Steve Peat: “Non credo che l’enduro sia un buono sport professionistico”

Steve Peat: “Non credo che l’enduro sia un buono sport professionistico”

07/01/2016
Whatsapp
07/01/2016

[ad3]

Probabilmente avrete già sentito quest’intervista a Steve Peat, che, alla domanda su cosa ne pensi dell’enduro, risponde:

Non penso che sia una buona disciplina professionistica. È possibile imbrogliare durante la gara. Alcuni dei pro vivono per settimane nelle location di gara, provando e riprovando i percorsi fino a conoscerli nei minimi dettagli. È sicuramente un ottimo modo per allenarsi o divertirsi con gli amici.

Che il Team Syndacate non veda l’enduro sotto buon occhio non è una novità. Minnaar non perde l’occasione per prendersela con Barel, dopo lo smacco di Punta Ala del 2013, quando il francese lo sorpassò in una PS (partiva 30 secondi dietro a lui). Ratboy ha partecipato svogliatamente ad alcune gare solo per esigenze dello sponsor, e qui veniamo al punto.

Minaar è quello dietro, appena sorpassato da Barel. Foto di Matt Wragg/Pinkbike

Santa Cruz deve gran parte del suo successo commerciale alle bici da enduro, ma stranamente non ha un team pro di enduro. Ogni tanto manda le tre leggende del Syndicate a qualche gara EWS, con risultati per lo più scarsi. Controvoglia e spesso incazzati, Peat, Minnaar e Ratboy non perdono mai l’occasione per sfottere gli enduristi. Personalmente mi è capitato a Finale Ligure di vedermi sfrecciare Peat a 5 cm, in un trasferimento, mentre faceva lo slalom fra gli spettatori, in una zona appunto non cronometrata, in discesa.

. @stevepeat and I clearly have the spirit of Enduro… Not many others do

Posted by Greg Minnaar on Friday, October 3, 2014

Se non fosse per la Nomad e la Bronson, Santa Cruz avrebbe ben altre dimensioni. E ben altre dimensioni avrebbero anche gli stipendi del Syndicate. Ma forse, ad un atleta che corre la sua ultima stagione da pro, queste cose non importano. Non sarebbe male però che un’icona della mountain bike portasse rispetto per i suoi colleghi.

[ad45]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata

Secondo me si chiama professionalità…
Se il tuo team ti manda a fare qualcosa (e ti paga per questo) devi farlo con il massimo impegno e professionalità. andare “svogliati” o solo per onor di firma non fa bene ne al proprio team ne alla propria immagine professionale.

gregol68
gregol68

Condivido tutte le considerazioni,soprattutto sul rispetto dei colleghi.
In fondo non tutti gli aspetti del lavoro di ognuno di noi (come per loro) possono piacere,ma vanno fatti tutti comunque nel miglior modo possibile.

AlexandroMTB
AlexandroMTB

Io condivido il fatto che l’enduro “non esiste”.. per me le uniche VERE gare enduro sono: le varie Trans e la Andes Pacifico. Aggiungerei I piccoli circuiti dove la gente va per divertirsi davvero e non per fare il pro avendo provato le ps 12 volte.
Il resto si può chiamarlo Mini-DH Pedalato.

spflipper
spflipper

http://m.youtube.com/watch?v=_tlaKMmSV-c
Allora lo vada a dire a graves

gabrireghe
gabrireghe

@simo99
sulla pagina instagram di jared graves nella foto che raffigura la sb66c con cui ha vinto la medaglia ai WC del 2013 (il tuo video) si può leggere che in realtà avrebbe preferito una DH perché più veloce secondo lui ma quell anno aveva avuto poco tempo per allenarcisi sopra e quindi ha preferito una bici a cui era più abituato come la sb66c….. poi internet ha chiaramente enfatizzato la cosa…..
questo comunque non toglie il fatto che ha vinto un bronzo ai mondiali di DH con una bici da enduro, era solo per far sapere come fosse andata “veramente”

tagnin
tagnin

ma, e lo dico da profano, non si potrebbe replicare in toto la formula delle moto?

trasferimento, controllo orario, prova speciale DH, trasferimento, prova in linea (pedalare, signori) e via così

anch’io, anche per questioni anche di mezzo, trovo molto più affascinanti le varie Trans(location a scelta) ma capisco che molti preferiscano un simulacro di downhill meno rischioso e impegnativo e quindi più divertente

demach
demach

Shhh. Sto anno l’ornedo sport forse lo farà, visto che abbiamo l’onore di avere un commissario mondiale dell’fmi e un pilota che ha fatto il mondiale.

FOF
FOF

Sarò l’unico scemo, ma trovo l’enduro molto più completo e duro atleticamente della DH. Vorrà dire che Peat farà il prossimo video della traversata Islandese con il V10.

dott_djalemario
dott_djalemario

Anche io lo trovo più completo.. Devi farti il mazzo per salire, risparmiare energie per la discesa, dare tutto nella prova speciale, moltiplicato x 3 – 4 – 5 prove speciali.

Dandelion
Dandelion

Il mazzo per salire ?

Andre_7
Andre_7

Certo, girare i pedali per qualcuno è farsi il mazzo….

Mario.lop
Mario.lop

…sul fatto che sia meno rischioso l’enduro della DH, direi che i tristi fatti dello scorso anno possono smentirti. Si corre su tracciati non sempre protetti, in teoria semisconosciuti e si affrontano con minore lucidità di una run di DH specie a fine giornata… solo le velocità sono più basse.
Secondo me l’enduro è una formula che rispecchia abbastanza bene le esigenze di bici performanti in dh quanto sufficientemente pedalabili in salita. Probabilmente ha bisogno di regole più rigorose e forse stringenti che temo possano influenzare anche il mercato. Penso ad esempio all’uso di gomme con scolpitura limitata come avviene per l’enduro motociclistico, o limitazioni in altri componenti.

AlexandroMTB
AlexandroMTB

Infatti per me è più pericoloso della dh!!!

tagnin
tagnin

però potrebbe anche essere che attirando partecipanti più easy l’enduro proponga atleti meno preparati (ne parlo a livello amatoriale, che a quanto pare è il motore di competizioni anche grosse come l’EuroSeries di cui proprio stamattina) dei ragazzi del DH che rischiano grosso e ne sono coscienti

il discorso delle gomme a scolpitura limitata nelle moto è facilitato dal codice della strada, non esistono in Italia (non so a livello europeo) limitazioni simili all’omologazione per le bici, per cui lo vedo piuttosto difficile, nel senso che le gomme FIM le compravano anche agli amatori, se volevano girare per strada, eventuali coperture EWS (sigla a caso) sarebbero limitate all’agonismo e, a dirla tutta, a parte che girare con una gomma da DH davanti, come mi è capitato quest’estate ti dà una sensazione di sicurezza assoluta

scinto59

sarà meglio che cambi idea…che se il suo stipendio fosse rapportato alla vendite delle v10 …l’allenamento in campagna lo farebbe con la zappa !

gasate
gasate

Ognuno ha la sua opinione. Come peat o chi per lui ma una cosa è certa occorrono regole uniche almeno all’interno dello stesso circuito. La dh le ha e l’enduro no. Poi tutte le case produttrici non si reggono sulle bici da dh e come potrebbero. L’enduro può diventate la disciplina leader ma ne deve fare ancora di strada.

Mitzkal
Mitzkal

Santa Cruz vendeva tante Nomad e Blur LT (la cara vecchia AM) ben prima dell’esistenza dell’Enduro.
E non ci fossero le gare di Enduro venderebbero comunque tante biciclette…
Le bici che vengono comprate dagli agonisti saranno manco il 10% del totale.

gasate
gasate

Hai perfettamente ragione. Qualche anno fa l’enduro non c’era ma c’era il nomad. Anche io ho avuto 2 bici da enduro ma non mi sono mai sentito un endurista.

gasate
gasate

Ma se non attacchi la tabella al manubrio stai facendo enduro oppure stai solo facendo un giro in mtb. Me lo chiedo perché ho sentito persone che fanno enduro anche senza tabella.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@gasate Una disciplina può piacere o non piacere, ma se sei un professionista certe prese di posizione diventano inopportune. A maggior ragione se rischiano di danneggiare proprio chi ti da il pane.

gasate
gasate

Hai ragione non è molto professionale ma se lo ha detto avrà le sue motivazioni. Oppure è stata un’uscita infelice.

EmilianoNF
EmilianoNF

oppure pubblicità….

Dandelion
Dandelion

@Mauro Franzi Scusami ma da quando in qua professionista è sinonimo di bugiardo? Gli hanno chiesto un parere e lui ha risposto con una sua opinione. Per questo andrebbe anzi stimato, secondo me. Non vedo poi come la sua opinione possa danneggiare chi gli da il pane. Mica ha detto le Santacruz da enduro fanno cagare.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Dandelion Trovo poco professionale denigrare una disciplina “cugina” ed in fin dei conti anche chi la pratica. Sarebbe come se uno slalomista dicesse che la libera è una cagata (o viceversa). Si tratta di essere rispettosi, non bugiardi.

Dandelion
Dandelion

@Mauro Franzi Se uno spara dal nulla “l’enduro è una cagata”, avresti ragione. Ma lui ha risposto ad una domanda, ed ha *motivato*la ragione della sua risposta

1) È possibile imbrogliare durante la gara. (*è possibile* non equivale a *tutti gli enduristi imbrogliano*)
2) Alcuni dei pro vivono per settimane nelle location di gara, provando e riprovando i percorsi fino a conoscerli nei minimi dettagli.

Spiegami tu dove sta la “denigrazione” nel rispondere ad una domana, *argomentando* la propria risposta.

Dandelion
Dandelion

@Marco Toniolo Non credo che Graves sarebbe così stupido da fare una affermazione del genere avendo presenti i risultati di Minnaar e di Peat stesso riportati anche in questo thread.
Siamo di nuovo al punto di non distinguere la differenza tra una sparata e una affermazione argomentata.
Argomentata tralaltro allo stesso identico modo dagli stessi enduristi pro che più volte si sono lamentati proprio delle stesse, diciamo così, lacune organizzative.

Guarda, io lo capisco che tu fai il tuo mestiere e che scatenare un flame porta più visualizzazioni di un articolo onesto, ma estrapolare una frase da un contesto non è indice di buon giornalismo.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Dandelion Si chiama stile, ed io trovo che nelle affermazioni di Peat ce ne sia poco. Sia per come fa passare una disciplina che ormai ha raggiunto e richiede livelli di specializzazione molto alti che per la considerazione che dimostra di avere nei confronti dei suoi colleghi, sostanzialmente considerati professionisti di serie B.
Per molti questo topic è diventato una specie di scontro DH vs. Enduro, ma dal mio punto di vista (e credo di chi ha postato l’articolo) non credo che il nocciolo della questione sia quello.
Giusto per chiarire: come spettatore riesco a seguire una gara di DH senza annoiarmi, i video delle gare enduro solitamente li stoppo dopo un paio di minuti (quando va bene).

Andre_7
Andre_7

Ciò che ha detto non fa una piega. E’ che ha detto che l’enduro non è un buono spert professionistico, non un buono sport. Un professionista indefesso che è stato sulla breccia per secoli può pur criticare uno sport che si dice professionistico e che non ha regole certe, no?

daniele0511

Alcune delle argomentazioni sono sensate e condivisibili, altre sono risibili.

Sulle prove ha sostanzialmente ragione, benchè il problema non sia risolvibile.
Sul “barare” o sulla “professionalità” assomiglia pericolosamente al ragionamento della volpe e dell’ uva.

daniele0511

Del resto ricordo un famoso pro strada che si permise di dire che ciclocross e pista erano una “discipline anacronistiche” …

gabrireghe
gabrireghe

chi era il pro della strada?

daniele0511

Gilberto Simoni. Che tra parentesi nello stesso periodo in cui disse questa cosa tentava di farsi portare alle Olimpiadi di Pechino nella mtb…

teoDH

@sembola, specie in francia, di gente che salta le fettucce, taglia nei prati, etc, ne è pieno, le polemiche sono venute fuori spesso e a più riprese… d’altronde quando su 10 km di speciale hai 5 marshall… uno può fare quello che vuole…

daniele0511

La Francia la conosco poco, ma saltala una fettuccia sul Rockoh, poi vediamo a che serve 😉

gasate
gasate

Mi è venuto in mente una cosa uno scarso come me può iscriversi ad una ews.ma non posso iscrivermi ad una gara di world cup di dh. Per me intendeva dire questo o altrimenti ha peccato di professionalità

Alberto Andretta
Alberto Andretta

In realtà puoi iscriverti ad una gara di ews, ma estraggono tra tutti gli iscritti i posti rimanenti per le gare, hanno il posto coloro che già hanno partecipato al circuito, i pro chiaramente, chi ha fatto ranking, chi si è iscritto per tutto il circuito………io vorrei candidarmi per La Thuille, devi iscriverti adesso, per luglio e non sai manco se ti prendono!

francifranci28
francifranci28

Personalmente c’è troppo marasma intorno all enduro, troppa propaganda, troppi articoli, è vero che è quella adrenalina che un bikers cerca senza arrivare alla DH dove la prestanza fisica deve essere al top per arrivare in fondo in modo sano e senza rotture, in certi percorsi, o salti o sei fermo, e non la fai a piedi, non che nell enduro sia differente ma puoi anche scendere più rilassato e i passaggi anche se fatti a piedi li fai, ma a mio parere si è voluto creare delle competizioni dove di competizione non c’è nulla, c’era il buon vecchio modo di andare in bici, faticando in salita per poi godersi la discesa. Ma andiamo avanti, quando il tuo fisico non sopporta più la tecnicità e il livello della DH, a mio avviso il massimo dell’espressione di velocità, tecnica, fisicità, allora cerchi qualcosa di diverso, qualcosa di meno fisico, o meglio di fisico in modo diverso, che segue la crescita e la metamorfosi del bikers, quindi tanti ex discesisti si tramutano in enduristi.
Comunque ci va sempre un po’ di rispetto per chi pratica una sfaccettatura dello stesso sport, poi gli sfottò ci stanno, se poi detti da personaggi del calibro di Peat, certo che diventano delle vere e proprie provocazioni ma solo per il successo mediatico che ha la persona. Secondo me ci sarà sempre della diatriba tra enduristi, discesisti, tra mtbikers e stradisti, tra ducatisti e altri, tra harleysti e guzzisti. Fa parte della natura umana.

Luca Asti
Luca Asti

Peat Minnar e Ratboy li ho incontrati a Finale due anni fa e sono stati disponibilissimi poi un pó di pompaggio ci stà ognuno pensa che la propria specialità sia la migliore.
In alcuni posti le Santa sembra le regalino tante ce n’è

teoDH

Non mi sembra abbia mancato di rispetto a nessuno, se non a chi l’enduro l’ha promosso e organizzato in questi anni… Dopo il momento di “i love enduro” condiviso universalmente da tutti i produttori e dagli atleti pagati per farlo, Syndicate compreso che all’uscita della bronson ha fatto anche un video con tanto di incensazione della specialità, si sono finalmente resi conto quasi tutti che l’enduro non esiste, e non è mai esistito, l’enduro è stata la volontà di portare l’all-mountain nell’agonismo con la speranza fondata di rilanciare il mercato di queste bici… Ci sono riusciti, credo più grazie ai video e alla comunicazione che alle gare in se, quindi lo scopo l’hanno ottenuto Ma oggi l’enduro, a quasi 10 anni dalla sua “nascita” non ha ancora un’identità, non è riuscita a dargliela neppure l’UCI, che è stata capace di partorire qualsiasi porcata (vedi l’XCE) ma non ce l’ha fatta… l’enduro oggi è “posto che vai, regole che trovi”, il che va benissimo per una specialità amatoriale e ricreativa (che è il motivo per cui l’enduro è nato) ma non per dargli una dignità professionale. Molti a sproposito lo paragonano all’enduro motociclistico, proprio perchè lo pensano come “yeah, amici, andiamo a scorazzare per le vigne in moto”, ma l’enduro motociclistico ha regole ferree e comuni, e si suddivide in specialità ben definite quando si parla di GARE. In bici, vai a fare una gara in francia, e trovi una cosa, vai in USA e ne trovi un’altra… l’unica cosa che… Read more »

MAXVENTURI1971
MAXVENTURI1971

Richie Rude sarebbe costantemente top 10. Ed è stato campione del mondo junior. Graves è arrivato terzo a PMB senza allenamento specifico e senza bici specifica, ed ha sempre fatto buoni risultati in dh senza mai impegnarcisi troppo.
La tua crociata personale contro l’enduro è fondata su basi ridicole e su un odio infantile che fa davvero sorridere.

Comunque, su molte questioni Peat ha ragione, per quanto detto in quel modo eccessivamente schietto non è del tutto adeguato

teoDH

Se rude fosse sempre nella top ten di DH, stai certo che non correrebbe in enduro…

Quanto a Graves, non dubito sia un grande campione (in 4x) e un downhiller di pregio, ma PMB non è un esempio da portare per esaltare il suo indiscutibile valore!
Graves oggi corre in enduro perchè non esiste più il 4x ed è troppo vecchio per la BMX

EmilianoNF
EmilianoNF

infatti il problema è come
nn cosa ha detto
in oltre quando fai un’affermazione, come se tirassi fuori un coniglio dal cilindro…
magari argomenti un po meglio …
e nn sminuisci i tuoi colleghi

daniele0511

Se fai il pro non puoi farlo solo quando devi riscuotere l’assegnino: dopotutto l’assegnino te lo danno per far vendere della bici, non perchè sei simpatico o sincero. A me sembra invece lo sputare sul giochino che non interessa (per motivi legittimi per carità), una vicenda curiosamente simile a quella di Simoni che nei penultimo anno di carriera ebbe a definire pista e ciclocross come “discipline anacronistiche”…

plasmonit
plasmonit

ma lui è una star,non sono tutti solo atleti….viva la sincerità,e poi non mi sembra l’opinione del primo coglione

Carlo Gambirasio
Carlo Gambirasio

@TeoDH….Mi hai tolto le parole di bocca

Pietro.68
Pietro.68

analisi lucida IMHO

esr
esr

Concordo pienamente, con un unica aggiunta: pure il buon Peat in quanto professionismo lascia a desiderare… e vive sulla gloria di tempi passati dove pure la DH molto professionistica non era…

teoDH

@esr, ripassa la storia, Peaty è leggenda, e non per il personaggio, ma proprio per la sua professionalità e i suoi risultati… corre da 20 anni ed è sempre stato ad altissimi livelli…

esr
esr

@ teoDH: ho fatto i compiti…l’ultima stagione da protagonista di peat é stata il 2009. Quindi ben 6 anni fa! poi non ha praticamente più fatto niente

A mio modo di vedere un esempio di professionista é minnaar o gwin. Peat ha sempre la birra in mano…

Oggi in DH é più difficile emergere rispetto a 10 anni fa, o sbaglio? Questo anche perché lo sport é più professionistico (girano più soldi e nulla si lascia al caso).

Peat può piacerti ed essere leggenda quanto vuoi…resta il fatto che oggi ci sono molti atleti più bravi e seri di lui…chi lo sa…forse il 2016 mi smentirà…forse no!

Carlo Gambirasio
Carlo Gambirasio

Coppa del mondo dh Cairns 2014
1 ATHERTON Gee
2 BRYCELAND Josh
3 MULALLY Neko
4 GWIN Aaron
5 HILL Samuel
6 BLENKINSOP Samuel
7 PEAT Steve
8 DALE Sam
9 BROSNAN Troy
10 GUTIERREZ VILLEGAS Marcelo

Ti assicuro che per fare 7° in WC di professionalità ne devi avere, ed anche molta

teoDH

Beh, dal 1997 al 2010 costantemente nella top10, 13 anni… trovamene un’altro, neanche Vouilloz è stato così tanto in coppa a quei livelli, poi ha vinto più di Peaty, ma la carriera di Steve in DH paragonabile solo a quella di Minaar…

Carissimo
Carissimo

Su maes e rude stai dicendo una stronzata. Hanno semplicemente un allenamento diverso . Sia maes che rude ma anche nicolai ed altri si fossero dedicati al 100% alla dh avrebbero vinto (rude si dedicava alla dh ed era una promessa).
Voglio semplicemente dire che peaty ha ragione in parte per quanto riguarda la mancanza di professionalità di alcuni atleti che provano mesi prima (tuttavia le gare vengono vinte da clementz, graves, barel, rude ecc ecc che provano una volta i sentieri) ma voglio anche dire che i due sport possono tranquillamente coesistere. La dh semplicemente è uno sport diverso e l’enduro è un’altra cosa così come xc, 4x ecc ecc. Se le aziende tolgono a peaty dei soldi perchè li vogliono destinare all’enduro allora lì sono problemi suoi ma questo succede ovunque non solo nella mtb.
La differenza sta che chi fa enduro (che poi cos’è enduro: io la vedo come tirare fuori la mia mtb di escursione media ed andare a divertirmi pedalando e sgasando nei sentieri) considera la DH come la F1 della mtb (almeno io) invece chi fa DH considera l’enduro una merda e non so il perchè…
Ripeto: le due discipline possono tranquillamente andare d’accordo l’una con l’altra

doodang87
doodang87

Applausi a teodh

Andre_7
Andre_7

non mi pare faccia una piega

Cesare79
Cesare79

Niente da aggiungere!

fabio1991
fabio1991

Tutto lecito per l’enduro…ma dirmi che Maes è una mezza sega proprio no…ogni tanto fa qualche coppa del mondo di DH e qualcuna l ha vinta…davanti a verger…cosi… Spuntando come l ultimo arrivato.

andreasia610
andreasia610

mah, a Finale lo scorso anno, Peaty e Minaar il meglio lo hanno dato nella partita di calcetto dopo cena!
in gara, Minaar comunque ha fatto la sua parte…
Peaty non ne aveva minimamente voglia, sulla dh uomini il tornantino finale l’ha fatto come me! molti “amatori” l’hanno fatto meglio!!!

in merito a SantaCruz, e l’enduro, decisamente di parere opposto è Cedric Gracia che di gare ne fa eccome! forse perché ha già smesso di fare DH!
😉

gasate
gasate

gracia fa vendere bici perché è un personaggio, non certo per i risultati. comunque per adesso l’enduro ha troppa confusione, sarebbe il caso che l’uci metta in campo un regolamento e si segua quello. altrimenti ci verranno i calli

daniele0511

Peccato che l’unica volta che l’UCI ci ha provato alcuni team han minacciato di non partecipare…

fabius8
fabius8

Scusate…ma dov’è che si trova il posto dell’ultima foto delle 4 medie a soli 10€??? io ci voglio andare!!!!!!
…..per smorzare un pò la questione che sta diventando sempre più spinosa…
Mi sembra di tornare a “qualche” anno fa quando correvo in Moto Cross…e gli Enduristi mi dicevano: facile…è sempre la stessa pista…che ci vuole??

iron40
iron40

ahahahaha mi sa che quello è il resto!!!!

Riki174
Riki174

…quello è probabilmente il resto dopo aver scucito un bel 50€…

teoDH

Erano a Finale! e immagino quello sia il resto!

Carissimo
Carissimo

io personalmente mi trovo abbastanza d’accordo che ad ogni tappa si attuino le regole locali. a mio avviso è un modo per cambiare. ovvio che se uno se ne frega delle regole ed attua quello italiane, francesi o che so io e poi si becca delle penalità allora sono cavoli suoi. non ci vuole tanto che prima di salire in sella alla propria mtb si dia un’occhiata a cosa viene scritto nel regolamento.

Tommaso Sani
Tommaso Sani

Secondo me Peat ha ragione! E lo può dire appunto perché è un professionista, non vedo perché un produttore di bici dovrebbe risentirsi del fatto che un suo atleta che fa un tipo di specialità esprima delle perplessità sul praticarne un’ altra in cui non è preparato e con tra l’altro un regolamento come l’enduro. Anche la ktm fa enduro ma non ci fa correre Cairoli!

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@mdhome E Cairoli ha mai espresso pubblicamente delle opinioni simili a quelle espresse da Peat? Riguardo all’enduro, intendo.

Tommaso Sani
Tommaso Sani

Infatti e neanche potrebbe visto che le gare di enduro hanno dei regolamenti abbastanza precisi. Personalmente arrivando dalla bmx race dove le regole precise ci sono su tutto (dalle misurr della pista a quelle della bici) posso dire che troverei (se fossi un professionista) sconfortante sapere che non posso gareggiare realmente alla pari con gli altri. E Peat lo ha semplicemente detto. ..

barbasma
barbasma

L’enduro moto ha regole ben precise

iron40
iron40

prime donne! poi hai voglia fare video dove il messaggio fun viene fuori chiaro. che vadano in bici senza fare i preziosi bambini!

Giovanni33
Giovanni33

Da sostenitore/tifoso di Peat e per l’idea che mi sono fatto di lui e del suo personaggio , non posso altro che pensare che la sua sia una provocazione con intento costruttivo .
Vista la sua esperienza in campo internazionale credo possa valutare parecchi aspetti che noi forse non prendiamo nemmeno in considerazione .
Non sono mai stato un Fan di TeoDH e dei suoi commenti ma devo ammettere che mi ritrovo in molte delle cose che ha scritto !
L’Enduro è una disciplina giovane , deve crescere e affinarsi in modo da meritarsi il rispetto di tutti .
NB. I Love Enduro …. tanto per chiarire …

turkishweb
turkishweb

personalmente, spingere un dh per un ora e mezza (perchè non ho chi mi sfurgona) per 10 min di discesa mi fa cascare le palle tanto quanto fare un tecnico con la front da xc….. lo fai, ma non te lo godi 1/100 di quello che te lo godi con l’enduro (dove, se ragioni, hai mascherina e paraschiena, almeno…).

il bello di una gara d’enduro è che in su te la pedali e te la racconti, poi il giù te lo fai a tuona, dando il meglio e senza la para di spiattellare qualcuno che sale dal sentiero… è più pericolosa del dh, è risaputo, ed è per questo che va curata la preparazione atletica… difatti quando è nata l’idea era premiare il rider + completo… forse questo si, si è un po perso!

btw, la gente che si studia il percorso a memoria e che taglia c’è anche nella gara del paese 😉

Sdm86
Sdm86

Mentre vedevo l’intervista già pensavo ai commenti qua! hahaha!

Ivosky82
Ivosky82

SE ASCOLTATE BENNE QUELLO CHE LUI DICE E DIVERSO DA QUELLO CHE AVETE ESCRITTO .

LUI DICE QUE L’ENDURO NON HE IL SUO TIPO DI SPORT PROFESSIONISTA.

Ivosky82
Ivosky82

LUI DICE. “AS A PROFESIONAL SPORT ITS NOT MY KIND OF THING”

TRADOTTO

COME SPORT PROFESSIONALE NON E IL MIO TIPO

QUINDI NON MANCA DI RESPETO A NESSUNO

Pietro.68
Pietro.68

io non conosco l’inglese ma se hai ragione tu, tutto questo post non ha nemmeno motivo di esistere…

giancazaza
giancazaza

Secondo me è ha solo nostalgia del 26″

85549
85549

se nell` enduro vincono corridori DH in pensione, direi che ha ragione Peat.

Rothgar
Rothgar

Teoricamente,allora,se ci partecipa un “Top_Dh_Rider”….dovrebbe vincere,ma a “man bassa” proprio !
Oppure quel “poco” di pedalato che c’è lo rende diverso ?

ANDREAX76
ANDREAX76

Alcuni dei pro vivono per settimane nelle location di gara…
su questo ha ragione!!!! C’e’ chi puo’ e chi non puo’…
e chi non puo’ è svantaggiato e sempre lo sarà!

Velocity
Velocity

Se ne parli male purché se ne parli…
Voglio dire che:

Santacruz non deve la sua “gloria” all’enduro anche se il Nomad è Il Bronson sono ad esso dedicati ma venderebbe molto anche senza le gare come ha sempre fatto

Steve Peat non si discute proprio perché dice quello che pensa senza filtri di sponsor e se fossero tutti come lui vivremo in un modo meno ipocrita(nel merito delle sue affermazioni pochi hanno argomentato validamente)

Cairoli non sputa sull’eduro perché quando ha provato a farci qualche gara/esibizione ha capito quanto sono dure e settoriali (un mio amico è stato recentemente campione italiano di enduro su Suzuki e me l’ha raccontato lui)

Se riusciste a mettere insieme un articolo che tratta Enduro si Enduro no e i formati ruota contemporaneamente fate il botto?

Ciao

Giorgio941
Giorgio941

“Se riusciste a mettere insieme un articolo che tratta Enduro si Enduro no e i formati ruota contemporaneamente fate il botto”

Potremmo aggiungere le bici elettriche 😉

Kinxif
Kinxif

secondo me ha solo detto che l’enduro gli fa schifo.

punto.

Secondo me valentino rossi può dire ” il motocross fa cagare o le gare di aquascooter sono delle pirlate” anche se il suo team fa anche moto da cross e scooter d’acqua.

E senza diventare poco professionale.

così come bastianich può dire che la polenta lo fa vomitare anche se è un ristoratore.

io mi comprerei il nomad lo stesso. e di sicuro non comprerei yamaha lo stesso. e non darei dei soldi a bastianich.

Direi che è un flame che fa solo male a un’icona cristallina.

gotto
gotto

Grande Fabien…bella sverniciata!

Rothgar
Rothgar

Ciao a tutti,mi permetto di dire la mia…: Credo che abbia mancato di professionalita’ dicendo quelle parole… ( che poi gli esperti e chi è del settore ne approfitti per capire perchè e cosa fare per migliorare…)
Lavoro per una catena di supermercati…ed è come se il mio Ortolano dicesse che i Salumieri fanno schifo…o che in macelleria ti vendono m…da ! :sarebbe poco professionale,dato che il suo stipendio è dato,anche, da cio’ che vendono loro…

pollonico
pollonico

Dopo tanti anni di “che cos’è il Freeride?” , mi viene da dire :

“che cos’è l’Enduro?”

Alessandromtb80

1 birra è buona
2 birre,anche
3 birre incominciano a fare numero
4 birre e spari c…e!
E così si spiega la foto postata dal buon Peaty…

Sdm86
Sdm86

L’ha postata Minnaar…

luca.pejrani
luca.pejrani

Peat ha espresso un’opinione. Giusta o sbagliata che sia, si può argomentare sull’opinione. Però non leggo argomentazioni contro ciò che ha detto. Secondo me, dire che è scazzato quando fa le gare di enduro e che uno del suo stesso team ha fatto una scorrettezza non aggiunge e non toglie niente.

barbasma
barbasma

Io credo che la sua critica sia alla formula e non alla disciplina… del resto molti top dell’enduro lo sono stati in dh… e del resto sia Clementz che altri hanno spesso criticato la farsa dei percorsi segreti senza prove… e del resto da italiani abbiamo poco da lamentarci… prima si vince e poi si critica… Peat e’ una leggenda e puo’ dire quello che vuole… rispetto assoluto anche se dice cose politicamente scorrette.

barbasma
barbasma

L’ews sta alla dh come la superbike sta alla motogp…. questo e’ un fatto e finche’ ogni gara ews avra’ sue regole non ci sara’ molto rispetto.

Alberto Andretta
Alberto Andretta

Mi permetto di dire la mia, senza nulla togliere a Peat il quale ho avuto modo di scambiare 4 chiacchiere un paio di volte, simpatico e divertentissimo, icona e professionista, tecnicamente una bomba al pari dei suoi compagni di squadra compreso Gracia, che qualcuno contesta ma vi giuro che averlo davanti in un sentiero vi fa capire tante cose.
Detto questo: Enduro proviene da Endurance quindi gare di resistenza chi ne ha di più arriva in fondo meglio, la DH è un altra cosa neanche comparabile son 2 cose diverse, il signor Peat reputa un nomad 2 difficile da pedalare quando molti di voi ci vanno in capo al mondo, si allena con una 5010, molto più pedalabile meno faticosa e sufficientemente allenante per una stagione DH, che servono regole per tutti uguali son d’accordo, ma rimane il fatto, che per fare una gara ews ci vuole Costanza fisico e dedizione, vero tant’è gare son risalite meccanicamente ma devi affrontare poi ps di 15-20 minuti, moltiplicalo per 7, e dimmi quante gare DH sono……………quindi può dire e fare quello che vuole, non ha mancato di rispetto a nessuno, ma non puoi sminuire una categoria solo perché (parere personale) non sei in grado di affrontare, è come la volpe che non riesce ad entrare nel pollaio e dice che le galline non gli piacciono.

gotto
gotto

Ahahahhaaa bellina! 🙂

gabrireghe
gabrireghe

non ho capito questo cosa vorrebbe dire @Marco Toniolo:
…”Personalmente mi è capitato a Finale Ligure di vedermi sfrecciare Peat a 5 cm, in un trasferimento, mentre faceva lo slalom fra gli spettatori, in una zona appunto non cronometrata, in discesa.”

doppadu
doppadu

….poi nell’intervista parlava di quando si è tagliato la barba…sicuramente un valore aggiunto…

greg2
greg2

..evidentemente esprime solo la sua opinione…la traduzione in Italiano riportata nell’articolo direi che non è così fedele (anche leggendo il sottotitolo in francese se ne ricava un opinione più “pacata”) e comunque a sostegno della sua opinione riporta direi dei fatti reali…….poi come dice alla fine gli piace la dh e la sua bici preferita è una da dh… allora anche qui cosa avrebbe dovuto dire per compiacere il suo sponsor mi piacciono tutte le santa cruz???..take it easy guys 😉

bakunin
bakunin

si è giustificato alla sua maniera per l’andamento delle due gare ews a cui ha preso parte 😀

se provare e riprovare le speciali desse un enorme vantaggio, dove sono i locals? è evidente che vincono gli specialisti dell’enduro…
perchè nella DH avere un team grosso alle spalle che ti segue negli allenamenti e ti porta nei campi gara nelle migliori condizioni non è determinante? dai…

lenorecannan6
lenorecannan6

scusate eh…..ma sul fatto che i local o comunque chi ha tempo e soldi possano provare più degli altri mi spiegate che polemica è ???
anche in motomondiale il 70% dei talenti italiani vengono fuori dalle zone attorno ad un circuito, mi pare ovvio eppure non ho mai sentito ste lamentele.
Se parliamo delle garette della domenica come quelle zonali allora va beh…è chiaro siamo tutti bikers normali e quindi conoscere o meno un sentiero a menadito fa tanta differenza. Ma in ambito pro, non cambia praticamente una mazza, questa gente come prova 2 volte una ps è in grado di farla già al 99% del proprio potenzialem ma di che stiamo parlando. Avete mai sentito un pilota di moto che si lamenta perchè chi ha vinto è nato e cresciuto a pochi km dal tracciato ?? Cairoli nel cross non mi pare vinca solo se si corre in Sicilia e cosi via….

plasmonit
plasmonit

già il mercoledì milivinti si faceva tirare da una pit bike su tutte le speciali di punta ala…non sò se tu hai mai provato a fare tutte le speciali pedalate ma non ti avanza tanta benza per il giorno dopo. per la cronaca ha vinto

daniele0511

Il mercoledì? Era _da febbraio_ che tutti i sabati e tutte le domeniche su per le Bandite c’era un viavai di biker a pedali, furgoni e fuoristrada… c’erano pro, amatori forti, amatori scalcinati, praticamente tutti.

D’altra parte i percorsi segreti sono impossibili, alle Bandite ci sono 8-9 PS possibili, in un fine settimana meccanizzato le fai tutte due volte.

Se poi vogliamo dire che Milivinti ha “barato” perchè lo dice Peat, uno che l’EWS l’ha provato rigorosamente furgonando, allora alzo le mani.

louannescrymgeou
louannescrymgeou

belle polemiche all’ italiana come sul calcio , mi sembra chiaro che il suo pensiero è volto al fatto che in ambito professionistico un rider non può correre in una disciplina che non identifichi in maniera univoca i regolamenti e il format e che di conseguenza non permette neppure un adeguata preparazione volta a raggiungere il top ne tanto meno può in nessun caso accettare di confrontarsi in una realtà dove sia possibile fare tagli per mancanza di organizzazione , come la prenderebbe un pro di xc se si trovasse sorpassato da chi lo segue perché ha tagliato nel bosco ? quando non è li per divertirsi ma per fare risultato ? Tutto qui aggiustate l’ enduro e nessuno lo criticherà più .

daniele0511

Quindi visto che in enduro _talvolta_ è possibile tagliare (talvolta, un percorso dentro al bosco cosa tagli? con la motosega?) l’enduro non è per i pro. Invece DH e XC sono sport per i pro, nonostante che _talvolta_ (leggi: se hai i soldi per i dottori “giusti”) ti puoi dopare… Andiamo, quella del “barare” è una roba che non regge.

La realtà è che il circus della DH vede l’enduro come il fumo negli occhi perchè rischia di essere un pericoloso concorrente al momento della spartizione dei budget delle case.

Dandelion
Dandelion

Sembola, tu ci hai mai girato con gli enduristi in allenamento? Io si, non una gara di ews ma comunque gente forte, una parte dell’allenamento consiste proprio nell’andare a cercare tagli, nel condividersi la localizzazione dei tagli scoperti. Una volta ho addirittura visto preparare un invito per un salto per scavalcare un passaggio dificile. In dh é permesso modificare il tracciato?

daniele0511

Dandelion, a Castiglione della Pescaia ho casa ed ho fatto il commissario di percorso a tutte le edizioni del SuperEnduro, all’ Enduro World Series e all’ European Enduro Series. Per cui sì, con qualche pro (e anche meno pro) ci ho girato e credo di sapere di che cosa si parla. E mi permetto di far notare che la scelta di dove passare è _libera_ purchè lo si faccia tra le fettucce che delimitano il percorso di gara, fettucce che in alcuni tratti (anche molto lunghi) possono essere superflue, visto che oltre c’è il bosco dove non passi salvo motosega; e questa logica è la stessa _sia in enduro che in DH_. E non ho mai sentito dare del “baro” a chi in DH fa una traiettoria diversa o più creativa. Ne parlò anche Guala nell’ intervista multipla a fine stagione EWS 2014. Ripeto, a me quella del “barare” non sembra una ragione particolarmente consistente. Come non mi sembra lo sia quella dei regolamenti o meglio delle molteplici formule presenti: non lo è perchè non significano preparazioni tecnico-agonistiche differenti, nè più nè meno come l’allenamento di base di chi corre in DH non cambia di certo a seconda delle piste. Eppure di ragioni consistenti e sensate per avere da ridire ce ne sarebbero, la più grossa è che la sicurezza è poco più che inesistente rispetto ad una prova di dh, sia per la lunghezza delle prove che per la difficoltà di accesso. Questa sì che per un pro è… Read more »

Dandelion
Dandelion

Sembola, condivido tutto di quello che dici.
Ma io non ho parlato di scelta di linee, ho parlato di tagli.
E di modifiche vere e proprie, cioè costruire un piccolo kick per saltare una depressione invece di doverci per forza scendere dentro, come il percorso originario prevedeva.

Alberto Andretta
Alberto Andretta

Dendelion, quest’anno ho avuto il piacere di partecipare ad una gara del Circuito ultraenduro a Santo Stefano D’aveto (Ge), ho provato le ps solo il giorno prima, tutti a cercare tagli e linee extra più veloci, con il risultato che il giorno dopo tutti i loro tagli erano ampiamente fettucciati, con il risultato di trovarli in ciampanelle per la discesa……….quindi questo per dire che se dietro c’è un organizzazione seria e similprofessionale (seppur amatoriale), questa cosa è evitabile, perchè gli organizzatori sono stati tutto il giorno sulle ps hanno visto la gente dove tagliava, segnava e la sera hanno fettucciato tutto…………..basta poco!

daniele0511

Dandelion, è evidente che modificare il percorso è scorretto.

Ma non venitemi a dire che queste scorrettezze (spesso facilmente neutralizzabili) consentano di dire a Peat che “si bara”, sinceramente Barel o Maes a limare i salti o spostare le fettucce proprio non ce li vedo.

Se poi è vero di sicuro perchè l’ha detto Peat allora alzo le mani.

nonno
nonno

Non conosco bene le polemiche dietro all’Enduro né lo pratico nel senso stretto del termine, ma sinceramente credo che il concetto di farsi una discesa a manetta dopo essersela sudata *pedalando* sia l’essenza stessa della MTB.
Se poi sono necessarie regole chiare e valide per tutti allora ben venga.

DoubleT
DoubleT

ultimamente quello che mi infastidisce di più è che in ogni articolo, discorso, affermazione, diatriba ecc. la partenza sia o con santacruz o con specialized! nel senso, ma perché è necessario parlare dei marchi per iniziare un argomento??? andare in bici (che sia strada, gravel, am, enduro, dh, fat, bmx, ss o altro) è o non è andare in bici e basta? sono i percorsi che fanno le bici e non le bici che fanno i percorsi!
sinceramente non ne posso più di vedere sempre le stesse bike e le stesse facce impegnate a fare sempre le stesse cose. ricordo che nel nostro bel paese esiste qualcosa di più delle solite location per ‘sto cacchio di enduro. e per fortuna che esiste la sezione itinerari, così posso fare del sano all-mountain, del quale sì, che non se ne parla proprio più, altrimenti addio…

gotto
gotto

Condivido appieno la tua ultima frase, del resto non me ne intendo e taccio 🙂

gotto
gotto

E comunque a proposito di AM mi sa che ti sei perso un gran giro: http://www.mtb-mag.com/sul-lagorai-al-solstizio-dinverno/ bella storia 😉

DoubleT
DoubleT

ops ho dimenticato l’xc

gotto
gotto

L’ xc mi rimane corto, come l’ enduro lungo 🙂

gotto
gotto
DoubleT
DoubleT

sì!

paperp
paperp

Peat ha detto quello che pensa, averlo fatto in seno ad una squadra sostenuta da 1 produttore che proprio ha i picchi di vendita nella critica da lui mossa è un grande esempio di professionalità ed è un segno di lode per il pilota, e fierezza per la Santacruz.
Incontri il responsabile account manager di regione Telecom e critica indica i problemi di gestione della appena nata fibra..cosa fai?..ti piace e subito fai abbonamento ;-D
Le scorciatoie e stazionare a settimane o provare mesi prima sulle p.s. di enduro per i fortunati locals è un dato di fatto.Poi è ovvio, barel mi metterà sempre dietro. A me piace anche così.
Non posso attaccare con un articolo un campione decennale della DH che ha detto la sacrosanta verità.
Fine della fiera.
Noi, amanti enduristi, non comportiamoci come zittelle inacidite e frigide solo perchè ci hanno “toccato” il giochino Enduro, sorridiamo e andiamo avanti, altrimenti facciamo solo i pettegoli per consumare la tastiera.

DoubleT
DoubleT

1) ma tu di fideresti di uno che parla male di chi gli dà da mangiare?
2) invece mi sa che ti secca un po’ che i locals ti mettono dietro
3) barel, non nominarlo nemmeno
4) la crisi dell’enduro sta in chi propone alla massa percorsi troppo tecnici, dove, una volta li fai e portate a casa le ossa sane, beh… la prossima… amen
5) la dh è un’altra cosa
6) no! la fiera non è finita
7) sull’ultima hai pienamente ragione

daniele0511

Il punto 4 è molto ma molto centrato.

Come ho scritto in uno dei primi commenti a livello nazionale la retromarcia è già innestata…

leovink
leovink

Be ragazzi , capisco che vi sentite toccati nell’orgoglio , ma Peat fondamentalmente ha ragione , i tracciati da DH vengono aperti per le prove pochi giorni prima della gara e comunque alcuni disegnati stagione per stagione altri restano gli stessi , ma comunque le variazioni anche se minime del tracciato le vedi nel weekend di gara , nell’enduro giri su tracciati che esistono da millenni e se ci vivi sopra come i francesi fai la differenza, se ti invitano all’ultimo e normale che prendi una giostra , pero’ non e un imbroglio perche e concesso dai vari regolamenti . Tolto questo Steave Peat e’ una leggenda e ha ragione a prescindere .

mountaindoctor
mountaindoctor

Sono riuscito finalmente a vedere l’intervista completa.
I toni che usa Peat sono molto più pacati di quelli che si leggono in rete, riferiti a tutto ciò che non piace (front o full? Ho amici che si scannano ancora ?). Ciò non toglie che, se si vuole essere intellettualmente onesti, non si può non riconoscere nelle sue dichiarazioni una mancanza di rispetto di fondo verso l’enduro che anno dopo anno, intervista dopo intervista, non ci risparmia mai. E qui pace, Peat lo conosciamo tutti, e non è che il resto dei downhillers vedano bene la spartizione di risorse tra DH e un’altra disciplina gravity (leggete tra le righe dell’intervista di PB a Gwinn, sul perchè lascia Specy ?)
Rispetto al suo datore di lavoro, non l’ho mai visto come un “brand da Enduro” inteso come disciplina. Nel senso che sin dallo sbarco in Italia una ventina d’anni fa (race ware? Aiutatemi…) si è sempre proposto più come un produttore di bici fun, addirittura proponendo la prima Chamaleon (derivata da una bmx da 26″, aiutatemi anche qui se sbaglio) come bici da svago quando veramente la front era SOLO gare xc. Quanto interessa l’Enduro agonistico a Santa Cruz? A mio parere poco, altrimenti avrebbe un team dedicato con rider focalizzati su queste gare. Tanto la maggior parte degli enduristi che si vedono in giro, lo sono solo su STRAVA ?

ligoia
ligoia

Prima leggo i commenti, poi guardo il video???

l.j.silver
l.j.silver

di tutti i biker me compreso che da anni comprano bici da “enduro” di santa cruz che conosco nessuno o quasi fa’ gare e nessuno di loro ha mai comprato una santa perchè stimolato all’acquisto dalle gare di enduro…..