[Test] Borsa sottosella Ortlieb Micro Seat Bag

[Test] Borsa sottosella Ortlieb Micro Seat Bag

30/05/2018
Whatsapp
30/05/2018

Recentemente mi sono messo alla ricerca di soluzioni che mi permettessero di scaricare il più possibile lo zaino spostando invece tutti gli oggetti possibili direttamente sulla bici. Uno dei metodi più tradizionali e collaudati è la classica borsa sottosella. Lo sappiamo, questi borselli sono spesso sinonimo di snervanti rumori di attrezzi che sbattacchiano, ma Ortlieb, col suo “Micro”, propone una soluzione interessante. La sua chiusura, che ricorda quella degli zaini impermeabili, serve non solo a tenere asciutto il contenuto ma anche a mantenerlo ben fermo. Incuriosito, ho quindi deciso di provare l’Ortlieb Micro. Ecco cosa è emerso dal periodo di test.

Caratteristiche

  • Chiusura impermeabile
  • Attacco rapido alla sella
  • Fissaggio al carrello della sella con due viti
  • Pannello rifrangente
  • Prezzo: 25,50€
  • Distribuito in Italia da DSB Bonandrini. Trovate la gamma online per esempio da Cicli Cingolani.

A differenza dei borselli di alcuni anni fa, che si fissavano alla sella con una fettuccia in velcro, il Micro adotta il più recente approccio che consiste nel fissare al carrello della sella un pezzo in plastica al quale poi il borsello si aggancia in maniera veloce e salda. Data la facilità con cui si può quindi sganciare il borsello, diventa anche molto più facile cercare tra i diversi oggetti al suo interno.

La parte dell’attacco che è solidale al borsello è fissata su di esso con tre viti. All’interno non ci sono spigoli che possano danneggiare per sfregamento componenti come una camera d’aria di riserva.

Il borsello Ortlieb Micro è fatto di un materiale resistente e impermeabile: si tratta di Cordura con un rivestimento di poliuretano. Sulla parte posteriore, un inserto rifrangente aumenta la visibilità al buio, nel caso si giri di sera o di notte.

La chiusura in gomma si arrotola sigillando il contenuto e tenendolo a riparo da acqua e fango.

Nella foto sopra, le cose che porto con me nei giri in cui esco leggero. Se notate che manca il multiattrezzo, è perché ne porto uno SWAT montato al portaborraccia. A ogni modo sono sicuro che, se dovesse servire, si troverebbe spazio anche per un multitool oltre a tutto ciò che vedete in foto: cartuccia CO2 da 25g con valvola Lezyne, kit di riparazione Dynaplug, leva cacciagomme, camera d’aria, carne essiccata, barretta.

Ci sta tutto comodamente e avanza spazio. Viene da chiedersi perché lo chiamino Micro. Non equivocate, non è una borsa enorme, ma è sorprendentemente capiente.

Una volta caricato il borsello, si arrotola la chiusura e la si fissa a dei bottoni tramite degli elastici.

Prova sul campo

Anche con una bici con 165mm di escursione posteriore e reggisella telescopico da 150mm, la ruota posteriore non ha mai toccato il borsello, nemmeno in caso di finecorsa. Detto questo, eventuali contatti con la ruota sono da tenere in considerazione, soprattutto se avete gambe relativamente corte e bici con lunghe escursioni, ma si tratta di un elemento a cui fare caso per qualunque borsello sottosella. Per quanto riguarda la durata non ho riscontrato alcun problema. Testare l’impermeabilità non è così banale qui in California, dato che non piove mai. Ho comunque tenuto montato il borsello durante un lavaggio alla bici e ci ho spruzzato sopra: il contenuto è rimasto asciutto.

Se si tratta di valutare il funzionamento sul campo di un borsello sottosella, i criteri sono pochi, semplici e chiari. Non deve staccarsi, non deve interferire nei movimenti del biker e della bici e non deve fare rumore. Il Micro rispetta tutti i requisiti. L’accessibilità al contenuto è ottima e la possibilità di arrotolare la chiusura a piacere aiuta a mantenere il contenuto ben compatto e fermo. È vero d’altro canto che se si gira con un carico veramente ridottissimo ci si può aspettare che il contenuto sbatta un po’ in giro: all’interno il Micro ha una parte in plastica a forma di C che gli dà forma e oltre un certo punto limita la possibilità di ridurre il volume del borsello.

Conclusioni

Per concludere, l’Ortlieb Micro è un ottimo prodotto che vale i soldi che costa. Di questi tempi con 20€ si compra una semplice fettuccia per legare la camera d’aria al telaio. Il Micro è un’ottima opzione per chi vuole cominciare a lasciare a casa lo zaino o il marsupio e non è in possesso di una Specialized con tubo obliquo SWAT.

Ortlieb

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
fabio1991
fabio1991

Ottimo articolo ad un buon prezzo direi! Di molto buono, a differenza delle altre borse sottosella, è che può essere usato con reggisella telescopico senza andare a strisciare sullo stelo.

MI PIACE!

TheBus
TheBus

acquistabile dall’italia? Ho provato sul sito ma non me lo da disponibile

Marco Toniolo

distribuito da DSB Bonandrini, quindi si

uomoscarpia
uomoscarpia

stavo cercando una soluzione simile, però quando ho visto il marchio ho pensato ora sparano un prezzo tipo 79.90 euro….ed invece ottima soluzione ad un prezzo onesto….è già in lista

andry-96
TheBus

acquistabile dall'italia? Ho provato sul sito ma non me lo da disponibile

Cingolani se non sbaglio

Marco Toniolo
andry-96

Cingolani se non sbaglio

esatto: http://tidd.ly/dc0f849c

lollo72

Ben fatto , si potrebbe avere un’idea del peso ? L’unico dubbio è sulla tenuta nel tempo degli elastici di chiusura , avrei preferito un sistema tipo boa . Peccato che non possa montarlo sulla mia mtb (con telescipico abbassato e ammortizzatore a fondocorsa tra sella e ruota ci stanno si e no 4 cm !)

Billy78
Billy78

Per curiosità, la camera d’aria è da 29? Sembra tanto piccola…

Dr_Serpente

Trovato il borsello ideale poco tempo fa: vaude race POD.
Rigido, impermeabile, ideale per il telescopico e abbastanza capiente, poi il fissaggio è molto solido e sicuro. Vedi l’allegato 254595

Sent from my Nexus 5 using MTB-Forum mobile app

aloas7
aloas7

State attenti, io l ho dovuto rendere avevo acquistato il modello più grande e non riuscivo ad agganciarlo alla basetta applicata alla mia sella smp in quanto la slitta non riusciva ad agganciarsi, sbattendo prima nel canotto reggisella.
Lo so non mi sono spiegato!
La faccio semplice: provate ad installarla prima dell acquisto specialmente secacquistate la misura grande o media, forse la slitta della misura mini, avendo meno ingombro riesce ad arrivare a fine corsa.
Confermo che l oggetto se riuscite ad installarlo è molto ben fatto!
Ciao stefano

lucamox
lucamox

pare valido, dopo tante camere d’aria bucate, questo mi sembra un ottimo prodotto

andy_g
andy_g

L’ho visto anch’io in negozio. E’ molto bello e ci sono anche diversi colori molto accattivanti. Senza portare la bici al negozio però non mi avventuro a comprarlo perché anch’io ho una full AM con telescopico e peraltro i binari della sella sono in carbonio. Facendo qualche altra ricerca ho visto che Lezyne ha un modello in due misure che si chiama Micro Caddy, ma con le strap. La peculiarità è che non ha l’anello di fissaggio al reggisella e ho visto alcune foto in cui è montato su bici con telescopico e non sembra interferire. Apparentemente, non avendo la slitta sporge anche qualcosa in meno e quindi c’è meno rischio che tocchi la ruota. A giorni decido tra i due.

lumerennù
lumerennù

Quando ho iniziato ad andare in mtb abbastanza costantemente, cioè almeno una volta a settimana, usavo sia una borsa da manubrio sia una sottosella. Tutto bene nella bella stagione, ma appena inizia il fango, soprattutto se misto a escrementi di mucca, prendere qualcosa dalla borsa sottosella oppure semplicemente la pompa attaccata al portaborraccia, diventa uno schifo.
Siccome per me quando si va in montagna lo zaino è irrinunciabile, ho iniziato a portarlo sempre, eliminando tutte le cose appese alla bici tranne la borraccia.
Portare lo zaino sempre, anche nei giri leggeri quando non servirebbe, ha i seguenti vantaggi: ci si abitua, quindi dopo un po’ neanche ci si accorge di averlo; non si dimentica niente, cosa che succede se una volta lo si porta e una no; nei giri appenninici, dove spesso non ci sono rifugi, fonti, segnaletica… è salutare andare equipaggiati con roba da mangiare, acqua di riserva, attrezzi, camere d’aria, giacca a vento (una vera, non sfoglie di cipolla!) ecc…
Nel rispetto delle opinioni altrui e dei diversi modi di andare in mtb che esistono, la mia opinione, basata sul mio modo di andare, è che tali accessori non debbano neanche essere presi in considerazione.

Riki174
Riki174

Ciao!
(Pochi) anni fa il trend anche su questo mag era : “zaino sempre senza se e senza ma”.
Recentemente si legge di borse sottosella, velcro, marsupi ecc…
Scegli quello che preferisci che vai bene di sicuro.
P.S.
Tra un mese/2 esce l’articolo “cosa avere nello zaino”… lì ne leggi di tutti i colori, da quello che esce in perizoma a quello che deve avere il telaio di scorta…quindi capisci che in base all’esigenza può bastare il nastro isolante, un velcro, uno Swat, un borsello o non bastare lo zaino di Messner 🙂

giobra750
giobra750

Ce l’ho da tre anni e da qualche mese lo uso sulla full con 160 mm di escursione e reggisella telescopico e non c’è stato alcun contatto. Il materiale è robusto, impermeabili e i colori accattivanti. Il fissaggio, nonostante i giri in bike park, non ha mai dato segni di cedimento e non mi si è mai staccato. La chiusura da arrotolare permette, arrotolando un po meno, di farci stare anche qualcosina di più ed è veramente impermeabile.
Solo due piccoli difetti, che poi non lo sono:
– dopo tre anni di pioggia, fango, sale e sole, gli elastici che lo chiudono si sono un po seccati e smollati;
– all’interno ci sono 3 bulloni che fungono da aggancio fra la sacca in tela e la staffa che poi va ad agganciarsi al supporto sottosella; questi 3 ingombrano e danno un po fastidio ma, lo ripeto, assicurano una tenuta a prova di bike park.
Dopo tre anni i materiali sono ancora ottimi. Veramente un buon prodotto. Dimenticavo, è attaccato sotto una Fizik Tundra.

FabioBt
FabioBt

Io ho la specialized con lo swat ma il problema e’ lo smartphone che senza zaino non so mai dove mettere,su questa c’entra un Samsung standard tipo s8?E’ indicato o potrebbe essere soggetto a rottura?

Riki174
Riki174

Curiosità: lo Swat è impermeabile? O come tutti i telai si riempie di schifezze in caso di fango/nubifragio?
Detto questo…sto telefoni enormi hanno rotto, specie quando sono aziendali (non puoi scegliere) e rischi la castrazione ogni volta che ti siedi…altro che problemi di zaino!

FabioBt
FabioBt

non proprio,non entra acqua quando piove o su sentieri bagnati ma se lavi la bici con l’idro un po di umidita’ entra.

smokecock
smokecock

In via informale ho sentito dire che se metti del ghiaccio nello swat diventa ottimo anche per metterci la birra al fresco. 🙂 cmq confermo è impermeabile ma non al 100% come le ortlieb.

smokecock
smokecock

Borsello visto quasi uguale già in passato (vedi btwin, specialized e altri marchi minori) . Niente di nuovo! In linea con i prezzi della concorrenza compreso il volume . Rimane cmq un’alternativa carina. Concordo che gli elastici di chiusura non dureranno molto.

Marco Toniolo
smokecock

Borsello visto quasi uguale già in passato (vedi btwin, specialized e altri marchi minori) . Niente di nuovo! In linea con i prezzi della concorrenza compreso il volume . Rimane cmq un'alternativa carina. Concordo che gli elastici di chiusura non dureranno molto.

Se conoscessi Ortlieb, non scriveresti così. Il marchio tedesco è famoso per le sue borse da bici impermeabili, nel senso che le puoi anche buttare in un lago (opportunamente chiuse) che la roba rimane asciutta. Ci ho attraversato l'Islanda e devo dire che sono perfette da questo punto di vista. Per un borsello sottosella questo è un aspetto importante visto quello che alza la ruota posteriore, fra fango e acqua.

smokecock
smokecock

Conosco il marchio ortlieb ancora prima che diventasse famoso, lo so benissimo che fa borse termosaldate impermeabili. Mi stupiscono i commenti che lo ritengono una novità. Ribadiscono prodotto carino , buono nella fattura e buono nel prezzo ma non credo sia una novità. Dal Top delle borse impermeabili mi sarei aspettato una novità…

Marco Toniolo
smokecock

Conosco il marchio ortlieb ancora prima che diventasse famoso, lo so benissimo che fa borse termosaldate impermeabili. Mi stupiscono i commenti che lo ritengono una novità. Ribadiscono prodotto carino , buono nella fattura e buono nel prezzo ma non credo sia una novità. Dal Top delle borse impermeabili mi sarei aspettato una novità…

La novità sta nel fatto che lo puoi usare con un reggi telescopico, se proprio vuoi. È un borsello sottosella, non un razzo per Marte, non vedo quale straordinaria novità ci dovrebbe essere

smokecock
smokecock

Se fosse un razzo per Marte sai che dolore quando parte…

Riki174
Riki174

Ahahah…sei un grande 🙂

smokecock
smokecock

A parte battute da “elon musk” , però vorrei capire qual è la differenza tra gli altri Borselli e questo, che permette a quest’ultimo di essere usato con il telescopico. Per le dimensioni ? O per l attacco? Se è x l’attacco, anche altri lo hanno uguale.

gabrireghe
gabrireghe

veramente bello

sembola

io uso lo zaino E il borsello sottosella… come faccio? :nunsacci: :mrgreen:

Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

Frankie_r
Frankie_r

Queste soluzioni, come anche i borselli lombari, mi piacciono molto, ma credo che la schiena “nuda” sia pericolosa. Se tolgo lo zaino poi devo comunque mettere il paraschiena 🤔

Tommy Rodgers
Tommy Rodgers

Mi interesserebbe soprattutto per tenere portafoglio e cellulare, riesce a contenere un iPhone SE? si possono avere le dimensioni?

 

POTRESTI ESSERTI PERSO