MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | EWS Scozia: la prima volta di Nico Lau

EWS Scozia: la prima volta di Nico Lau

EWS Scozia: la prima volta di Nico Lau

01/06/2014
Whatsapp
01/06/2014

034-A70W6110

Dopo Jerome Clementz, infortunatosi due settimane fa alla spalla, é la volta di un altro francese dell’Alsazia a vincere una tappa delle Enduro World Series, precisamente in Scozia. Nico Lau (Cube) sale sul gradino più alto del podio davanti a Justin Leov (Trek), che correva con la nuova Trel Remedy 29 carbon che vi presenteremo a breve, e a Joe Barnes (Canyon).

084-A70W6401

Il primo italiano é Alex Lupato, 36°. Suo fratello finisce più in basso in classifica mentre Manuel Ducci si é rotto la caviglia durante le prove. Fuori gioco Martin Maes per un problema alla sella ieri e Jared Graves per un problema nella PS1.

068-A70W6324

Fra le donne la Moseley (sulla nuova Trek Remedy 29 carbon) vince tutte le speciali davanti ad Anne Caro Chausson.

064-A70W6302

Tutte le foto sono di Hoshi Yoshida.

tweed

 

142-IMG_7564

Tanti correvano con il casco aperto perché il casco integrale non era stato reso obbligatorio dagli organizzatori della gara scozzese.

130-A70W6742 125-A70W6719 119-A70W6681

Alex Lupato in azione:

088-A70W6467 081-A70W6375 071-A70W6337 065-A70W6307 064-A70W6302 051-A70W6264 038-A70W6147 037-A70W6135 033-A70W6093 015-A70W5956 005-IMG_7411 000-IMG_7383 034-A70W6110

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Tracbac88
Tracbac88

Vogliamo Milivinti alle EWS.

Dandelion
Dandelion

Milivinti alle EWS subito!

demach
demach

Domanda ma da quando hanno capito che l’enduro non é la dh e si può usare il casco jet?
Anche in italia è così???

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Prova a cadere alle loro velocità e poi capirai perché in Italia é obbligatorio l’integrale.

mountaindoctor
mountaindoctor

La prova la sí fa col neck brace spero, perchè altrimenti insinuare che cadere a quelle velocità con l’integrale, senza collare, è meno pericoloso che con un casco aperto, è istigazione al suicidio.
Resta il fatto che moltissimi, se non obbligati, l’integrale non lo usano, e questo dovrebbe far riflettere. Magari svincolandosi da posizioni del tipo “io senza integrale non scendo quindi è indispensabile e va fatto mettere a tutti” 😉

ecox
ecox

Ma parli seriamente?
Pensi veramente che un casco da XC abbia la stessa protezione di un casco integrale?

mountaindoctor
mountaindoctor

L’integrale ti salva la faccia dalle strisciate (con l’aiuto della mascherina, chiaro) e protegge meglio la nuca. Senza neck brace, può però far leva con la mentoniera e amplificare iperflessione/ iperestensione delle vertebre cervicali.
Considerando che pesa un botto e non permette di respirare come un casco aperto, ognuno faccia le sue scelte.

Pitaro
Pitaro

Ma nel motocross che correvano negli anni 70 con il casco aperto e poi sono passati all’integrale senza neck brace e senza mai tornare indietro sono tutti idioti? Nella DH idem???

mountaindoctor
mountaindoctor

In sintesi:
– chiedi a Taddy Blazusiak, per rimanere in ambtito moto, cosa può fare l’integrale nell’impatto contro un albero…
– riporta per favore dove ho scritto che usare l’integrale è da coglioni. Mi sembra di aver chiamato a una riflessione sul suo uso, poi ognuno faccia come crede 😉

mountaindoctor
mountaindoctor

Idioti, sorry

Pitaro
Pitaro

– “La prova la sí fa col neck brace spero, perchè altrimenti insinuare che cadere a quelle velocità con l’integrale, senza collare, è meno pericoloso che con un casco aperto, è istigazione al suicidio.”
– Io questa frase la sintetizzo come “Un casco aperto è più sicuro integrale senza neck brace”.
– Poi penso che siamo tutti d’accordo sul fatto che girare con una protezione più scomoda e meno sicura non abbia senso.

Metti tutto assieme ed ecco spiegato perchè dal tuo post ho estrapolato “usare l’integrale senza neck brace è da idioti”

demach
demach

Cosa centra? se parliamo di velocità al giro dovrebbero girare non solo con il casco integrale ma anche con la tuta di valentino…
Per me comunque questo è enduro, per fortuna ci sono gli inglesi!

Trovo più idiota portarsi un casco sulla schiena che andare via con un casco da xc.
p.s. l’unica gara di enduro che ho fatto avevo un casco da xc è sono ancora vivo…

raven
raven

guarda col senno di poi l’avresti potuta fare anche senza casco e saresti comunque sopravvissuto…. ma riflettere prima di parlare?

tOriO
tOriO

A me piace questo formato più “all mountain” con percorsi più lenti e tecnici. Sembra un rally superD americano. L’idea è che portando un casco aperto si rischia meno e si riduce la frequenza di lesioni alla spina dovute al casco integrale portato senza neck brace e paraschiena…lo sapremo solo vivendo…

panzer division
panzer division

io seguo il campionato SuperD americano, anche se ora ha perso un po di smalto rispetto ad un paio di anni fa.
però nelle prve SuperD in linea le discese sono meno tecniche che in una classica gara super enduro.

Adri26
Adri26

dove le seguite ste gare!? Tutte su internet!? grazie…

Pitaro
Pitaro

Hai ragione l’enduro non è il DH… infatti ultimamente nell’enduro ad ogni gara (prof) si rompe qualcuno contrariamente a quanto accade in DH!

minion
minion

Infatti…. Ma non l’hanno capito gli organizzatori.

BrunoGe
BrunoGe

Non pagheranno i dentsti!
Voi fate come vi pare, ma dato che il mio dentista si fa pagare,e tanto, l’integrale lo metto sempre….

panzer division
panzer division

esattamente come supponevo nell’altro topic dedicato a questa gara enduro:
il regolamento di questa gara di coppa del mondo includeva una norma del campionato enduro inglese, che ammette l’uso del casco aperto anche in prova speciale.

e le foto dimostrano l’altra cosa che avevo scritto: quando un regolamento nazionale (in questo caso applicato nell’EWS) permette l’uso del casco aperto in ps, praticamente quasi tutti i riders decidono di abbandonare l’integrale e di correre col casco aperto.

resta il dubbio se il regolamento ufficiale dell’EWS preveda l’utilizzo obbligatorio del casco integrale in ps, e se sono ammesse deroghe prese dai vari campionati nazionali del paese ospitante la tappa.

non vedo l’ora di leggere il report sulla trek 29″ in carbonio, a mio parere una delle più belle ed efficaci enduro in circolazione in coppa del mondo.

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Il motivo é semplice: visto che i pro (e non solo) girano con un casco solo per risparmiare peso ed ingombro, preferiscono fare le salite con il casco aperto.

panzer division
panzer division

si si, questo era ovvio, il motivo era il peso. del resto sono pro, e sono ben consci dei rischi che si prendono.

vito e alloggio
vito e alloggio

Florian Nicolai sempre tra i primi! Questo è il suo anno, mi sa!! Grande Flo!

scocht75
scocht75

Secondo me fare una gara del genere col casco aperto è da Peori……bel mi superenduro italiano…

jumperlevo
jumperlevo

Si può vincere anche su una cube e si puó arrivare sul podio anche con una 29″, che strano…

tOriO
tOriO

da quello che ho visto hanno addirittura vinto 2 gruppi xtr 2013 con la doppia!! Incredibile

spflipper
spflipper

…secondo me “cube action team” fa troppo power ranger… io cambierei il nome, lo trovo un po troppo da bambini
cmq secondo me l’ integrale dovrebbe essere obbligatorio ovunque: si sa gia’ che il casco jet su impatti diretti da piu’ di 30 km/h e’ completamente inutile, vuoi mettere in ews?

tOriO
tOriO

Quindi casco integrale anche al giro d’Italia l’anno prossimo

spflipper
spflipper

intanto e’ vero che (in genere) ci si fa piu’ male in bici da corsa che in mtb (e con questo non voglio dire che i ciclisti da strada debbano mettere l’ integrale)
e comunque credo che le due cose non siano cosi’ facilmente paragonabili per le diverse esigenze di protezione in ogni disciplina e i diversi rischi che si incontrano alle cadute

mattrek80
mattrek80

riguardo al casco;forse è anche una questione di numeri,tanti si “giocano qualcosa” in una gara e forse solo se hanno compreso i margini di pericolo che ci sono .in altri frangenti (nuovi percorsi,allenamenti e tracciati con rocce spaccaossa) per la maggior parte del tempo spero usino l’intergrale.

FrancescoIndia
FrancescoIndia

Secondo me, visto che la facciata è sempre li in agguato col casco integrale si è più sicuri! Poi loro fanno il mondiale e sono anche consapevoli delle velocità e di che cosa vanno incontro! Un po’ come quelli che fanno freeride tipo al Fiat nine knights in maglietta, pantaloncini senza paraschiena, gomitiere e ginocchiere.. Lo sanno anche loro che quando prendono la stecca, la prendono grossa!

minion
minion

Anche io sono per l’integrale …… Se organizzassi una gara di enduro lo metterei come obbligatorio.
In allenamento poi tutti sono liberi di fare ciò che vogliono, ma se poi qualche superman scopre di non aver i denti infrangibili …… Sono [email protected]&&i suoi e non venga quì a piagere.

pablito_
pablito_

Quest anno ho fatto la mia prima gara di enduro….mi sono sposato un mese dopo, e se non avessi avuto il casco integrale ai voglia a usare Photoshop per rimettermi gli incisivi! Anzi se l anno prossimo replicherò mi porterò dietro anche uno di quei collari più leggeri tipo UFO bulldog…servirà anche a poco ma meglio che niente! Almeno attutisce in parte i traumi a livello di spalla e scapola

pablito_
pablito_

Ai ai….l itaGliano…

Pitaro
Pitaro

Comunque fa parte della cultura anglosassone una differente sensibilità alla sicurezza rispetto a noi…
Basti pensare che proprio in questi giorni nel Regno Unito si sta correndo il Tourist Trophy!
Per chi non lo sapesse il Tourist Trophy è una corsa motociclistica che si svolge sulle normali strade di tutti i giorni in cui la velocità MEDIA (e sottolineo MEDIA) supera i 200km/h (giro record a 212km/h) tra muretti, pali della luce e centri abitati… E molto spesso qualcuno ci lascia le penne, sempre c’è qualcuno che si fa tanto male.
Addirittura un italiano che ci volesse andare a correre deve tesserarsi per San Marino o qualche altro paese estero perchè la Federazione Motociclistica Italiana non concede l’autorizzazione a partecipare a questa gara!

Porto questo esempio per dire che non credo che gli organizzatori Scozzesi siano particolarmente illuminati o particolarmente stupidi riguardo l’uso del casco integrale, semplicemente hanno un’altra cultura!

Ste_Lapi
Ste_Lapi

Secondo me, tralasciando i pro che sono pagati per andare a bomba sempre e comunque, il casco aperto in certe discipline ha molto più senso di un integrale, in quanto elimina quella “finta sicurezza” che porta a far andare troppo forte solo perchè si crede che il casco integrale faccia miracoli in caso di caduta (senza contare che, come ha già detto qualcuno, il casco integrale senza un neck brace può essere molto più pericoloso di una facciata col casco aperto).
Non sto dicendo che l’integrale sia meno sicuro di quello aperto (probabilmente sarei un pazzo la pensassi così), dico solo che porta a correre molti più rischi..

Backtofield
Backtofield

Finta sicurezza non certo data dal casco,ma dall´inesperienza di chi lo indossa.Poi se per andare piú piano si riducono le protezioni invece di usare il cervello io non mi lamento,ma non mi sembra il sistema migliore.

mountaindoctor
mountaindoctor

Caschi a parte, ma che belle foto fa Hoshi Yoshida!
Respect 🙂

Carissimo
Carissimo

Martin Maes.. non smetterò mai di dirlo: un fenomeno!!!!!!!!!! Nicolai uguale!!! Ha di nuovo vinto una ps!!! peccato per la caduta e per il problema tecnico…. prima o poi la vincerà una ews ne sono sicuro

Cecio

Grande remedy! Un primo e un secondo posto!

OriXx
OriXx

Scusate la domanda, ma Dan Atherton corre ancora? Che gli è successo?

Marco Toniolo
Marco Toniolo