• it
  • en
  • es

[Test] Ruote Fulcrum Red Passion

[Test] Ruote Fulcrum Red Passion

22/09/2015
Whatsapp
22/09/2015

[ad3]

Con le Red Passion, Fulcrum propone la sua versione top di gamma per quanto riguarda le ruote in alluminio dedicate al cross country / marathon, disponibili nei diametri da 29 e 27.5 pollici. I cerchi sono asimmetrici, in alluminio, dal profilo molto basso e dal canale largo internamente 21mm. Le pareti sono hookless, cioè senza la famosa J rovesciata.

IMG_5366

Sono tubeless ready e vengono vendute già nastrate e complete di valvola UST.

IMG_5371

Le grafiche sono differenti sui due lati e sono realizzate con verniciatura water transfer, grazie a cui, oltre a risparmiare peso, è stato risolto il problema degli adesivi che si potevano staccare.

IMG_5365

I raggi sono a testa dritta e a doppio spessore. Sia l’anteriore che il posteriore hanno 28 raggi.
I mozzi hanno il corpo in carbonio con flange in alluminio e i cuscinetti sigillati con sistema conico dedicato, che si interfacciano con il sistema esterno di regolazione, già adottato da Fulcrum ormai da diverse stagioni.

toniolo-westfalia-003

Il corpetto è intercambiabile fra Shimano e SRAM XD, mentre si possono notare dalle foto sottostanti che la ruota libera aggancia con tre cricchetti allo star ratchet.

IMG_5367 IMG_5369

Intercambiabili anche gli adattatori per i vari perni. Quello per il 142×12, al posteriore, è una costruzione un po’ ballerina i cui spessori tendono a cadere quando si estrae la ruota.

IMG_5373

Sul campo

Le Fulcrum Red Passion sono state montate sulla Ibis Ripley che usiamo per i test. Una bici da trail, dunque, che ci ha permesso di provare le ruote in un utilizzo più duro rispetto a quello per cui sono state pensate. Il fatto che siano ancora integre e centrate, dopo 3 mesi su e giù per le Alpi, fa già presagire l’esito del test, ma andiamo con ordine.

IMG_4143

Innanzitutto tallonare le gomme tubeless ready è molto semplice, grazie alla forma del cerchio. Anche con una pompa a terra si riesce ad effettuare l’operazione. Trattandosi di cerchi dal canale interno di 21mm, vi ho montato delle gomme che non spanciassero, come le Onza Ibex e Canis FRC da 2.25″, meno larghe del corrispettivo Schwalbe (tanto per fare un esempio), con spalla rinforzata.

Ammetto di aver avuto dei dubbi sulla loro rigidità, dopo averle pesate, eppure le Red Passion si sono dimostrate da subito rigide il giusto anche sulla Ripley, complice il numero di raggi, su cui Fulcrum non ha lesinato. Chi scrive pesa 70 kg, bisogna considerare anche questo, ma non ci troviamo di fronte al prodotto XC su cui la leggerenza prevale sull’affidabilità.

IMG_5376

Stiamo comunque parlando di ruote piuttosto leggere, e la cosa si nota molto in fase di accelerazione e sul comportamento generale della bici, specie nelle curve veloci, in cui ho potuto notare una bella reattività e facilitá nei cambi di direzione. L’impostazione delle curve e la precisione in traettoria sono molto buone, anche grazie alla gommatura Onza che, come al solito, non delude.

Quando si va al sodo in discesa, i cerchi si sono dimostrati belli robusti e hanno subito diversi maltrattamenti senza battere ciglio. Considerate che mi sono fermato parecchi metri dopo aver squarciato la gomma che vedete qui sotto, andando a sbattere contro delle rocce con il cerchio, che però è rimasto intonso. Merito anche della costruzione hookless, oltre che della resistenza della lega di alluminio e della costruzione del cerchio.

IMG_4136

Dove si potrebbe migliorare è il gioco del ruota libera nelle ripartenze: l’angolo di aggancio è piuttosto grande, cosa dovuta ai soli tre cricchetti mostrati nella presentazione sopra. Non l’ho misurato con esattezza, ma siamo piuttosto lontani dalla performance delle SRAM Rise 60 con 52 punti di ingaggio. Intendiamoci, non è un fattore di grande importanza, ma ci sono delle situazioni, come in salita ripida e tecnica dove si dà il colpo di pedale da “fermi”, in cui si potrebbe apprezzare un angolo minore.

IMG_5374

I mozzi scorrono che è un piacere, anche dopo tre mesi e nessun tipo di manutenzione. Non ho neanche dovuto mettere mano al sistema di tensione dei mozzi, che rimane comunque molto facile da regolare. Lo vedete nella foto qui sopra, si tratta della vite esagonale vicino all’adattatore per il 142×12. Una volta svitata, si può stringere o allentare il mozzo.

Conclusioni

Le Fulcrum Red Passion si sono dimostrate ben costruite e robuste, superando una prova di utilizzo più pesante rispetto all’ambito XC/Marathon per cui sono state pensate. La combinazione di un cerchio leggero ma resistente, dei mozzi che scorrono bene ed un peso adatto a chi fa gare le rendono sicuramente appetibili ad un’ampia clientela, anche considerando il prezzo. Migliorabile l’angolo di aggancio alla ruota libera, un po’ troppo aperto per i gusti del tester.

Peso: 1460 grammi (800gr. posteriore con corpetto XD, 660gr anteriore con adattatori pp15mm.)
Prezzo
: 880 Euro
Fulcrumwheels.com

Listino prezzi Fulcrum

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Haran
Haran

1.460 g. per dei cerchi da 29″ e son pure poco delicati per l’utilizzo che se ne deve fare, non male!
Se penso che quelli sulla mia XC da 26″, sempre a 28 raggi, pesano solo 10 g. in meno…

S
Saverio s

BEL TEST, completo ed esaustivo come sempre.
Nel complesso belle, ed un buon prodotto.

G
Giorgio941

Siete sicuri del peso? Verificato?

P
Permaz

Salve, nella foto dove si vede il corpetto trasversalmente, si notano i segni che i denti del mozzo hanno lasciato sul corpetto. Ritenete normali questi segni dopo tre mesi di uso? Avete chiesto a Fulcrum in merito? Nelle ruote che ho avuto in passato, quei segni erano sintomo di scarsa affidabilità dell’interfaccia corpetto/mozzo.

L
Lorenzo Venniro

Le ho montate sulla mia mtb 29 assemblata appena uscite.. ruote pressoché perfette per l’uso xc/marathon.. leggere e molto resistenti.. ed io peso 82 kg..
Confermo il peso.. anzi.. se non sbaglio mi sembra qualche grammo in meno..

R
RSG

E’ da un pò che le vorrei prendere… ma no money

S
sicily

Ma per 900€ quasi delle ruote nastrate? mah

menollix
menollix

Ho avuto delle 26 con cerchio tubeless senza nastro (proprio delle fulcrum) … ottime finchè non salta un raggio… il sivende smadonnava ogni volta ! Beato il cerchio con il nastro 😉

S
sunsetdream

Quella cifra per delle ruote nastrate non sta’ ne’ in cielo ne’ in terra. Se vuole fulcrum le fa senza nastri e le fa pagare uguale. Coraggio Fulcrum, coraggio.
P.S. Per il bitume sono un tuo felice cliente.
Saluti senza nastro.

Riki174
Riki174

le fa…le fa pagare circa la stessa cifra…ma pesano 200g in più.
Credo che abbiano fatto bene a diversificare l’offerta.

Io però mi faccio un’altra domanda:
x anni ho avuto Mavic vere tubeless, chiedendomi come mai gli altri costruttori non si adeguassero ad un prodotto con soluzioni tanto più avanzate.
Ora che ho altro mi rendo conto che le NoTubes col nastro funzionano altrettanto bene pur essendo tecnologicamente molto più povere.
Quindi: vale la pena la tecnologia più avanzata?
E ancora: perchè i prezzi non seguono il valore tecnologico?

S
sicily

Sono proprio d’accordo. Si arriva sempre li’: i prezzi difficilmente sono adeguati al valore del prodotto, nel campo mtb in modo particolare.

Riki174
Riki174

Esatto, guardo alla realizzazione:
un notubes è semplicemente estruso e saldato come un Mavic (in base alla fascia di prodotto ecc).
Mavic poi però ha lavorazioni CN, filettature o rivetti per nippli ecc…non capisco come poi alla fine sia possibile che i 2 prodotti alla vendita ci costino uguale.
Il bello è che poi, come si diceva sopra, il prodotto più “semplice” è valido quanto il più avanzato sul campo, e garantisce meno grattacapi in caso di qualunque problema durante l’utilizzo.
Quindi siamo al: costa caro perchè è un sistema più semplice? 🙂

D
Demhavoc

Ho acquistato le Red Passion qualche mese fa, dopo 3 uscite e circa 100km (percorsi da xc senza particolari punti tecnici) il cerchio posteriore ha ceduto in 2 punti.
Questa la risposta dell’assistenza Fulcrum:
La ruota presenta 2 vistose deformazioni plastiche dovute ad un evidente urto subito. Per questo motivo non è possibile accettare alcuna garanzia sul prodotto.
Senza parole…
Pensateci bene prima di acquistarle, ma soprattutto prima di acquistare prodotti Fulcrum.

V
Velocity

Con le Mavi si può fare un assicurazione tipo Kasko che costa 70€ è per 2 anni sei garantito in caso di rotture indipendenti da difetti di fabbricazione (per quest’ultimo vale la garanzia) @laziotop tu ti devi rivolgere al rivenditore per la garanzia e non a Fulcrum e ricorda che durante i primi 6 mesi spetta a lui l’onere di provare che la rottura è da imputare ad un uso non consono delle ruote.In poche parole devono dimostrare con delle perizie che la rottura non è stata causata da difetti di fabbricazione.Per il resto del discorso ho Mavic Crossmax Sl 29 ust native con le quali ho fatto quasi 2000km in 4 mesi senza nessun problema e costano anche meno di queste

P
paxtic75

quelle da 27,5 quanto pesano?

numerotre
numerotre

Leggo i pesi di questi cerchi in alluminio e mi viene da pensare: ma allora tutti i cerchi in carbonio a cosa servono?
Spesso oltre a pagarli di più, pesano anche qualche decina di grammi in piu!
Sicuri che in MTB i cerchi in carbon e la loro maggiore rigidità sia davvero cosi utile????

A

Ciao Marco,
volevo chiederti se le ruote vengono fornite con adattatori per qr o pp oppure se vanno presi a parte… Grazie !