Schurter-Absalon, attenti a quei due

Schurter-Absalon, attenti a quei due

12/03/2012
Whatsapp
12/03/2012

L’elvetico trionfa nel test pre-mondiale in Sud Africa, il francese si impone nella Copa Catalana. Entrambi si fronteggeranno il prossimo weekend in Coppa del Mondo XC. L’analisi delle due gare e poi la consueta panoramica settimanale sulle principali competizioni nazionali appena disputate

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=85587&s=576[/img]

Pietermaritzburg (RSA) – 10 marzo
Sul tecnico, tortuoso e impegnativo tracciato sudafricano si è svolto il preludio di ciò che sarà la prova di apertura della World Cup XC, in calendario il 17 marzo (il 18 si correrà la Downhill, ndr). Il Momentum Health XCO International Cascades, gara di classe E2, ha visto in lizza alcuni tra i più forti atleti del “circus” iridato, con la pattuglia elvetica al gran completo e capace di piazzare sette alfieri nei primi dieci posti della classifica assoluta. Fanno paura? Forse si, forse no. Di sicuro le altre nazioni possono solo sognarsi tanta qualità e quantità messe assieme.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=85588&s=576[/img]

Fuoriclasse indiscusso del movimento rossocrociato, Nino Schurter (Team Scott) è stato capace di precedere senza grande apprensione l’idolo locale Burry Stander (Specialized Factory Racing team), acclamatissimo dal pubblico ma apparso ancora distante dal livello di preparazione di Schurter. Implacabile in tutti i settori, sempre sicuro dei propri mezzi, in sella alla sua Scale 26″ Schurter ha danzato come una libellula anche sugli ostacoli artificiali più grossi, impartendo lezioni di guida a tutti gli avversari, a prescindere dal diametro di ruote utilizzato. Come dire che la mountain bike è più che altro una questione di “manico”. Già vincitore qui a Pietermaritzburg nella World Cup 2011, Schurter ha tutte le ragioni per puntare senza mezzi termini alla vittoria in Coppa, il prossimo fine settimana. Vedremo di quale parere saranno Julien Absalon, qui assente poichè impegnato nella prova di Copa Catalana dal lui dominata, e soprattutto Jaroslav Kulhavy, che ha preferito disertare l’evento per dedicarsi a una preparazione individuale specifica. Di sicuro il 17 marzo ne vedremo delle belle.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=85586&s=576[/img]

Sabato in gara c’erano anche le donne, regolate dalla francese Cécile Rhode-Ravanel (Team GT-Skoda), la cui esperienza ha avuto la meglio sulla verve giovanile della britannica Annie Last.
Brava anche l’elevetica Nathalie Schneitter (Team Colnago Farbe Sudtirol), ormai stabilmente nelle posizioni che contano.

CLASSIFICHE
Elite Men

1 Nino SCHURTER (SUI) 1:44:14
2 Burry STANDER (RSA) 1:44:20
3 Florian VOGEL (SUI) 1:44:59
4 Moritz MILATZ (GER 1:45:50
5 Patrik GALLATI (SUI) 1:46:06
6 Lukas FLÜCKIGER (SUI) 1:46:21
7 Ralph NAEF (SUI) 1:49:07
8 Wolfram KURSCHAT (GER) 1:49:20
9 Mathias FLÜCKIGER (SUI) 1:49:25
10 Nicola ROHRBACH (SUI) 1:49:56
Totale classificati: 61

Elite Women
1 Cécile RAVANEL (FRA) 1:49:58
2 Annie LAST (GBR) 1:50:13
3 Nathalie SCHNEITTER (SUI) 1:51:50
4 Lea DAVISON (USA) 1:52:49
5 Rie KATAYAMA (JPN) 1:54:33
6 Julie KRASNIAK (FRA) 1:55:31
7 Tanja ZAKELJ (SLO) 1:55:58
8 Lene BYBERG (NOR) 1:58:05
9 Judy FREEMAN (USA) 1:59:25
10 Samantha SANDERS (RSA) 1:59:49
Totale classificate: 27

Banyoles (ESP) – 11 marzo
La prima prova del circuito Copa Catalana è stata eletta come tappa di rifinitura per molti protagonisti della World Cup XC, a iniziare da Julien Absalon, qui in gara anche per volontà del Team Orbea, che ha monopolizzato interamente il podio iberico. “Le Roi” Absalon rimane ancora su un altro pianeta, ha corso gara a sè, con ritmi inavvicinabili per i comuni mortali, che sui 35 km del tracciato non sono mai riusciti a vederlo, se non nella griglia di partenza. Difficile pensarlo giù dal podio a Pietermaritzburg, nella prima prova di Coppa del Mondo XC. Reduce da tre settimane di preparazione con la bici da corsa, con la quale ha colto lusinghieri risultati in alcune competizioni francesi, Absalon può dormire sonni tranquilli in vista della trasferta sudafricana.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=85585&s=576[/img]

CLASSIFICHE
Elite Men

1 Julien ABSALON (FRA) 1:40:05
2 Inaki LEJARRETA ERRASTI (ESP) 1:41:08
3 Ruben RUZAFA CUETO (ESP) 1:42:16
4 Marek KONWA (POL) 1:42:40
5 Alexis VUILLERMOZ (FRA) 1:42:43
6 Jordan SARROU (FRA) 1:43:51
7 Joan LLORDELLA PRAT (ESP) 1:44:06
8 Marek GALINSKI (POL) 1:44:24
9 Dariusz BATEK (POL) 1:44:41
10 Marvin GRUGET (FRA) 1:45:01
Totale classificati: 25

Elite Women
1 Maja WLOSZCZOWSKA (POL) 1:29:53
2 Marie-Helene PREMONT (CAN) 1:30:25
3 Sabrina ENAUX (FRA) 1:30:53
4 Anna SZAFRANIEC (POL) 1:31:18
5 Aleksandra DAWIDOWICZ (POL) 1:31:52
6 Magdalena SADLECKA (POL) 1:34:18
7 Anna VILLAR ARGENTE (ESP) 1:34:50
8 Sandra SANTANYES MURILLO (ESP) 1:35:55
9 Miranda AGUSTI SANCHEZ (ESP) 1:40:12
10 Mercedes PACIOS PUJALO (ESP) 1:40:58
Totale classificate: 15

GARE NAZIONALI – 11 marzo

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=85658&s=576[/img]
A San Donà di Piave (VE) si sono ritrovati più di 600 concorrenti per la MF del Piave, valida per il circuito Veneto Cup. Su un tracciato molto vario, lungo 45 km con un dislivello di circa 1.000 metri, il più veloce ma anche fortunato è stato il bergamasco Johnny Cattaneo (Team Full Dynamix), che ha capitalizzato i guai meccanici capitati al suo team-mate Mike Felderer – noie al cambio e alla catena – e al russo Alexey Medvedev (Team Elettroveneta Corratec) che ha ben presto dovuto alzare bandiera bianca per un problema alla sella.
Tra le donne si è imposta Nicole Tovo (Team Victoria Bike).
Qui le classifiche ufficiali.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=85689&s=576[/img]
Ad Albenga (SV) l’organizzazione dell’UC Laigueglia ha allestito la prima edizione della MTB Classic Albenga, che ha radunato poco più di 200 atleti al via, tra i quali tutti i nazionali marathon in ritiro nella vicina Alassio durante la settimana. Vittoria per il 24enne Samuele Porro (Silmax Cannondale Racing Team), che ha preceduto di un paio di secondi il veterano Marzio Deho (GS Cicli Olympia) e l’altro 24enne Luca Ronchi (Avion Axevo MTB Pro Team), bruciato in volata da Deho. Samuele Porro non è certo nuovo a questo tipo di successi, conquistati tenendo un ritmo da Cross country, con un forcing applicato però alle lunghe distanze. Da tenere d’occhio la sua casacca tricolore è meritata. Sfortuna nera invece per Massimo De Bertolis, (Team Autopolar Volvo Cannondale) costretto al ritiro causa caduta con profondo taglio al ginocchio sinistro che ha richiesto l’applicazione di dodici punti di sutura. A lui i nostri migliori auguri di pronta guarigione.
In campo femminile si è rivista sul gradino più altro del podio la piemontese Alessia Ghezzo (Titici LGL Pro Team), che ha staccato di quasi due minuti la bergamasca Simona Mazzucotelli (GS Massì Supermercati).
Qui le classifiche della gara.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=85693&s=576[/img]
Grande afflusso di concorrenti, per l’esattezza 636, a Rovereto (TN) per la Rampiprima, gara di Cross Country valevole per il circuito North Cup XC, disputatasi nel Bosco di Rovereto su un circuito tecnico e vario di 6 km circa. Nella categoria Open maschile, dopo cinque giri del tracciato ha avuto la meglio Michele Casagrande (Team Elettroveneta Corratec), in grado di rimontare dieci secondi nell’ultimo giro al battistrada Andrea Tiberi (Team Torpado Surfing Shop). Si è rivista in gara nella categoria amatoriale MW anche Paola Pezzo, CT della Nazionale, qui per seguire le ragazze in maglia azzurra.
Classifiche e foto sul sito www.carraroteam.it.