Marco Toniolo, 26/08/2020

Finita l’egemonia di Facebook, se non altro fra i giovani, è l’ora di Instagram. Sul social network della fotina + cuoricino, ormai reso sempre più complicato e cheesy dalla rincorsa di Zuckerberg ai suoi concorrenti (Snapchat con le stories e ultimamente TikTok con i reels) è un’esplosione di contenuti… da social appunto, cioé di quelli che si dimenticano dopo un giorno. E guai a fare una ricerca, perché se siete maschi vi troverete una sfilza di tette e culi postati volontariamente da signorine che non danno molta importanza al #metoo.

Detto ciò, l’account di MTB Mag è un’oasi di pace perché segue solo contenuti riguardanti la mountain bike. Su Instagram non esiste il concetto di “amicizia” reciproca di Facebook, per fortuna, quindi se Caio ci segue noi non siamo obbligati a vedere i suoi post. Possiamo seguire solo chi ci interessa. Scrivo al plurale perché il nostro account è gestito da 4 persone su 2 continenti e 4 Paesi diversi, e per questo motivo è in inglese. Spesso carichiamo la foto del giorno del mag, come questa:

Fra le varie persone che seguiamo, per la maggior parte aziende e pro della MTB, ci sono anche diversi personaggi che conoscete qui dal mag, tipo Eugenio Pozzi con le sue foto del giorno..

…o Michele Ferro, che conoscete sul forum come Spa, per i suoi viaggi e video in posti mozzafiato.

O l’epico Steve Ude.

Di base quello che ci piace sono belle foto o bei video brevi (per quelli lunghi meglio Youtube), da sfogliare alla mattina quando uno è seduto sulla tazza. La scorsa settimana abbiamo scoperto quello quello di Andrea Maranelli grazie al suo video “Sempre in ritardo“:

Siamo convinti che ce ne siano tanti altri che meritano di essere seguiti, un po’ originali e che non siano la solita foto della bici appoggiata all’albero, del piatto di pasta o del gatto. Per questo motivo vi chiediamo di postare qui sotto gli account di IG relativi alla MTB che vi piacciono, o magari il vostro se ci mettete tempo e fatica.

Pronti, via!

 

Commenti

  1. Io pensavo che sceglieste le foto da quelle caricate sui profili degli utenti del forum, non da Instagram. Visto che il mio profilo Instagram è privato e tale lo tengo, segnalo i temerari di cicloalpinismo https/www.instagram.com/cicloalpinismo
    Comunque confermo che, per chi ama la fotografia, su Instagram si possono trovare delle gran belle foto, di mtb e non, di professionisti (come di Aledilullo, uno dei miei preferiti https://www.instagram.com/aledilullophotography/) e di amatori. E' un bel vedere, senza troppe scocciature social.
 

POTRESTI ESSERTI PERSO