• it
  • en
  • es

[First ride] Nuova Yeti SB165

[First ride] Nuova Yeti SB165

16/07/2019
Whatsapp
16/07/2019

Yeti presenta la SB165, una bici da enduro con ruote da 27.5″ e, come dice il nome, 165mm di escursione posteriore abbinati ad una forcella da 180mm di corsa. Il brand del Colorado definisce questa tipologia di bici “rip bikes“, cioé mezzi pensati per essere agili e facili da pompare sugli ostacoli, strizzando l’occhio anche all’uso in bike park. Il sistema di sospensione è il collaudato Switch Infinity. Durante la presentazione a Bovec, in Slovenia, ho avuto modo di far parlare il product manager e l’ingegnere responsabile per la cinematica (sottotitoli in italiano). Eccovi dunque tutti i dettagli della SB165:

Come detto nel video, la SB165 nasce per un uso con ammortizzatore a molla. Il carro è infatti molto progressivo, proprio per ovviare alla linearità intrinseca della molla. Fra tutte le Yeti, questa è la più progressiva in assoluto.

Geometria

Nessun compromesso: angolo sterzo molto aperto, angolo sella verticale, offset della forcella cortissimo (37mm), reach molto lungo.

Sui sentieri della Matadown con la SB165

Ho potuto provare la SB165 per un’intera giornata sui sentieri della Matadown, vale a dire sul Monte Maggiore o Matajur che dir si voglia, al confine fra Slovenia e Italia. Per tagliare la testa al toro dico subito che me la sono pedalata per circa 700 metri di dislivello in salita, con parte tecnica finale. Io stesso ero molto scettico sulla performance di una bici del genere in salita, ma mi sono ricreduto una volta arrivato in cima: sono stato sempre in sella senza problemi. Avevo già apprezzato lo Switch Infinity in passato, nel caso della SB165 però sono rimasto veramente a bocca aperta per quando il carro stesse alto nel travel e per come la molla (senza chiudere la compressione con l’apposita levetta) aiutasse a copiare bene ogni asperità ed offrire trazione “malgrado” le ruote da 27.5″.

Non solo, l’anteriore è facile da tenere attaccato al terreno, senza dover assumere posizioni improbabili in punta di sella. Qui aiuta l’angolo sella di 77°, senza ombra di dubbio. Sul fatto che sia montata una forcella da 180mm in combinazione con un ammortizzatore da 165mm ha già detto tutto l’ingegnere nel video, ed é sempre stata una delle caratteristiche che mi è piaciuta di Yeti, perché personalmente trovo che al retrotreno non vi sia bisogno della stessa escursione della forcella, ed il motivo ora è stato spiegato tecnicamente.

In ogni caso, questa non è una trail bike. Arrampica bene per la tipologia di bici, ma non la consiglio a chi voglia farsi grandi giri pedalati. Rimanendo in casa Yeti, meglio una SB150 o 130, con ruote da 29 pollici, geometrie meno estreme ed escursioni più contenute.

La quintessenza della SB165 è la discesa, possibilmente veloce e scassata. Più la si lascia correre, più si gode, come anche l’angolo sterzo di 63.5° lascia pensare. Ho provato una taglia L, con reach di 480mm, per me che sono alto 179cm. Può sembrare una misura esagerata, eppure mi sono trovato a mio agio. Il reggisella telescopico da 150mm non aveva praticamente fuorisella, cosa logica con il mio cavallo (sella – movimento centrale) di 76cm. Il peso dell bici così montata si aggirava sui 14.5 kg.

È una bici che richiede una guida molto attiva, vale a dire che è vietato dimenticarsi di tenere il peso ben in avanti sopra il manubrio, altrimenti la direzionalità ne risente immediatamente. Mi è capitato un paio di volte di arretrare quando arrivavo veloce e c’era una breve rampa ripida da superare di slancio, senza quasi pedalare.

Il reparto sospensioni è una libidine pura. Al di là della Fox 36 Grip2, che uso regolarmente anche su altre bici, ancora una volta lo Switch Infinity si è dimostrata una di quelle sospensioni che lavorano bene in ogni situazione senza bisogno di aiuti da piattaforme varie. Come già detto nell’ambito della salita, è sempre ben alta nel travel e, in questo caso, ha una progressività che non fa rimpiangere un ammortizzatore ad aria, perché è piuttosto difficile arrivare a fine corsa. Sul fatto della sua durata nel tempo, ho avuto in prova per quasi un anno una Yeti con il “vecchio” Switch Infinity, meno protetto dell’attuale, senza mai accusare un problema.

Il percorso della Matadown è piuttosto veloce e con pochi tratti tortuosi, motivo per cui non posso dire molto su come si comporti nello stretto. In ogni caso, nelle poche curve lente e tecniche, sono riuscito ad impostare la mia linea bene, anche grazie alle ruote da 27.5″, che conferiscono la dovuta agilità ad un mezzo con così tanta escursione. Era da tanto tempo che non salivo in sella ad una 27.5″, visto che mi piacciono molto la trazione e la poliedricità delle 29″ moderne, ma mi sento di dire che le ruote più piccole hanno ancora un motivo di esistere per una tipologia di bici come questa, votata più al divertimento che non alla conquista della vetta.

Allestimenti e prezzi

Anche per la SB165 Yeti propone due tipi di telaio in carbonio, il Turq e il C. Il secondo è leggermente più pesante (220 grammi in taglia M) ma più economico.

La SB165 sarà disponibile da settembre 2019.

Prezzo telaio Turq: 4.499 Euro
T1 XT: 8.299 Euro
T2 X01: 8.699 EUro
T3 XX1: 9.699 Euro

Prezzo C1 GX: 6.299 Euro
C2 X01: 6.799 Euro
Per le C series non è possibile acquistare il telaio da solo.

I dettagli del telaio

Il cuore del sistema Switch Infinity.

Lo spazio nel carro posteriore con un Maxxis Minion DHR II da 2.4″.

Guidacatena One Up Components.

Passaggio cavi interno con guida.

Ammortizzatore a molla. Qui si possono risparmiare ancora dei grammi optando per la molla arancione di Fox, che Yeti non mette nei primi montaggi per farsì che non ci sia una spesa eccessiva nel caso il cliente ne volesse una di un’altra durezza.

Tutto l’hardware dello Switch Infinity è uguale su tutte le Yeti, a parte la biella.

Attacco pinza freno.

Reach lungo, stem corto, offset forcella cortissimo.

Per non fraintendere: questa è una Yeti SB165.

Bash Ring. Ha un senso su una bici così votata alla discesa.

Non ho mai toccato quella levetta per la regolazione al volo della compressione. È sempre rimasta aperta, anche in salita.

C’è spazio per una borraccia. Provato di persona.

Per chi se la fosse persa, eccovi l’intervista ai due proprietari di Yeti, registrata proprio durante la presentazione stampa in Slovenia:

Yeti Cycles
DSB Bonandrini

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Cavalera cicli
Cavalera cicli
cit.: "oh, ma ste Yeti ormai son tutte uguali" :-)
V
Vincent46
Si Belle e Cattive
jimmy27
jimmy27
Belle bici.
Ma i miei complimenti vanno al loro reparto marketing, come fanno a farsi dare cosi tanti soldi per le loro bici per me rimane un mistero!
jeeper
jeeper
idolo
gattomiau
gattomiau
.
fafnir
fafnir
Belle bici.
Ma i miei complimenti vanno al loro reparto marketing, come fanno a farsi dare cosi tanti soldi per le loro bici per me rimane un mistero!

Innanzitutto perché vanno molto bene, io ho provato la sb130 e se ci penso mi bagno ancora.
Inoltre il mondo è pieno di dentisti

jake blues
jake blues
first ride a Bovec…mi pareva dopo aver visto i boss di Yeti con la union pivo! ;-)se ci avessi il cash almeno una yeti sarebbe già nel mio box…invece ce ne sta una senza 2 vocali! :mrgreen::mrgreen:
Jolly Roger
Jolly Roger
Tralasciando la Yeti, i trails del Matajur sono fantastici!!
madmork
madmork
Se non l’hai ancora fatto vieni a provare la nuova linea della Matadown2019! Dalla cima a valle senza mai "toccare" strade bianche o asfalto…. ;-) 12km di flow naturale …
V
vitamin
Piccolo OT guardando la foto di copertina del servizio; solo io trovo "innaturale" (in generale, non nel caso specifico) la posizione del deragliatore con il 12v sul pignone più grande?
lollo72
E’ il genere di mtb che preferisco , aggressiva con tanta escursione , ma personalmente non rinuncerei alla 29 (soprattutto all’anteriore ) per quella sensazione di sicurezza in più (o effetto placebo!) che mi danno sul ripido lento dove c’è rischio di impuntamento nel superare gli ostacoli .
JoRo
JoRo
63.5 di angolo sterzo, e meno male che Pole era estrema!
Molto bella però
Albetoni
Albetoni
La pole però è da 29

Se non ricordo male anche la stumpy evo da 29.. e dicono che si pedali anche..

jeeper
jeeper
oh ma è una 27.5? non diciamo bestemmie. da discarica subito
Reynold
Reynold
.

Inviato dal mio LM-G710 utilizzando Tapatalk

fafnir
fafnir
Se non ricordo male anche la stumpy evo da 29.. e dicono che si pedali anche..

La stumpjumper non è aperta come la sb165, non si può fare un confronto usando i valori statici.
La stumpjumper avendo molta meno escursione al SAG da seduto sarà più chiusa di sterzo pur partendo dallo stesso valore iniziale.

jeeper
jeeper
idolo
gattomiau
gattomiau
.
Burìk
Burìk
Non riesco a capire le geometrie di questa bici. A vederla di fianco pare lunga quanto un autotreno, 48cm di reach per poi usare stem corto.. boh, non ci arrivo.
Burìk
Burìk
Forward geometry ti dice qualcosa? ;-)

Più o meno, mi ricorda qualcosa a che fare con mondraker, vado a ri-documentarmi.

DoubleT
DoubleT
tutte belle ‘ste bike qua… ma le pedali una volta e… alla prossima ti cerchi un bell’impianto! che per carità non dico mica che non ci stia (pur di godere come un riccio)! ma almeno non cerchiamo di non nasconderci dietro un filo d’erba.
Haran Banjo
Haran Banjo
Mi chiedo come influisca sulla biomeccanica della pedalata questa rincorsa a verticalizzare i piantoni sella (si dice, per facilitare la pedalata).
Il bike deve ovviamente porre la sella più arretrata. Mi par di capire infatti che l’arretramento sella va *sempre* predisposto rispetto al movimento centrale… quindi sono altri i fattori che facilitano la pedalata, nel momento una bici ha un piantone sella più verticale di un’altra.
Haran Banjo
Haran Banjo
[edit] post doppio
Haran Banjo
Haran Banjo
[uffi] di nuovo doppio
fitzcarraldo358
fitzcarraldo358
Mi chiedo come influisca sulla biomeccanica della pedalata questa rincorsa a verticalizzare i piantoni sella (si dice, per facilitare la pedalata).
Il bike deve ovviamente porre la sella più arretrata. Mi par di capire infatti che l’arretramento sella va *sempre* predisposto rispetto al movimento centrale… quindi sono altri i fattori che facilitano la pedalata, nel momento una bici ha un piantone sella più verticale di un’altra.

i piantoni più verticali sono fatti proprio per avere una posizione in sella più avanzata (meno arretramento rispetto al mc), è quell’avanzamento a favorire la pedalata sia per biomeccanica che per distribuzione dei pesi.
ovviamente si suppone che queste bici vengano pedalate in salita e non in pianura, e per quello sono ottimizzate.

DoubleT
DoubleT
ohhh signur… ci mancavano pure le bike differenziate a seconda della pendenza
DoubleT
DoubleT
ohhh signur… ci mancavano pure le bike differenziate a seconda della pendenza
F
Fbf
Esagerata!!! Ma mi piace
giorgiocat
giorgiocat
Beh in realtà, me lo dicevo anche molto tempo fa’, prima che iniziasse sta tendenza, quando c’era il mantra "sale come un’XC e scende come una DH". Anche allora mi chiedevo : ma perchè non stendiamo l’angolo sterzo( bici stabile in discesa) e raddrizziamo il piantone(bici pedalabile in salita)? insomma era intuibile che le cose andassero in questo senso, ovviamente quadrando le altre quote geometriche. E’ che secondo me ce le devono sempre vendere millimetro per millimetro, e decimo di grado per decimo di grado, le innovazioni, altrimenti il mercato chiuderebbe all’istante
;-)
cianci
cianci
Lo faceva già ancillotti tipo 20 anni fa. Però nessuno se n’era accorto ahaha
cianci
cianci
Lo faceva già ancillotti tipo 20 anni fa. Però nessuno se n’era accorto ahaha
fitzcarraldo358
fitzcarraldo358
ohhh signur… ci mancavano pure le bike differenziate a seconda della pendenza

non ci sono sempre state? :nunsacci:

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358
Beh in realtà, me lo dicevo anche molto tempo fa’, prima che iniziasse sta tendenza, quando c’era il mantra "sale come un’XC e scende come una DH". Anche allora mi chiedevo : ma perchè non stendiamo l’angolo sterzo( bici stabile in discesa) e raddrizziamo il piantone(bici pedalabile in salita)? insomma era intuibile che le cose andassero in questo senso, ovviamente quadrando le altre quote geometriche. E’ che secondo me ce le devono sempre vendere millimetro per millimetro, e decimo di grado per decimo di grado, le innovazioni, altrimenti il mercato chiuderebbe all’istante

sì in effetti mi chiedevo anche io anni fa perchè le bici da AM/EN/FR o comesichiamava avessero angoli piantone così sdraiati (che poi col sag in salita ti saluto…), immagino fosse la paura di allungarle troppo.
ora che il dogma della bici lunga è caduto finalmente ste bici ad alta escursione si pedalano decentemente in salita.

Badorx
Badorx
tutte belle ‘ste bike qua… ma le pedali una volta e… alla prossima ti cerchi un bell’impianto! che per carità non dico mica che non ci stia (pur di godere come un riccio)! ma almeno non cerchiamo di non nasconderci dietro un filo d’erba.

Non credere, io con la Nomad4 sono rimasto sorpreso di quanto si pedali bene in salita, sempre rapportandola a quello che poi ti da in discesa. E credo che questa non sia da meno.
Bici da freeride veramente pedalabili senza neanche dover abbassare la forca.
Per chi ama questo stile e ha conosciuto le vecchie freeride, questo tipo di bici sono un sogno che si realizza.
Poi, se vuoi andare in park ci vai alla grande.

DoubleT
DoubleT
ah ci credo… ma se hai un impianto a tiro, meglio l’impianto
giorgiocat
giorgiocat
Non credere, io con la Nomad4 sono rimasto sorpreso di quanto si pedali bene in salita, sempre rapportandola a quello che poi ti da in discesa. E credo che questa non sia da meno.
Bici da freeride veramente pedalabili senza neanche dover abbassare la forca.
Per chi ama questo stile e ha conosciuto le vecchie freeride, questo tipo di bici sono un sogno che si realizza.
Poi, se vuoi andare in park ci vai alla grande.

Sì in ogni caso scendere sotto i 14 kg con ste bici è un sogno…

Badorx
Badorx
Sì in ogni caso scendere sotto i 14 kg con ste bici è un sogno…

Si, ma ci sta, devono garantirti anche un uso pesante. Probabilmente, fino ad adesso, i 14kg sono un peso limite, scendere oltre potrebbe essere rischioso. Ma tra qualche anno chissà!?

salukkio
salukkio
Si, ma ci sta, devono garantirti anche un uso pesante. Probabilmente, fino ad adesso, i 14kg sono un peso limite, scendere oltre potrebbe essere rischioso. Ma tra qualche anno chissà!?

Le ancillotti pesano meno di 14 kg

Sent from my SM-G950F using MTB-Forum mobile app

Badorx
Badorx
Le ancillotti pesano meno di 14 kg

Sent from my SM-G950F using MTB-Forum mobile app

Probabilmente non sono neanche le uniche. Ma una bike da enduro, anche di alta gamma, più o meno sta sui 14kg il 90%delle volte. Così mi pare almeno, non ho fatto ricerche approfondite.

fafnir
fafnir
Probabilmente non sono neanche le uniche. Ma una bike da enduro, anche di alta gamma, più o meno sta sui 14kg il 90%delle volte. Così mi pare almeno, non ho fatto ricerche approfondite.

14 è un ottimo peso per una enduro con gomme serie

Badorx
Badorx
14 è un ottimo peso per una enduro con gomme serie

Anche secondo me.

gian72to
gian72to
35 messaggi e nessuno (finalmente!) Si lamenta dei prezzi, bene.
Valida bici, mai sentito nessuno criticare una Yeti, prima o poi ne avrò una…
:capitani:
mtbtgc
mtbtgc
concordo con gian72to, belle bici ma i prezzi sono un salasso, impossibile avvicinarsi a una Yeti…
mtbtgc
mtbtgc
ho una mountain bike che ormai ha più di 5 anni, il prezzo che pagai questa bici 2700 euro al confronto è una ciofeca….
ANDREAMASE
ANDREAMASE
35 messaggi e nessuno (finalmente!) Si lamenta dei prezzi, bene.

quello vale solo per Santa Cruz! ;-)

fafnir
fafnir
35 messaggi e nessuno (finalmente!) Si lamenta dei prezzi, bene.
Valida bici, mai sentito nessuno criticare una Yeti, prima o poi ne avrò una…
:capitani:

Sui forum stranieri di lamentele ce ne sono parecchie relative all’ultima serie di modelli, i problemi riguardano proprio affidabilità e la garanzia

gurubb
gurubb
Per ingrassare il pistoncino posteriore dello Switch?
giorgiocat
giorgiocat
quello vale solo per Santa Cruz! ;-)

Ma no, cosa vuoi…io lo do per scontato oramai…. i prezzi sono da pazzi, ma cosa vuoi, è una Yeti! come quell’altra è una Santa. Alla fine Canyon e YT fanno bici equivalenti a quasi la metà del prezzo… Quindi chi compra Yeti o Santa , ma anche Specialized o Trek, evidentemente vuole Yeti, Santacruz, Specialized, o Trek

madmork
madmork
Beh Canyon e Yt fanno buone bikes però non sono paragonabili a Yeti e Santa, hanno semplicemente un altro targhet. La cura dei dettagli della Yeti è maniacale….
M
matteobonf
Ma no, cosa vuoi…io lo do per scontato oramai…. i prezzi sono da pazzi, ma cosa vuoi, è una Yeti! come quell’altra è una Santa. Alla fine Canyon e YT fanno bici equivalenti a quasi la metà del prezzo… Quindi chi compra Yeti o Santa , ma anche Specialized o Trek, evidentemente vuole Yeti, Santacruz, Specialized, o Trek

E se uno volesse intense cosa comprerebbe? :-)

DoubleT
DoubleT
intense
DoubleT
DoubleT
ah ci credo… ma se hai un impianto a tiro, meglio l’impianto
DoubleT
DoubleT
intense
caoos
caoos
il Freeraid non è morto….;.=9/
F
fabrigiramondo
C’é pieno di fondamentalisti islámici che fanno free RAID
SilviBike
SilviBike
Bici stupenda
F
fabrigiramondo
Cioé cioé?
Puoi spiegare marco?
F
fabrigiramondo
C’é pieno di fondamentalisti islámici che fanno free RAID
Andrea Romeo
Andrea Romeo
bene, ci manca solo la presentazione della bici da downhill con il loro marchio (sperando che arrivi!!)
mtbtgc
mtbtgc
concordo con gian72to, belle bici ma i prezzi sono un salasso, impossibile avvicinarsi a una Yeti…
mtbtgc
mtbtgc
ho una mountain bike che ormai ha più di 5 anni, il prezzo che pagai questa bici 2700 euro al confronto è una ciofeca….
madmork
madmork
Se non l’hai ancora fatto vieni a provare la nuova linea della Matadown2019! Dalla cima a valle senza mai "toccare" strade bianche o asfalto…. ;-) 12km di flow naturale …
madmork
madmork
Beh Canyon e Yt fanno buone bikes però non sono paragonabili a Yeti e Santa, hanno semplicemente un altro targhet. La cura dei dettagli della Yeti è maniacale….
fafnir
fafnir
Beh Canyon e Yt fanno buone bikes però non sono paragonabili a Yeti e Santa, hanno semplicemente un altro targhet. La cura dei dettagli della Yeti è maniacale….

Non sono d’accordo, non ho trovato nulla di maniacale nei dettagli della sb130, anzi proprio da quel punto di vista mi aspettavo di più.

gian72to
gian72to
concordo con gian72to, belle bici ma i prezzi sono un salasso, impossibile avvicinarsi a una Yeti…

Guarda che hai mal interpretato il mio messaggio.,. :capitani:

pitone two
pitone two
A riguardo che il freeride non è morto:non è l’abito che fa il monaco. In questo caso non è la bici……..
salukkio
salukkio
Beh Canyon e Yt fanno buone bikes però non sono paragonabili a Yeti e Santa, hanno semplicemente un altro targhet. La cura dei dettagli della Yeti è maniacale….

Perché non hai visto quella che ci mette Pivot.

Sent from my SM-G950F using MTB-Forum mobile app

madmork
madmork
è un po’ distante da me, conta comunque che ero lì a fine giugno

Se ripassi contattami che ti posso accompagnare alla scoperta di alcuni trails interessanti che stiamo implementando nelle Valli del Natisone ;-)