Visita a Flyer, pioniere delle Ebike dal 1995

Visita a Flyer, pioniere delle Ebike dal 1995


Questo articolo è stato pensato originariamente per EMTB-Mag.com. Visto che le visite aziendali interessano molto, lo pubblichiamo anche di qui.

  1. L’azienda e l’assemblaggio
  2. Il laboratorio
  3. La storia
  4. Le EMTB

Sottotitoli in italiano disponibili!

La scorsa settimana sono andato a Huttwil, in Svizzera, nella sede di Flyer. Si tratta della prima azienda europea ad aver creduto nelle ebikes fin dal lontano 1995, data della sua fondazione. Con 50.000 bici all’anno, che escono dallo stabilimento che potete vedere nel video, si tratta di un marchio ben attivo nei mercati di Svizzera, Germania e Austria soprattutto grazie alle sue ebikes da trekking o per la città.

In Italia il distributore è Tribe Distribution, di cui ringrazio Andrea Bruno per avermi accompagnato a Huttwil, che si occupa di far provare le bici a diversi eventi, come quello di questo weekend, per far conoscere Flyer anche in Italia.

Flyer-Bikes.com

  1. Kayma

    Quindi visto che le visite aziendali interessano molto prevedo il prossimo articolo sulla visita aziendale a Piaggio …..

    C'è bisogno di lasciare un commento imbecille se una cosa non ti interessa? C'è scritto chiaramente che si tratta di ebikes.

    5+
  2. ilDav

    Boh secondo me un'ispezione della sicurezza farebbe un culo come un paiolo a chi ha costruito quella macchina che si vede intorno al minuto 5

    Stessa cosa che ho pensato anche io per il min 02:10 🙂
    Che in swizzera sia permesso usare macchinari del genere perché non ci mettono su a lavorare italiani in cerca della pensione anticipata? ^^

    0
  3. Interessante e ben fatto. Anche se, per ora, il mondo delle e-bike non mi appartiene, apprezzo l’apertura su questo forum visto che, nella realtà di tutti i giorni, “elettrici” e “muscolari” convivono beatamente insieme. Anzi, c’è chi le possiede ed utilizza entrambe.

    0
  4. ilDav

    Boh secondo me un'ispezione della sicurezza farebbe un culo come un paiolo a chi ha costruito quella macchina che si vede intorno al minuto 5

    Ce ne sono a iosa di macchine del genere in giro per il mondo. Forse hai scoperto una nicchia per una professione: vai a bloccarle tutte subito.

    GigioPups

    Stessa cosa che ho pensato anche io per il min 02:10 🙂
    Che in swizzera sia permesso usare macchinari del genere perché non ci mettono su a lavorare italiani in cerca della pensione anticipata? ^^

    Haha, è un banco prova, li trovi in tante università e aziende (vedi nostra visita a Canyon, o a Sram, entrambe in Germania). Anche in Italia, operati da gente che lavora e spesso inventa robe nuove.

    0
    1. Giusto o sbagliato che sia, sono abbastanza sicuro che, in Italia, non sarebbe ritenuto “sicuro” un banco prova realizzato in questo modo con parti in movimento senza alcuna protezione. E il fatto che ce ne siano a iosa nel mondo e nessuno si sia mai fatto male non vuol dire che non sia così.

      0
  5. Mi piacciono i video all'interno delle aziende, sono molto rilassanti. Anche lo svizzero che parla inglese mi rilassa.

    Ho visto la ebike blu verso la fine che ha praticamente un televisore sullo stem, ma non sarà esagerato? Mi sembra molto facile da rompere…e sicuramente costoso da cambiare.

    Di Flyer ne ho vista una sola dal vivo finora e di ebike ne vedo a ondate continue, non è molto diffuso qui evidentemente. Una volta un signore vicino casa in mezzo al bosco stava facendo il salmone in salita su un tratto tecnico, si era evidentemente perso. Cosi mi ha chiesto dove andare e l'ho accompagnato giù per la discesa dell'Orrido (colli euganei, Baone). Vedendo il video mi sono ricordato che era proprio di questo marchio.

    0
  6. gian72to

    Come rovinare la pausa pranzo a fafnir

    Ormai mi sono messo il cuore in pace, saranno il futuro e noi saremo in minoranza.
    Non ha senso provare a fermare il progresso tecnologico, è giusto che tutti siano adeguatamente informati riguardo a questi interessanti mezzi di locomozione.

    0
  7. marco

    …. Haha, è un banco prova, li trovi in tante università e aziende (vedi nostra visita a Canyon, o a Sram, entrambe in Germania). Anche in Italia, operati da gente che lavora e spesso inventa robe nuove.

    Io segnalavo quella macchina assembla raggi su mozzo che si vede al min 02:10…. anche se creata e sicuramente certificata da una società olandese, effettivamente in una grossa realtà italiana attirerebbe l'attenzione di qualche ente spillasoldi preposto alla sicurezza (o gli è venuta male o è stata acquistata e poi adattata alle necessità aziendali, perché per ficcare dentro mano e bacchetta per stracciare i raggi, qualcosa proprio non torna … 🙂 ).
    Nulla comunque che non possa essere scavalcato con una corretta formazione e addestramento (e la classica firma che scarica di responsabilità il datore di lavoro ^^)

    1+
  8. Anche se per ora preferisco una Endurona tradizionale mi fa piacere vedere che le aziende cercano di migliorare i loro prodotti cercando di adattarli alle necessità moderne. Secondo me, per chi ha una certa età una eBike può essere una soluzione X continuare a pedalare e divertirsi . Dalla prova fatta qualche giorno fa era evidente che sono molto meno giocose e goffe che le bici tradizionali ma se le Aziendo continueranno a fare ricerca riducendo i pesi dei motori e soprattutto delle batterie magari tra qualche anno ci saranno eMTB ragionevolmente poco più pesanti di quelle normali .

    0
    1. Ecco questo è proprio un commento sensato. Io per ora, nonostante i 56 alle porte, mi sono preso ancora un’ Endurona tradizionale, spero che quando non ce la farò proprio più ci siano E-Endurone da 13 kg. con autonomie da 3000 D+ !!! Per ora pedalo (faticosamente) felice !!!

      0
  9. fafnir

    Ormai mi sono messo il cuore in pace, saranno il futuro e noi saremo in minoranza.
    Non ha senso provare a fermare il progresso tecnologico, è giusto che tutti siano adeguatamente informati riguardo a questi interessanti mezzi di locomozione.

    Sei tu? Stai bene? Se si sono contento che hai messo giudizio…

    0
  10. gian72to

    Sei tu? Stai bene? Se si sono contento che hai messo giudizio…

    Certo che sono io, l'importante è maturare e soprattutto imparare ad accettare il cambiamento.

    Comunque riguardo al titolo del topic, siamo sicuri che siano aperti dal 1995? Perchè ho trovato un video in internet che farebbe pensare che siano stati aperti già dal 1994, favorisco il link. Onestamente mi sembra proprio la stessa fabbrica.

    0
  11. fafnir

    Certo che sono io, l'importante è maturare e soprattutto imparare ad accettare il cambiamento.

    Comunque riguardo al titolo del topic, siamo sicuri che siano aperti dal 1995? Perchè ho trovato un video in internet che farebbe pensare che siano stati aperti già dal 1994, favorisco il link. Onestamente mi sembra proprio la stessa fabbrica.

    Che figata la fabbrica dei mostri!! Quanto c'ho giocato con quel coso!

    0
  12. fafnir

    Certo che sono io, l'importante è maturare e soprattutto imparare ad accettare il cambiamento.

    Comunque riguardo al titolo del topic, siamo sicuri che siano aperti dal 1995? Perchè ho trovato un video in internet che farebbe pensare che siano stati aperti già dal 1994, favorisco il link. Onestamente mi sembra proprio la stessa fabbrica.

    1993 roter büffel. Azienda fondata nel 1995, vedi immagine

    Vedi l’allegato 270715

    0
  13. fafnir

    Certo che sono io, l'importante è maturare e soprattutto imparare ad accettare il cambiamento.

    Comunque riguardo al titolo del topic, siamo sicuri che siano aperti dal 1995? Perchè ho trovato un video in internet che farebbe pensare che siano stati aperti già dal 1994, favorisco il link. Onestamente mi sembra proprio la stessa fabbrica.

    1993 roter büffel. Azienda fondata nel 1995, vedi immagine

    Vedi l’allegato 270715

    0
  14. marpa

    … ma se le Aziendo continueranno a fare ricerca riducendo i pesi dei motori e soprattutto delle batterie magari tra qualche anno ci saranno eMTB ragionevolmente poco più pesanti di quelle normali .

    Questa è una questione un po' spigolosa …
    Vedendo l'andazzo degli ultimi anni si sta sì assistendo ad una riduzione di peso e ingombro motori, ma sulle batterie la rotta presa pare (purtroppo, a livello personale) quella di aumentare sempre più l'autonomia a discapito di peso e dimensioni (basti pensare che fino a qualche hanno fa 400 Wh erano lo standard, poi si è svoltato ai 500, ed ora inizia a vedersi sempre più le 630 Wh) … se poi pensi che c'è anche la moda di integrarle nei trelai, in alcuni casi si assiste a veri e propri cancelli inguardabili e inguidabili.
    Un bello sparo nel buio invece l'ha fatto Fazua …

    … equipaggiando una bella endurona da 18 chili (di cui 3 per motore e batteria) con 60 Nm e 250 Wh di batteria e Focus (senza però raggiungere quei valori veramente concorrenziali).
    Mercato aperto e pronto quindi a recepire i gusti per tracciare la rotta di quel che sarà.

    0
  15. il tipo che spiega la mtb dice che utilizzano un ammortizzatore trunnion così da avere un ammortizzatore molto lungo. Lo scopo del trunnion non e’ avere ammortizzatore corto e corsa lunga? Non mi pare che abbia capito molto di cosa stia parlando.

    0
  16. Clod.LP

    il tipo che spiega la mtb dice che utilizzano un ammortizzatore trunnion così da avere un ammortizzatore molto lungo. Lo scopo del trunnion non e' avere ammortizzatore corto e corsa lunga? Non mi pare che abbia capito molto di cosa stia parlando.

    penso voglia dire che a parità di lunghezza dell'ammo avrai più corsa

    0
    1. dal minuto del video 2,26 ….. è fantastico avere una macchina per infilare i raggi nel mozzo per poi avere bisogno di un operatore umano che ti sistema quelli che non si posizionano correttamente!!! (praticamente uno ogni tre)

      0
  17. Clod.LP

    il tipo che spiega la mtb dice che utilizzano un ammortizzatore trunnion così da avere un ammortizzatore molto lungo. Lo scopo del trunnion non e' avere ammortizzatore corto e corsa lunga? Non mi pare che abbia capito molto di cosa stia parlando.

    Beh è un commerciale, che ti aspetti? Io coi miei sono abituato a dare calci sotto il tavolo ogni volta che si visita un cliente… [emoji23]

    1+
  18. Grande la Flyer! Io ho una serie K che ha quasi 10 anni, con Pana 26V. Ci vado e torno dal lavoro quotidianamente (25km circa), stracarico di roba ed anche con temperature rigide. Non è un’alternativa alla bici senza motore, è complementare. Per me è piuttosto un’alternativa al mezzo a motore. E, visto che mi permette cmq di pedalare, mi fa star meglio, anche d’umore. Pare che finalmente ci sia che comincia a capirlo…

    0
  19. yura

    Ecco questo è proprio un commento sensato. Io per ora, nonostante i 56 alle porte, mi sono preso ancora un' Endurona tradizionale, spero che quando non ce la farò proprio più ci siano E-Endurone da 13 kg. con autonomie da 3000 D+ !!! Per ora pedalo (faticosamente) felice !!!

    io ne ho 56 tra 27 giorni e di prendere una elettrica non ci penso proprio, come è stato detto piu' volte son 2 sport diversi, le ho provate e sinceramente non mi sono piaciute ne mi sono divertito, troppo diverse da una bici tradizionale, ragion per cui le lascio a chi le apprezza e ci si diverte.

    1+
  20. l.j.silver

    io ne ho 56 tra 27 giorni e di prendere una elettrica non ci penso proprio, come è stato detto piu' volte son 2 sport diversi, le ho provate e sinceramente non mi sono piaciute ne mi sono divertito, troppo diverse da una bici tradizionale, ragion per cui le lascio a chi le apprezza e ci si diverte.

    Come è stato detto più volte che sono 2 sport diversi tanto quanto lo sono una fat e una dh … in quel caso sì, perchè se si crede di passare da un enduro ad una e-enduro effettivamente delle differenze ci sono, ma queste si basano più che altro sull'utilizzo a cui le si può (o non può) sottoporre.
    Per il resto concordo sulla questione gusti, ad ognuno le sue

    0
  21. l.j.silver

    io ne ho 56 tra 27 giorni e di prendere una elettrica non ci penso proprio, come è stato detto piu' volte son 2 sport diversi, le ho provate e sinceramente non mi sono piaciute ne mi sono divertito, troppo diverse da una bici tradizionale, ragion per cui le lascio a chi le apprezza e ci si diverte.

    Se uno ha effettivamente provato e per qualsivoglia motivo non sono piaciute, è un'opinione assolutamente legittima.

    0
  22. Moebius

    Se uno ha effettivamente provato e per qualsivoglia motivo non sono piaciute, è un'opinione assolutamente legittima.

    certo che si, se mi fossero piaciute avrei preso in considerazione l' acquisto, ma a me piacciono bici piuttosto leggere ed agili e le ebike che ho provato in discesa non mi son piaciute.

    Inviato dal mio Mi A2 Lite utilizzando Tapatalk

    0
  23. GigioPups

    Questa è una questione un po' spigolosa …
    Vedendo l'andazzo degli ultimi anni si sta sì assistendo ad una riduzione di peso e ingombro motori, ma sulle batterie la rotta presa pare (purtroppo, a livello personale) quella di aumentare sempre più l'autonomia a discapito di peso e dimensioni (basti pensare che fino a qualche anno fa 400 Wh erano lo standard, poi si è svoltato ai 500, ed ora inizia a vedersi sempre più le 630 Wh) … se poi pensi che c'è anche la moda di integrarle nei trelai, in alcuni casi si assiste a veri e propri cancelli inguardabili e inguidabili.
    Un bello sparo nel buio invece l'ha fatto Fazua …

    … equipaggiando una bella endurona da 18 chili (di cui 3 per motore+batteria) con 60 Nm e 250 Wh di batteria e Focus (senza però raggiungere quei valori veramente concorrenziali).
    Mercato aperto e pronto quindi a recepire i gusti per tracciare la rotta di quel che sarà.

    P.S. Personalmente la Lapierre e-zesty 2019 è veramente uno spettacolo e in caso ti venisse in mente di lasciare a casa i 3 chili di motore+batteria, ti ritrovi a pedalare 15 chili di endurona con 0 attrito ai pedali.

    Soluzione interessante… la dimostrazione che a volte serve cambiare completamente direzione se si vuole fare innovazione

    0