28/06/2018
Whatsapp
28/06/2018

A pochi minuti di macchina dall’aeroporto di Stoccolma si trova la sede di Öhlins. Kenth Öhlins ha fondato l’azienda nel 1978, con l’intento di fare un ammortizzatore da moto migliore di quelli del tempo.

Oggi Öhlins dà lavoro a oltre 300 persone e ha di recente festeggiato il 40° anniversario.

Öhlins ha costruito il primo ammortizzatore nell’officina del padre. Una delle frese di quella officina è ancora presente.

L’ammortizzatore a molla con serbatoio esterno, un concetto che Öhlins usa ancora adesso.

L’idea di montare il serbatoio direttamente all’ammortizzatore ha permesso di eliminare il tubo che connette i due. I diversi colori della molla nella foto qui sopra indicano diversi coefficienti elastici. Una molla più morbida per la sensibilità a inizio corsa e una piú dura per un maggior sostegno nella seconda metà dell’escursione.

L’ammortizzatore più piccolo del mondo, costruito per un motorino Yamaha 50cc per bambini.

Oggi, Öhlins produce sospensioni di tutti i tipi, per applicazioni che vanno dal rally alle Café Racer.

Tenete nascoste le chiavi di questo attrezzo!

Öhlins usa questi carrelli-monopattino per spostare componenti e prodotti all’interno dell’azienda.

Con stabilizzatore di sterzo da moto!

A sinistra, il magazzino continua con file e file di scaffali come questo.

La mensa, uno splendido posto in cui pranzare assieme o semplicemente prendere un caffè.

L’officina, nuova e tirata a lucido, è attrezzata con macchine anche molto vecchie. É qui che nascono alcuni dei prototipi.

Durante la nostra visita era in corso l’assemblaggio di una serie di ammortizzatori TTX.

Ogni passo dell’assemblaggio é meticolosamente documentato in modo che si possa ripercorrere tutto il processo, in seguito. Gli ammortizzatori vengono anche testati al banco.

Se tutti i quadratini su questo schermo non sono verdi, l’ammortizzatore non è conforme ai requisiti.

In giro per la sede, casse di giallo.

Ma ovviamente la parte migliore di questa visita è stata la prima prova della forcella TTX DH Race.

Grazie dell’ospitalità Öhlins!

Öhlins