[Intervista] Gianluca Vernassa

[Intervista] Gianluca Vernassa

28/03/2012
Whatsapp
28/03/2012

Recentemente ha esordito a Pietermaritzburg in Sud Africa come atleta Junior del Team DH Devinci Global Racing. A causa di una caduta costata secondi preziosi, il giovane non si è qualificato per la finale, ma una volta rientrato in Italia si è immediatamente rimesso al lavoro con entusiasmo, umiltà e determinazione. Gianluca si allena con costanza, perchè vuole ottenere risultati degni della fiducia riposta in lui. Siamo andati a trovarlo durante una sessione di allenamento sui percorsi dh sanremesi, ecco a voi il giovanissimo bolide tricolore: Gianluca Vernassa, buona lettura!

Gianluca Vernassa, gas tutto aperto sulla pista DH di Sanremo

BazOOka: nome, cognome, età e nick name

Gianluca: Gianluca, Vernassa, 16 anni, ne compio 17 a settembre, JUNIOR.

 

BazOOka: dove vivi e cosa fai quando non corri in bici?

Gianluca: sono nato e vivo a Sanremo. D’inverno mi alzo la mattina, faccio una manche in scooter per arrivare a scuola, esco verso mezzogiorno, e tornato a casa vado in bici: o a fare dei salti, o a pedalare o faccio qualcos’altro comunque legato alla bici. Adoro i video. Ho una helmet cam con la quale mi diverto a girare dei video, poi passo parecchio tempo a montarli … anzi… dopo mi dici come si ottiene l’effetto rallentatore?

 

BazOOka: ricordi la tua prima bicicletta?

Secondo me le rotelle le ha perse da tempo! 🙂

Gianluca: sì, certo. Era una Atala con ruote da 16’’ blu e viola.

 

BazOOka: aveva le rotelle?

Gianluca: sì, all’inizio.

 

BazOOka: a che età hai perso le rotelle? 🙂

Gianluca: sto cercando di liberarmene… il fatto è che mamma non si fida troppo. Esco di casa con un multi-tool in tasca e le smonto di nascosto solo dopo essere uscito dal cancello 🙂

 

BazOOka: scherzi a parte sei velocissimo, quando hai capito di avere una marcia in più?

Gianluca: sinceramente fin da piccolo mi sono reso conto che c’erano molti miei coetanei che avevano veramente una marcia in più (ad es. Loic Bruni) da allora lavoro sodo per raggiungere quei livelli.

 

BazOOka: vivi a San Romolo a pochi metri da una delle piste dh più belle del mondo, frequentata assiduamente da grandi campioni. Ci racconti cosa vuol dire crescere avendo la possibilità di vedere, toccare, parlare e correre insieme a Barel, Vouilloz, Amour e tutti i grandi discesisti che da anni frequentano casa tua per allenarsi?

Gianluca: impossibile BazOO… ci sarebbe troppo da raccontare… credo ci sia poco di più emozionante che girare con gente che ha conseguito risultati simili nella propria carriera, sono molto fortunato!

 

BazOOka: chi tra i grandi campioni che hai conosciuto occupa un posto speciale nel tuo cuore e perchè?

Gianluca: senz’ombra di dubbio due persone: Julien Camellini e Nicolas Vouilloz. Julien, quando avevo l’età di 6 anni (credo), mi regalò la mia prima mascherina, una Oakley che tutt’ora conservo nella mia stanza e che mi ha portato fortuna durante le mie prime stagioni di gare. Il secondo invece… non credo bisogna dire qualcosa a suo riguardo.

 

BazOOka: ricordi la tua prima gara dh?

Gianluca: si che me la ricordo: Qart (AO) pista molto veloce, non molto tecnica, ma essendo stata la mia prima gara adoravo quel tracciato!

 

BazOOka: la pista di San Romolo è cambiata negl’anni, come?

Gianluca: sì è cambiata tantissimo; alcuni pezzi sono stati cambiati a causa dell’erosione… altri cambiamenti li abbiamo apportati noi. Ma alla fine rimane sempre superincaxxata

Pronti ai posti....

via!!!

BazOOka: il tracciato di San Romolo è migliorabile? Manca qualcosa? Seguendo i tuoi gusti personali o le tendenze attuali c’è qualcosa che cambieresti o aggiungeresti?

Gianluca: è un percorso tecnico al top quindi ci piacerebbe lasciarlo come è… Tuttavia quest’inverno abbiamo aggiunto una sezione ripida..( tanto per cambiare). Su altri sentieri un po’ più veloci ma non meno difficili abbiamo costruito un bel po’ di salti che prima mancavano.

 

BazOOka: posso chiederti un favore… da parte mia e da parte di tanti altri amanti della dh? Puoi chiedere a Vernassa Senior di ricominciare ad organizzare la gara dh di Sanremo?

Gianluca: guarda… io gli ho rotto continuamente le scatole per anni affinché la riorganizzasse ma quando mancano i $$$ dal comune c’è poco da fare. La cosa brutta è che ha smesso di organizzarla, l’anno che io ho iniziato a far le gare! Così non ho mai gareggiato sul tracciato di casa 🙁

 

BazOOka: tra tutte le piste dh che hai solcato quale secondo te è la più bella e perchè?

Gianluca: penso che Val di Sole sia strafiga.. un susseguirsi di pietre, radici, passaggi tecnici… e poi è quasi tutta naturale, come quella affianco a casa mia 😉

 

BazOOka: com’è andata la scorsa stagione?

Gianluca: tutto sommato è stata buona.. ho avuto un calo a metà anno ma le mie stagioni sono tutte caratterizzate da una parabola discendente che poi si riprende un po’ verso fine anno

 

BazOOka: vedo che la stagione 2012 inizia con grosse novità… Commencal ti ha accompagnato dalla prima gara fino alla fine dello scorso anno.. cosa ha lasciato Commencal in Gianluca?

Gianluca: è stata la prima bici con cui ho gareggiato ed anche quella che mi ha portato grosse gioie nel 2011 quindi rimarrà sempre in una parte di me.

 

BazOOka: preferisci le gare di discesa o le enduro?

Gianluca: per quanto io adori l’atmosfera dell’enduro rimango un discesista.. Fin da piccolo sognavo di diventare qualcuno in questo sport, ho iniziato divertendomi e più vado avanti, più mi diverto. Sinceramente non so quale aspetto mi piace di più, ma quando vado in bici da discesa mi sento a “casa”.

 

BazOOka: su mtb-forum.it abbiamo visto un video molto emozionante che hai girato con la tua helmet, insegui Danny Hart da vicino. Com’è stato allenarsi con lui?

Gianluca: sicuramente è stato molto emozionante… non capita tutti i giorni questa opportunità. E’ incredibile come vada forte, dopo pochi giri era già lui a farmi vedere le linee più veloci a casa mia! Oltre alla run che avete visto nel video ne abbiamo fatta un’altra dove, invece, tirava e mi è bastato un piccolo errore per farmelo scappare via e poi naturalmente sulla distanza non l’ho più visto.

 

BazOOka: il tuo primo anno da Junior in un Team ufficiale, come ci si sente e come ti hanno accolto Smith, Beer e Branningan?

Gianluca: sono stati molto gentili e disponibili con me, ho girato quasi tutto il tempo con loro e oltre che aiutarmi sulla pista hanno cercato anche di tranquillizzarmi perché l’agitazione si faceva sempre più forte…

 

 

BazOOka: la prima gara di World Cup è andata… vuoi raccontarci cos’è successo?

Gianluca: in pratica; all’uscita della parte tecnica sulla parte alta del percorso c’era una sponda da cui si poteva saltare su una strada, il dislivello era alto e non mi fidavo a fare quel passaggio saltando. Durante le prove lo evitavo passando all’esterno. La mattina delle qualifiche durante la ricognizione ho fatto il salto seguendo un mio compagno di squadra e mi sono reso conto che era una cavolata. Il problema si è presentato durante la qualifica quando sono arrivato in quel punto ad una velocità più alta e sono andando così ad atterrare direttamente sulla stradina. A quel punto ero troppo lungo e veloce per affrontare la curva successiva come ero solito fare in prova e cercando di anticipare la curva a tutti i costi… mi è scivolata la ruota anteriore e badabum! Mi sono rialzato e ho ripreso subito la bici ma il danno non è stata tanto la caduta quanto il fatto che mi trovassi in un tratto con pochissima pendenza e quindi prima di riprendere il ritmo di gara ci ho messo parecchio. Ho finito la gara ma purtroppo non sono riuscito a qualificarmi.

 

BazOOka: le prossime tappe in calendario saranno più adatte al tuo stile di guida?

Gianluca: bah io spero di sì! Non è che vado meglio sui percorsi tecnici… diciamo che vado meno peggio. 🙂

 

BazOOka: quali sono i tuoi progetti agonistici per il 2012?

Gianluca: vorrei davvero qualificarmi a tutte le prossime gare di coppa (se possibile) e vorrei imparare il più possibile dai miei compagni di squadra che di sicuro aprono il gasss cento volte più di me!

BazOOka: veniamo alla nuova belva da dh, ormai la usi da qualche tempo, parlaci di lei.. come si comporta?

Gianluca: avevo già girato su di Lei l’estate passata e le prime impressioni su dei sentieri semplici erano impressionanti. Studiando poi le geometrie e tutto eravamo un po’ preoccupati per l’angolo di sterzo più chiuso e la lunghezza totale minore rispetto al V3, ma ci sbagliavamo di grosso! La bici è incollata a terra, lavora da paura e viaggia il doppio. Ma il doppio sul serio, non sto scherzando!

 

La Devinci Wilson di Gianluca Vernassa

BazOOka: mostraci un segreto della tua bike .

Gianluca: a me piace il piccolo adesivino con il logo Devinci ma con i colori della bandiera italiana.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BazOOka: sospensioni, hai un set up di partenza che modifichi in base al percorso di gara?

Gianluca: sì, prima ero solito avere sospensioni molto morbide sia sull’anteriore sia sul posteriore, ma con l’aumentare della velocità ho dovuto indurire la forcella.. il set-up dell’ammo è sempre abbastanza morbido, ma io non vado quasi mai a pacco.

 

BazOOka: su mtb-forum molti giovanissimi leggeranno quest’intervista, cosa consigli a quanti tra loro hanno intenzione di avvicinarsi alle gare dh?

Gianluca: regalatevi una Devinci!

Scherzi a parte consiglio vivamente di girare almeno sino ai 14 anni compiuti con una bici che non superi i 160mm di escursione di forcella e ammortizzatore. Così si impara la vera tecnica di guida e si imparano alcune piccolezze che poi quando hai una bici da discesa ti fanno andare di più degli altri (si spera!).

 

BazOOka: che dici Gianlu, Valentino quest’anno riuscirà a portare la Ducati sul podio?

Gianluca: lo spero vivamente, anche se inizia a patire un po’! Ma non si sa mai… come Peat ha vinto dopo 16 anni che tentava di raggiungere il titolo, magari Vale farà il Q-ulo a tutti gli altri. Speramu ben!!

 

BazOOka: grazie mille per la disponibilità, un grosso in Qulo alla balena dal BazOO e da tutto mtb-forum.it, ciao!

Gianluca: crepi il lupo! Ah no scusa era la balena… grazie mille a te in bocca al lupo a tutti quelli che l’hanno letta per intero.

 

Il profilo Facebook di Gianluca: http://www.facebook.com/Gianluca Vernassa

Il suo blog dove potrete trovare diversi video: http://gianluca-vernassa.blogspot.it/

Galleria foto scattate per l’intervista
[slider]10629[/slider]

Galleria foto della Devinci Wilson
[slider]10753[/slider]

ed infine ecco un mini-video preparato per voi dallo stesso Gianluca:

[url]http://www.youtube.com/watch?v=YTH-EFsWIzM&feature=youtu.be[/url]