MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Giro delle tre regioni
19/01/2014
Whatsapp
19/01/2014

Verso la fine di agosto è ormai consuetudine organizzare con gli amici un bel giro sui sibillini, in modo da chiudere degnamente le ferie estive e ritornare al lavoro senza rimpianti.

Passato ferragosto e rientrati dalle vacanze  si da inizio alle prime frenetiche consultazioni telefoniche.

Era da tempo che Luca stava mettendo a punto quello che poi avremmo chiamato  “Giro delle Tre Regioni”, un giro di una novantina di km a cavallo tra Marche, Umbria e Lazio.

Un giro lunghissimo per il quale avevamo messo in preventivo svariate ore da trascorrere in sella.

Giovedì, 23/8/2012

La sveglia suona presto la mattina del 23 agosto. Velocemente mi preparo perché fuori casa c’è Diego che con due colpetti di clacson mi fa capire che si sta facendo troppo tardi.

Infilo bici e zaino nella sua vecchia camionetta  e subito partiamo per Visso.

Ultimi come al solito, arriviamo a Visso dove  incontriamo Luca, Walter, Consuelo e Cinzia.

Velocemente ci prepariamo per la partenza e, dopo aver fatto scorta d’acqua,  imbocchiamo la bella forestale che poco fuori dal paese  (mt 620) sale verso il Monte Cardosa.

La salita è piacevole e tornante dopo tornante prendiamo quota

1

2

In circa un’ora raggiungiamo Costa Cavolese (mt 1495), una piccola sella pianeggiante alle pendici del Monte Cardosa.

Qui abbandoniamo la comoda forestale e imbocchiamo un’antica via di transumanza  che prosegue sulle creste in direzione sud.

3

Ora la traccia si fa più impegnativa, le pendenze crescono  alternando tratti su pietrisco a tratti su prato.

5

Sulle creste l’orizzonte arriva ovunque.

A destra il paesaggio dolce e collinare della verde Umbria

6

A sinistra il paesaggio marchigiano, più aspro e montuoso, con le principali vette dei Monti Sibillini che fanno da sfondo

7

La pista prosegue costantemente in salita per svariati km.

Le sagome del Monte Patino e del Monte delle Rose indicano la giusta direzione di marcia

8

9

10

Superata la ripida cresta del Monte delle Rose (mt 1800) la traccia scorre velocemente fino a Poggio della Croce, un bellissimo balcone panoramico sopra Castelluccio.

Siamo a fine agosto e la magia della fioritura delle Piane è ormai finita. I pascoli iniziano ad imbrunire e l’ambiente si sta lentamente preparando all’autunno.

11

Siamo a quota 1750 e fino a questo punto abbiamo percorso oltre 20 km quasi interamente in salita.

Imbocchiamo il Sentiero Italia che ci consente di aggirare il Pian Grande in direzione del Rifugio Perugia.

12

13

Dal Rifugio Perugia proseguiamo aggirando su sentiero il Monte Cappelletta in direzione Forca Canepine (mt 1540)

14

Birra, coca (cola!!!) e tanta norcineria per la sosta al Rifugio…

15

Con lo stomaco pieno tutto diventa più facile. Saliamo di nuovo in sella e proseguiamo fino ai Pantani di Accumoli (mt 1610).

16

Siamo lontano da tutto e da tutti. Gli spazi sono aperti e la visuale arriva a scoprire fino ai vicini Monti della Laga.

I cavalli sono allo stato brado e i puledri sono liberi di crescere secondo le antiche leggi della natura.

Qui la natura è davvero incontaminata!

GIRO DELLE TRE REGIONI 38

18

Riprendiamo la marcia in direzione sud

19

20

Si prosegue in salita all’interno di una bella faggeta

21

In prossimità del Monte dei Signori (mt 1781) ci lasciamo alle spalle la regione Marche per entrare nel territorio Laziale.

Dopo tanta salita (circa 30 km) è ora di compensare con un pò di discesa!

Davanti a noi un lunghissimo sentiero che ci farà scendere di quota ed arrivare fino a Norcia.

Scendiamo per una pista di confine a cavallo del Lazio e dell’Umbria

22

Scendiamo ininterrottamente per circa 15 km.  Luca conosce a memoria questi sentieri e con lui davanti tutto diventa più semplice

24

Bellissimi sono gli scorci su tutte le Piane di Santa Scolastrica

23

Siamo ormai alle porte di Norcia (mt 610)

25

Attraversiamo le strette vie della città vecchia facendoci largo tra i turisti che passeggiano incuriositi dalle tipiche botteghe

26

27

28

Sono le 3 del pomeriggio e la temperatura è da bollino rosso! Una vecchia fontana consente a qualcuno di ritrovare se stesso

29

A Norcia ci lasciamo alle spalle i primi 55 km (circa 2000 mt di dislivello).

Da qui in poi la parte più faticosa della giornata con ancora due grandi dislivelli da superare.

Fuori Norcia prendiamo uno sterrato che ci riporta in quota. Con un balzo di oltre 400 mt  saliamo fino a Forca d’Ancarano.

Nella prima parte la salita è facile e piacevole

30

Poi lo sterrato si fa sentiero. Entrati nel bosco il fondo diventa sempre più difficile e la pendenza aumenta notevolmente.

Procediamo un po’ in sella e un po’ a piedi.

A Forca d’Ancarano inizia il bellissimo Sentiero Francescano che taglia tutto il fianco della montagna in direzione Preci.

Il sentiero è un lungo saliscendi che alterna tratti nel bosco a tratti scoperti. Bellissimi sono gli scorci sulla Valle Castoriana.

Attraversiamo alcuni caratteristici borghi medievali

31

32

33

34

35

A S. Eutizio abbandoniamo il Sentiero Francescano e iniziamo la risalita fino ai Colli dell’Acquaro

36

Si tratta di superare l’ultimo grande dislivello della giornata, un tratto durissimo che in meno di 3 km ci farà recuperare 450 mt di dislivello!!!!

Stiamo affrontando questo tratto con oltre 75 km di montagna sulle gambe.

Lo sterrato parte subito con forte pendenza. L’allegria che ci aveva accompagnato fino a poco prima lascia il posto ad un sofferto silenzio.

Pedaliamo a testa bassa, ognuno per la propria strada.

Guadagniamo faticosamente metro su metro fino a quando, in prossimità del valico, la pendenza diminuisce e finalmente iniziamo a percepire la dolce sensazione di avercela fatta: da qui  in poi  non c’è più nulla da salire.

Arriviamo in cima ad una sella che di nuovo segna il confine tra l’Umbria e le Marche.

38

L’ombra delle montagne inizia a far imbrunire il fondovalle e a noi rimane ancora una decina  di km per terminare la giornata.

Con la certezza di avercela ormai  fatta, ci caliamo dai Colli dell’Acquaro lungo la valle di Visso che raggiungiamo quando ormai  è notte.

Entriamo a Visso dopo oltre 10 ore trascorse in sella quando il navigatore registra l’inizio dell’ottantasettesimo chilometro.

 

Bikers: Luca Damiani, Consuelo Noè, Diego Vagni, Walter Verdini, Cinzia Frascarelli, Fabrizio Castelli

Foto e testi: Fabrizio Castelli

Maggiori info

http://www.dbscuola.it/

http://www.mtbadventure.it/

http://www.facebook.com/groups/mtbcaccamoserra

Itinerario

http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/8953

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
tmarco1
tmarco1

Gran bel giro….invidia!

sunsetdream
sunsetdream

Mi piace il giro e mi piacciono i panorami! sono diversi dai miei e bellissimi, diversi dalle montagne e piu’ storici piu’ “medioevali”. Complimenti a voi e alle vostre strade!

fatimaholeman

grandi ragazzi ,veramente bei posti!sono stato diverse volte in moto da quelle parti,le vostre zone sono molto belle e anche se non sono le dolomiti dove io abito,hanno un fascino tutto suo!complimenti!

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

le foto non rendo giustizia a questi posti. Abbiamo fatto il giro nell’estate 2012 quando era 3 mesi che non pioveva e le temperature sono state sempre molto alte. Gli stessi posti l’anno dopo (piu’ o meno nelo stesso periodo) erano così:
http://fotoalbum.mtb-forum.it/viewphoto.php?id=602489
http://fotoalbum.mtb-forum.it/viewphoto.php?id=645844
http://fotoalbum.mtb-forum.it/viewphoto.php?id=504515

Fabrizio
Fabrizio

Bravi, bello il giro e belle foto.

EnduroMatt
EnduroMatt

grande escursione, complimenti per le belle foto

oitem
oitem

buona domenica a tutti
in una domenica di pioggia,guardare le vostre foto mi fa stare meglio, grazie.
sono stato in umbria(non in bike) e sono stato molto bene, guardavo il paesaggio e immaginavo itinerari del genere, la prossima volta sarò bicimunito, i miei complimenti per le foto e l’emozione condivisa.
ah! norcineria….

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

norcineria = da norcia!

Ciriaco
Ciriaco

Bellissimo giro! Certi sentieri sono pieni di storia, profumi e sapori di cui l’Italia è ricca, ogni vallata ha un dialetto simile ma diverso negli accenti. Proporrò il giro ai miei amici per la prossima estate ma faremo una sosta notturna in qualche agriturismo di Norcia.
Ancora complimenti!

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

norcia è piu’ o meno a metà strada ed è bellissima…vale una sosta!

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

vero…il sentiero benedettino percorso da norcia fino a preci attraversa una serie di borghi medievali pieni di storia e fascino. Recentemente hanno fatto un servizio su tg costume e società sull’abbazia di s.eutizio in cui (non lo sapevo) sarebbe nata, ad opera dei monaci, la moderna chirurgia in italia. Nell’abbazia c’è un museo che custodisce moltissimi vecchi ferri chirurgici utilizzati in quel posto dal medioevo in poi.

lonebiker
lonebiker

Complimenti a Te Fabrizio e ai tuoi compagni d’avventura per questo bellissimo ed inteso Tour. Posti incantevoli con molta storia, bel report, da visitare 😉

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

grazie Lone…. questo giro è un capolavoro studiato da un amico che ancora ringrazio per avermelo insegnato. C’è di tutto, dalla media montagna, a i bellissimi borghi umbri e alle numerose abbazie medievali nella zona tra norcia, cascia e la val castoriana. Ma la cosa più interessante è che sono circa 90km (3000d+) quasi interamente pedalabili e soprattutto tutti su sterrato (asfalto al max 2km!!!!!)

Alessandro Cirulli

Bello!! Lo riproponete quest’anno ad Agosto?

Alessandro Cirulli

A chi posso chiedere informazioni?

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

eccomi qua, se posso….molto volentieri!

Alessandro Cirulli

Volevo saper quando si rifà il giro e costo?

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

Non lo so quali sono i programmi per il prossimo anno. Almeno 2/3 gironi ce li facciamo uscire sempre.
L’anno prima ad esempio abbiamo fatto questo http://www.mtb-mag.com/all-mountain-nei-sibillini/ che è davvero stupendo, il migliore secondo me da fare sui sibillini.
Quest’anno abbiamo ripetuto il giro delle 3 regioni e ci siamo fatti anche questo: http://www.dbscuola.it/mtbestremo/raccontialtaviasibillini.htm
Noi cmq siamo solo un gruppo di amici, andiamo in bike per passione. Non c’è nessun costo…semplicemente ci si aggrega!

ales1974
ales1974

Complimenti per il bellissimo giro…la soddisfazione supera di gran lunga la fatica! Bravi!!!

mascio
mascio

Grandissimi,belle emozioni!

Matteo Caria
Matteo Caria

Complimenti, bel giro belle foto bel report!
Se lo rifate, pagare x una guida accompagnatrice non dispiacerebbe neppure a me!

smilzon
smilzon

complimenti ragazzi!!

giancazaza
giancazaza

bello
… a 10 ore in sella non ci sono ancora arrivato

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata

far vedere certe cose al 20 gennaio è un colpo basso

NicoTrava
NicoTrava

Bravi,bel giro e complimenti per le foto e grazie per aver messo a disposizione la traccia.
Una domanda:quale potrebbe essere il periodo migliore per fare questo giro?

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

IL PERIODO MIGLIORE VA DA GIUGNO A SETTEMBRE/OTTOBRE. IL PROBLEMA E’ CHE ESSENDO UN GIRO MOLTO LUNGO BISOGNA FAR BENE I CONTI CON LA LUCE DEL SOLE

Adri26
Adri26

complimenti bel giro…ma quant’è bella l’ Italia…come cambiano i paesaggi tra sud, centro e nord!! Come fà la gente a non interessarsi di quello che è oltre la città??? non ci si può accontentare di un pò di cielo tra le i contorni dei tetti…

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

concordo con te …ma non tutti siamo uguali

Deroma
Deroma

ammazza complimenti, credo che 10 ore senza full il mio di dietro non sarebbe allenato….

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

effettivamente dopo un po’ la sella inizia a scottare….

biker 69
biker 69

Bravi ragazzi grande giro, conosco bene quei posti, una domanda: ma dove parte il sentiero per il Cardosa da Visso? dal grafico non riesco a capire,ciao e ancora complimenti

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

per il cardosa c’è una forestale che parte da borgo s. giovanni (zona laghetto/campo sportivo di visso)

leogiordani
leogiordani

Grande Fabrizio !!! La prossima estate giro delle tre nazioni ………..

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

fischia…che ci vengo pure io!

Kakkola
Kakkola

Sono assolutamente senza parole, è incredibile. Lo voglio fare (in due gg, però…) 🙂

Nomad 42
Nomad 42

bellissimo fabry, foto e report o-o…
mi domandavo se per la nostra visita della delegazione veneta potevamo fare una due gg con percorrenze kilometriche del genere, tanto per vedere e godere di più ;-), magari con pernotto in rifugio o tendina o bivacco se c’è… per godere anche del tramonto e alba in qui posti da sogno!

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

ciao bobo…si puo’ fare e a me non dispiacerebbe l’idea!!!
Questo giro, allungandolo un po’, si presta bene ad una due giorni da randagi:

http://www.mtb-mag.com/all-mountain-nei-sibillini/

A limite si puo’ fare anche il giro di tutto il parco, lo danno per 5 giorni in bike ma si puo’ studiare per farlo in 2/3

Kakkola
Kakkola

Ciao Fabrizio, dici che si potrebbe pensare di farlo in 2 giorni con una sosta per dormire a metà strada (circa)? Ho visto che ci sono dei rifugi, ma li ho esclusi perché ci si dovrebbe portare anche il sacco a pelo, però a Forca Canapine mi risulta che ci sia un hotel(Hotel Canapine), che però non ha un sito web degno di questo nome 🙁 tu che si oriundo :), sai se sia passabile?

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

Il giro si presta bene per una 2 giorni.
Diciamo che la metà della strada è a norcia, un paesotto molto bello in cui vale la pena soggiornare anche per una notte.
Se invece vuoi dormire nella zona di forca canapine troverai il rifugio colle le cese. Prova a chiedere informazioni qui: http://www.rifugiocollelecese.it/ (credo che sia ben attrezzato e non avrai bisogno di portarti il sacco a pelo)

Kakkola
Kakkola

Grazie mille, gentilissimo 🙂

Giorgio941
Giorgio941

Complimenti!!! sport, divertimento, cultura, gastronomia… gran giro.
in quel periodo ho girato l’umbria, non in bici, e Norcia ed i monti Sibillini hanno mi hanno lasciato un grande ricordo, ci tornerei volentieri in bici anche se la distanza non è poca….

Simone Sertori

Posti e tour fantastico! Anche a me piacerebbe farlo in un giorno solo, forse ciò che mi spaventa non sono le ore di sella ma il fatto che dalle foto sembra che il tragitto sia in maggior parte sotto al sole. Forse il periodo migliore se non c’è più neve, e’ la fine di maggio quando non dovrebbe fare troppo caldo.

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

ho visto (su qualche foto) che per te il caldo puo’ essere un problema….
In genere a fine maggio la neve non c’è più. Il massimo però lo trovi a fine giugno con la fioritura delle piane di castelluccio:
http://fotoalbum.mtb-forum.it/viewphoto.php?id=315082

BIKER78
BIKER78

complimenti per il tour… posti e foto fantastici. Sibillini al top

Patrick P
Patrick P

che meraviglia!!non conosco l’Umbria ma abbiamo intenzione di venire questa primavera,qual’è la stagione migliore per fare il vostro giro?mi sembrava calduccio quando l’avete fatto voi!!ci sono anche possibilità di spezzarlo e pernottare da qualche parte?

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

IL PERIODO MIGLIORE PER FARE IL GIRO E’ DA FINE MAGGIO FINO A SETTEMBRE. SE LO FAI IN DUE GIORNI E’ MOLTO BELLO ANCHE IN OTTOBRE QUANDO L’AMBIENTE SI COLORA D’AUTUNNO.
SE DECIDI DI FARLO IN ESTATE IL PERIODO MIGLIORE E’ FINE GIUGNO/INIZIO DI LUGLIO QUANDO POTRAI ASSISTERE ALLA FIORITURA DELLE PIANE DI CASTELLUCCIO (SPETTACOLO UNICO CHE ATTIRA FOTOGRAFI UN PO’ DA TUTTO IL MONDO https://www.google.it/search?q=FIORITURA+PIANE+CASTELLUCCIO&rlz=1C1GGGE_itIT388&espv=210&es_sm=122&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=acToUvflH4SdyQPhqoDoBQ&ved=0CAkQ_AUoAQ&biw=1920&bih=1078&dpr=0.75 )

TRATTANDOSI DI UN PERCORSO AD ANELLO PUOI SPEZZARLO COME VUOI.
PER IL PERNOTTO PUOI SCEGLIERE:
LA ZONA DI CASTELLUCCIO http://www.castellucciodinorcia.it/italiano/fioritura.htm
LA ZONA DI FORCA CANEPINE http://www.rifugiocollelecese.it/
LA ZONA DI NORCIA http://www.norcia.it/

SE PERNOTTI NELLA ZONA DI CASTELLUCCIO/FORCA CANEPINE VALE LA PENA ALLUNGARE UN PO’ IL GIRO E FARTI QUALCHE BELL’ITINERARIO TRA LE PIANE (SPECIE NEL PERIODO DELLA FIORITURA):
PIAN PICCOLO E MACCHIA CAVALIERA: http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/8851
PIAN GRANDE: http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/8852
PIAN PERDUTO E ROMITORIA S.LORENZO http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/9004
GIRO COMPLETO DELLE PIANE: http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/9003

ziovirus
ziovirus

lo organizzate per aprile- maggio?

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

non lo so ma in genere ogni anno si cambia…cmq aprile penso che sia troppo presto per via della neve. Da fine maggio in poi si puo’ fare tranquillamente.

iaevalentin
iaevalentin

Complimenti per il report e le splendide fotografie.
Sono posti bellissimi.
Con un amico ho fatto in quelle zone un raid di 7 giorni in linea nel 2011.
L’ abbiamo chiamato “DORSALE APPENNINICA DELLE 4 REGIONI” perchè oltre alle vostre 3 c’ e’ da aggiungere l’ Abruzzo.
Il report è quì.

http://www.mtb-forum.it/community/forum/showthread.php?p=5575413#post5575413

Penso che prima o poi, magari con qualche variante, lo ripeteremo. Ne vale la pena (anche per l’ ospitalitàe l’ alimentazione…)

Fabrizio Castelli
Fabrizio Castelli

ho letto il tuo articolo sulla DORSALE APPENNINICA DELLE 4 REGIONI, me lo ricordo bene perche’ molto interessante.
Questo fatto da noi è un girone fatto in giornata mentre il vostro fu una bellissima avventura itinerante di una settimana
L’itinerario che avete fatto coincide con il nostro fino ai pantani di accumoli; voi poi avete proseguito la vostra bellissima avvenuta mente noi abbiamo chiuso l’anello passando per norcia e la val castoriana

basol
basol

Grazie fabrizio abbiamo fatto il giro in due giorni giovedì e venerdì 16 e 17 giugno dormendo al rifugio Perugia. Hai disegnato un gran giro assolutamente da rifare.