DH WC #2: Fort William nel fango premia i francesi

22

Dopo la pausa dovuta alle restrizioni anticovid degli anni scorsi, la storica località di Fort William torna a ospitare l’UCI DH World Cup con il secondo round di stagione e come sempre, la località scozzese non delude gli appassionati di DH. Il tracciato, leggermente modificato rispetto alle scorse edizioni, resta comunque il più lungo del circuito e, con il clima tipicamente scozzese e la leggera pioggia che è caduta in modo intermittente durante il weekend, si è rivelato oltremodo impegnativo per la resistenza fisica degli atleti.

Ed è stata proprio l’incredibile forma fisica, oltre ovviamente al suo eccezionale talento da fuoriclasse, ad aver consentito ad Amaury Pierron di pedalare e aggredire il percorso dall’inizio alla fine nonostante le condizioni proibitive del terreno. Un’altra gara epica per il giovane francese che gli fa prendere il largo nella classifica di circuito in cui è al comando.

Il secondo gradino del podio lo conquista il compagno di team Thibaut Daprela, che ha dimostrato di essere della stessa stoffa di Pierron e di provenire dalla stessa scuola, pennellando una run molto simile al connazionale, assolutamente efficace. A Daprela il merito di aver segnato il tempo più basso in due intertempi.

Laurie Greenland ha varcato il cancelletto di partenza con tutte le intenzioni di vincere e replicare il primo posto di ieri in qualifica. Ci è andato vicino nel terzo intertempo dove era in anticipo su Pierron, ma la motorway, la durissima parte conclusiva del tracciato tutta da pedalare, non gli ha concesso di conservare il vantaggio e il talentuoso britannico si è dovuto accontentare di un brillante terzo posto. Grazie ai punti guadagnati oggi conserva la seconda posizione nella overall.

Francese anche il quarto posto, conquistato con merito da Benoit Coulanges. Lo segue in quinta posizione il britannico Matt Walker.

Loris Revelli è purtroppo rimasto vittima di una brutta caduta che non gli ha permesso di concludere la sua run. Loris comunque si è alzato da solo quindi ci auguriamo che non abbia riportato conseguenze nella caduta.

Nina Hoffmann è la protagonista della gara femminile dove ha messo a segno la prima vittoria in World Cup della sua carriera. Nina ha aggredito il lungo e ostico tracciato scozzese, meno bagnato rispetto alla gara degli uomini, senza esitazioni e senza errori, meritandosi al 100% di salire sul gradino più alto del podio con netto vantaggio sulle inseguitrici.

Camille Balanche ha fatto fruttare la sua abilità nel gestire le condizioni difficili del tracciato con costanza e attenzione a non commettere errori. Ha domato il percorso di Fort William guadagnandosi il secondo gradino del podio e confermandosi alla guida della classifica di circuito grazie alla vittoria del round #1 di Lourdes.

Terza posizione per Myriam Nicole che in qualche punto è stata penalizzata da alcune esitazioni e da una guida certamente di livello, come sua consuetudine, ma non all’attacco come nelle sue run migliori. La campionessa del mondo in carica mantiene la seconda posizione nella overall.

Ormai presenza fissa sul podio, Eleonora Farina ha corso un’ottima run che le è valsa la quarta posizione, penalizzata solo da un leggero ritardo nel primo tratto che ha ampiamente recuperato nella parte centrale della pista ma che le ha negato un meritato terzo posto.

Il quinto posto è di Valentina Höll che nella parte alta ha commesso un paio di errori, uno dei quali con una piccola caduta.

Veronika Widmann conclude una buona run che le assegna la settima posizione e le permette di salire all’ottavo posto in classifica generale.

Sempre più combattute anche le gare in ambito junior dove il livello è sempre più alto. Jordan Williams ha conquistato il primo posto, soffiandolo al campione del mondo Jackson Goldstone per soli 38 millesimi. Goldstone resta ugualmente leader di circuito ma Williams lo tallona a soli 5 punti di distanza. Gracey Hemstreet bissa la vittoria di Lourdes con 3 secondi di vantaggio su Phoebe Gale e guida la classifica generale con un discreto margine. Davide Cappello chiude al 16° posto e Sofia Priori al 7°.

Classifiche complete finali Fort William

World Cup overall

I campioni di DH torneranno a sfidarsi e a dare spettacolo nel terzo round di UCI DH World Cup 2022 nella ormai consueta location austriaca di Leogang, dal 10 al 12 giugno.

 

Commenti

  1. Avere una seconda gara in condizioni meteo buone sarebbe stata troppa grazia ! Va bene che siamo in scozia e probabilmente quelle condizioni sono abitudinarie e un ottimo pilota si vede anche in tali circostanze , ma certe volte è una roulete a chi rischia di più ; perlomeno le condizioni erano simili per tutti i concorrenti anche se qualche variante sulle linee tra il primo e l'ultimo dei partenti inevitabilmente c'era. Personalmente preferisco le competizioni in condizioni di asciutto o perlomeno con percorso uguale per tutti evitando così che possa essere la "fortuna" a condizionare la gara .
Storia precedente

DH WC #2 Fort William: Greenland domina le qualifiche

Storia successiva

La discesa pazzesca di Amaury Pierron a Fort William

Gli ultimi articoli in Race Corner