7 errori di posizionamento in bici

7 errori di posizionamento in bici

Daniel Naftali, 03/04/2021

I punti di appoggio sulla bicicletta devono essere posizionati, e scelti, accuratamente per poter pedalare senza problemi e senza dolori vari. Andiamo a vedere sette errori facilmente rimediabili.

YouTube video

 

Se avete bisogno di un ripasso, ecco la corretta altezza della sella:

YouTube video

 

In collaborazione con Bike Lab Torino.

 

Commenti

  1. baffo82:

    con i nuovi angoli sella da 76-77° la vedo un po' di difficile applicare la regola del filo a piombo
    Se sommi l'angolo sella verticale e le pedivelle sempre più corte.....un vero problema.
    Io es ho assolutamente bisogno di avere un angolo di spinta aperto tra femore e tibia altrimenti mi si infiamma il tendine rotuleo,quindi sempre regola filo a piombo.....
    E di reggisella telescopici arretrati ce n'è veramente pochi!!!
  2. sta volta concordo su tutto. Anche se sembrano cose scontate, spesso non lo sono persino per i ciclisti di lungo corso
  3. Penso che il concetto di efficenza della pedivella lunga rispetto alla corta meriti un approfondimento. Con la pedivella più corta si perde vantaggio sulla leva ma si alza la sella e si guadagna un tratto di pedalata più lungo con il ginocchio ad angolazione migliore. In pratica un angolo di spinta ottimale più ampio. Questa caratteristica potrebbe diventare ancora più interessante con corone ovali. Io avendo usato pedivelle da 180 e da 165 posso dire di aver avuto proprio la sensazione sopra descritta. Con le più corte il ritmo di pedalata è salito così come la sensazione di usare rapporti più leggeri con conseguente gamba meno pesante, ginocchio senza bruciore e polmoni più impegnati. Sullo sconnesso mi trovo meglio e mi sembra di andare più "reattivo" mentre i tempi di percorrenza dei tratti asfaltati sono rimasti sostanzialmente invariati.