Matt Walker performs at UCI DH World Cup in Leogang, Austria on June 11, 2022 // Bartek Wolinski / Red Bull Content Pool // SI202206110538 // Usage for editorial use only //

DH WC #3: Matt Walker e Camille Balanche vincono a Leogang

8

Il tracciato di Leogang sul quale si è appena conclusa la terza tappa di UCI DH World Cup 2022 è stato protagonista di questa emozionante gara. Le condizioni variabili lungo il percorso, dalle sezioni asciutte e velocissime a quelle tecniche e impestate dal fango residuo dalla pioggia di giovedì, hanno reso il percorso imprevedibile e oltremodo impegnativo. Determinante la scelta dei copertoni che dovevano essere scorrevoli su asciutto e aggressivi nel fango, ma ancora più determinante l’approccio dei piloti che dovevano interpretare al meglio le sezioni dove poter spingere e quelle dove bilanciare aggressività e gestione del rischio per mantenere un buon ritmo.

È stata infatti una competizione serrata fino all’ultimo, che ha visto primeggiare Matt Walker, alla sua prima vittoria in World Cup. L’atleta britannico ha messo a segno la sua miglior prestazione di sempre, con una guida irruenta e aggressiva ma al contempo precisa, conquistando la vittoria con solo 3 decimi di vantaggio sul connazionale Danny Hart.

Hart si è rivelato decisamente in forma e performante sia nei tratti veloci che in quelli tecnici sul fango, sul quale sappiamo essere a suo agio. Nessun errore, costanza, determinazione e consapevolezza per un Danny Hart nella miglior versione di sé. Gli è mancato solo quel pizzico di follia che in altre occasioni lo ha portato a dominare la gara con distacchi impressionanti.

Terza posizione per Angelo Suarez Alonso nella miglior prestazione della sua carriera. Lo spagnolo ha presieduto a lungo l’hot seat grazie alla sua discesa aggressiva ed efficace che lo ha portato a scalare anche la classifica generale fino alla settima posizione

Amaury Pierron, visibilmente deluso, deve accontentarsi del quarto gradino del podio. Posizione di assoluto rispetto, considerando la sorte di altri top rider che hanno dovuto arrendersi a errori e cadute. L’attuale leader della classifica generale ha impostato delle traiettorie uniche, diverse dagli altri concorrenti, dimostrando creatività e tecnica sopraffina.

Il quinto posto spetta ad Andreas Kolb, anche lui al suo primo podio in DH World Cup.

Ottima discesa per Loris Revelli che ha scelto alcune traiettorie che hanno eseguito solo i top rider, è stato costante, guidando bene e gestendo la gara, con una prestazione che gli è valsa la 25ª posizione.

Gara da incorniciare per Camille Balanche che si sta imponendo come atleta di riferimento della categoria femminile. La Balanche ha mostrato una costanza, una consapevolezza e una precisione di guida incredibili che le hanno permesso di guadagnare un distacco superiore agli 11 secondi sulle inseguitrici, salendo nuovamente sul gradino più alto del podio della località austriaca dove nel 2020, sempre nel fango, ha vinto la maglia iridata.

Seppure non sufficiente a vincere e penalizzata dal forte distacco inflitto dall’incredibile prestazione della Balanche, la campionessa del mondo Myriam Nicole ha corso una gara eccellente, leggermente conservativa rispetto alla concorrente svizzera ma decisamente concentrata ed efficace con una guida fluida e pulita.

Gran bella gara e ottima prestazione per Eleonora Farina che continua a essere la nostra miglior portacolori in ambito mondiale. Terzo gradino del podio per l’atleta trentina che si è dimostrata l’atleta con la guida più pulita nella sezione centrale di bosco, guidando con precisione e in pieno controllo.

Louise Anna Ferguson sale per la prima volta in carriera sul podio di World Cup in categoria Elite chiudendo al quarto posto mentre la quinta posizione è per la campionessa europea Monika Hrastnik, entrambe oltre i 20 secondi di ritardo dalla vincitrice.

Diverse le atlete penalizzate da rovinose cadute, in primis Marine Cabirou che sì è rialzata ma non ha concluso la run. Valentina Höll è caduta due volte cosicché anche quest’anno non riesce a concretizzare un risultato sul tracciato di casa. Gara disastrosa per la vincitrice della scorsa tappa di Fort William, Nina Hoffmann, penalizzata da cadute e incertezze lungo tutta la sezione nel bosco. Veronika Widmann invece non cade ma appare troppo conservativa e chiude in 14ª posizione.

Nella categoria Junior maschile è Jordan Williams a conquistare la vittoria sul tracciato di Leogang, scalzando il campione del mondo Jackson Goldston, secondo oggi in gara, dalla prima posizione in classifica generale. Eccellente prestazione di Davide Cappello che sale sul palco delle premiazioni con un ottimo quarto posto. Phoebe Gale vince la gara nella categoria Junior femminile, riavvicinandosi alla prima posizione nella overall ancora detenuta da Gracey Hemstreet, oggi terza. Sofia Priori chiude in undicesima posizione.

Classifiche complete finali Leogang

World Cup overall

Il quarto round del circuito UCI DH World Cup si disputerà tra un mese nella località svizzera di Lenzerheide, dal 8 al 10 luglio.

 

Commenti

  1. Uomolagno:

    E sta volta i francesini rimangono a bocca asciutta!
    Certo che se Coulanges B. non "lisciava" la parte infangata nel bosco altro che 20° !
    Complimenti a D. Hart a cui potrei solo consigliare una maggiore cura nel accostamento abbigliamento/mezzo ( che però non copi quelli in rosa di Specialized :-|)
  2. Robibz:

    E perchè non si capisce una mazza quando parla ahah! Cmq pure io tengo per lui
    Perchè non hai mai ascoltato un' intervista a Josh Bryceland, manco gli inglesi lo capiscono!
Storia precedente

Perché bisogna controllare lo spessore dei dischi freno

Storia successiva

Frattura di 3 vertebre per Marine Cabirou a Leogang

Gli ultimi articoli in Race Corner