[Test] FOX Head: ginocchiere Launch Pro D3O e guanti Attack

[Test] FOX Head: ginocchiere Launch Pro D3O e guanti Attack

08/05/2017
Whatsapp
08/05/2017

Autore: Francesco Mazza

Il D3O e i materiali definiti “fluidi non newtoniani” in generale, rappresentano una delle principali evoluzioni nel mondo delle protezioni, soprattutto nel settore della Mountain Bike. Le applicazioni sono diverse e di base gli inserti protettivi realizzati con questa tecnologia permettono di godere della massima flessibilità del materiale durante il normale utilizzo, mentre diventa efficacemente resistente se sottoposto a urti, anche piuttosto violenti.

FOX Head ha implementato la sua gamma di protezioni con due nuovi prodotti caratterizzati dall’utilizzo del D3O. Due prodotti particolari e piuttosto innovativi, o quanto meno interpretati in modo differente da tutti i prodotti simili già presenti sul mercato. Si tratta delle ginocchiere Launch Pro D3O e dei guanti Attack.

Launch Pro D3O

Le ginocchiere Launch PRO D3O sono dedicate all’utilizzo gravity, dall’Enduro alla DH. Grazie alla combinazione del D3O e del guscio in plastica, il livello di protezione è elevato, ma non penalizza il comfort e la mobilità del rider, grazie a una forma anatomica e a materiali di qualità. Con le stesse caratteristiche delle ginocchiere, FOX ha in gamma anche le gomitiere Launch PRO D3O.

La caratteristica principale delle nuove ginocchiere di FOX è ovviamente l’adozione dell’inserto in D3O che, come anticipato in apertura, offre flessibilità, quindi ottima vestibilità e comfort, ma anche uno standard di sicurezza importante. All’interno della ginocchiera si trova un’asola che permette di estrarre l’inserto in D3O per poter lavare le ginocchiere in totale sicurezza, dato che il D3O alla lunga risente negativamente dei lavaggi in lavatrice, perdendo le caratteristiche viscoelastiche che lo contraddistinguono.

Alla protezione dell’inserto in D3O si aggiunge quella altrettanto determinante dello scudo in plastica semirigida collocato all’esterno della ginocchiera. Questo guscio serve sia a proteggere il ginocchio, deviando la forza iniziale dell’impatto e distribuendola su una superficie più ampia del D3O, sia a proteggere la ginocchiera stessa da abrasioni e strappi.

Il guscio in plastica è infatti removibile e, se necessario, sostituibile con i ricambi venduti separatamente, che permettono di rinnovare la ginocchiera al costo di pochi Euro, invece che doverne comprare un nuovo paio. Rimuovere i gusci è semplicissimo grazie all’ampia superficie di Velcro che li tiene ben saldi alle ginocchiere. Si possono anche rimuovere provvisoriamente per pedalare senza bisogno di togliersi le ginocchiere: basta infilare un paio di dita sotto al guscio e tirare e si staccano dalle ginocchiere anche mentre le si indossa, per poi rimetterli al loro posto prima di iniziare la discesa.

Grazie alle due fasce dotate di chiusura a Velcro, morbida ed elasticizzata quella sulla coscia e più robusta e rigida quella sul polpaccio, si trova facilmente la giusta vestibilità. Il bordo superiore, in corrispondenza della coscia, è provvisto di banda in silicone antiscivolo, che tiene salda la ginocchiera in sede senza che si muova o che scenda mentre si pedala o mentre si affrontano tratti particolarmente sconnessi.

L’intera struttura della ginocchiera è realizzata in Ariaprene, una particolare versione di Neoprene traforato che, rispetto al tradizionale Neoprene, eccelle per traspirabilità e drenaggio del sudore, ma anche per robustezza, oltre a essere atossico e ipoallergenico. La forma delle Launch PRO D3O è studiata per offrire ergonomia quando si è in sella, con una linea che si adatta perfettamente al ginocchio leggermente flesso che è la posizione che si tiene normalmente in discesa. Nella parte bassa della ginocchiera, il lato anteriore è più lungo di quello posteriore, in modo da offrire maggiore protezione allo stinco e al contempo lasciare il polpaccio meno compresso e più libero nei movimenti.

L’area della ginocchiera che copre il poplite è realizzata in materiale molto leggero e confortevole, simile alla Lycra, che massimizza la traspirabilità mantenendo al contempo la ginocchiera bene in sede. Le cuciture sono distanti dai punti in cui il ginocchio, piegandosi, potrebbe premerle, quindi non si avverte nessuna di quelle fastidiose irritazioni da sfregamento che spesso rendono insopportabile indossare le ginocchiere continuativamente per tutto il giorno. Anzi, anche dopo intere giornate sugli shuttle, le Launch PRO D3O risultano confortevoli fino all’ultima discesa.

Attack

I guanti Attack rappresentano il prodotto top di gamma dedicato prevalentemente all’Enduro, ma sono piuttosto trasversali come utilizzo tra le varie discipline, per chi cerca un guanto molto leggero e traspirante ma abbondantemente protettivo. Un unico inserto, suddiviso in 4 sezioni preformate, protegge le nocche da eventuali urti dovuti sia a impatti mentre si ha la mano sul manubrio durante la guida che a quelli conseguenti a una caduta.

Il tessuto con il quale è realizzata la parte superiore del guanto è lo Stretch Cordura, ovvero un materiale molto morbido, leggero ed elasticizzato “4-way”, simile alla Lycra come sensazione sulla pelle ma ulteriormente traspirante e, soprattutto, incredibilmente più robusto alle abrasioni. Il lato esterno del pollice è rivestito con un inserto di materiale morbido, utile per asciugare o pulire le lenti degli occhiali.

L’area del polso è realizzata in Neoprene, morbido ed elasticizzato ma piuttosto consistente e piacevole al tatto. La parte superiore di questa fascia in Neoprene si estende a coprire quasi interamente il dorso della mano, con la testa della volpe in gomma che offre una minima protezione al metacarpo. La chiusura è affidata a una piccola strap dotata di Velcro, anch’essa in Neoprene, irrobustita da un inserto in gomma che reca il logo FOX.

L’intero palmo del guanto è realizzato in Clarino, materiale sintetico anallergico che simula al tatto la sensazione della pelle scamosciata, ma offre maggiore traspirazione ed elasticità. Nella zona più esterna del palmo, il tessuto Clarino è doppio, per offrire maggiore protezione in caso di caduta. Per lo stesso motivo, la fascia di Neoprene intorno al polso è prolungata nell’area adiacente a questa toppa aggiuntiva di Clarino, proprio perché si tratta del punto in cui più facilmente si striscia a terra in caso di caduta. I polpastrelli sono conduttivi, per poter utilizzare lo smartphone senza doversi togliere i guanti.

L’interno di pollice, indice e medio, ha inserti TruFeel. Si tratta di un dettaglio che non avevo mai trovato in altri prodotti: una texture di puntini gommati in rilievo, in corrispondenza dei polpastrelli di queste tre dita, aiuta a tenere il guanto perfettamente in posizione e fornisce una manualità eccezionale, sia che si tratti di azionare le leve del freno o i comandi del cambio e del telescopico, sia che si tratti di utilizzare un multitool o slacciare il casco. Anche dopo un lungo utilizzo e numerosi lavaggi, questi rilievi non si sono staccati o deteriorati e continuano a garantire grip.

Gli Attack soddisfano in pieno la mia preferenza per i guanti sottili, leggeri e minimali, che siano molto traspiranti e che permettano la massima mobilità e la minima interferenza nel contatto con la manopola. Prima di provarli ero scettico sul livello di comfort che potessero garantire gli inserti in D3O, che a vederli mi sembravano ingombranti e quindi potenzialmente scomodi, ma dopo la prima giornata di utilizzo interamente trascorsa in bici, sono stato felice di dovermi ricredere. Gli inserti, essendo morbidi e opportunamente preformati, non creano fastidio nemmeno alle mie nocche piuttosto sporgenti e si adeguano perfettamente alla forma della mano anche quando è piegata per stringere il manubrio. Al contempo offrono una protezione decisamente utile non solo in caso di caduta, ma soprattutto in caso di urti mentre si guida, su rami, alberi o rocce.

Ginocchiere Launch PRO D3O: €130
Saponette di ricambio: €15 la coppia – disponibili a partire da Settembre

Guanti Attack D3O: €50

FOX Head