[Photostory] Bardonecchia Bike Park con Ambro Grillo e Jack Bisi

[Photostory] Bardonecchia Bike Park con Ambro Grillo e Jack Bisi

20/06/2012
Whatsapp
20/06/2012

Giugno è un mese fantastico per la mtb, molte località sciistiche aprono gli impianti di risalita e le piste agli amanti della discesa. Abbiamo chiesto ad Ambro Grillo e Jack Bisi di accompagnarci alla scoperta di uno dei paradisi del freeride nella Val di Susa, il Bardonecchia Bike Park. I ragazzi arrivano da Torino, per loro il viaggio è breve (un’oretta) e le seggiovie distano solo un paio di minuti dell’uscita autostradale. I primi ad arrivare siamo io ed eTTa. A Campo Smith le bici del noleggio sono già schierate in attesa dei rider e la biglietteria è aperta. Regnano calma e silenzio, solo gli addetti ai lavori sono in movimento. Abbiamo tempo per una veloce colazione.

Bardonecchia Bike Park. Campo Smith, poco prima delle nove regnano calma e silenzio, aspettando Ambro e Jack ci concediamo una colazione all’aria aperta.

Il bike park accoglie i mtbiker con ben 3 impianti di risalita: due seggiovie a 4 posti ed una telecabina. Sulle seggiovie le bike vengono caricate e scaricate dagli addetti agl’impianti, ai biker non resta che rilassarsi ammirando il paesaggio. Bardonecchia propone anche numerosi sentieri xc/am, noi abbiamo a disposizione solamente un giorno ed abbiamo deciso di dedicarci solamente alle discese. I ragazzi arrivano, scarichiamo le bici, indossiamo protezioni ed abbigliamento da discesa e ci dirigiamo verso la biglietteria.

Finalmente Jack eTTa ed Ambro sono pronti a partire, eccoli alla biglietteria mentre acquistano i bike pass

La famiglia Grillo al gran completo sale in seggiovia, direzione Pian del Sole

Una volta arrivati a Pian del Sole, salutiamo Anna ed il piccolo Enrico che ci aspetteranno sui prati per il pranzo. I ragazzi danno uno sguardo alle diverse possibilità di discesa, si scaldano sulle strutture dello Junior Park e via verso la prima discesa!

eTTa conosce i percorsi di Bardonecchia e vuole provare la sua nuova bici da dh sulla 14D una pista nera tecnica nel fitto del bosco, Ambro e Jack invece vogliono giocare tra le mille sponde dei tracciati di Melezet… che indecisione 😛

Riscaldamento sulle piccole strutture dello Junior Park e poi…

.. via verso la 9D un tracciato rosso, tempestato di curve e piccoli saltini, ideale per iniziare la giornata senza esagerare…

La giornata sarà lunga, decidiamo di affrontare la prima discesa senza far troppe pause.

Raggiungiamo velocemente il fondovalle, la pista è meravigliosa, scorrevole, le sponde sono belle alte, chi è alle prime armi ha a disposizione un tracciato semplice  mentre chi è ad un livello tecnico elevato riesce a sfruttare i rettilinei per guadagnare velocità percorrendo le curve senza quasi toccare i freni.

Risaliamo con la seggiovia ed all’arrivo troviamo il piccolo “Grillo” che si allena 🙂

 

Con un rapido trasferimento in discesa raggiungiamo la seggiovia di Melezet e saliamo in quota. Ci attendono 3 percorsi “neri” due ormai ben rodati ed uno nuovo tutto da scoprire!

 

Paraboliche, salti e strutture, Jack è gasatissimo

Jack Bisi a manetta!!!

Anche Ambro è scatenato, esce dalle curve a manetta e appena possibile stacca le ruote da terra.

Pausa…. i sentieri sono tutti ben tracciati ed il “nonno” dei freerider decide che è arrivato il momento di marcare il territorio 🙂

eTTa e Jack dopo aver preso velocità sfruttano una sponda per curvare velocemente senza toccare i freni.

Jack al grido “minkia sdraiala” affronta una mega-parabolica al traverso in puro stile supermotard!

 

“Giacomino son passate tre ore dalla colazione, se vuoi puoi fare il bagnetto” 🙂 🙂 🙂

eTTa, Ambro e Jack sul nuovissimo percorso 24D tutto curve e contro-curve

 

Jack sceglie il ponte mentre Ambro cerca refrigerio nel ruscello

Incontriamo un simpatico cagnolone freerider 🙂 eccoci sul sentiero di collegamento tra Melezet e Campo Smith, direzione Pian del sole per un panino in baita…

 

Tutti a pranzo adulti, bambini e…

... e Giacomino :-)

… e Giacomino 🙂

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I grandi fanno manutenzione alle bike….

..e Jack Bisi… continua a giocare 🙂

 

Ambro Grillo, il dirt rider più famoso d’Italia, oggi indossa scarpe flat ma con aggancio..

…e casco integrale!

 

Finito il pranzetto e controllate le bike, si ricomincia a correre! Osservando la cartina delle piste ci rendiamo conto che non abbiamo percorso nemmeno metà delle piste a disposizione.

Mappa Percorsi Bardonecchia – CLICCA PER INGRANDIRE

Bardonecchia a fondo valle e qualche nube all’orizzonte…

Jack Bisi raida come mangia… in pratica continua a giocare in sella alla sua MDE

 

eTTa, Ambro e Jack tra le mille curve di Bardonecchia

 

Nell’immagine sotto, i ragazzi affrontano una delle tante strutture del bike park. Passarellone molto larghe e solide, studiate per permettere al biker che si avvicina a questo sport di potersi fermare in caso di emergenza. Per motivi di sicurezza tutte le strutture di Bardonecchia sono dotate di una rampa finale che permette, se non si vuole spiccare il volo, di raggiungere dolcemente il terreno.

Ambro & Jack

Ambro wide open!

 

Raida come mangi: il Grosso, il Grillo e la Donzella

 

North shore sulla pista 15D

Dopo diverse discese da Pian del Sole, ci fermiamo al bar per una bibita rinfrescante con alcuni dei ragazzi addetti alla manutenzione/costruzione dei percorsi. Riviviamo i momenti della giornata e siamo soddisfatti. Il Bike Park di Bardonecchia propone molte piste di vario genere, con strutture in legno enormi ma percorribili anche da chi non è un pro. Le due seggiovie conducono rapidamente in vetta,  fanno orario continuato dalle 9.00 alle 17.50 quindi  in una giornata è possibile fare tantissime discese. I biker in vacanza con la famiglia hanno la possibilità di noleggiare sdraio, lettini ed ombrelloni proprio come in spiaggia, usufruire di numerosi giochi per bambini e dell’ Adventure Park più grande della vallata. I trail builder ci fanno sapere che stanno terminando la manutenzione piste sull’altro versante e ci descrivono e consigliano alcuni sentieri xc/am che conducono a 3000 mt di quota.  Dal primo di luglio saranno disponibili le lunghe discese servite dalla telecabina Jafferau-Frejusia.  Inoltre durante la stagione verranno aperte nuove piste e strutture!

Adesso dobbiamo salutarci perchè Jack deve correre a casa per scrivere una nuova puntata di “Raida come mangi”

A presto amici di mtb-forum!!!

Jack, Ambro e famiglia partono. Resta qualche ora di sole… decidiamo di farci accompagnare da Iaia, un’amica di Bardonecchia, alla scoperta dei percorsi xc/am che si trovano su questo versante della montagna (sulla mappa segnati in azzurro). Vicino alla biglietteria c’è il noleggio Kona. Posiamo i nostri bicioni da DH ed affittiamo due bici che ci permettano di pedalare fino al tramonto. Visto che siamo in tempo approfittiamo dell’ultima corsa della seggiovia  che ci accompagnerà comodamente seduti per parte del dislivello 🙂

Pedalando con eTTa e Iaia alla scoperta dei sentieri xc/am

Iaia seguendo i sentieri in quota ci porta verso Melezet

Una sosta tra fiori e coccinelle.

…e dopo diversi up & down ci ritroviamo poco sopra Pian del Sole…

 

… pochi minuti al tramonto…

ci godiamo la luce meravigliosa del tramonto e scattiamo ancora qualche foto…

non abbiamo con noi impianti d’illuminazione, ci resta giusto il tempo per risalire in sella e rientrare a Bardonecchia utilizzando uno dei percorsi più easy del bike park

 

Arriviamo in paese stanchi ma felici di aver vissuto questa giornata in compagnia di Ambrogio Grillo, Jack Bisi e Iaia in questo fantastico comprensorio. Restituiamo le bici, carichiamo l’auto e ci dirigiamo verso l’autostrada ripromettendoci di ritornare prima possibile a Bardonecchia con le bici da enduro per una lunga pedalata allo Jafferau.

Vi rimandiamo alla sezione del forum del BARDONECCHIA BIKE PARK per info su costi, orari e periodi di apertura, ricettività alberghiera ecc. Le piste di Bardonecchia vi aspettano per le vostre future vacanze in mtb.