[Test] Ruote Zeal Cycling Houffa 25

[Test] Ruote Zeal Cycling Houffa 25

25/01/2018
Whatsapp
25/01/2018

Zeal Cycling è un marchio olandese di ruote in carbonio per bici da corsa e MTB. Ci ha mandato in prova il modello  Houffa 25, pensato per il XC e il trail riding.

In sintesi

Diametro: 29″
Mozzi: standard (142×12 e 100×15) o Boost (148×12 e 110×15)
Pesi rilevati: 1.490grammi (690g anteriore – 800g posteriore) con nastro, valvola e corpetto XD SRAM
Materiale cerchio: fibra di carbonio unidirezionale
Profilo: Hookless (senza dente) – Tubeless Ready
Larghezza del cerchio: 25mm interna – 30mm esterna
Altezza del cerchio: 25mm
Raggi: 28 – Sapim CX Ray front e rear lato non drive – Sapim CX Sprint front e rear lato drive
Mozzi: DT Swiss 240s Ratchet System – corpetto Shimano o XD SRAM
Attacco dischi: Center Lock o 6 fori
Garanzia: 6 anni, trasferibile
Programma crash replacement
Prezzo: €1.399 inclusi copertoni e borse porta ruote

Le Houffa 25 sono acquistabili direttamente online dove si possono configurare con le varie opzioni disponibili. Per poterli montare sulla nostra Bianchi Methanol abbiamo optato per mozzi tradizionali (non Boost), attacco disco 6 fori e corpetto ruota libera XD Drive per cassetta XX1 Eagle 12v.

L’ingaggio a 18 denti con angolo di 20° rende la ruota libera piuttosto silenziosa e fornisce una piacevole sensazione di fluidità nel silenzio del bosco, soprattutto nei tratti scorrevoli.

Sulle ruote erano montati copertoni Schwalbe: Racing Ralph 2.25″ al posteriore e Rocket Ron 2.25″ all’anteriore, entrambi Tubeless Easy, ma con camere che abbiamo subito rimosso, utilizzando le ruote (già nastrate) in configurazione Tubeless. I copertoni sono opzionabili in versione Tubeless o per camera. Piuttosto facile il montaggio dei copertoni anche a mani nude, almeno per quanto riguarda gli Schwalbe forniti insieme alle ruote.

In azione

Abbiamo montato le Houffa 25 su una Bianchi Methanol in sostituzione delle originali con cerchi in alluminio ZTR Crest e mozzi Carbon-TI, allestite con copertoni da 2.1″. Un dettaglio, quello del copertone, di cui tenere conto nell’interpretare la risposta della ruota, soprattutto per quanto riguarda la differente sezione.

A parte l’angolo di ingaggio di 20° che le rende non sempre prontissime alla reazione del primo colpo di pedale, la ruota libera si è rivelata affidabile come al solito con i mozzi DT Swiss. Su delle ruote di questa fascia di prezzo ci saremmo però aspettati uno Star Ratchet a 54 punti di ingaggio, e non quello più economico della gamma DT.

Rigidità e precisione di guida ne fanno un’ottimo prodotto e l’accoppiata con copertoni da 2.25″ su tratti sconnessi è veramente azzeccata, rendendo la bici ben controllabile e facile da guidare. Indubbiamente un copertone di tale sezione paga qualcosa in termini di peso e quindi di inerzia considerando che l’aggravio è posto nella parte periferica della ruota, quella più sensibile all’aumento di peso. In caso di percorsi particolarmente brevi, nervosi e non particolarmente tecnici, sui quali la reattività gioca un ruolo importante, si può eventualmente valutare di sostituire i copertoni con un modello più stretto e leggero.

Negli oltre 400km di utilizzo del test non abbiamo avuto troppi riguardi, nemmeno nei tratti più sconnessi. Ciò nonostante le Houffa sono rimaste ben tensionate e centrate, indice di affidabilità e resistenza. Per essere ruote in carbonio il prezzo di listino non risulta particolarmente oneroso, considerando inoltre che vengono fornite con borse dedicate, camere, nastro e copertoni. Tuttavia non sono leggerissime, ma occorre anche valutare il fatto che la ricerca eccessiva del risparmio di peso,  sulle ruote come in generale su tutti i componenti, può rivelarsi spesso uno svantaggio in termini di affidabilità, longevità e prestazioni, piuttosto che un vantaggio assoluto.

Conclusioni

Le Zeal Houffa 25 sono ruote di ottima fattura. Il peso non è dei più bassi in ottica XC (ma vengono indicate anche per il trailriding) e questo può incidere sulle prestazioni di guida ma d’altro canto risultano molto affidabili e garantiscono un ottimo controllo di guida anche sullo sconnesso, a fronte di un prezzo, considerando la qualità dei componenti e gli accessori, piuttosto concorrenziale. La possibilità di personalizzazione in fase di acquisto è certamente un ulteriore punto a favore.

Zeal Cycling