[Test] Garmin Edge 820

[Test] Garmin Edge 820


Il nuovo Garmin Edge 820 è stato presentato al pubblico la scorsa estate e si posiziona come “ammiraglia” della linea Edge, anche sopra all’Edge 1000, pur avendo uno schermo più piccolo. Infatti, oltre alle funzioni di quest’ultimo che abbiamo provato qualche mese fa, l’820 ne aggiunge di nuove ma, soprattutto, è dotato di una memoria interna di ben 16GB, e rinuncia al classico slot per Micro SD presenti nell’810 e nel 1000.

F75R8952

Caratteristiche

Screen Shot 2016-11-14 at 10.54.00Screen Shot 2016-11-14 at 10.54.19 Screen Shot 2016-11-14 at 10.54.49 Screen Shot 2016-11-14 at 10.54.42

Per la lista delle altre caratteristiche cliccare qui. Il peso rilevato da noi è di 68 grammi, in linea con quanto dichiarato da Garmin. Le differenze con il più economico Edge 820 Explore sono:

– No WiFi
– No sensore alla luce ambientale
– No ANT+ Powermeter o controllo cambio elettronico
– No supporto per l’allenamento strutturato
– No metriche avanzate quali FTP, ecc…

Come detto, la memoria interna è di 16 GB, cosa che ha permesso a Garmin di precaricare le OpenStreetMaps dell’Europa, senza curve altimetriche, per un totale di circa 7 GB. L’idea di base é quella di accorciare i tempi di caricamento delle mappe, in particolare quando le si “sfoglia” sul touchscreen, allungati dalla memoria esterna e dalla performance della Micro SD, che varia a seconda della qualità, e del prezzo. Le OSM vengono aggiornate automaticamente tramite Garmin Express. Vista la loro dimensione, l’aggiornamento può richiedere più o meno tempo a seconda della connessione. Per questo motivo, nella parte posteriore dell’820 troviamo solo l’attacco per il cavetto USB.

F75R8969

A livello di navigazione troviamo un’interessante funzione, quella di potersi agganciare contemporaneamente alla rete di satelliti GPS (di matrice americana) e a quella Glonass (russa), aumentando così la precisione nella determinazione della propria posizione. In questo caso il consumo della batteria è maggiore rispetto a quando si sceglie una sola rete. Questa funzione è presente anche sul Garmin Edge 1000.

F75R8958

Una novità assoluta è l'”incident detecting”, cioè la capacità di registrare una caduta grazie all’accelerometro presente nell’apparecchio. In pratica, se la bici risulta “sdraiata”, il Garmin Edge 820 manda un’allerta email ed sms ai contatti inseriti in un’apposita lista che il biker ha precedentemente salvato nell’app Garmin Connect. Questa funzione è attiva solo se il collegamento Bluetooth con lo smartphone è acceso, il telefono è collegato al GPS, ed ha campo.

incident

Arriviamo dunque all’alta interconnettività dell’820. Oltre al sopra citato Bluetooth, è dotato di WiFi, che consente di caricare le proprie uscite direttamente su Garmin Connect, dunque su Strava e sul nostro Training Camp. La stessa cosa è fattibile anche tramite l’app Garmin Connect. Una volta terminata la registrazione, tutto viene caricato automaticamente. A proposito di Strava, se avete un account premium potrete seguire in tempo reale il vostro tempo sui segmenti salvati.

F75R8960

L’altra funzione completamente nuova è la Group Track, con cui si possono seguire fino a 50 compagni di squadra/amici sul display, anche qui previa connessione con l’app Garmin Connect, e campo del telefono. Può venire comoda quando si fanno delle escursioni di gruppo o delle gare.

Screen Shot 2016-11-14 at 11.19.21

Il Garmin Edge 820 ha inoltre la possibilità di ampliare le proprie funzioni grazie a delle apposite apps disponibili sul sito Garmin.

Sul campo

Iniziamo dal segnale: l’Edge 820 è molto veloce a trovare i satelliti, ed è molto preciso, in particolare quando si usano i sistemi GPS e Glonass combinati. Difficilmente si perde il segnale, anche nelle vallette ripide ed incavate si riesce a seguire la traccia. Il fatto che lo schermo non sia così grande come quello dell’Edge 1000 permette di usare i due sistemi sempre, senza grandi patemi d’animo per la batteria che si scarica velocemente. È dotato di un altimetro barometrico che, dall’inizio alla fine del test (circa 3 mesi) ha permanentemente segnalato una quota più bassa di 30-50 metri circa. Non c’è stato verso di correggere l’errore che pare essere diffuso fra i possessori di questo apparecchio. La cosa non inficia il calcolo dei metri di dislivello, ma è piuttosto fastidiosa, in particolare se si “punta” ad una quota dove si sa che la salita terminerà, e con essa le fatiche (come in gara).

Dove l’altimetro soffre è nel bagnato: anche in condizioni di pioggia il calcolo dei metri di dislivello percorsi non è più attendibile: ne vengono segnalati molti di meno (circa la metà). Un problema comune al 520, con cui giriamo spesso, ma che non avevamo riscontrato sul 1000.

IMG_6109

La risoluzione del touchscreen è ottima, i dati, le tracce e le cartine sono leggibili in ogni condizione di luce, anche grazie all’illuminazione automatica dello schermo a seconda delle condizioni esterne. A dire il vero questa all’inizio faceva un po’ quello che voleva, ma dopo gli ultimi upgrade il problema sembra essere stato risolto. Il touchscreen è molto sensibile, ed è regolabile in tre gradi di sensibilità. La velocità del cambiamento da una pagina all’altra è elevata, dove siamo rimasti un po’ delusi è nel fatto che delle volte lo schermo si blocca, come se l’apparecchio stesse elaborando dei dati. In particolare dopo l’accensione, quando compare la schermata iniziale, dobbiamo premere il tasto (uno qualsiasi) più volte prima di vedere una reazione. Il sospetto era che la grandezza del file delle carte OSM, 7 GB, si facesse sentire sul sistema operativo: anche quando si sfogliava la cartina, spostandola muovendo il dito sul touchscreen, il caricamento della stessa era lento, troppo lento per un apparecchio con 16GB di memoria e nessuna micro SD esterna.

Abbiamo allora cancellato tutte le OSM maps dall’820, e vi abbiamo caricato le OpenMTB di una parte della Alpi per un totale di 425 MB. Non è cambiato niente, il rendering delle cartine quando le si sfogliano rimane lento, ed il problema dei tasti “congelati” subito dopo l’accensione, e anche durante l’uso, rimane. In particolare, delle volte risulta difficile poter cambiare da una schermata all’altra, sembra quasi che il touchscreen necessiti di più pressione delle dita per attivarsi.

F75R8956

A proposito della cartina, non fate l’errore che abbiamo fatto noi (e che hanno fatto in tanti, vedere topic dedicato) di caricare le Open MTB Maps senza aver prima disattivato le OSM che si trovano di default sull’810, perché non funzioneranno. Non solo, se le paragonate usando Basecamp, scoprirete che sono identiche.

La connettività con lo smartphone è uno dei fattori chiave di questo apparecchio e su cui Garmin punta molto. L’interfaccia è l’app gratuita Garmin Connect, che riconosce e si collega automaticamente al GPS una volta che questo è acceso, permettendo di caricare l’attività, una volta conclusa, senza dover fare niente se non salvarla, e giocando un ruolo fondamentale per la funzione Incident Detection. L’idea è che un messaggio SMS ed uno email venga inviato alla lista dei contatti inseriti nell’820, quando si cade. Non siamo riusciti a simulare una caduta tale da far partire le notifiche, neanche frenando di colpo e facendo cadere la bici su un fianco come nella foto qui sotto, ma dalle esperienze che si possono leggere nel forum il sistema sembra funzionare: ai contatti prescelti arriva il messaggio, con le coordinate del luogo di dove uno è caduto.

Ovviamente si tratta di una funzione da usare con cautela, perché è legata a filo doppio al funzionamento dello smartphone e al fatto che questi abbia campo, ed il roaming dati sia acceso se ci si trova all’estero. Non solo, bisogna anche fare attenzione al livello di batteria di entrambi gli apparecchi, in particolare nei giri lunghi.

IMG_6122

Sempre attraverso Garmin Connect si possono impostare i dati personali quali peso, età, zone cardio, zone powermeter, ecc, direttamente dal computer.

La batteria, combinata con lo schermo dalle dimensioni più ridotte rispetto all’Edge 1000, fornisce energia molto a lungo: secondo Garmin ci vogliono 15 ore prima di scaricarla, noi non siamo riusciti ad arrivare a zero, pur tenendo accesi sempre sia il Bluetooth che entrambe le reti satellitari. In ogni caso, se si arrivasse al limite, si può scegliere la modalità Save Mode per prolungarne la durata. In questo caso lo schermo si spegnerà, ma continuerà a registrare dati.

F75R8957

Anche con i guanti è facile usare l’Edge 820, sempre se i polpastrelli sono touchscreen-ready, al netto dei problemi di “congelamento” dello schermo che abbiamo citato sopra. Gli unici tre tasti esistenti sono intuitivi e si usano molto poco: quello di accensione deve essere premuto a lungo prima di arrivare alla schermata che chiede se si vuole veramente spegnere l’apparecchio, mentre gli altri due, posti nella parte inferiore, fanno partire o chiudono la registrazione (quello di destra – anche qui viene chiesto se si è sicuri di volerlo fare) e marcano i laps (quello di sinistra). Sono tutti facilmente manovrabili anche con i guanti.

F75R8964

Conclusioni

I punti forti del Garmin Edge 820 sono la ricezione del segnale satellitare, il touch screen ad alta risoluzione di facile lettura malgrado le dimensioni compatte, la durata della batteria e la connettività con lo smartphone/internet. Il software non pare essere ancora all’altezza dell’hardware, in particolare per quello che riguarda la misura della quota altimetrica e la velocità nel rendering delle mappe, oltre che ad un fastidioso e troppo frequente freezing del touchscreen.

Prezzi

Garmin Edge 820: 399.99 Euro
Garmin edge Explore 820: 349.99 Euro

Sito Garmin

Leave a Reply

37 Commenti il "[Test] Garmin Edge 820"

Notificami di
Ordina per:   più recente | più vecchio | più votato
Manitu
Manitu

non riesco a capire il funzionamento del WIFI, se lo si usa a casa o se può essere usato il cellulare come Hotspot..

Anto62
Anto62

Spero che abbiano finalmente corretto il problema del indicare la velocità a bassa andatura. L’ 800 e l’810, io ho il secondo, sono stati al centro di notevoli lamentele proprio per la tendenza a indicare 0 nel caso di andature sotto i 4km/ora, anche se poi il dato veniva correttamente registrato.
Il nuovo promette bene, soprattutto visto che si collega a due sistemi gps, certo lascia un po’ sorpresi la difficoltà nel restituire il giusto dato altimetrico.

Devastazione
Devastazione

Oh, mi raccomando,se vi fermate a fare plin plin lasciate la bici appoggiata ad un albero sennò mogli/fidanzate si pigliano un colpo…

Haran
Haran

Mi sembra che difettini ne abbia un po’ troppi, in relazione a quello che costa.

Deroma
Deroma

mi hai tolto le parole di bocca….. per €400 trovo un pò fastidioso che si pianti o che sballi la quota.. mah
io un miocyclo 300 pagato la metà (si fa anche la metà delle cose probabilmente) ma quando si pianta per passare ad una schermata di cronologia lo lancerei in un fosso…..è che con tutti questi smart/tablete siamo abituati ad una risposta rapida dei dispositivi, perciò anche aspettare 5 secondi ci rende un pò impazienti (almeno a me)

Flavius1810
Flavius1810

Io sono in procinto di acquistare un ciclocomputer serio per la mia nuova Superfly e mi stavo proprio orientando su Garmin.. Ho trovato su amazon il 520 Bundle ad un ottimo prezzo (circa 280 euro) e sinceramente ero propenso a prenderlo, ma anche questo nuovo 820 mi incuriosisce. Credete valga la pena la spesa in più, sperando magari in aggiornamenti software per risolvere i problemi, o meglio “risparmiare” e andare sul 520? A me interessa avere un prodotto valido e duraturo nel tempo, preferisco spendere i soldi una volta solo ed essere soddisfatto del prodotto.

tylerdurden71

Io ho preferito il 520 perchè con il touch non ho un buon rapporto…

DoubleT
DoubleT

se si aspetta che garmin aggiorni il software dei modelli già in produzione tranquillizziamoci tutti piuttosto farà nuovi modelli ma sempre con qualche baco software

fabbri82
fabbri82

io ce l’ho, ma se siete abituati al touch di uno smartphone(in caso mio iphone) questo lascia a desiderare. Sembrano i touch di 10 anni fa.. A parte questo problema, il resto molto valido..

Balzy
Balzy

Sinceramente non vedo grosse novità rispetto al mio Edge Touring Plus. Stesso problema dell’altimetro, stessa rapidità del touch, stesse mappe… Inoltre ho capito che compensano la velocità di caricamento delle mappe, data dalla memoria interna, con una lentezza del software che ogni tanto freeza… Insomma tanto vale risparmiare e orientarsi su un prodotto usato!

Nasone111
Nasone111

Beh, rispetto al 520 ha solo il group track, che però funziona solo tra i possessori dell’820 e forse 1000. Le mappe sono scaricabili anche sul 520 anche se la memoria è limitata a 100mb (però più di 75mb non è consigliabile impiegare). Tanto per darvi un’idea sul mio le mappe di OPM coprono tutta la toscana, parte della Liguria, Umbria, e ho inserito pure la parte dell’Alto Adige. Una volta imparata la procedura se dovessi cambiare zona in 10 minuti puoi inserire la mappa che vuoi.
Per quanto riguarda il gps, già dal 510 era prevista la possibilità di utilizzare il doppio sistema satellitare GPS+Glonass.
Infine per quanto riguarda la precisione dell’altimetro in ambiente piovoso purtroppo essendo una capsula barometrica è troppo soggetta a varianti esterne, come umidità e pressione!!
Rimango col mio 520…grazie della recensione

Flavius1810
Flavius1810

Mi sembra di capire che posso benissimo andare sul 520 che, soprattutto visto l’uso che ne farò, pur avendo qualche “falla” software mi sembra di leggere sia un ottimo prodotto. Pensavo che i modelli top di gamma non soffrissero di questi problemi (da qui il mio voler fare un sacrificio e spendere qualcosina in più per avere un prodotto migliore), ma a questo non credo ne valga le pena.. d’altronde ho sempre usato Strava sull’iPhone, credo che il salto ad un prodotto del genere sia comunque notevole!

lucal82l
lucal82l

Praticamente dal 510 touch sono tornati al 520 con i bottoni e ora nuovamente touch per l’820.
Sulla reattività presumendo che sia resistivo è inutile fare paragoni con gli smartphone.
I problemi mi paiono un pò tutti legati al sw, o forse non sono riusciti a coniugare perfettamente hw e sw, però io sia nel 510 che nel 520 che ho tutt’ora ho sempre visto rilasciare aggiornamenti per cui potrebbe anche essere che se ne venga a capo.
Anche per gli appassionati di tecnologia ogni tanto può valer la pena saltare una generazione…

lollo72
lollo72

Personalmente non lo ritengo così superiore al 1000, specialmente con i problemi che avete riscontrato ; l’assenza dello slot per Micro SD può essere una pecca : esempio se ho una Trek Map Italia (da Garmin a 149 euro!) in versione Micro SD la posso utilizzare spostandola su più dispositivi Garmin , mentre se la scarico con download sul dispositivo la posso usare solo su di esso ; senza contare che avere una memoria estraibile per passare dati o quanto altro può essere sempre comodo (con buona pace per gli iPhonisti che non lo ammetteranno mai!)

castemar
castemar

Marco Toniolo,
In condizioni di asciutto il dislivello viene influenzato dall’errore del barometro? e in caso di bagnato?

Poi, vorrei prenderlo con fascia cardio, hai testato la precisione della frequenza cardiaca misurata?

magicscuba
magicscuba

Salve,
avendo diversi devices di marca Garmin per diversi sport/attività outdoor (che alla fin fine sono i meno peggio), devo purtroppo denunciare che tutti hanno il solito problema; pur avendo un buon hardware (dipende anche dalla fascia commerciale in cui si pongono i diversi oggetti) tutti quanti hanno un software che ne limita le potenzialità, quasi tutti sono lenti, macchinosi e spesso l’interfaccia è poco intuitiva. In aggiunta (negativa purtroppo) lo sviluppo del software è limitata nel tempo lasciando i clienti a smadonnare coi vari bug.
Faccio quindi un pubblico appello a Garmin affinchè in futuro sviluppi meglio i software dei propri prodotti. Capisco benissimo le regole del mercato sempre più rapido ed incalzante, ma il successo di un’azienda passa anche dalla qualità dei prodotti messi sul mercato. E la soddisfazione dei propri clienti (mai sentito parlare di customer satisfaction?)………. 😉

tylerdurden71

Parole sante!

sahara
sahara

Uso gps garmin da almeno 20 annu (xl 45).
Ora ho un montana.
Ottimo hw, pessimissimo sw.
Nonostante costanti ed innumerevoli aggiornamenti i collaudi li fanno sulla pelle dei clienti.
Per non parlare dell’assurdita che volendo navigare una traccia non di sa quale è il verso di percorrenza e avendo attivate più tracce non si può sapere il loro nome.

DoubleT
DoubleT

dopo tanta fuffa finalmente uno che dice pane al pane e vino al vino, ed è dal mio primo 800 che vado dicendo le stesse cose, ma… boh sembra che per garmin vada tutto benissimo
pensa che quella volta che sul blog cult quando uscì un articolo dove l’esperto garmin pareva desse le soluzioni di tutto… alla fine se ne è concluso con… beh se non riuscite ad uscirne mandate pure l’attrezzo da mamma garmin che qualcosa ne verrà fuori… no go paroe

jojo62
jojo62

mi tengo il mio etrex 30 che fa il suo sporco lavoro

Massimocioni
Massimocioni
ho comprato l’Edge (Explore) 820 qualche mese fa e devo dire che sono soddisfatto. Confermo il problema dell’altitudine (ma domenica sera è stato rilasciato un nuovo aggiornamento software, non so se sia stato risolto). Però si può impostare un’altitudine corretta: bisogna andare su “dove si va” (icona in basso a destra) e poi c’è la possibilità di registrare la posizione con quota corretta. Confermo anche che il rilevamento incidenti funziona davvero, bisogna cadere sul serio però. Una volta caduti l’Edge emette dei suoni e si hanno 30 secondi per interrompere l’invio del segnale (bisogna intervenire due volte, anche in questo caso chiede la conferma dopo la prima disattivazione). Io personalmente trovo qualche problema con i guanti, che funzionano bene con lo smartphone, ma spesso il display del Garmin non risponde. Un ultimo difetto lo riscontro quando devo installare gli aggiornamenti software: ogni volta il dispositivo perde le mie impostazioni (non… Continua a leggere »
Haran
Haran

Perso il mio Edge 500, mi sa che attendo ad acquistare un altro Garmin, leggendo in rete le opinioni sui modelli a catalogo. Ero orientato verso l’Edge 20 o 25, ma mi sa che rimango con Oruxmaps su smartphone.

Toblin
Toblin

@marcotoniolo io lo posseggo da agosto confermo problema altitudine 30-70 mt in meno del reale chiamato assistenza Garmin rispondono subito gentili tutto quello che vuoi ma problema permane e mi da un fastidio enorme perchè a me piace sapere s che quota sono a parte il dislivello fatto!!

Manitu
Manitu

altra domanda stupida ma che per me ha una certa importanza.. ha la possibilità di qualche laccio per sicurezza? il mio 810 ha rischiato parecchie volte di rimanere nel bosco da solo…

Gian99#
Gian99#

Sconsiglio fortemente l’acquisto dell’edge 20 o 25!!! Sono anch’io un cliente fidelizzato Garmin (attualmente ho un 1000, un 500 ed un 910 xt dopo averne fatti passare altri che ho rivenduto ne frattempo), li considero i meno peggio, però col 25 hanno fatto una porcata pazzesca secondo me….e non sono un rompipalle che si lamenta per ogni piccolo difettino. Insomma nelle descrizioni del prodotto decantano la navigazione accurata e il cronometraggio automatico dei segmenti in tempo reale, caratteristica comoda per cronometrare i tratti in discesa , peccato che non funzionino assolutamente! Telefonate, mail, facebook….risolto nulla, risposte vaghe e nient’altro. Aspetto l’ennesimo aggiornamento firmware, però sono molto deluso, mi sembra per niente serio buttar fuori un prodotto non a posto decantandone mille lodi e poi sistemarlo strada facendo.

Haran
Haran

Grazie della dritta!!!

iMax
iMax

Dopo pessime esperienze con i modelli edge800 e edge810 ci penserò bene prima di acquistare un altro modello. Possibile che non abbiano interesse a risolvere i problemi software dei loro modelli?!

vwgolf82
vwgolf82

Venduto il mio 810… A parte il touch non paragonabile ad uno smartphone… Il software fa’ veramente pena, e ho notato che su gole strette o fitta boscaglia non prende….
Per ora non acquistero’ Garmin.
Perché devo scegliere il meno peggio!?
Qualcuno ha consigli per un altro prodotto!?

magicscuba
magicscuba

Faccio una proposta alla redazione………. perchè non fate un articolo comparativo di vari modelli di varie marche? Almeno potremmo valutare pregi e difetti dei vari prodotti sul mercato.
Grazie in anticipo se lo vorrete fare. 😉

fabry59x
fabry59x

Pessimo acquisto Garmin edge 820 non è possibile pagare una bella cifra un oggetto del genere e avere mille bug, pessimo il touch screen, pessima la quota di almeno -50 mt sotto, pessimo il valore sballato della pendenza su certe pendenze, insomma per niente sodisfatto tornassi indietro non lo comprerei più non è possibile mettere sul mercato dei prodotti non testati ma purtroppo Garmin fa sempre così.

Ironforge
Ironforge

Disperato, dopo aver venduto il mio 810 sono passato al nuovo, peccato che non si possano caricare mappe se non si disabilitano prima le originali altrimenti va tutto in blocco, quindi bisogna fare un reset e reimpostare tutte le pagine…rivenduto per la disperazione al mio negoziante di fiducia e cambiato per un Garmin 1000, certo altro prezzo ma tutta altra qualità e velocità del processore.

Dannylux
Dannylux

Ho letto con molto interesse il test, ma vorrei capire una cosa:
Quali sono le OSM preinstallate sull’Edge 820?
Presenti ci sono queste 4 mappe:
1. INTL Standard Basemap, NR
2. Garmin Cycle Map EU 2014.30
3. Edge DEM Map EU 2014.20
4. Garmin Geocode Map EU 2014.30
Quali di queste è la Osm Mtb ?

wpDiscuz