglic, Valverde ecc.ecc.ecc.
Condivido. Quando c’è una positività tutti a gridare al lupo al lupo, senza approfondire un attimo la questione o quantomeno aspettare la sentenza. Trattare, soprattutto dopo solo un comunicato di sospensione, tutte le sostanze alla stessa stregua secondo me è un errore. Ci sarà un procedimento e alla luce della sentenza e delle sue motivazioni, ci sarà modo di farsi una idea un minimo più completa dei fatti.
[/QUOTE]
Froome l’hanno pinzato

sembola

[QUOTE=”gibopeo, post: 8733851, member: 138183″]
Ed occhio, perché non conoscendo il regolamento, la lista delle sostanze proibite, i tempi di sospensione ecc ecc, ho idea che una marea di amatori potrebbe risultare positivo ai controlli. Non perché si è fatto volontariamente e si è fatto per migliorare la prestazione da merdesimo a merdesimo -1, ma semplicemente perché magari due giorni prima ci si è veramente spalmata una pomata senza minimamente preoccuparsi di cosa contiene. Cosa che invece un pro deve fare.
[/QUOTE]
deve preoccuparsene anche l’amatore. sempre ammesso che di cremine si tratti.

dang67
dang67

[QUOTE=”fab82, post: 8734441, member: 226652″]
Froome l’hanno pinzato
[/QUOTE]

Valverde idem

menollix
menollix

Perseverare è diabolico 😉
Ti hanno già beccata una volta con la “pomata”. Se ti ribeccano x la “pomata” le possibilità sono 3:
1) sei scema
2)chi ti da le pomate è uno/a scema
3) prendi le “pomate” apposta 😉
Per me al secondo errore sei da radiare!

gian72to
gian72to

[QUOTE=”ildefonso660, post: 8734497, member: 20720″]
…e ricorda sempre che se tu fai il lavoro che fai è grazie quelli che organizzano le gare e fanno girare le ruote grasse da prima che tu nascessi.
[/QUOTE]
… con chi ce l’hai?

powderfinger
powderfinger

[QUOTE=”gibopeo, post: 8733839, member: 138183″]
Ovviamente la storia della pomata sarà la scusa usata, ma il triamcinolone acetonide é un corticosteroide sintetico che viene usato anche per infiltrazioni intrarticolari
[/QUOTE]

Io sono rimasto al nandrolone, al GH e alla CERA o all’Epo comune, ma questo triamcinolone acetonide dà realmente dei vantaggi? Ultimamente leggo di atleti beccati con nel sangue sostanze da “pomatine” :nunsacci:

[QUOTE=”R I E L, post: 8733854, member: 3460″]
bhe diciamo che il farmaco normalmente è per creme e cremine, ma si usa anche in altre maniere…
poi ovviamente potrebbe essere la positività di una semplice crema.. ma…

[URL unfurl=”false”]https://it.blastingnews.com/sport/2016/10/ciclismo-millar-rivela-mi-son-dopato-per-anni-grazie-alle-esenzioni-terapeutiche-001191427.html[/URL]

[I]L’ex ciclista britannico ha spiegato che la sua “dieta” era a base di Kenacort, un farmaco che contiene triamcinolone e che “era potentissimo – ha raccontato – Si faceva una cura sola, una volta all’anno, quando si voleva avere un picco di forma molto prolungato come in un Grande Giro, perché poi i suoi effetti erano molto impattanti sull’organismo”. [/I]
[/QUOTE]

Ah, ecco :mrgreen:

[QUOTE=”gian72to, post: 8734506, member: 257024″]
… con chi ce l’hai?
[/QUOTE]

Presumo con il Diretur. Anche ildefonso660 è un altro di quelli che DOPA il numero dei suoi post perché non sa quotare :mrgreen:

eventhepopesmokesdope
eventhepopesmokesdope

[QUOTE=”marco, post: 8733712, member: 1″]
basta non foraggiarli, ovvero non partecipare alle loro gare. Fatevi un giro con gli amici che risparmiate e vi divertite di più.
[/QUOTE]

Non è vero, far gare è molto divertente, basta badare a dare il meglio e fregarsene di chi ti arriva davanti, dopato o no. Personalmente con gli amici mi diverto al pub. In bici pedalo.

Marco Toniolo

[QUOTE=”powderfinger, post: 8734518, member: 1734″]
Presumo con il Diretur. Anche ildefonso660 è un altro di quelli che DOPA il numero dei suoi post perché non sa quotare :mrgreen:
[/QUOTE]

sarà un bombato in incognito.

Marco Toniolo

[QUOTE=”eventhepopesmokesdope, post: 8734520, member: 14820″]
Non è vero, far gare è molto divertente, basta badare a dare il meglio e fregarsene di chi ti arriva davanti, dopato o no. Personalmente con gli amici mi diverto al pub. In bici pedalo.
[/QUOTE]

Io invece al pub pedalo ed in bici bevo.

gian72to
gian72to

[QUOTE=”powderfinger, post: 8734518, member: 1734″]
Io sono rimasto al nandrolone, al GH e alla CERA o all’Epo comune, ma questo triamcinolone acetonide dà realmente dei vantaggi? Ultimamente leggo di atleti beccati con nel sangue sostanze da “pomatine” :nunsacci:

Ah, ecco :mrgreen:

Presumo con il Diretur. Anche ildefonso660 è un altro di quelli che DOPA il numero dei suoi post perché non sa quotare :mrgreen:
[/QUOTE]
… rimosso

eventhepopesmokesdope
eventhepopesmokesdope

Oh, detto tra noi, il Kenacort l’ho usato per 3/4 anni. Sapevo fosse doping perché nella scatola c’è scritto, ma non sapevo fosse così efficace. In effetti, io, non ne ho mai tratto giovamento, mi pare. C’è da dire che non ho mai seguito programmi di allenamento, pur facendo gare, e che, essendo una medicina, le punture me le facevo quando ero in uno stato di prostrazione fisica totale, chiaramente sempre su prescrizione medica. Avevo una allergia mostruosa. Rinite, invalidante, non respiravi, 20 starnuti al minuto, asma, pupille fotosensibili al punto che dovevi lavorare con gli occhiali da sole, lacrime che manco la Madonna di Medjugorie. Sono punture a lento rilascio, una dosa dura un mese, ma sono miracolose. La mattina sei da buttare, il pomeriggio stai già bene, poi l’allergia, per un mese, te la dimentichi.
Essendo le mie crisi diminuite di intensità, adesso prendo altri medicinali per aerosol, sempre dopanti, credo, ma meno potenti: Forbest e Prontinal. Inutile a dirsi, ricadute sulle performance, zero… Ma come ho detto altrove, non è che se dopi una quercia, questa si muova….

eventhepopesmokesdope
eventhepopesmokesdope

[QUOTE=”marco, post: 8734523, member: 1″]
Io invece al pub pedalo ed in bici bevo.
[/QUOTE]

Cazz questo è rad!

Marco Toniolo

[QUOTE=”eventhepopesmokesdope, post: 8734527, member: 14820″]
Cazz questo è rad!
[/QUOTE]

haha, comunque la storia di fare le gare fregandosene di quelli che sono avanti a te è un discorso vecchio come il forum. A me chi imbroglia è sempre stato sulle balle, motivo per cui lascio agli altri il piacere di mettersi in griglia per divertirsi in bici.

gibopeo
gibopeo

Se per gare parliamo di marathon dove i primi ci mettono qualche ora in meno, anche se pulitissimi, in quanto professionisti, allora vien da se che l’amatore partecipa non per sfidare loro ma per sfidare se stesso o al limite gli amici con cui organizza la trasferta, e di conseguenza (almeno per quanto mi riguarda), i pro da questo punto di vista possono fare quello che vogliono.

eventhepopesmokesdope
eventhepopesmokesdope

[QUOTE=”marco, post: 8734528, member: 1″]
haha, comunque la storia di fare le gare fregandosene di quelli che sono avanti a te è un discorso vecchio come il forum. A me chi imbroglia è sempre stato sulle balle, motivo per cui lascio agli altri il piacere di mettersi in griglia per divertirsi in bici.
[/QUOTE]

Sacrosanto, per carità. Io, invece, ho scoperto ieri, come ho detto prima, di aver imbrogliato senza saperlo, per 3/4 anni, senza alcun riscontro positivo in fatto di performance. Non è bello, eh! Forse in griglia ci devo iniziare a metter le bistecche.

drmale
drmale

Però l’affermazione “è la seconda volta” da l’idea che sia stata sospesa due volte, invece la prima si è fermata spontaneamente in via cautelativa, risuona un po’ moralistica. Sapete quante volte dovreste fermare il vostro bambino che fa uno sport per sciroppini e pomatine, spesso dopanti… E non lo fate.

cbet
cbet

comunque spiace, una fortissima, lavora 8 ore al giorno e raggiunge quei risultati… spero veramente in un “errore”,
anche se è vero che pomate e pomatine dopanti il “cerchietto rosso” ce l’hanno bello in vista…

ricchiRock
ricchiRock

si, l’errore è aver sbagliato la dose o i tempi di assunzione…

Marco Toniolo

[QUOTE=”gibopeo, post: 8734557, member: 138183″]
Se per gare parliamo di marathon dove i primi ci mettono qualche ora in meno, anche se pulitissimi, in quanto professionisti, allora vien da se che l’amatore partecipa non per sfidare loro ma per sfidare se stesso o al limite gli amici con cui organizza la trasferta, e di conseguenza (almeno per quanto mi riguarda), i pro da questo punto di vista possono fare quello che vogliono.
[/QUOTE]

di certo un amatore non può competere con un pro. Il problema del doping selvaggio è diffuso fra gli amatori più che fra i pro, e a questo mi riferisco.

gibopeo
gibopeo

Chiaro, ed è vero. Parlo ancora per me, nel partecipare alle marathon da 2000-4000 iscritti, la sfida è solo con me stesso, quindi se qualcuno ci mette 1 ora in meno di me perché si bomba di non sa nemmeno lui cosa (proprio perché come l’hai definito, tra gli amatori il doping diventa selvaggio) sono cavoli suoi, penso solo che sia un poveraccio. Intendevo questo.

gibopeo
gibopeo

Chiaro, ed è vero. Parlo ancora per me, nel partecipare alle marathon da 2000-4000 iscritti, la sfida è solo con me stesso, quindi se qualcuno ci mette 1 ora in meno di me perché si bomba di non sa nemmeno lui cosa (proprio perché come l’hai definito, tra gli amatori il doping diventa selvaggio) sono cavoli suoi, penso solo che sia un poveraccio. Intendevo questo.

Marco Toniolo

[QUOTE=”gibopeo, post: 8734577, member: 138183″]
Chiaro, ed è vero. Parlo ancora per me, nel partecipare alle marathon da 2000-4000 iscritti, la sfida è solo con me stesso, quindi se qualcuno ci mette 1 ora in meno di me perché si bomba di non sa nemmeno lui cosa (proprio perché come l’hai definito, tra gli amatori il doping diventa selvaggio) sono cavoli suoi, penso solo che sia un poveraccio. Intendevo questo.
[/QUOTE]

si, ma capisci che è tutto sfalsato, perché se fai una gara inevitabilmente guarderai il tuo tempo e la tua posizione rispetto agli altri concorrenti. Non vedo perché si debba accettare che c’è qualcuno che imbrogli come se sia una cosa normale e consolarsi dicendo “tanto guardo solo il mio tempo”.
A questo mi riferisco quando dico che l’unica forma di protesta è non andare alle gare.

gibopeo
gibopeo

Non lo accetto e non lo giustifico, al punto che nemmeno faccio differenza tra “pomatina” come qualcuno qui la definisce, ed assunzione per altra via (ricordando che il principio attivo quello è, indipendentemente dalla via di assunzione, e dato che i dettagli, la concentrazione trovata nel sangue ecc ecc non ce li dicono, e dato che esiste una lista di sostanze da evitare se si vuole correre una gara, e che spesso la pomata diventa una scusa…). Però dato che a pensar male quando sei in griglia di partenza l’amatore di fianco a te potrebbe essersi fatto “come un cavallo”, usando un luogo comune che poi non corrisponde propriamente a realtà (quasi 8 anni nell’antidoping dei cavalli quindi parlo con un minimo di cognizione di causa), ho deciso che non è sufficiente per privarmi di partecipare alle marathon dolomitiche, di pedalare in quei luoghi meravigliosi e sfidare me stesso arrivando alla fine nel miglior modo a me possibile. Del resto da amatore, stai partecipando e non stai gareggiando. Ed infine, non si può nemmeno boicottare chi le organizza attribuendogli responsabilità che non ha.

gian72to
gian72to

[QUOTE=”marco, post: 8734578, member: 1″]
si, ma capisci che è tutto sfalsato, perché se fai una gara inevitabilmente guarderai il tuo tempo e la tua posizione rispetto agli altri concorrenti. Non vedo perché si debba accettare che c’è qualcuno che imbrogli come se sia una cosa normale e consolarsi dicendo “tanto guardo solo il mio tempo”.
A questo mi riferisco quando dico che l’unica forma di protesta è non andare alle gare.
[/QUOTE]
… classifica separata, doping e non doping.

powderfinger
powderfinger

[QUOTE=”eventhepopesmokesdope, post: 8734526, member: 14820″]
Oh, detto tra noi, il Kenacort l’ho usato per 3/4 anni. Sapevo fosse doping perché nella scatola c’è scritto, ma non sapevo fosse così efficace. In effetti, io, non ne ho mai tratto giovamento, mi pare.
[/QUOTE]

Vedremo la quantità trovata nel sangue alla Fumagalli, se verrà resa nota; ma io resto sempre più perplesso dall’utilizzo di tutte queste “sostanzine”. Rischiare per l’Epo ci può anche stare, ma rischiare per una pomatina… a che pro? Perché correre un rischio così grosso per un qualcosa che non ti dà grossi vantaggi? Forse nell’insieme delle sostanze che uno prende qualche vantaggio potrebbe darlo (mah), forse ha voluto rischiare per curarsi il mal di schiena, forse per l’effetto psicologico (placebo) che potrebbe avere l’assunzione di tutto ciò che riporta[ATTACH type=”full”]283730[/ATTACH], boh! :nunsacci:

[QUOTE=”gibopeo, post: 8734557, member: 138183″]
Se per gare parliamo di marathon […] l’amatore partecipa non per sfidare loro ma per sfidare se stesso o al limite gli amici
[/QUOTE]

Lasciamo stare i più forti che si dopano (quelli che lo fanno) per fare la differenza tra di loro, ma in realtà – secondo me – è proprio la rivalità tra amici che potrebbe indurre all'[I]aiutino[/I]: “Cosa me ne importa se il biker con cui battaglio per tutta la GF mi brucia sul traguardo? Del resto abita a 200 km da dove abito io, chissà quando lo rivedrò. Gli amici, invece, li ho tutti i giorni davanti a me” :mrgreen:

Marco Toniolo

[QUOTE=”powderfinger, post: 8734595, member: 1734″]
Vedremo la quantità trovata nel sangue alla Fumagalli, se verrà resa nota; ma io resto sempre più perplesso dall’utilizzo di tutte queste “sostanzine”. Rischiare per l’Epo ci può anche stare, ma rischiare per una pomatina… a che pro? Perché correre un rischio così grosso per un qualcosa che non ti dà grossi vantaggi? Forse nell’insieme delle sostanze che uno prende qualche vantaggio potrebbe darlo (mah), forse ha voluto rischiare per curarsi il mal di schiena, forse per l’effetto psicologico (placebo) che potrebbe avere l’assunzione di tutto ciò che riporta[ATTACH type=”full” alt=”doping.jpg”]283730[/ATTACH], boh! :nunsacci:

[/QUOTE]

occhio che certe sostanze non si trovano solo nelle pomate.

cbet
cbet

[QUOTE=”marco, post: 8734578, member: 1″]
si, ma capisci che è tutto sfalsato, perché se fai una gara inevitabilmente guarderai il tuo tempo e la tua posizione rispetto agli altri concorrenti. Non vedo perché si debba accettare che c’è qualcuno che imbrogli come se sia una cosa normale e consolarsi dicendo “tanto guardo solo il mio tempo”.
A questo mi riferisco quando dico che l’unica forma di protesta è non andare alle gare.
[/QUOTE]
è proprio questo il punto: guardi la classifica, vedi un altro “amatore” come te (magari M4-M5), cavolo va al doppio…
ma lavora anche lui ? come fa ? è super-allenato (tanto di cappello allora) oppure….
è vero, sta un pò sulle P…E questa situazione…!

gibopeo
gibopeo

Non lo accetto e non lo giustifico, al punto che nemmeno faccio differenza tra “pomatina” come qualcuno qui la definisce, ed assunzione per altra via (ricordando che il principio attivo quello è, indipendentemente dalla via di assunzione, e dato che i dettagli, la concentrazione trovata nel sangue ecc ecc non ce li dicono, e dato che esiste una lista di sostanze da evitare se si vuole correre una gara, e che spesso la pomata diventa una scusa…). Però dato che a pensar male quando sei in griglia di partenza l’amatore di fianco a te potrebbe essersi fatto “come un cavallo”, usando un luogo comune che poi non corrisponde propriamente a realtà (quasi 8 anni nell’antidoping dei cavalli quindi parlo con un minimo di cognizione di causa), ho deciso che non è sufficiente per privarmi di partecipare alle marathon dolomitiche, di pedalare in quei luoghi meravigliosi e sfidare me stesso arrivando alla fine nel miglior modo a me possibile. Del resto da amatore, stai partecipando e non stai gareggiando. Ed infine, non si può nemmeno boicottare chi le organizza attribuendogli responsabilità che non ha.

Marco Toniolo

[QUOTE=”gibopeo, post: 8734629, member: 138183″]
Ed infine, non si può nemmeno boicottare chi le organizza attribuendogli responsabilità che non ha.
[/QUOTE]

Ne sei sicuro? Mi viene in mente la ötztaler radmarathon (bdc) dove non ci sono controlli antidoping e certi amatori vanno più dei pro. O guarda a qualche edizione passata della sportful, sempre bdc, dove i pro arrivavano dietro ad un “famoso” amatore.
Chiaro che non puoi fare controlli a tutti, ma prendere i primi tre degli M4 o M5 sarebbe già un inizio per dare una certa credibilità al proprio evento

gibopeo
gibopeo

Sul dare credibilità ok, ma di fatto non potendo controllare tutti, e non potendo per questo biasimare l’organizzazione, siamo sempre alla situazione di prima. Controllami pure i primi 3 degli M4 o M5, ma con i tempi che fanno il discorso non è diverso rispetto a quello fatto per i pro. Sempre qualche ora dietro ci sono io che sgomito con un amatore che magari qualcosina l’ha anche presa (che magari poi non gli migliora niente, perchè giustamente non esiste il principio attivo magico che con il mio stato di forma mi fa stare davanti a Paez)

ricchiRock
ricchiRock

si, l’errore è aver sbagliato la dose o i tempi di assunzione…

powderfinger
powderfinger

[QUOTE=”marco, post: 8734603, member: 1″]
occhio che certe sostanze non si trovano solo nelle pomate.
[/QUOTE]

Sì, infatti ho anche quotato post che lo chiarivano bene, in particolare quello di EtPSD. Dovremmo perciò conoscere la quantità trovata nel sangue all’atleta.

[QUOTE=”cbet, post: 8734614, member: 248505″]
è proprio questo il punto: guardi la classifica, vedi un altro “amatore” come te (magari M4-M5), cavolo va al doppio…
ma lavora anche lui ? come fa ? è super-allenato (tanto di cappello allora) oppure….
è vero, sta un pò sulle P…E questa situazione…!
[/QUOTE]

L’amatore per eccellenza dei primi anni ’00, colui che venne definito il re delle GF, era Marzio Deho, uno che lavorava come operaio per buona parte della giornata.

[QUOTE=”gibopeo, post: 8734629, member: 138183″]
Non lo accetto e non lo giustifico, al punto che nemmeno faccio differenza tra “pomatina” come qualcuno qui la definisce, ed assunzione per altra via (ricordando che il principio attivo quello è, indipendentemente dalla via di assunzione)
[/QUOTE]

Insomma, tra spalmarsi un po’ di pomata e iniettarsi una fiala c’è differenza, dal punto di vista dell’effetto, dell’efficacia sull’organismo.

[QUOTE=”gibopeo, post: 8734629, member: 138183″]
dato che i dettagli, la concentrazione trovata nel sangue ecc ecc non ce li dicono
[/QUOTE]

Si ricasca sempre lì: leggera presenza da uso di pomata o massiccio dosaggio da iniezione/i?…

gibopeo
gibopeo

E’ per questo che non si deve fare differenza: si rispetta l’elenco delle sostanze proibite. Punto. Anche perchè puoi anche trovare concentrazioni basse che in teoria non hanno effetto sulla prestazione, ma non necessariamente la bassa concentrazione vuol dire pomata (chiaramente là dove ne esiste una), potrebbe voler dire che ormai hai quasi smaltito completamente il bidone che ti sei iniettato. Non bisogna punire solo pensando all’effetto della concentrazione che trovi, bisogna punire in base alla presenza di qualcosa che non ci deve essere. Ecco perchè chi qui continua a minimizzare sul fatto che tanto è una pomata (dando per assodato che di quello si tratti) sbaglia completamente.

ricchiRock
ricchiRock

quello che fa sorridere, o piangere, è quello che ha dichiarato nella famosa intervista… niente preparatori, niente tabelle, vado in bici per divertirmi, etc etc. Poi però succede che ti beccano quindi chiudi ogni social e fai lo struzzo. Della vicenda non mi è piaciuto questo comportamento. Sbagliare è umano e lecito, ma visto sei comunque un personaggio pubblico, dovresti altrettanto pubblicamente assumertene le responsabilità.

cbet
cbet

[QUOTE=”ricchiRock, post: 8734675, member: 49108″]
quello che fa sorridere, o piangere, è quello che ha dichiarato nella famosa intervista… niente preparatori, niente tabelle, vado in bici per divertirmi, etc etc. Poi però succede che ti beccano quindi chiudi ogni social e fai lo struzzo. Della vicenda non mi è piaciuto questo comportamento. Sbagliare è umano e lecito, ma visto sei comunque un personaggio pubblico, dovresti altrettanto pubblicamente assumertene le responsabilità.
[/QUOTE]
sacrosanto

gibopeo
gibopeo

E’ per questo che non si deve fare differenza: si rispetta l’elenco delle sostanze proibite. Punto. Anche perchè puoi anche trovare concentrazioni basse che in teoria non hanno effetto sulla prestazione, ma non necessariamente la bassa concentrazione vuol dire pomata (chiaramente là dove ne esiste una), potrebbe voler dire che ormai hai quasi smaltito completamente il bidone che ti sei iniettato. Non bisogna punire solo pensando all’effetto della concentrazione che trovi, bisogna punire in base alla presenza di qualcosa che non ci deve essere. Ecco perchè chi qui continua a minimizzare sul fatto che tanto è una pomata (dando per assodato che di quello si tratti) sbaglia completamente.

eventhepopesmokesdope
eventhepopesmokesdope

[QUOTE=”marco, post: 8734603, member: 1″]
occhio che certe sostanze non si trovano solo nelle pomate.
[/QUOTE]

Infatti… Ragazzi, il Kenacort, che, come vi ho detto, ho usato, viene sotto forma di puntura, 3 a pacchetto, ed ha dosaggio mensile, una fiala al mese, appunto, e viene somministrato sotto controllo medico. Nel mio caso, è stata una extrema ratio dopo la constatazione del l’assoluta inutilità degli antistaminici. Non è Gentalyn Beya eh! Non un medicinale che si possa prendere inavvertitamente.

Vero che non capisco l’uso di tali sostanze per il doping. Detto con estremo cinismo, se si rischia, si rischi per qualcosa di davvero efficace.

gibopeo
gibopeo

Sul dare credibilità ok, ma di fatto non potendo controllare tutti, e non potendo per questo biasimare l’organizzazione, siamo sempre alla situazione di prima. Controllami pure i primi 3 degli M4 o M5, ma con i tempi che fanno il discorso non è diverso rispetto a quello fatto per i pro. Sempre qualche ora dietro ci sono io che sgomito con un amatore che magari qualcosina l’ha anche presa (che magari poi non gli migliora niente, perchè giustamente non esiste il principio attivo magico che con il mio stato di forma mi fa stare davanti a Paez)

Marco Toniolo

[QUOTE=”gibopeo, post: 8734692, member: 138183″]
Sul dare credibilità ok, ma di fatto non potendo controllare tutti, e non potendo per questo biasimare l’organizzazione, siamo sempre alla situazione di prima. Controllami pure i primi 3 degli M4 o M5, ma con i tempi che fanno il discorso non è diverso rispetto a quello fatto per i pro. Sempre qualche ora dietro ci sono io che sgomito con un amatore che magari qualcosina l’ha anche presa (che magari poi non gli migliora niente, perchè giustamente non esiste il principio attivo magico che con il mio stato di forma mi fa stare davanti a Paez)
[/QUOTE]

e allora che facciano 3 controlli casuali per ogni categoria. La verità è che non gliene frega niente, anzi dai fastidio se parli di doping.

gibopeo
gibopeo

3 controlli casuali su centinaia di partenti per ogni categoria purtroppo non risolvono il problema, ecco perchè vedo ridotte le responsabilità di chi organizza, non potendo fare controlli su tutti.

AlenBorgua
AlenBorgua

sarebbe un vero peccato se risultasse essere colpevole visto la vita che dice di fare per essere a quei livelli, una ragazza che fa l’operaia e poi trova il tempo e la costanza di allenarsi quasi come una pseudo professionista 🙁

gibopeo
gibopeo

3 controlli casuali su centinaia di partenti per ogni categoria purtroppo non risolvono il problema, ecco perchè vedo ridotte le responsabilità di chi organizza, non potendo fare controlli su tutti.

Dack
Dack

Questi elite della mtb, non essendo di fatto dei professionisti, devono rispettare le stesse condizioni dei corridori che sono realmente inquadrati come tali, ovvero passaporto biologico e reperibilità costante?

mirko_jimbho84
mirko_jimbho84

[QUOTE=”eventhepopesmokesdope, post: 8734526, member: 14820″] Oh, detto tra noi, il Kenacort l’ho usato per 3/4 anni. Sapevo fosse doping perché nella scatola c’è scritto, ma non sapevo fosse così efficace. In effetti, io, non ne ho mai tratto giovamento, mi pare. C’è da dire che non ho mai seguito programmi di allenamento, pur facendo gare, e che, essendo una medicina, le punture me le facevo quando ero in uno stato di prostrazione fisica totale, chiaramente sempre su prescrizione medica. Avevo una allergia mostruosa. Rinite, invalidante, non respiravi, 20 starnuti al minuto, asma, pupille fotosensibili al punto che dovevi lavorare con gli occhiali da sole, lacrime che manco la Madonna di Medjugorie. Sono punture a lento rilascio, una dosa dura un mese, ma sono miracolose. La mattina sei da buttare, il pomeriggio stai già bene, poi l’allergia, per un mese, te la dimentichi. Essendo le mie crisi diminuite di intensità, adesso prendo altri medicinali per aerosol, sempre dopanti, credo, ma meno potenti: Forbest e Prontinal. Inutile a dirsi, ricadute sulle performance, zero… Ma come ho detto altrove, non è che se dopi una quercia, questa si muova…. [/QUOTE] son asmatico pure io e in stagione graminacee o ambrosia mi capita di far il “ventolin” non sia chiama così il prodotto che uso ma il principio è lo stesso… e devo dire che , oggettivamente, essendo un vasodilatatore a base cortisonica (pur essendoci scritto doping-free sul prodotto che uso io) a livello di prestazioni la capacità polmonare io la sento molto diversa,… Read more »

gibopeo
gibopeo

Il principio attivo del Ventolin è il salbutamolo, broncodilatatore, che non è nella lista delle sostante proibite o meglio c’è, ma con un limite quindi l’uso ne è sostanzialmente concesso

gibopeo
gibopeo

Il principio attivo del Ventolin è il salbutamolo, broncodilatatore, che non è nella lista delle sostante proibite o meglio c’è, ma con un limite quindi l’uso ne è sostanzialmente concesso

powderfinger
powderfinger

[QUOTE=”gibopeo, post: 8734688, member: 138183″]
puoi anche trovare concentrazioni basse che in teoria non hanno effetto sulla prestazione, ma non necessariamente la bassa concentrazione vuol dire pomata (chiaramente là dove ne esiste una), potrebbe voler dire che ormai hai quasi smaltito completamente il bidone che ti sei iniettato.
[/QUOTE]

È vero, giusta e logica considerazione la tua.

gibopeo
gibopeo

E’ banalmente per questo che è importante rispettare i tempi di fermo/sospensione: se un pro ha bisogno di farsi un’infiltrazione, che se la faccia pure, non è che se sei pro non ti puoi curare. Ma che abbia il buon senso di non presentarsi alla gara. Se ti presenti ed hai sbagliato i tempi, mi spiace ma c’è pur sempre un errore da parte tua. Si puo’ pensare di concederti attenuanti ecc ecc, ma siamo sicuri sicuri che la storia è questa e non c’è dell’altro? Nel dubbio, se qualcosa non ci deve essere non ci deve essere e basta, per me è cosi che deve funzionare.
C’è da dire che nel caso di un infiltrazione, capace che se l’iniezione non è fatta bene e qualcosa finisce nel muscolo, i tempi di sospensione si allungano, e questa è una cosa che uno non puo’ sapere e puo’ quindi restarne inconsapevolmente vittima. Insomma, esistono sempre delle zone d’ombra ma, come sopra, non si puo’ avere la certezza, quindi l’unica regola deve necessariamente essere quella della presenza/assenza della sostanza. Io la vedo cosi, ma è cosi che sostanzialmente funziona, almeno per l’antidoping del cavallo dove ho maturato una certa esperienza (anche se non ci lavoro ormai dal 2012).

fabio1991
fabio1991

Ma gli hanno spiegato che le pomate vanno spalmate e non ingerite a colazione un tubetto per volta??? dai dai basta cavolate, 2 positività in due anni, con la scarsità di controlli fa pensare che con più controlli le positività potrebbero anche essere state 4 5 10 o una ad ogni gara, e magari poi se facciamo il controllo a casa a sorpresa ecco che spunta anche altro. RADIATA e finita li…

gibopeo
gibopeo

E’ banalmente per questo che è importante rispettare i tempi di fermo/sospensione: se un pro ha bisogno di farsi un’infiltrazione, che se la faccia pure, non è che se sei pro non ti puoi curare. Ma che abbia il buon senso di non presentarsi alla gara. Se ti presenti ed hai sbagliato i tempi, mi spiace ma c’è pur sempre un errore da parte tua. Si puo’ pensare di concederti attenuanti ecc ecc, ma siamo sicuri sicuri che la storia è questa e non c’è dell’altro? Nel dubbio, se qualcosa non ci deve essere non ci deve essere e basta, per me è cosi che deve funzionare.
C’è da dire che nel caso di un infiltrazione, capace che se l’iniezione non è fatta bene e qualcosa finisce nel muscolo, i tempi di sospensione si allungano, e questa è una cosa che uno non puo’ sapere e puo’ quindi restarne inconsapevolmente vittima. Insomma, esistono sempre delle zone d’ombra ma, come sopra, non si puo’ avere la certezza, quindi l’unica regola deve necessariamente essere quella della presenza/assenza della sostanza. Io la vedo cosi, ma è cosi che sostanzialmente funziona, almeno per l’antidoping del cavallo dove ho maturato una certa esperienza (anche se non ci lavoro ormai dal 2012).

mirko_jimbho84
mirko_jimbho84

[QUOTE=”gibopeo, post: 8734714, member: 138183″]
Il principio attivo del Ventolin è il salbutamolo, broncodilatatore, che non è nella lista delle sostante proibite o meglio c’è, ma con un limite quindi l’uso ne è sostanzialmente concesso
[/QUOTE]
si si lo so, ma io parlavo degli effetti in ambito sportivo, io sento differenza a livello di respirazione poi non so quanto effettivamente sia o se sia realmente a vantaggio della performance

giaKaa
giaKaa

Lo scrivi perché lo sai per certo e ne hai le prove. E allora tirale fuori e denuncia, oppure sei solo un quaquaraquà!

sembola

[QUOTE=”Dack, post: 8734708, member: 6263″]
Questi elite della mtb, non essendo di fatto dei professionisti, devono rispettare le stesse condizioni dei corridori che sono realmente inquadrati come tali, ovvero passaporto biologico e reperibilità costante?
[/QUOTE]
Elite è una cosa, professionista con contratto un’altra.

Dack
Dack

[QUOTE=”sembola, post: 8734889, member: 351″]
Elite è una cosa, professionista con contratto un’altra.
[/QUOTE]

Sì questo è chiaro

eventhepopesmokesdope
eventhepopesmokesdope

[QUOTE=”mirko_jimbho84, post: 8734709, member: 235195″]
son asmatico pure io e in stagione graminacee o ambrosia mi capita di far il “ventolin” non sia chiama così il prodotto che uso ma il principio è lo stesso… e devo dire che , oggettivamente, essendo un vasodilatatore a base cortisonica (pur essendoci scritto doping-free sul prodotto che uso io) a livello di prestazioni la capacità polmonare io la sento molto diversa, respiro meglio e di conseguenza spingo di più… ora io non so se è un effetto placebo ma la base cortisonica e vasodilatatrice c’è quindi…. se tanto mi da tanto…
[/QUOTE]

Si ma il Kenacort non è un broncodilatatore, è un medicinale steroideo. Per cui un ipotetico uso dopante credo sia riscontrabile in presenza di un programma preciso di allenamento. Altrimenti ne raccogli poco i frutti. In ogni caso, dicevo che non ne capisco l’uso, in quanto, a parità di sostanze che danno positività, penso ve ne siano di più efficaci. Il Ventolin dilata i bronchi, quindi i vantaggi sono immediati e riscontrabili, seppur leggeri. Il medico mi aveva consigliato pure quello, ma può aumentare le pulsazioni, quindi non l’ho mai preso.

drmale
drmale

[QUOTE=”marco, post: 8734574, member: 1″]
di certo un amatore non può competere con un pro. Il problema del doping selvaggio è diffuso fra gli amatori più che fra i pro, e a questo mi riferisco.
[/QUOTE]
Se per doping intendi l’assunzione di sostanze illecite i cui marker sono rilevabili, hai ragione. Se per doping invece si intende un potenziamento delle prestazioni attraverso metodi farmacologici, genetici o comunque proibiti (autotrasfusioni ecc.), è invece vero il contrario. Piuttosto che selvaggio, mi viene da suggerire che i master usano un doping dilettantesco, nel senso lato: cioè di incerta utilità e certa rivelabilità. I professionisti, non per nulla sono tali, usano invece metodi di certa utilità e di incerta rivelabilità.

gibopeo
gibopeo

Beh, ricordo di una storia finita sui giornali in cui tra amici amatori si era fatta la colletta per comprare il macchinario per la “pulizia” del sangue… ma anche in questo caso si parla sempre di pratica che veniva fatta a livello dilentattesto e per giunta molto pericoloso. Che i pro abbiano alle spalle medici e preparatori è un dato di fatto, e quindi sulla carta competenze tali da poter mettere in piedi un sistema di doping quanto meno non dilettantesco. Resta pur sempre il fatto che quando si pensa che il doping sia sempre piu’ avanti dell’antidoping, non sempre è vero. Lo è se si pensa al doping come alla somministrazione di chissà che cosa, molecole mai viste prima, sintentizzate nei laboratori dell’area 51. Spesso e volentieri invece non è cosi, nessuno si inventa niente, tra i medici specializzati in doping (le cronache insegnano che non è certo una qualifica ufficiale, ma esistono) non c’è mai stato un novello premio Nobel che ha inventato la molecola dell’anno. Usano quello che in commercio esiste, e se l’antidoping rimane indietro, è perchè o la tecnologia a disposizione in un dato momento storico fatica a rilevare determinate molecole, o perchè gli stessi strumenti usati non funzionano esattamente come si vede a CSI, dove in un nanosecondo di analisi ti sanno dire da che deserto arriva la sabbia analizzata, ma bisogno sviluppare i metodi di estrazione, i metodi strumentali, il tutto poi deve essere validato, testato nei circuiti interlaboratori, accreditato ecc ecc. Ci… Read more »

gibopeo
gibopeo

Beh, ricordo di una storia finita sui giornali in cui tra amici amatori si era fatta la colletta per comprare il macchinario per la “pulizia” del sangue… ma anche in questo caso, sempre di pratica che veniva fatta a livello dilentattesto e per giunta molto pericoloso. Che i pro abbiano alle spalle medici e preparatori è un dato di fatto, e quindi sulla carta competenze tali da poter mettere in piedi un sistema di doping quanto meno non dilettantesco. Resta pur sempre il fatto che quando si pensa che il doping sia sempre piu’ avanti dell’antidoping, non sempre è vero. Lo è se si pensa al doping come alla somministrazione di chissà che cosa, molecole mai viste prima, sintentizzate nei laboratori dell’area 51. Spesso e volentieri invece non è cosi, nessuno si inventa niente, tra i medici specializzati in doping (le cronache insegnano che non è certo una qualifica ufficiale, ma esistono) non c’è mai stato un novello premio Nobel che ha inventato la molecola dell’anno. Usano quello che in commercio esiste, e se l’antidoping rimane indietro, è perchè o la tecnologia a disposizione in un dato momento storico fatica a rilevare determinate molecole, o perchè gli stessi strumenti usati non funzionano esattamente come si vede a CSI, dove in un nanosecondo di analisi ti sanno dire da che deserto arriva la sabbia analizzata, ma bisogno sviluppare i metodi di estrazione, i metodi strumentali, il tutto poi deve essere validato, testato nei circuiti interlaboratori, accreditato ecc ecc. Ci vogliono risorse… Read more »

Boro
Boro

A quanto ne so, il doping ha come scopo primario, non tanto quello di potenziare direttamente l’individuo, ma di aumentare notevolmente le capacità di recupero e la resistenza al dolore che prestazioni aldilà dei limiti fisiologici provocano.
Il cortisone come tale è un potente antinfiammatorio, e nelle sua varie forme è doping.
Anch’io mi sono fatto il kenakort quando soffrivo di asma allergica, all’epoca era disponibile anche in versione retard, ancora piu’ durevole, e con una fiala, da un giorno all’altro, confermo che i tuoi problemi erano SPARITI come nulla. Mi facevo tre fiale per tre mesi e per un ANNO INTERO stavo bene. Se non è potente una roba del genere…
E non spariscono solo i problemi allergici ma anche quelli indotti dalla fatica.

Andrea Sicilia

[QUOTE=”fab82, post: 8734441, member: 226652″]
Froome l’hanno pinzato
[/QUOTE]
Froome lo hanno assolto. Quindi è come Nibali, Nibali, Dumoulin, Bernal, Thomas, Roglic ecc.ecc.
LA lo hanno squalificato a vita. Associarli è una fregnaccia.
[QUOTE=”dang67, post: 8734448, member: 231465″]
Valverde idem
[/QUOTE]
Vero. Ritiro il suo nome dall’esempio.

bach7
bach7

[QUOTE=”gibopeo, post: 8734959, member: 138183″] Beh, ricordo di una storia finita sui giornali in cui tra amici amatori si era fatta la colletta per comprare il macchinario per la “pulizia” del sangue… ma anche in questo caso si parla sempre di pratica che veniva fatta a livello dilentattesto e per giunta molto pericoloso. Che i pro abbiano alle spalle medici e preparatori è un dato di fatto, e quindi sulla carta competenze tali da poter mettere in piedi un sistema di doping quanto meno non dilettantesco. Resta pur sempre il fatto che quando si pensa che il doping sia sempre piu’ avanti dell’antidoping, non sempre è vero. Lo è se si pensa al doping come alla somministrazione di chissà che cosa, molecole mai viste prima, sintentizzate nei laboratori dell’area 51. Spesso e volentieri invece non è cosi, nessuno si inventa niente, tra i medici specializzati in doping (le cronache insegnano che non è certo una qualifica ufficiale, ma esistono) non c’è mai stato un novello premio Nobel che ha inventato la molecola dell’anno. Usano quello che in commercio esiste, e se l’antidoping rimane indietro, è perchè o la tecnologia a disposizione in un dato momento storico fatica a rilevare determinate molecole, o perchè gli stessi strumenti usati non funzionano esattamente come si vede a CSI, dove in un nanosecondo di analisi ti sanno dire da che deserto arriva la sabbia analizzata, ma bisogno sviluppare i metodi di estrazione, i metodi strumentali, il tutto poi deve essere validato, testato nei circuiti… Read more »

emilio78
emilio78

intanto sono arrivate le sue dichiarazioni ufficiali.

Marco Toniolo

[QUOTE=”emilio78, post: 8735504, member: 96061″]
intanto sono arrivate le sue dichiarazioni ufficiali.
[/QUOTE]

è arrivato un post su instagram. [URL]https://www.mtb-mag.com/la-dichiarazione-di-mara-fumagalli-sulla-sua-positivita/[/URL]

emilio78
emilio78

sinceramente dopo le sue dichiarazioni e non avendo alcuna esperienza/competenza in materia mi astengo da qualsiasi giudizio, spero che l’eventuale autorità giudicante possa fare chiarezza sulla questione.

double defense
double defense

Rispetto per Mara Fumagalli!
Mara non mollare!