• it
  • en
  • es

[Test] Meglio un manubrio in alluminio o in carbonio?

[Test] Meglio un manubrio in alluminio o in carbonio?

09/09/2016
Whatsapp
09/09/2016

[ad3]

Finalmente anche Renthal è entrata nel mercato dei manubri da 35mm, con i manubri Fatbar e Fatbar carbon con rise di 10, 20, 30, 40mm. Il 35mm è uno standard in circolazione da diversi anni ormai, quindi l’arrivo anche di prodotti Renthal con questo diametro è stato molto atteso.

Renthal non ha idee strane riguardo ai manubri da 35mm: “Volevamo che le caratteristiche dei manubri da 35mm fossero equivalenti a quelle nei nostri attuali manubri da 31.8mm”

Caratteristiche

Sulla carta, i due manubri che abbiamo testato sono identici, almeno per quanto riguarda la forma. Quello in carbonio pesa 80 g in meno ma costa quasi il doppio.

Screen Shot 2016-08-31 at 22.28.23

Le specifiche dei manubri provati.

Carbonio

UD Carbon Construction – Fibre disposte in modo da massimizzare la resistenza.
Ride Tuned – controllo e comfort.
Clamping Section – superficie strutturata all’interfaccia attacco manubrio, per evitare che il manubrio giri.
DH Race Ready – geometria ottimizzata per DH.
Ultra Durable – resistenza agli urti testata.
Set-up Markings – per un allineamento semplice e preciso.
Prezzo: €165

Alluminio

Alluminio di serie 7 per migliori robustezza e durata.
Shot Peened – un processo che aumenta la resistenza a fatica.
Positioning Grid – per semplificare l’allineamento.
Hard Anodised – anodizzazione per resistere all’usura.
Grafiche curate e permanenti.
Prezzo: €84,90

Metodo

Il metodo del test è semplice: abbiamo preso la nostra Transition Patrol Carbon, un pickup, scelto un sentiero (Quercia Numerata, un sentiero da gare enduro) e lo abbiamo fatto diverse volte. Cambiato manubrio e ripetuto la procedura.

comb1jpeg

Il manubrio, il furgone e il sentiero.

Abbiamo montato i manubri nella stessa posizione, e nella stessa posizione abbiamo messo tutti i comandi sul manubrio.

IMG_7300

Montaggio del manubrio in alluminio.

Prova sul campo

Non solo abbiamo cercato di mantenere la bici nella stessa identica configurazione pur cambiando manubrio, ma per avere il miglior confronto possibile abbiamo cercato anche di tenere sempre la stessa velocità e scegliere le stesse linee. Abbiamo spinto parecchio in curva, scelto linee piene di rocce e siamo caduti alcune volte.

IMG_7296

Ecco le nostre osservazioni.

Carbonio: Assorbe bene in tutte le condizioni. Sterzata immediata. Poche vibrazioni sulle mani.
Alluminio: Più vibrazioni sul manubrio. Alla fine delle discese, le mani sono un po’ più affaticate. Abbiamo notato che le sezioni tecniche fanno faticare di più, principalmente a causa della necessità di stringere il manubrio più forte: smorza meno urti e vibrazioni.

Dopo alcune discese, le nostre prime impressioni hanno cominciato a farsi sempre più chiare. Renthal è riuscita a fare due manubri piuttosto simili, malgrado la differenza sul manubrio in carbonio si senta: affatica meno le mani. Il vantaggio del carbonio in termini di peso non si nota granchè, ma resta un fattore da tenere in conto per chi vuole montare una bici leggera.

IMG_6134

Il manubrio in carbonio ha un feeling più morbido, e lo abbiamo preferito in tutte le discese. Se il prezzo è per voi un fattore determinante, non preoccupatevi perché la versione in alluminio fa molto bene il proprio lavoro. Bisogna anche considerare che i vantaggi del carbonio potrebbero essere addirittura mascherati se gli altri componenti della bici non sono di buon livello. Dopotutto, il bello dei manubri Renthal sono le geometrie. La combinazione di rise e sweep è perfetta per la grande maggioranza dei biker, insomma è difficile che qualcuno su una bici montata Renthal non si trovi bene da subito.

La guida con il manubrio in carbonio è molto precisa ed usando il carbonio, alcuni degli svantaggi (o supposti svantaggi) dello standard di 35mm possono essere mitigati: si riesce a mantenere il giusto compromesso tra flessione e rigidità.

Ma attenzione, il manubrio in alluminio non va considerato un ripiego. Abbiamo guidato un po’ diversamente, in alcuni casi più aggressivi, stringendo il manubrio più forte nei tratti più tecnici del sentiero. Ed il risultato è stata una velocità leggermente maggiore. Senza dubbio, il dibattito sui manubri in alluminio/carbonio non è finito.

IMG_7302

Gli attrezzi per il test: vale a dire tutto il necessario per una gran bella giornata.

Se volete controllo preciso ed affidabilità ad un prezzo competitivo, prendete l’alluminio. Se preferite un pizzico di comfort in più e cercate di tenere basso il peso della bici, la scelta va su quello in carbonio. Se il fattore determinante è il rapporto presso/prestazioni, l’alluminio è una buona scelta. E se non siete sicuri di volere un manubrio da 35mm, Renthal ha in gamma anche i 31.8mm.

Test Center @ Punta Ala Trail Center
Renthal

[ad12]

  Subscribe  
più recente più vecchio più votato
Notificami di
B
bronenosec

sarebbe bello anche un confronto tra il 31,8 e il 35 adesso!

M
Mix1

credete che se aveste usato dei manubri con più rise tipo 20/30 i risultati sarebbero stati diversi?

teoDH

Interessante! complimenti per il metodo che mette in effettiva evidenza le differenze, così si dovrebbero fare tutti i test!

DoubleT
DoubleT

posso comprendere il senso della prova, ma visto che il post inizia con la seguente affermazione:
“Volevamo che le caratteristiche dei manubri da 35 mm fossero equivalenti a quelle nei nostri attuali manubri da 31,8 mm”
erano da confrontare manubri di diametro diverso

DoubleT
DoubleT

alluminio con alluminio e carbonio con carbonio

crashtor
crashtor

non necessariamente secondo me, se si ha un telaio in alluminio (che teoricamente non smorza le vibrazioni come uno in carbonio) un manubrio in carbonio potrebbe fare una differenza maggiore quanto ad assorbimento delle vibrazioni e/o affaticamento.

2
2xoffroad

Ho un telaio in alluminio. Ho avuto un manubrio anch’esso in alluminio per un po’ di tempo… Poi complice la voglia di alleggerire la bici e un buon prezzo su questo componente sono passato al carbonio. Maggiore smorzamento delle vibrazioni e sopratutto meno affaticamento sulle mani. Queste è stata la mia esperienza sul campo.

A
andreasia610

da qualche anno uso manubri in carbonio e mi trovo bene (Answer).
sarebbe interessante capire la differenza tra 31.8 e 35 …

R
rimirkus1975

In effetti vantaggi e svantaggi tra carbonio ed alluminio potevano essere già noti , la prova è comunque un buon test sul campo; come espresso da molti sarebbe più interessante verificare la differenza tra i diversi diametri relativi allo stesso prodotto e constatare se Renthal sia riuscita a mantenere le stesse caratteristiche nonostante i due diametri diversi ( personalmente la ritengo una scelta un pò discutibile, perchè fare due manubri con le medesime caratteristiche ? mi aspetterei delle reazioni differenti tra un 31,8 ed un 35 e sceglierei quindi quella che si addice maggiormente alle mie esigenze e a quelle del mezzo ) .

V
Vettore2480

Leggendo il titolo pensavo che aveste testato il rischio che un manubrio in carbonio potesse spezzarsi, e tra me mi complimentavo per il fegato dl tester! So che il carbonio è resistentissimo, ma procologicamente ho ancora qualche inibizione…. specie se non sono presente al montaggio.

V
Vettore2480

“Psicologicamente” intendevo

A
andreasia610

a me si è spezzato!
impatto violento contro un albero e ha ceduto all’altezza del collarino.
l’avevo montato con chiave dinamometrica rispettando le coppie indicate…

sfiga

M
miki99

Infatti, a ogni caduta mi faccio un sacco i pipe mentali, sarà crepato? e se si incrina sotto la manopola?

V
Vale 06

A me si è spezzato di netto il manubrio in alluminio durante l’uso (sono caduto a causa della rottura), subito dopo l’attacco allo sterzo …

P
pollo94

cavolo mi aspettavo tutto il contrario! avrei detto che il carbonio era più rigido e assorbiva meno le vibrazioni…..ma è così per tutti i manubri o è renthal che ha trovato la formula magica?
grazie mtb mag non si smette mai di imparare!

Z
ZenMode

Ma veramente il carbonio oltre al suo minor peso rispetto all’alluminio è riconosciuto per il suo miglior assorbimento delle vibrazioni…detto questo molti si fanno un’idea sbagliata del carbonio pensando che sia meno rigido dell’alluminio.Questo non è vero o almeno lo è in parte, dipende dalle fibre utilizzate,dalla loro disposizione e dallo spessore del materiale che viene utilizzato.
Inoltre esistono diverse fibre di carbonio che hanno una propria qualità(rigidità,flessibilità ecc.) sta ai realizzatori dei vari componenti utilizzare al meglio queste fibre per avere un ottimo compromesso

Haran
Haran

No, nella mia esperienza anche i manubri Syntace in carbonio danno un feeling maggiore e hanno uno smorzamento vibrazioni più accentuato di quelli in alluminio

crashtor
crashtor

credo che sia per via della densità diversa tra i materiali, le vibrazioni si propagano meglio in un materiale più denso (in questo caso l’alluminio)

Pitaro
Pitaro

Più che la densità tra carbonio e alluminio la grossa differenza è che l’alluminio è un materiale “compatto” mente il carbonio è fatto da fili tenuti assieme dalla colla, e questo aiuta ad assorbire meglio le vibrazioni nonostante solitamente i pezzi in carbonio siano più rigidi di quelli in alluminio

M
miki99

A quando il confronto fra telai identici per marchio, geometria e schema di sospensione ma diversi per materiali costruttivi?

Pitaro
Pitaro

Sarebbe proprio un gran bel test!

jimmy27
jimmy27

Non so se lo faranno mai. Potrebbe uscire la verita….

M
mi86ka86

a me si e spezzato il manubrio in carbonio a fare enduro
un easton havoc montato su un nomad nel 2013
mi hanno lasciato 55 graffette nel sedere e l’anca e ci ho messo 6 mesi x camminare senza stampelle e sono ancora addolorante per la catenella e le 10 vitti in titanio che rimarranno li dentro per sempre
perciò adesso io i manubri li monto in alluminio che almeno si piegano prima di spaccarsi
gaaaasssss

Badorx
Badorx

Storiaccia!!

Pietro.68
Pietro.68

sicuro che si piegano prima di spaccarsi?
e sicuro che se era in alluminio non si sarebbe rotto lo stesso?

R
RTestori65

ottimo test, non vedo l’ora di leggere quello del telaio della patrol!!

B
Branik79

il carbonio deve essere stretto con la chiave dinamometrica, poco stretto si muove, troppo stretto si spacca ed è pericoloso. La mia scelta va sicuramente sull’alluminio.

jimmy27
jimmy27

Test scontato. Che i manubri in carbonio sono piu comodi di quello in alu. Magari era il caso di fare il confronto fra i diametri

M
Mitzkal

I manubri in carbonio hanno solo un difetto: una volta che ti ci abitui, non puoi più farne a meno.

DoubleT
DoubleT

ricordo che la rigidezza di un componente strutturale dipende oltre che dal modulo elastico del materiale stesso, anche dalla geometria della sezione ovvero dal momento di inerzia della sezione, che a sua volta dipende dalla distanza elevata alla terza potenza (al cubo) delle fibre resistenti dal baricentro della sezione. per cui un modulo elastico del materiale più grande (circa 3-400 GPa di un composito di carbonio rispetto a circa 70 GPa dell’alluminio) associato a spessori sottili (realizzabili con un composito di carbonio rispetto all’alluminio) ma distanti dal baricentro aumentano notevolmente la rigidità di un componente. ovvio che chi progetta i componenti in carbonio deve fare attenzione alle rotture fragili (quelle improvvise), inspessendo i componenti dove serve, scegliendo la direzione delle fibre in base agli sforzi attesi, dichiarando le coppie di serraggio ecc.

8p8
8p8

Beati voi ce avete tutta questa sensibilità……

 

POTRESTI ESSERTI PERSO