Abetone e Doganaccia Bike Park

Abetone e Doganaccia Bike Park

05/07/2018
Whatsapp
05/07/2018

Una distesa sterminata di faggi e abeti rossi separa la Toscana dall’Emilia Romagna. A due passi da Pistoia, Firenze e Bologna, le zone di Abetone e Doganaccia sono ricche di sentieri e trail da biker: e infatti questa zona di rilievi scoscesi e vallate selvagge è diventata negli anni il paradiso della mountain bike. con i suoi due bike-park della Doganaccia e il più recente dell’Abetone, la sua rete di sentieri e single-track di varia difficoltà, dai più ripidi e impegnativi pensati per il downhill fino ai più tranquilli e affascinanti per crosscountry e il cicloturismo.

L’Abetone Gravity Park, è ormai punto di riferimento per i downhiller dell’Italia centrale, parte subito con cinque piste pronte per il freeride e la downhill, tutte accessibili con una moderna cabinovia che copre un dislivello di 700 metri in soli 7 minuti, ma anche con altrettanti lunghi percorsi enduro che arrivano fino al paese medioevale di Cutigliano, dove si trova una funivia con altri 4 percorsi in discesa, e più di questo, molti chilometri di XC e sentieri enduro nelle spettacolari foreste di abeti e faggi.

I sentieri sono sviluppati principalmente nei boschi. Il terreno è cosparso di rocce, grandi radici che rendono fisicamente impegnativo scendere tra salti naturali e curve paraboliche. Chiunque venga qui non si aspetta di trovare sentieri fluidi, ma qualcosa di più impegnativo, a volte anche difficile da ridiscendere.

Durante questi anni di attività l’Abetone Gravity Park ha ospitato per 2 volte i campionati italiani FCI / UCI di downhill, altre gare nazionali e internazionali (l’ultimo vincitore della Coppa Italia è stato Brook MacDonald campione del mondo Junior UCI dopo essersi allenato proprio alla Doganaccia per tutta una stagione), il Funky Day (il più importante raduno italiano di mtb promosso da Tutto Mountain Bike mag) ultime in ordine di tempo ma non meno importanti, 3 prove del toscano enduro series con enorme divertimento da parte di tutti i piloti. Ma la vera consacrazione arriverà il prossimo primo luglio con la terza prova dell’IXS european downhill cup, il più importante campionato europeo di questa specialità.
I percorsi sono divisi in 2 sezioni principali: le aree downhill e le piste enduro. È anche possibile sperimentare facili percorsi xcountry, gravel e randonnè che permettono di attraversare tutta la montagna godendo dei suoi spettacolari panorami che vanno dalla città di Firenze fino al mare.

LE AREE DI DOWNHILL

Abetone Gravity Park è uno dei bike park più grandi d’Italia, ha a disposizione una una moderna cabinovia che copre un dislivello di 700 metri in soli 7 minuti e offre le seguenti piste:

1 Superbob medio / rosso ENDURO
2 Discesa molto difficile / nera
4 Luma difficile / nera
5 Selletta medio difficile / rossa nera ENDURO
6 Pulicchio media / rossa ENDURO
7 Ascorrta media / rossa ENDURO
8 chierroni easy / blu ENDURO

LE AREE ENDURO

Tutte le aree sopra hanno anche alcuni sentieri per enduro cui si può accedere in alcuni casi tramite gli impianti o in altri semplicemente pedalando
Le piste 1/4/5/6 del bike park sono molto adatte per le bici da enduro e facilmente accessibili con la cabinovia.
I seguenti percorsi invece, offrono discese accessibili con brevi pedalate, ovvero, la vera essenza dell’enduro:
Giro del Monte Maiori km 10,9 dislivello 496 m facile / verde
Sentiero del Tedesco km13,5 dislivello 805 m difficile / nera
Reniccione, Maiori e Pescinone Km 15,9 dislivello 676 m media / rossa
I ponticini facili / verdi
Giro della valle del sestaione media / rossa
I tornantini molto difficili / nera

Doganaccia

La Doganaccia è un bike park molto attivo servito da una funivia che percorre 900 metri di dislivello in circa 10 minuti. Dista 15 minuti in auto da Abetone o, con una bici da enduro, si può percorrere un sentiero lungo circa 20 km che porta direttamente alla base della funivia con 1.400 metri di dislivello negativo. Per chi ne avesse necessità, all’arrivo della funivia si possono noleggiare le mountain bike per il downhill, dove gli appassionati si possono misurare con tre piste: azzurra di bassa difficoltà, lunga 8 chilometri; azzurra di media difficoltà lunga 7,6 chilometri e infine la pista nera per i più esperti, lunga 7,2 chilometri.

Le piste della Doganaccia sono tutte adatte sia a bici da downhill che a bici da enduro e sono così suddivise :
1 Nera difficile / nera
2 Rossa media / rossa
3 Verde facile / verde
4 Pippo difficile / nera
Per quello che riguarda il Cross Country ed il trail riding ci sono vari anelli che si possono anche concatenare tra di loro fino a realizzare giri di elevato chilometraggio:
Anello del Maiori km 5,5 dislivello 130 m facile / verde
Anello di Pian degli Ontani 11 km di dislivello di 500 m facile / verde
Anello di Pian di Novello 13 km dislivello 300 m facile / verde
Per ulteriori info si consiglia di consultare i nostri siti :

abetonegravitypark.it
abetonetrailpark.com
doganaccia2000.it

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Grammy
Grammy

..due dei nostri park preferiti..tanta roba
..complimenti a loro che hanno investito e lavorato anno dopo anno
..all Abetone andiamo questa domenica a vedere le modifiche alla dh per la ixs cup di domenica scorsa

eliseobeppe
eliseobeppe

Le foto su quel terreno di roccia liscia che trail sono?

malus796
malus796

davanti c è proprio l abetone park… quindi immagino il sentiero che va dalla croce arcana verso l abetone?? boh

gallocorse
gallocorse

È un piccola montagnetta che si chiama reniccione ed é proprio davanti al monte gomito. Per arrivarci si può seguire lo 00 direttamente dalla piazza, ma ci sono tratti molto poco pedalabili e quindi in alternativa si sale da sopra il bar alpino, oppure come terza possibilità gli si gira intorno girando a sinistra alla fontana del borel del grillo per poi risalire sempre a sinistra. Il trail che scende da lassù é stato anche una prova del TES di 2anni fa e riporta direttamente alla piazza dell’Abetone. In ogni caso, per qualunque info passa pure dal Gravity park alla partenza dell’Ovovia e saremo a disposizione per aiutarti a trovare quello e tutti gli altri trail che vorrai percorrere. Rolando

malus796
malus796

quest anno voglio andar su a provare qualche percorso xc. sono anni che dico di farlo

plf95
plf95

scusate ma i percorsi per gravel quali sarebbero?
grazie

temeka47x825

Gravel ? Forse la via del Duca

EMD9

dalla piazza Dell ' Abetone sono salito al Maiori e arrivato nei pressi della Casetta di Lapo sono sceso nel bosco direzione Bicchiere , una bellissima discesa in un ' abetaia infinita , c' è un tratto ripidissimo dove avrei voluto avere il reggisela telescopico poi scende a capofitto fino a Rivoreta da dove ho seguito le indicazioni del cammino di San Bartolomeo , altri tratti molto belli nel sottobosco , io sono uscito dal sentiero che fiancheggia il torrente e sono salito sul ponte che collega la riva destra , un ponte non agibile che porta ad una centrale elettrica. Di lì sono tornato sull 'asfalto. Devo tornarci per continuare , probabilmente arriva nei pressi di Cutigliano

EMD9

Vedi l’allegato 256597 Il simbolo del cammino di San Bartolomeo

Ghedda72
Ghedda72

Ciao a tutti volevo chiedere cortesemente se con una Giant Trance 3 del 2018 era possibile percorrere i vari tracciati della Doganaccia o dell’Abetone Gravity park . Mi pare di aver capito che le piste rosse posso farle … grazie in anticipo .

sembola
Ghedda72

Ciao a tutti volevo chiedere cortesemente se con una Giant Trance 3 del 2018 era possibile percorrere i vari tracciati della Doganaccia o dell'Abetone Gravity park . Mi pare di aver capito che le piste rosse posso farle … grazie in anticipo .

Alla Doganaccia la difficoltà è rappresentata soprattutto dai tratti ripidi e dal terreno che col secco tende a "sfarinarsi" e scavarsi. Ovviamente nelle nere i tratti più "difficoltosi" sono più numerosi e più lunghi, ma ce ne sono anche nelle rosse.
Si scende con qualsiasi bici, certo se vuoi "pigiare" una bici da enduro o meglio da DH è un'altra cosa.

Ghedda72
Ghedda72
sembola

Alla Doganaccia la difficoltà è rappresentata soprattutto dai tratti ripidi e dal terreno che col secco tende a "sfarinarsi" e scavarsi. Ovviamente nelle nere i tratti più "difficoltosi" sono più numerosi e più lunghi, ma ce ne sono anche nelle rosse.
Si scende con qualsiasi bici, certo se vuoi "pigiare" una bici da enduro o meglio da DH è un'altra cosa.

Grazie mille